Samsung, al via la produzione delle eMRAM a 28nm: più efficienti e meno costose

06 Marzo 2019 14

Samsung ha dato il via alla produzione di massa delle eMRAM, prima soluzione commerciale proprietaria realizzata tramite processo a 28nm FD-SOI (28FDS) che andrà a sostituire l’eFlash garantendo maggiore scalabilità a parità di altre condizioni, incluse l’assenza di volatilità, l’accesso casuale e una forte resistenza.

A detta dell’azienda sud coreana, infatti, sarebbero proprio le problematiche di scalabilità riscontrate sull’eFlash a far propendere verso la embedded Magnetic Random Access Memory, il cui funzionamento si basa sulla misurazione della resistenza elettrica della cella permettendo in tal modo di bypassare i limiti della soluzione fino ad oggi adottata che, viceversa, si basa sull'archiviazione della carica.

Sono diversi i vantaggi delle eMRAM: potenza e velocità innanzitutto, quest’ultima garantita dal fatto che non è richiesto un ciclo di cancellazione prima della scrittura dei dati. In pratica, la velocità di scrittura risulta essere 1000 volte superiore a quella di eFlash, senza trascurare la maggiore efficienza energetica data dall’azzeramento del consumo quando la eMRAM è in modalità spegnimento. Le ricadute saranno positive in diversi ambiti, inclusi microcontroller, Internet of Things e intelligenza artificiale.

Così commenta l’avvio della produzione di passa delle eMRAM Ryan Lee, VP Marketing delle fonderie di Samsung Electronics:

Siamo molto orgogliosi di questo risultato nell’offrire la giusta tecnologia per la memoria integrata non-volatile (eNVM) dopo aver superato sfide complicate dei nuovi materiali. Integrando eMRAM con le tecnologie logiche già collaudate, Samsung Foundry continua ad espandere il suo portafoglio di processi eNVM per offrire vantaggi competitivi distinti ed un’eccellente producibilità per soddisfare i bisogni dei clienti e le esigenze del mercato.

Chissà che l'avvio della produzione delle eMRAM non aiuti Samsung a dare nuova linfa a un mercato delle memorie in contrazione, così come recentemente riportato da uno studio condotto da Digitimes.

Zero compromessi al miglior prezzo?? Samsung Galaxy S10 Plus, in offerta oggi da Gaming Pro a 649 euro oppure da ePrice a 768 euro.

14

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Fafner

Ma che bello, continuano a uscire componenti più efficienti e meno costosi, la l'autonomia continua a diminuire e i prezzi ad aumentare.
È come l'alta gastronomia, si riscoprono sempre di più le materie prime povere, ma il vantaggio ce l'hanno gli chef, che certo non abbassano i prezzi. :)

Ikaro

Non funziona così ;) sono per lo più "prototipi" già il lavoro che c'è stato dietro è pesante figurati progettarlo a 7nm, poi le linee a 7nm sono già occupate da soc e processori che rendono di più, ricalibrare una fabbrica solo per produrre una memoria è folle, ovviamente non puoi decidere "oggi stampo soc, domani memorie" ;) nelle memorie I vantaggi dati dai nm non sono così grandi quindi si usano le vecchie fabbriche usate in precedenza dai soc

Pietro

Assenza di volatilità?
Che RAM sarebbe?

Francesco Renato

Il ciclo di vita di una fabbrica prevede che prima sia utilizzata per produrre processori e dopo per produrre memorie, in questo modo l'ammortamento viene ottimizzato.

deepdark

Che domanda è la tua? Ti è pure stato spiegato il motivo.

Che risposta è?

deepdark

Se non lo fanno un motivo ci sarà, no? O credi che stiano aspettando il commento su un blog per farle?

Si OK, ma se fatto a 7nm non sarebbe migliorie?

Vittorio599gtb

Non consumano tanto e non devono girare a 6ghz, poi pp migliori costano

Alessio Ferri

Perchè è memoria, non logica

Top Cat

Scommetto che sono al grafene.

Tito73

Non è un processore...

ghost

Perché non si possono fare immagino...

Perché a 28nm e non a 7nm?

Huawei MateBook: X Pro 2019 e 14 ufficiali, prezzi Italia del 13 | VIDEO

Recensione Lenovo Yoga Book C930: il ritorno del convertibile 4 in 1

Devolo Magic 2: Powerline a 2400 Mbps e Wi-Fi Mesh | Video

Xiaomi Notebook Pro e MacOS: binomio possibile? Video