3DMark Port Royal, in arrivo il benchmark che supporta il ray-tracing

29 Novembre 2018 6

3DMark Port Royal è il nuovo benchmark per schede video targato UL Benchmark, il primo della software house a supportare le DirectX Raytracing di Microsoft. 3DMark Port Royal verrà presentato in anteprima al contest GALAX GOC Grand Final, un evento che si terrà a Ho Chi Minh City (Vietnam) il prossimo 8 di dicembre.

3DMark è sicuramente uno dei software più utilizzati per comparare le prestazioni delle schede grafiche, un test che da sempre ha richiesto molto alle GPU in termini di risorse hardware. La nuova versione del benchmark, sviluppata in collaborazione con Microsoft, AMD, Nvidia e Intel, permetterà di godere a pieno degli effetti realistici del ray-tracing in tempo reale, ovviamente hardware permettendo.


Non dimentichiamo infatti che attualmente solo le GeForce RTX serie 2000 supportano questa tecnologia, limitando quindi la platea ai pochi possessori delle schede NVIDIA (almeno per il momento).

UL Benchmark non ha divulgato ulteriori dettagli che saranno resi noti in occasione del contest organizzato per i 10 anni del brand GALAX, azienda nota invece per le schede video votate all'overclock. Il nuovo 3Dmark sarà di sicuro molto esigente in termini di risorse hardware e a quanto pare supporterà test con ray-tracing fino a una risoluzione di 2560x1440 pixel.

Per maggiori informazioni su requisiti hardware e software dovremo aspettare quindi l'8 di dicembre, mentre è già confermato che 3DMark Port Royal sarà ufficialmente disponibile a partire da gennaio 2019.


6

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Boronius

Mi ricordo su Amiga 500 di un software di rendering che tracciava un paesaggio di nome "Brick" o roba del genere, in circa 8 ore di calcolo. Era emozionante vedere dal vivo, penso per la prima volta, una sorta di realtà virtuale, un paesaggio che sembrava reale eppure sapevi esistente solo dentro alla memoria del computer. Migliorava di molto la sensazione già provata con alcune avventure testuali semi grafiche del Commodore 64. Forse i giovani di oggi si sono persi alcune sensazioni di quei tempi

KiTo

grasse risate

Depe

Non serve il test, ci riescono tranquillamente già da sole.

Frederick

Ma sono l'unico che ha problemi con disqus???

Frederick

Ma si usa ancora sta roba????

Masterpol

test per mandare le nvidia serie 2000 in rma giusto??? bene ma non benissimo

RECENSIONE Teclast F5, convertibile economico ma convincente

Microsoft Surface Go: piccolo e compatto | Anteprima video

Lenovo Yoga C930 ufficiale: 2-in-1 premium con altoparlante rotante | Video

Vaio S11 e S13 sono leggerissimi, potenti e ricchi di porte | Anteprima Computex