Intel: processori a 10nm a giugno, passaggio ai 7nm nel 2021

09 Maggio 2019 86

I primi processori Intel a 10nm nanometri arriveranno a giugno, mentre il passaggio al processo produttivo a 7nm è previsto per il 2021. Questo è quanto è emerso dal recente Intel Investor Meeting 2019, occasione che ha visto i vertici Intel illustrare la nuova roadmap aziendale agli analisti di Wall Street.

Murthy Renduchintala, Chief Engineering Officer e Presidente della divisione Technology, Systems Architecture and Client di Intel, ha sottolineato che le spedizioni in volumi delle prime CPU a 10nm partiranno tra qualche settimana. Più nel dettaglio, si parla di processori Ice Lake a 10nm destinati al segmento notebook, soluzioni che garantiranno diverse migliorie rispetto alla precedente generazione. Tra queste si segnalano:

  • prestazioni wireless tre volte più veloci
  • prestazioni raddoppiate nella transcodifica video
  • prestazioni grafiche due volte superiori
  • da 2,5 a 3 volte prestazioni superiori con carichi d’intelligenza artificiale
I nuovi processori Ice Lake integreranno un controller USB C sul die

Stando al comunicato Intel, i primi notebook ad utilizzare i processori a 10nm dovrebbero giungere sul mercato per le festività di fine anno; successivamente (tra il 2019/2020) l'azienda espanderà tutto il portfolio a 10nm, partendo dai processori client e server, passando agli FPGA, soluzioni AI, general-purpose GPU e SoC 5G. Questa dichiarazione smentisce, almeno in parte, le recenti indiscrezioni che volevano Intel ferma sul versante desktop fino al 2020 | Intel, niente 10 nm su desktop almeno fino al 2022.

Come per le attuali soluzioni a 14nm, la nuova roadmap Intel conferma che tra il 2020 e il 2021 ci saranno ulteriori affinamenti del processo produttivo a 10nm, rispettivamente 10nm+ e 10nm++.


Quanto ai prodotti con processo produttivo a 7 nanometri, Renduchintala ha confermato che la prima soluzione Intel a 7nm arriverà nel 2021 e non sarà un processore, bensì una GPGPU (General Purpose GPU). Si tratterà di un prodotto basato su architettura Intel Xe, destinato a datacenter, AI, supercomputer, e caratterizzato da un'approccio eterogeneo e multi-chip.


La GPU a 7nm sarà anche la prima a essere prodotta con litografia EUV (Extreme Ultraviolet) e offrirà un aumento delle prestazioni per watt del 20%, uno scaling due volte superiore rispetto ai 10nm e una riduzione del tempo di realizzazione pari a 4 volte.

Tra il 2022 e il 2023 Intel passerà poi a un'ulteriore affinamento del processo con i prodotti 7+ e 7++; al momento non sappiamo con quali aspettative, ma si tratterà sicuramente di ottimizzazioni necessarie per contrastare l'avanzata della tecnologia a 5 nm di TSMC | TSMC completa lo sviluppo del design a 5nm; ora i clienti potranno usarlo.

L'unico vero Note? Samsung Galaxy Note 9 è in offerta oggi su a 529 euro oppure da Coop Online a 649 euro.

86

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Boronius

Beh insomma, 300 MHz non sono pochi per un 6510

Alessio Ferri

Non si può, o meglio si può, ma non vai oltre i 300 mhz a dir tanto, ovviamente utilizzando la ram integrata nell'fpga, non quella sulla scheda e a costo di ripensare la microarchitettura interna del 6502 perché, come è noto, nelle fpga non ci sono bus che girano per il core, ma mux, e i mux usati per emulare dei bus sono una così pessima idea (se fatto dopo aver dichiarato l'intento di privilegiare la frequenza beninteso) che le pessime idee si offendono.

Boronius

Si potrebbe fare una FPGA, però non hai la velocità dei transistor "scolpiti" nel silicio. Peraltro non so neanche quale potrebbe essere la FPGA più veloce disponibile oggi, io sono rimasto alle ALTERA Flex a 5 volt Vcc

Alessio Ferri

In questo caso va come dici tu

Boronius

Ok facciamo tutto integrato in un SOC, penso che un milione di gate logici potrebbero bastare

Alessio Ferri

Se ci metti l'sram a 7 nm non hai risolto, sono le tracce elettriche e i pin che rallentano

Boronius

Sei fuori? Ovvio che ci mettiamo 64 KB di static RAM a 7 nanometri anche quella, tanto ci saranno miliardi di gate disponibili. Anche il VIC-II MOS 6569 a 7 nanometri, gli sprites viaggeranno oltre la velocità della luce!! Un aggeggio del genere lo pagherei anche 1000 euro, solo per il gusto di fare un FOR NEXT in BASIC da 1 a 1000 miliardi che va più veloce di uno Z80 che fa un NOP.... hahahahahaha

Itre Boiz

aspettiamo amd...

Albus

Figurati

damiano

Grazie!

mig86

Ma ps4 e xbox one sono a fine ciclo ed avevano già una base di utenti rispettivamente di 86 e 40 milioni a fine 2018, come fai a paragonarle ad una console uscita da due anni e che si rivolge ad un pubblico fondamentalmente diverso. Inoltre anche Google Stadia utilizzerà gpu amd (e probabilmente anche le cpu in un secondo momento), per quanto riguarda xcloud, dovrebbe basarsi su hardware della xbox one s. Il business dei semi-custom è sempre stato molto solido per amd e la switch è un caso isolato.
Dove latita, oltre ai server e lì dovrà essere zen2 a cambiare la situazione, è nel settore ml/ai dove cuda domina, ed il super computer annunciato l'altro giorno che utilizzerà hardware e software amd è un segnale positivo in quella direzione, anche se sono partiti con anni di ritardo.
Comunque senza dubbio Intel ed nVidia dormono sonni tranquilli, soprattutto quest'ultima.

Albus

La generazione 9 presentata qualche settimana fa, è la serie H per i notebook ad alte prestazioni, sempre a 14 nanometri.I primi modelli dovrebbero essere disponibili fra qualche settimana.

I 10 nanometri che dovrebbero essere disponibili entro Natale, dovrebbero far parte della serie U e Y a basso consumo.
Se non ci saranno stravolgimenti, i 10 nanometri serie H, per i notebook ad alte prestazioni, dovrebbero essere presentati fra un anno esatto.

damiano

Intendevo disponibilita per i notebook, la generazione 9 non ancora in italia... spero a breve fra maggio e giugno.
Qui si dice che fra solo 6 mesi saranno già disponibili notebook con processiri di generazione 10?
Scusate, ma non riesco a capire

MIR

La generazione 9 è stata annunciata da un po' di tempo, vedi i9 9900k per esempio

smn_lrt

c'è un indicatore capitalizzazione / utili, amd tra le aziende tech ha già il valore più alto di tutte tipo 4 volte Nvidia e 6 intel (più su di così fanno fatica ad andare, sono già hyped)..

Sono blu

I bilanci non sempre rispecchiano lo stato di salute di un'azienda però, soprattutto in un mercato come quello odierno.

Bastano pochi anni per passare da un utile glorioso a dover rivedere brutalmente le roadmap onde evitare risultati disastrosi.

Ovvio, non è il caso di Intel probabilmente, ma non fermiamoci ai numeri.

JustATiredMan

per non parlare del nodo ancora non del tutto risolto dello spectre/meltdown.

damiano

Se qualcuno mi può aiutare a capire.
poche settimane fa è stata annunciata da Intel la generazione 9 dei processori core. Qui si sta parlando già della prossima generazione 10?

Manuel1985

Grazie Cerbero.

piervittorio

L'analisi rispecchia i bilanci...

piervittorio

Gli erode talmente quote che sia il 2017 che il 2018 per Intel sono stati i due anni record, mentre AMD nel 2018, suo anno record grazie alla bolla delle GPU, ha chiuso con 300 milioni di utili su 6 miliardi di fatturato (mentre nel primo quarter del 2019, e verosimilmente anche nel secondo, sono i caduta libera come fatturato ed utili).
AMD ha tre aree di business: le CPU, dove potrà far bene, le GPU, ove l'andamento del mercato ed il recepimento dei nuovi prodotti dallo stesso sono una incognita, e le consolles, ove i nuovi modelli in arrivo nel 2020 gli daranno un po' di ossigeno, sempre che Nintendo (che usa Nvidia ed il cui Switch in un due anni ha venduto 35 milioni di Switch, surclassando i competitor) e le soluzioni streaming di Google e MS non le "ammazzino nella culla".
Da geek faccio il tifo per AMD, ma una analisi delle prospettive non mi lascia tranquillo, è il classico vaso di coccio tra vasi di ferro (Intel e Nvidia).

Top Cat
Alessio Ferri

Considerando che un 6502 accede alla memoria almeno 3 volte a instruzione e che comunque di solito sono 4 o 5 e che oltretutto si aspetta il risultato all'inizio del ciclo successivo, il 6502 può andare a qualsiasi nodo solo alla velocità della memoria più veloce disponibile sul mercato con 16 pin di indirizzo e 8 pin di dati, ovvero una sram da 20 mhz, ecco quindi la tua risposta: a 7nm un 6502 va a 20 mhz.
Prevengo anche la domanda sullo Z80, un Z80 richiede il risultato dalla memoria 1,5 cicli dopo aver immesso i dati quindi andrebbe a 30 mhz. Se considerassimo il segnale di wait per entrambi avremmo una decina di ghz, di cui 9, 999 ghz

Alessio Ferri

Sono 2 anni che AMD mangia quote di mercato ad Intel, sui server Intel abbassa i prezzi. Non lo so, tu questo come lo chiami?

polakko

clap clap clap

polakko

è arrivato l'ingegnere di stocazz0. Perchè non prendi in mano l'affair Intel regalandole le tue idee megagalattiche per Super computer e infrastrutture?

polakko

eh già, se no chi li senti i macachi...

Pippo Gi

è io almeno almeno 10 anni xD!

Manuel1985

Quindi la mia z390 posso tenerla ancora per un po'?

Cerbero

Certo difatti sia i debiti contratti da Santa Clara, sia l'uscita da diversi settori rimangono marginali nella tua "oggettiva" analisi....

piervittorio

E questo davvero pensi che potrà cambiare qualcosa a livello di equilibri tra i due?

mig86

Nelle generazioni precedenti sono sempre usciti tra fine ed inizio anno.

piervittorio

ma va là...

princeps96

Ma si, infatti la gente non 'sta mica a posto. Credo ci sia ancora gente a cercar di vendere le 1060 a 250 euro e passa... Tutto nella norma.

riccardik
piervittorio

Se gli conviene vendere la divisione, lo faranno.
Tanto guadagnano sulle royalties sui brevetti che hanno, senza i quali nessuno vende modem.
Quella è innovazione.

Ulster

Tranquillo, non ci pensiamo proprio ad investire anche un solo euro sul loro milionesimo refresh

Cerbero

Un suggerimento: se proprio dovete comprare intel evitate il nodo a 10nm. È uno step nato male e sviluppato peggio a cui santa Clara non è mai riuscita a venirne a capo con rese ed efficienza. Quello che offrono è fondo di magazzino perché è già stato abbandonato a favore dei 7 nm. Difatti di tale nodo non esiste neppure una versione HP giusto per far capire i limiti intrinseci.
Conoscendo intel sicuramente lo proporranno a prezzi superiori quando quasi sicuramente non avrà alcun vantaggio né prestazionale né energetico rispetto i 14+++ e nemmeno la microarchitettura che sarà sicuramente l'ennesimo refresh.

princeps96

Infatti, ci guardavo giusto l'altro giorno. Ora come ora non pagherei un i7 7700k più di 170/180€ e c'è la gente che te li vuole vendere a minimo 250€. Pazzi.

Markk
makeka94

Giusto =)

Light

i 7nm di AMD per notebook invece per quando sono previsti?

Cerbero
riccardik
Giulk since 71'

mmm per ora ho trovato solo prezzi alti, ma se mi dici cosi controllerò più spesso su ebay :)

Tom Smith

Amd in borsa è decuplicata dal 2016. Intel è solo raddoppiata.

Tom Smith

É innovazione l'abbandono dei modem 5g?

Boronius

Si si, un clone esatto. Arriva a 10 giga hertz?

riccardik
riccardik

Dipende a quanto lo trovi, la gente mette in vendita quelle cpu a prezzi senza senso

Huawei MateBook: X Pro 2019 e 14 ufficiali, prezzi Italia del 13 | VIDEO

Recensione Lenovo Yoga Book C930: il ritorno del convertibile 4 in 1

Devolo Magic 2: Powerline a 2400 Mbps e Wi-Fi Mesh | Video

Xiaomi Notebook Pro e MacOS: binomio possibile? Video