Intel non abbandona i 10 nanometri, voci infondate

23 Ottobre 2018 60

Intel non abbandonerà il processo produttivo a 10 nm. E' quanto affermato via Twitter dall'azienda di Santa Clara dopo che, nelle ore passate, un report di Semmiaccurate (link nel VIA) ha lasciato intendere esattamente il contrario. Secondo il media statunitense, a causa dei troppi ritardi e dei continui rallentamenti nella produzione, Intel avrebbe dovuto cessare lo sviluppo dei chip a 10 nm.

Secondo Charlie Demerjian, fondatore di Semiaccurate, le fonti dalle quali ha appreso la notizia sarebbero affidabili e si tratterebbe di una decisione corretta. Tuttavia, la stessa Intel, solitamente restia nel rispondere alle voci e ai rumor che compaiono online, ha voluto questa volta rispondere con un messaggio abbastanza chiaro e con una netta presa di posizione.

I report pubblicati oggi dai media riguardanti la cessazione dei lavori da parte di Intel per quanto riguarda il processo produttivo a 10 nm sono falsi. Stiamo facendo buoni progressi sui 10 nm. La resa produttiva sta aumentando, in linea con la timeline condivisa durante il nostro ultimo report finanziario.

Questo il contenuto del tweet pubblicato nelle ultime ore sull'account ufficiale Intel News. Un messaggio chiaro, che ribadisce la volontà di Intel di continuare sulla propria strada nonostante le difficoltà incontrate. Anche le notizie degli ultimi giorni vanno comunque in questa direzione, con la decisione di dividere il proprio settore produttivo in tre sotto-gruppi. Una decisione presa proprio con l'intento di meglio organizzare la produzione e di cercare di evitare i problemi e i ritardi che hanno afflitto la catena produttiva negli ultimi anni.

Intanto, come evidenziato anche ieri, continuano le difficoltà a far fronte alle ingenti richieste di processori da parte degli utenti. Al momento tutte le scorte di nuovi processori Core i di nona generazione sembrano infatti ridotte ai minimi termini, con prezzi che hanno raggiunto cifre molto alte.

Non ci resta quindi che attendere ulteriori sviluppi e una eventuale replica da parte di Demerjian che potrebbe provare a difendere la propria posizione fornendo magari ulteriori dettagli.

Il top gamma 2018 più completo sul mercato? Samsung Galaxy S9 Plus, in offerta oggi da Clicksmart a 444 euro oppure da Media World a 579 euro.

60

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Andrej Peribar
ma che non ha attirato l'interesse del mercato consume e di Microsoft.

cosa che la portò a condizionare il mercato a sfavore di AMD o no?

Perchè il punto era questo.

ale

Non è mai arrivato sul mercato? Ci è arrivato, semplicemente non è arrivato sul mercato consumer per colpa di Microsoft, essendo che non supportava quell'architettura, o meglio la supportava solo a livello server e nemmeno tanto bene, preferendo per il mercato consumer continuare a puntare su x86 e quindi AMD64 per questioni di retrocompatibilità con software esistenti.

Però te hai detto che Intel era tecnicamente inferiore in quel periodo, non è vero, aveva un prodotto tecnicamente superiore, ma che non ha attirato l'interesse del mercato consume e di Microsoft.

Andrej Peribar

Scusami ale con tutto il rispetto, sono giorni che ci giriamo intorno :)

Però non è che Intel in quel periodo non avesse idee francamente

Cosa c'entra cosa aveva in cantiere intel se non è mai arrivato sul mercato?!

Stiamo parlando se intel condizionò il mercato per non far imporre AMD quando era in difficoltà, o in ritardo su alcuni progetti.

Ed è successo.
Vedo una analisi molto di parte, "tutto molto ovattato" ma si parla banalmente di vendite che tu togli alla concorrenza con pratiche illegali.

Che devo dirti, ognuno resti della propria opinione :)

ale

In quel periodo Intel stava sviluppando Itanium, che era migliore di AMD64 in quanto basato su un nuovo set di istruzioni RISC moderno.

Purtroppo per ragioni legate alla compatibilità con Windows e il software legacy alla fine in ambiente consumer si è affermato AMD64 che è un estensione di x86 fatta da AMD, e infine anche Intel ha rinunciato ad Itanium per puntare anche loro su AMD64 (che poi hanno chiamato x86_64)

Però non è che Intel in quel periodo non avesse idee francamente, poi il mercato ha deciso diversamente e a livello commerciale probabilmente la scelta di AMD è stata più furba.

Sul perché ad inizio anni 2000 Microsoft non appoggiava il 64bit, credo sia semplice, il 64bit come vantaggi di velocità di esecuzione di codice da vantaggi insignificanti, invece quello che è significativo è l'incremento nell'uso della memoria RAM (essendo che ogni puntatore occupa esattamente il doppio di memoria).

Per questo non se ne è sentita l'esigenza fino a che non sono arrivate le prime macchine con più di 4Gb di RAM, io per esempio ho tenuto OS a 32 bit, Windows e Linux, fino a che non ho messo più di 4Gb di RAM sulla mia macchina, la differenza in termini di memoria occupata si sentiva.

Poi c'è da dire che Microsoft non è mai stata veloce nell'aggiornarsi, e i motivi sono anche che Windows deve supportare tutto il software/hardware legacy e quindi aggiornarsi a 64bit non era semplice (infatti se guardi ci sono voluti anni per via di driver per esempio che andavano solo sui 32bit)

sopaug

non ne capisco il motivo, la disinformazione non mi fa ridere.

Andrej Peribar
Quando mai non poteva competere? Che ricordo io Intel ha sempre avuto un prodotto superiore

L'ho scritto sotto ale :)

Ai tempi del Athlon XP vs Pentium4 (2001)
I successori furono per AMD il primo processore desktop a 64bit e intel cacciava il Pentium4EE conosciuto da tutti come Emergency Edition per quanto poco era efficiente e del duopolio wintel dove MS non si capiva perchè non appoggio pesantemente i 64bit (anche se lo fece malamente con XP64)

Paradossalmente esattamente nel periodo per cui poi fu indagata per abuso di posizione dominate.

La ripresa tecnica di intel iniziò con la tecnologia "core" ma si parla del 2006

Cinque anni dopo.

Dall'ora AMD non ebbe i soldi per investire, almeno non quanti quelli di intel, tant'è che vendette le fonderie.

Poi ti ripeto, io anche ho attualmente una CPU intel, ma se dobbiamo fare finta che queste cose non sono successe, diciamolo anche, ma sono successe :)

Gianmarco Guzzo

Suvvia facciamocela una risata ogni tanto...

ale

Pochissimo usati in ambienti professionali in fin dei conti, dove si è sempre stati su Intel in quanto ha sempre garantito un affidabilità maggiore di AMD

ale

Quando mai non poteva competere? Che ricordo io Intel ha sempre avuto un prodotto superiore. AMD è sempre stata meglio forse nel rapporto qualità/prezzo, che è una cosa che viene sicuramente valutata in ambito consumer, ma se ci pensi Intel guadagna un niente dall'ambito consumer, fa gran parte dei soldi con i server e le workstation, dove se un processore costa 100 euro in più o in meno non ti interessa, ma ti interessa l'affidabilità.

Kamgusta

E' possibile, in quanto Intel ha avuto problemi con la prima iterazione dei 10nm (che sono paragonabili ai 7nm degli altri) il che ha prodotto questi 6 mesi di ritardo. Nel 2H 2019 comunque usciranno (se non i 10nm pieni, un half-node a 12nm) e non ha ritardi per i suoi 7nm (che equivaranno ai 5nm degli altri).

Andrej Peribar
voi amdfag


LOL!
Ma quanti anni hai?

Marco Coletti

AMD non è mai stato al livello di Intel?
Mai sentito parlare di Athlon e Opteron?

Marco Coletti

I 7 nm di TSMC sono in produzione per Apple e quel processo come densità di transistor ed altri parametri equivale grossomodo al 10 nm di Intel. Quindi mi pare che TSMC sia in vantaggio, per ora.

MasterBlatter

Se per "corruzione" si intende fare sconti in cambio di esclusività, se AMD fosse stata così superiore come voi amdfag affermate, non ci sarebbe stato alcun problema per AMD

MasterBlatter

Infatti non riescono a produrre abbastanza CPU di quante gliene ordinano

Andrej Peribar
AMD non è riuscita ad essere competitiva perché produceva un prodotto inferiore,

intel ha corrotto il mercato, è un fatto accertato.

io non sono qui a far guerre di brand, vedetela come preferite :)

ale

AMD non è riuscita ad essere competitiva perché produceva un prodotto inferiore, che vendeva solo in quanto costava meno ma non è mai stato alla qualità di Intel francamente.

Ora che comincia a fare processori tutto sommato buoni (forse non ancora ai livelli di Intel, ma molto vicini) invece vedi che sta avendo successo.

È tutta una questione di qualità, se devo comprare un processore (cosa che faccio ogni 5 anni al giorno d'oggi) non mi interessa se spendo 100 euro in più o in meno, mi interessa prendere un prodotto di qualità, che funzioni bene, abbia una buona stabilità, abbia software ottimizzato, non dia problemi con Linux, insomma.

ale

Scendere più di così con il silicio è complesso per tutta una serie di ragioni fisiche, prima o poi ci si dovrà fermare, e siamo molto vicini a quel punto mi sa.

Giovanni Pilosio

Hanno dimostrato che è possibile sta hai produttori farci ciò che vogliono quando vogliono

Kamgusta

https://uploads.disquscdn.c...

Dike Inside

Perchè il loro processo a 7nm non è come quello di Intel? Potresti spiegare brevemente o consigliare un link?

Giuseppe Andreoli

1 nm sembra veramente molto piccolo per i tempi di ora. Se davvero esista non conterei su più di 1/2 core

Markk

Intel vergognosa, deve perdere molti miliardi

Kamgusta

Questi sono i consumi del 9900K, relativi alla sola CPU e in pieno carico rilevati da tutte le testate mondiali:
Anandtech POV-Ray 168W
TechPowerUp! Prime95 144W
Tweaktown AVX ON 144W
HotHardware Cinebench R15 176W
ThinkComputers AIDA64 118W
Hexus Blender 150W
Guru3D WPrime 148W
LegiReview Handbrake 171W
Cowcotland 138W
HardwareInside 174W
Phoronix Suite 174W
Conseil Config 156W
KitGuru Blender 175W
PCPer Cinebench R15 156W
Hwupgrade Cinebench R15 140W
Comptoir Hardware V-Ray 145W
TechReport Blender 176W
MEDIA: 156W

Un consiglio: torna da dove sei uscito.

Sebek Sebek (Sebek)

Questo limite da cos'è causato? Da limiti fisici del silicio? Sarebbe fattibile diminuire le dimensioni dei transistor con altro materiali?

Sebek Sebek (Sebek)

Si vedrà. Magari dovranno sviluppare di più il lato software oppure cominciare ad utilizzare materiali diversi (ad esempio grafene al posto del silicio o altro). Magari frequenze più alte oppure più core.

Andrej Peribar

scusami allora, mi pareva strano, puoi spiegarmi?!

Maurizio Mugelli

non hai capito il senso del mio commento :D

Cerbero

Ne sei sicuro? Vatti ad informare circa il PL2 ed i suoi 210 watt (non 230 watt come precedentemente scritto..)

Andrej Peribar

Dai Maurizio, non diciamo corbellerie. :)

Basta la maxi multa allora storica di intel per abuso di posizione dominate dal 2002-2008
ossia ai tempi del primo pentium 4 contro Athlon XP, dove AMD era in competizione diretta forte e se non sbaglio anche prima nel mercato.

E si parla di una multa arrivata nel 2009, ossia per 6 anni di abuso, dove si contesta il pagamento diretto agli OEM per non montare AMD.

poi se ce la dobbiamo raccontare e un altro discorso :)

Maurizio Mugelli

falsissimo, non lo corrompe quando e' in difficolta'....

Kamgusta

Non ho mai sentito tante bestialità tutte assieme. I 95W dichiarati del 9900K a 14nm rappresentano il consumo in condizioni standard, mentre con il turbo attivato non si superano i 170W.
I 230W te li sei sognati stanotte mentre ti nascondevi sotto le coperte per difenderti dal rumoreggiare del vento.
Nonostante il Ryzen 2700X sia a 12nm e abbia la stessa quantità di cache e core, ma minori frequenze e IPC, consuma di più. Arrivando a 180W. Anche lui dichiarando un TDP farlocco di soli 105W.
Anzi, la vuoi sapere la cosa buffa? Il 9900K è un 14nm e ha 7 miliardi di transistor mentre il 2700X è un 12nm e ne ha solo 5 miliardi...
E' ovvio i 12nm siano totalmente farlocchi. O meglio, non sono assolutamente rappresentativi della totalità delle interconnessioni e quindi paragonabili alla dicitura utilizzata da Intel.

Maurizio Mugelli

ad esempio semiwiki: www. semiwiki. com/forum/content/7602-semicon-west-intel-10nm-gf-7nm-update.html

mig86

Il titolo dell'articolo è abbastanza esplicativo: "Intel uccide il processo a 10nm". Per quanto riguarda i contenuti effettivi dell'articolo difficile a dirsi visto che solo un trafiletto è pubblico.

Cerbero

mi sa che le baggianate ora le stai dicendo tu. paragonare i 14nm di
Intel con i 7nm tsmc e' la piu' grande bestialita' che abbia mai
sentito....
Certo i 14nm di Intel sono particolarmente densi quindi
buoni ma ti ricordo che la nona generazione di Core ha un PL2 di 230
watt quindi ben al di sopra dei 95 watt di TDP oramai del tutto di
facciata...

_GV_

fonte?

Andrej Peribar

Purtroppo è successo.
Anche per questo AMD non è mai riuscita ad essere competitiva negli ultimi anni.

Purtroppo la cosa non è slegabile perché "l'avversario" quando è in difficoltà, corrompe il mercato

Gatsu

Puo essere, non so... Ma ciò non toglie che sarebbe meglio che AMD sopravanzasse Intel per merito e non per incapacità dell'avversario...

Alessio Ferri

In realtà semiaccurate ha detto un altra cosa, non che "hanno cessato lo sviluppo dei 10 nm", ma che "hanno cessato lo sviluppo di *prodotti* per i 10 nm" che è completamente diverso e significa che i da adesso in poi porteranno a termine i prodotti già sviluppati (ma non ancora sul mercato) e non ne inizieranno dei nuovi.

sopaug

Che belli i commenti gratuitamente disinformati

Giovanni Pilosio

Hanno già dimostrato che di può arrivare a 1nm fatto il laboratorio da una università adesso tocca implementarlo

Giovanni Pilosio

Che i loro 10nm siano superiori ci mancherebbe anno talmente tanti plus dietro

Andrej Peribar

Intel quando fu in svantaggio corruppe il mercato.

Maurizio Mugelli

stanno lavorando su altre tecnologie per creare un gap conduttore-semiconduttore che funzioni anche con dimensioni ancora piu' ridotte, ad esempio il prossimo passo sara' dai "fin" al "all around gate" con una geometria piu' complessa.

in laboratorio sono arrivati ai transistor monoatomici (per una certa definizione di monoatomico quantomeno...), d'altra parte sviluppare in laboratorio un singolo campione dimostrativo e' una cosa, avere una tecnologia che produca in larga scala con costi produttivi adatti al mercato consumer un'altra.

Maurizio Mugelli

bisogna prima di tutto considerare che quel che intel definisce "10nm" e' equivalente a quello che gli altri chiamano "7nm" e quel che intel definisce "7nm" equivale ai "5nm" altrui.

ovviamente se quei 10nm (o 7 che siano) non funzionano c'e' poco da fare :D

Kamgusta

Le fonderie asiatiche che sbandierano epocali passaggi a 7nm sono semplicemente anche loro ferme ai 14nm e i termini "7nm" e "10nm" che usano sono cavolate di marketing. I 14nm di Intel non equivalgono ai 14nm delle altre fonderie, ma sono largamente superiori (equivalenti ai loro "10nm"), il che non stupisce dato che sono loro ad inventato la tecnologia FinFET che ha reso possibile scendere a questi nodi.

Gatsu

No, questo no... Vorrei che amd arrivasse a livello di Intel senza che il merito sia uno scivolone di quest'ultima....

Dike Inside

Certo, in teoria... in pratica mi sembra che Intel avrà enormi problemi con i 7, se non riescono a raggiungere i 10 nemmeno dopo anni che ci provano.
Le fonderie asiatiche sembrano essere in vantaggio non di poco...

Kamgusta

7nm? 5nm? 3nm?

Top Cat

Quindi è nei guai.

Huawei MateBook: X Pro 2019 e 14 ufficiali, prezzi Italia del 13 | VIDEO

Recensione Lenovo Yoga Book C930: il ritorno del convertibile 4 in 1

Devolo Magic 2: Powerline a 2400 Mbps e Wi-Fi Mesh | Video

Xiaomi Notebook Pro e MacOS: binomio possibile? Video