AMD in crescita nel secondo semestre 2019 grazie alle CPU a 7nm | Digitimes

08 Aprile 2019 8

AMD vedrà salire sensibilmente le vendite dei suoi processori, schede madri e GPU a partire dalla seconda metà dell'anno. Questo è quanto suggerisce l'ultimo report di Digitimes, riferendosi a fonti vicine ai produttori di PC e componenti taiwanesi che, sostanzialmente, anticipano l'impatto sul mercato delle nuove soluzioni a 7nm targate AMD.

L'azienda di Sunnyvale attualmente ha molti progetti in corso, partendo dai Ryzen 3000 3a gen attesi al Computex di Taipei, passando ai ThreadRipper 3a gen avvistati su AIDA64, ai processori server EPYC 2 annunciati a novembre e che saranno disponibili a partire dal terzo trimestre, arrivando alla nuova generazione di GPU Navi (di cui abbiamo recentemente parlato QUI) che dovrebbe arrivare in estate.

Preview dei processori Ryzen 3a gen al CES di Las Vegas, la presentazione ufficiale dovrebbe arrivare al Computex di Taipei il 27 maggio

Il report di Digitimes evidenzia come AMD non si aspetti un primo trimestre 2019 molto positivo, soprattutto per via del calo dei ricavi nel settore schede grafiche (-12% su base trimestrale, -24% rispetto allo scorso anno) nonché delle soluzioni semi-custom. L'arrivo della prima GPU a 7nm, Radeon VII è stata sicuramente una prova di forza, tuttavia da sola non basta a contrastare un mercato in forte contrazione (vedi calo criptovalute) e un competitor come NVIDIA decisamente dominante con i prodotti GeForce GTX ed RTX.

In attesa delle prime GPU con architettura NAVI a 7nm, a spingere le vendite di AMD saranno ancora i processori, non solo quelli prodotti dalla stessa AMD, ma anche quelli "non prodotti" da Intel. Giochi di parole a parte, gli analisti si aspettano che AMD incrementi le vendite anche per via della scarsa disponibilità di CPU Intel, soprattutto nella fascia medio/bassa dei notebook e ovviamente dei Chromebook.

Radeon VII, la prima GPU a 7nm targata AMD

Produttori come HP, Lenovo e ASUS hanno già iniziato a produrre nuovi notebook basati su tecnologia AMD | Da ASUS nuovi notebook con AMD Ryzen 3000H | mentre sul lato desktop l'arrivo dei Ryzen 3000 e delle schede madri X570 dovrebbe contribuire a far guadagnare ulteriori quote di mercato grazie a un ottimo rapporto prestazioni/prezzo, nonché all'introduzione sul mercato della prima piattaforma desktop con supporto PCI-E 4.0.

Sul versante server/computing e cloud, invece, dopo la recente collaborazione con Google per la nuova piattaforma di gaming Stadia | Google Stadia: specifiche tecniche del server, GPU AMD custom da 10,7 TFLOPS | AMD si aspetta di rosicchiare ulteriori quote di mercato grazie ai processori EPYC 2, capaci di offrire configurazioni dual-socket da 128 core/256 thread. Nel Q4 2017 le soluzioni AMD EPYC rappresentavano l'1% del mercato server, nel Q4 2018 questa percentuale è cresciuta al 3,2% e con EPYC 2 le cose potrebbero ulteriormente migliorare.


8

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
andrea55

Con i driver ufficiali il 2500u va veramente bene, il 3500 non può che migliorare

alexhdkn

In teoria l'IPC è già aumentato, alla demo di mesi fa avevano lo stesso risultato di un i9 9900K con 8 core a circa 4.2/4.3 e mi pare anche consumi inferiori, dunque forse hanno fatto un ottimo lavoro

Davide

grazie eh, questa l'avrei predetta pure io. Queste a 7nm sono le CPU che tutti stanno aspettando e rappresentano IL prodotto più atteso degli ultimi anni nel settore.

opt3ron

Non ti aspettare troppo , i consumi dovrebbero essere simili ai 14nm ma 2x più veloci in ambito professionale e con un IPC simile ad Intel.

Rafa

sono curioso di vedere come andranno le temperature, di questi 7 nm, sopratutto in ottica apu mobile, gaming notebook ecc.

Michealknight

si parla di belle bestiole.
ryzen 3000 fino a 16core e 32 thread( ancora da verificare)
threadripper da 64core e 128 thread( quasi certo)
Rome da 128 core e 256 thread. dovrebbe aumentare anche l'ipc a paritá di frequenza di almeno un 20%, questo dovrebbe portare al sorpasso sugli attuali intel a livello di ipc, per la differenza della frequenza di dovrá vedere, amd va verso i 5ghz in oc, forse poco piú, intel sui 5,4-5,5.

Bob Malo

Bravi, continuate così

alexhdkn

Speriamo bene con questi Epyc e Zen2

Huawei MateBook: X Pro 2019 e 14 ufficiali, prezzi Italia del 13 | VIDEO

Recensione Lenovo Yoga Book C930: il ritorno del convertibile 4 in 1

Devolo Magic 2: Powerline a 2400 Mbps e Wi-Fi Mesh | Video

Xiaomi Notebook Pro e MacOS: binomio possibile? Video