Recensione Amazon Echo Input: usare Alexa su ogni impianto audio

31 Gennaio 2019 190

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

Echo Input ci fa capire quanto Amazon consideri prioritario installare un dispositivo Alexa nelle nostre case. Anziché guadagnare su accessori arricchiti da componenti ad alto profitto, porta sul mercato uno strumento capace di rendere compatibile con Alexa ogni impianto audio dotato di Bluetooth o di jack di ingresso. Echo Input è un'idea semplice e lineare, ma il suo arrivo sul mercato non è banale.

Quale altra azienda avrebbe praticato una scelta simile? Immaginate Apple vendere a due lire un'app capace di installare iOS su ogni smartphone; immaginate Microsoft vendere un kit di conversione per portare le funzionalità touch dei Surface su ogni MacBook. Anche se approcciare ogni cosa dalla prospettiva del cliente è il perno delle iniziative di Amazon (perché non si parla di semplici decisioni tra questo o quello ma di una continua ricerca del capire le esigenze del cliente prima che sia lui stesso a chiederle - possibile grazie all'analisi dei dati di cui dispone), un dispositivo come Echo Input sposta gli equilibri e fa la differenza nella scelta finale.

La confezione di Echo Input include cavi e alimentatore. Si può usare anche un battery bank.

Non è per il suo prezzo di vendita perchè a 39 euro capita di trovare Echo Dot resi o ricondionati. É la possibilità di usare il nostro impianto audio, pregiato o meno che sia (dallo stereo multi-rack degli anni 80 all'amplificatore Dolby, passando dallo speaker Bluetooth impermeabile che usiamo solo d'estate e dall'autoradio) per sfruttare Alexa. La resa e la semplicità di utilizzo sono ai livelli previsti: Echo Input si installa in due minuti seguendo le indicazioni vocali dell'app installata su smartphone (ma si può fare anche da browser su alexa.amazon.it) e si abbina in Bluetooth o con cavo jack al primo colpo. Come spiegato nella video recensione, può memorizzare più dispositivi Bluetooth e collegarsi al primo che trova acceso; io, ad esempio, ho trovato comodo aggiungere anche delle cuffie.

Scheda tecnica Amazon Echo Input

  • Dimensioni: 14 x 80 x 80 mm / Peso: 79 grammi
  • Connettività: Wi-Fi n Dual Band / Bluetooth A2DP
  • Audio Out: jack 3,5 mm / Audio In: 4 microfoni
  • Tasti: pulsante spegni microfono / Pulsante azione
  • Porte: microUSB per alimentazione (5W)
  • Confezione: Cavo jack 3,5 mm da 1 metro / Cavo microUSB USB da 1,5 metri / Alimentatore USB 5W

Il collegamento Bluetooth non esclude quello con jack. Quando Echo Input non trova un dispositivo wireless acceso passa alla riproduzione via cavo. E questo è pratico e intelligente perché non mi obbliga a fare una scelta al momento dell'installazione vera e propria. Posso posizionarlo vicino all'impianto con jack, perché è magari lì che ho una presa di corrente, e poi usarlo via Bluetooth con altro.

Echo Input dà priorità al collegamento Bluetooth rispetto al jack, ma se non trova dispositivi accesi passa al cavo.

Echo Input può essere parte di un gruppo per l'audio multi-stanza. É l'unico dispositivo non-Echo a farlo; altoparlanti come Sonos One, pur avendo Alexa integrata, non possono essere accoppiati con gli Echo. Questa soluzione fa comodo sia quando ho un impianto audio di qualità da sfruttare per migliorare la riproduzione in una particolare stanza, sia quando ho degli altoparlanti già installati in zone remote di casa dei quali approfittare per portare la musica ovunque.

Ci sono tre limiti nell'integrazione wireless di Echo Input. Il primo è che non si possono abbinare dispositivi Bluetooth dove è richiesto l'inserimento di un PIN; il secondo è l'impossibilità di inviare messaggi. Il terzo è la latenza maggiore rispetto ai membri del gruppo audio connessi via Wi-Fi. Questo ridardo causa un effetto eco o reverbero che diventa tollerabile soltanto quando gli altri altoparlanti sono lontani. In caso contrario, ovvero quando il gruppo multi-stanza è formato da apparati che si possono sentire, è la stessa Amazon a consigliare il collegamento via cavo.

Echo Input ha 4 microfoni, due pulsanti e un LED di stato.

La conclusione è semplice: Echo Input si comporta come previsto e non ha mostrato difetti progettuali in questi giorni test. L'alimentazione con 5V e 1A lo rende più flessibile degli altri Echo. Può coprire diversi intenti; la comodità è sempre quella del controllo vocale e delle praticità di Alexa (skill e tutto il resto, non cambia nulla rispetto agli altri Echo) ma si va da chi vuol usare un impianto audio di qualità a chi vuole spendere il meno possibile passando per quegli sviluppatori di app stufi di provare le skill sul simulatore Amazon.

Mi ha sorpreso per sensibilità dei microfoni installati; non è tanto il riconoscimento della parola chiave di attivazione quanto la possibilità di essere nascosto, non in vista, magari dietro la TV o dietro la fila di libri dello scaffale. Con un'uscita ottica e una RCA sarebbe stato ancora più pignolo, ma qui si potrebbero fare molti discorsi sulla qualità della sorgente. Ad ogni modo, di questo andazzo, potremmo presto vedere un Echo Input Plus con queste caratteristiche. Consigliato a tutti, anche come base di partenza di progetti DIY di ogni genere.

Amazon Echo Input: pro e contro

Microfoni molto sensibili.Economico.Facile da integrare, nascondere e posizionare (anche in auto).Supporta l'audio multi-stanzaGestisce in maniera intelligente le due uscite.
Niente RCA o uscita ottica audio.


190

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
paolo

Lo stesso vale per me! :D

boosook
paolo

Essendo che sei tu a voler dimostrare l'inesattezza della mia tesi, sei tu a dover fornire prove tangibili. A parte le parle della manager di Amazon ( e cosa poteva dire altrimenti?) non mi sembra che tu le abbia. Avessi per lo meno uno sniffing di rete potremmo pure parlarne, ma così è come parlare di terrapiattismo che va oltre il semplice buon senso. Pensare che Il core business di Amazon Echo sia solamente il guadagno tra costo dei materiali e prezzo di vendita è abbastanza ingenuo. Avesse i prezzi di Apple il beneficio del dubbio potrebbe pure averlo, ma con 40 euro (senza sconti) porti a casa una tecnologia incredibile. Come disse qualcuno: "se un prodotto non lo paghi, il prodotto sei tu."

boosook

Ah sì? E quale sarebbe la tua fonte? Perché la mia è una conferenza per sviluppatori dove ci è stato spiegato il funzionamento per bocca di una manager di Amazon direttamente, oltre al fatto che Amazon rende disponibili i kit hardware per l'implementazione di Alexa in qualsiasi dispositivo ed è facilissimo controllare in una rete se sta inviando dati o meno prima di riconoscere la hotword, e finora nessuno se n'è uscito con alcuna prova che lo faccia. Invece le tue fonti quali sono?

paolo

è l'affermazione "niente viene inviato ai server" che è fallace all'origine.

boosook

La detection della hotword viene fatta da hardware apposito sul device e niente viene inviato ai server se non dici Alexa. Il parlato viene ascoltato tutto ovviamente, ma se non dici la hotword non lascia il dispositivo. Non serve avere il codice sorgente di Alexa (anche perché, appunto, non c'entra niente), basta conoscere bene le specifiche hardware del prodotto.

paolo

O hai il codice sorgente di Alexa oppure sei tu ad aver appena detto la mezza ca%%ata, anzi intera a questo punto.

boosook

In verità, per la matematica, 39,99 non sono 40, ma 39,99.

boosook

In città ti spaccano il vetro anche solo per rubare un pupazzo di pelouche (successo a un'amica).

boosook

Beh, l'hardware non penso che sia venduto in perdita. Poi ci sono le skill: per svilupparle non si paga niente, ma girano su AWS, quindi indirettamente portano soldi. Poi c'è sicuramente della profilazione, la fidelizzazione come dici tu (noi abbiamo ancora l'abitudine di andare al supermercato, negli States sempre meno), poi chi acquista Echo è probabile che acquisti anche roba per automazione della casa e che lo faccia su Amazon (spesso infatti fanno offerte su echo + philips hue).
Metti tutto insieme e magari guadagnano.
Ma c'è anche un discorso più ampioi: qui tutti sono alla ricerca della "next big thing" dopo gli smartphone. Dovevano essere gli smartwatch, ma ormai sembra chiaro che, pur crescendo, non esploderanno. Il mercato dell'internet of things invece sembra destinato a crescere. Lentamente, perché in casa non è che fai lavori ogni giorno e una lavatrice ti dura 10 anni, ma costantemente. Fra vent'anni, è ipotizzabile che praticamente ogni casa nei paesi industrializzati avrà smart appliances. Luci, termostato, elettrodomestici tutti interfacciati con Alexa o Google Home, che andranno a fornire quella standardizzazione e quella facilità di controllo che finora mancava e aveva frenato il settore. Quindi, in questo mercato, meglio esserci, anche se inizialmente si dovesse essere in perdita.

boosook

Ovviamente hai detto una mezza ca%%ata. Mezza perché chiaramente profila, ma non ascolta niente di quello che dici dentro casa se non pronunci la hotword.

boosook

Per un microfono, certo, perché è noto che i programmatori, a Amazon, lavorano gratis.

Squak9000

non compro nulla...

Walter Ghiglio
Squak9000

ma costerà prestissimo qul prezzo tramite offerte Amazon.....

Walter Ghiglio
paolo

Utile a chi ha Alexa, oppure tra dieci anni quando saranno molto più diffusi.

pacho

Prezzo del dot 59€. Credi che quando e se abbasseranno quello l'input lo facciano pagare di più? Su dai..

Tiwi

39euro per un microfono...mah, con l'echo dot piccolo spesso in promozione a questo prezzo, non ne vedo davvero il senso
lo avessero piazzato a 19€ ne avrebbero venduti a palate

mister_emme

Il codice promozionale che ho ricevuto via email per avere echo input con 20€ di sconto non viene accettato in fase di acquisto. Come mai? È successo a qualcun altro?

youtu . be/ehmCson9wQQ

pacho

Utilissima la chiamata alexa/alexa, non c'è che dire. Penso il peggior difetto che hanno questi apparecchi, google home stessa incomprensibile mancanza (parlo delle chiamate vivavoce normali, niente interfono del *****).

paolo

Da pagina Amazon "
Per effettuare una chiamata da-Alexa-ad-Alexa da un dispositivo
compatibile, chiedi ad Alexa di chiamare la persona o il contatto
specificandone il nome." Per i contatti in rubrica potresti aver ragione.

MatitaNera

il furto per 39 euro?

WryNail

E' una soluzione molto figa e molto nerd ma credo che saprebbero usare in pochissimi.
Non perchè non mi piaccia IFTTT (anzi) ma credo lo utilizzano in pochi.

se hai una casa smart (credo) potresti continuare a comandarla dall'auto invece di usare il telefono che ti distrae alla guida.

è la prima cosa che mi è venuta in mente

dovresti provare a collegare un echo plus (certificato dolby)...

stavo proprio per chiedere questo...
alimentazione tramite USB e collegamento tramite BT ?

Federico

Quasi tutti significa per l'appunto... quasi tutti e non tutti.
Se si ha l'accortezza di scegliere i prodotti tenendo conto della flessibilità di utilizzo non ci si trova mai nei guai, o quanto meno è molto improbabile che ciò accada; se viceversa vengono scelti senza un'analisi preliminare di quelle che possono essere le esigenze operative allora ci si può trovare in quel "quasi" e quindi nei guai.

Non uso Home Assistant perché preferisco avere una soluzione studiata ad hoc per le mie esigenze, dunque ambiente misto Alexa + Google Assistant, Tasker e qualche migliaio di righe in C.

I dati devono necessariamente uscire da casa mia perché tutto deve essere gestibile indipendentemente dalla parte di mondo in cui mi trovo.

Bauscia

OK perfetto, non va bene quindi per il mio scopo dato che l'unico output della mia auto è un jack audio.

Grazie.

pacho

Chiamate, non penso proprio visto che non si possono fare nemmeno con gli altri echo.

paolo

Al di là del fatto che in america è uscito Amazon Auto e quindi si spera verrà anche da noi. Sto robino puoi collegarlo via bt al bt dell'auto e poi lo usi come assistente vocale, quindi anche per chiamate e musica (che prende da una fonte che scegli tu via jack o bt). Taaaaaaaaaac (dato il tuo nick non potevo non dirlo)

paolo

Ovviamente perchè ascolta tutto quello che dici dentro casa e profila in base a tot parole chiave.

paolo

Dipende dall'utilizzo. Oltre a quello che hai citato c'è tutta la domotica da tenere a mente: luci, tapparelle, prese di corrente,altoparlanti bt... per non parlare di tutte le skill di cui ha Alexa.

Eolovive

mmh, vero
Ma tanto quell'accoppiamento fa schifo. L'audio "salta"

Bauscia

Domanda super stupida amici:

Non ho capito come funziona sto robo, in pratica funge da ricevitore bluetooth?

Quindi se per esempio lo uso in auto posso ascoltare sia musica dal cellulare collegando all'aux input via jack che effettuare chiamate con i 4 microfoni integrati?

Chiedo perchè ad oggi ho un ricevitore bluetooth in auto ma la qualità delle chiamate non è un gran che, quindi questo con 4 microfoni mi interesserebbe molto.

Squak9000

no

paolo albera

anch'io mi chiedevo la stessa cosa...

rsMkII

Domanda stupida: secondo voi, perché puntare così tanto su Alexa? Secondo voi fa guadagnare davvero ad Amazon oltre alla fidelizzazione, e se sì, come? Grazie! :)

Nicohw

La qualità audio in uscita dipende dal suo amplificatore e dac...

rsMkII

Ma scusa eh, io non lo compro e non mi serve, ma se qualcuno lo volesse acquistare, perché non dovrebbe essere considerato economico? Non guardare solo il dispositivo e il materiale, bensì ciò che ti viene fornito per quella cifra. Insomma, ok che siete abituati a comprare le cose in Cina pagandole 2€, però dai...

simone

Grazie.. sai in particolare per che giochi o app c’è piu mercato??

Loris Piasit Sambinelli

se la qualità audio è un fattore principale questo non è il tuo prodotto. Questo è il tuo prodotto se cerchi alexa

Loris Piasit Sambinelli

tecnicamente non è vero. in quanto se devi controllare prodotti con tecnologia zwave non vengono supportarti. se si vuole gestire appieno una casa domotica "self made" al giorno d'oggi l'unica soluzione è homeassistant . Tramite esso si parleranno tutti i dispositivi e sopratutto i dati trasmessi non usciranno mai da casa tua ( cosa importantissima)

Loris Piasit Sambinelli

o home assistant che con uno script fa tutto lui ( e molto meglio)

Squak9000

ci sono dei forum dove vendono cosici e roba simile ma non so.
cerca su google

simone

Conosci un sito dove si possono vendere gli acquisti in app fatti ad esempio su giochi ??

Loris Piasit Sambinelli

oppure semplicemente fare un trigger con ifft o app simili che quando il tuo smartphone si collega via bluetooth all'autoradio attiva in automatico l'hotspot? e quando si scollega da codesto bluettoth si spegne in automatico? suvvia non è cosi complicato

Loris Piasit Sambinelli

caspita se sei grosso:) l'anno prossimo vinci il premio nobel per la matematica?

Vincenzo Garofalo

No, Alexa la puoi usare anche senza collegarlo allo stereo. Dipende che devi farci.
Per accendere luci/spegnere luci con questo oggetto, non devi averlo per forza collegato allo stereo o a un'uscita audio!

Recensione Lenovo Yoga Book C930: il ritorno del convertibile 4 in 1

Devolo Magic 2: Powerline a 2400 Mbps e Wi-Fi Mesh | Video

Xiaomi Notebook Pro e MacOS: binomio possibile? Video

Alienware Area-51m è un mostruoso "portatile" con CPU desktop | Video