Lenovo investe in ClearINK: vuole display ePaper a colori nei prossimi tablet

17 Gennaio 2019 11

Lenovo Capital investe ed entra nel consiglio di amministrazione di ClearINK, l'azienda che sta per lanciare i primi display ePaper a colori adatti alla riproduzione video. La tecnologia verrà usata nei prossimi tablet del marchio cinese. Nel comunicato stampa di presentazione si citano le parole di George He, responsabile Lenovo Capital e SVP di Lenovo.

Questa soluzione non solo migliorerà l'esperienza di lettura in ambienti in cui gli LCD non sono adatti, ma avrà anche benefici per la salute degli occhi e avrà un impatto duraturo sull'ambiente, risparmiando milioni di alberi ogni anno.

Lenovo usa già display ePaper; gli E-Ink della serie Yoga Book sono un buon esempio di integrazione creativa, ma la tecnologia attuale non riesce a riprodurre i colori né ad avere un refresh rate sufficiente alto da garantire una riproduzione video - e nemmeno una semplice transizione - priva di scatti.

Ci sono limiti fisici da superare: i primi esperimenti con i display ePaper a colori, come quella che fu la serie E-Ink Triton, usavano dei filtri posizionati sopra le celle di inchiostro bianco e nero per variare 4096 tonalità - proprio per questo apparivano sbiaditi e con risoluzione ridotta: servivano 4 celle b/n per creare un colore. La generazione più recente si chiama Advanced Color ePaper (ACeP) ed usa particelle di tre componenti cromatiche (ciano, magenta e giallo) più il bianco per riprodurre meglio i colori: ha una resa di tutt'altro livello - qui la nostra video anteprima dallo stand E-Ink di Las Vegas - ma non è ancora pronta per il piccolo formato.


La tecnologia ClearINK ePaper 2.0 non ha dettagli pubblici da citare, ma se Lenovo pensa di usarla su dei tablet (e, ipotizziamo, anche su wearable e convertibili) significa che permetterà una frequenza di aggiornamento paragonabile agli schermi LCD. Di conseguenza, ci deve essere un metodo inusuale per spostare e combinare le singole "particelle" dei display.

Difficile fare previsioni: vedere uno dei nomi più importanti dell'elettronica di consumo investire in un'azienda come ClearINK fa piacere, ma l'esperienza ci insegna che non si riesce sempre a chiudere un progetto. Anche la tecnologia Liquavista, prima di Samsung e poi di Amazon, aveva prospettive meritevoli di attenzione, ma non ha ancora prodotto risultati. Ad ogni modo, chi crede in questi pannelli farebbe bene a seguire le vicende di Lenovo.


11

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Yuri Iovara
Jolly3

il PDF è uno dei peggiori formati per documenti della storia. Pesantissimo.
Probabilmente non scrolla fluidamente neanche su un i7 con una GTX2080. Forse "ci gira meglio Crysis" :-)

Buono! Speriamo bene

riccardik

io mi accontenterei di un bel tablet a doppio schermo in stile yotaphone (certo un eink a colori sarebbe molto carino)

LowRangeMan

Io vedo applicazioni molti interessanti per questo display... Soprattutto su tablet e e-book.

Speriamo bene!

Enzo

seguo con interesse...

Lokotto

Oh finalmente magari me ne compro uno di sti cosi!
Era ora.

Top Cat

l'e-ink a colori decreterebbe la fine dei fumetti su carta.
Garantito.

Basta fare un e-comic\e-book reader a colori con grandezza adeguata con sistemi di sfoglia pagine naturale ed è fatta.

Kevin

Da amante degli e-reader, spero veramente in un passo avanti, sopratutto lato reattività che permetta di usarli come schermi normali.
Perché 500/600€ di certo non li spendo per un tablet come il sony dtp se non posso neanche scrollare fluidamente un PDF

nosafeharbor

fantastico.

momentarybliss

Le innovazioni vere ormai arrivano solo dall'oriente, poco da fare

Recensione Lenovo Yoga Book C930: il ritorno del convertibile 4 in 1

Devolo Magic 2: Powerline a 2400 Mbps e Wi-Fi Mesh | Video

Xiaomi Notebook Pro e MacOS: binomio possibile? Video

Alienware Area-51m è un mostruoso "portatile" con CPU desktop | Video