Intel Z390: ecco le nuove schede madri per i processori Core 9a gen

09 Ottobre 2018 0

Intel Z390 è il nuovo chipset di riferimento Intel per i processori Core di nona generazione, una sorta di refresh del suo predecessore, Z370, ma con alcuni aggiornamenti che sicuramente non dispiaceranno agli utenti (vedi USB 3.1 gen 2 e WiFi AC nativo). Come per i modelli di precedente generazione, anche le schede madri Z390 utilizzano il socket LGA 1151, caratteristica che assicura una certa retrocompatibilità e permette di sfruttare prodotti meno recenti in caso si decida di effettuare un upgrade della sola CPU.

Nei giorni scorsi le notizie sulle motherboard Z390 sono state numerose, con dettagli su caratteristiche tecniche e prezzi che oramai non sono una novità. L'evento di ieri tuttavia ha dato modo ai partner Intel di presentare la nuova gamma di prodotti, tutti basati su chipset Z390 e con una spiccata propensione all'overclock.


Tra i partner più importanti, ASUS è sicuramente quella che ha investito di più su questo chipset; il produttore taiwanese ha già a listino 17 modelli di motherboard Z390, con alcuni modelli di riferimento come la ROG MAXIMUS XI EXTREME e la ROG MAXIMUS XI GENE. La prima è una scheda E-ATX che offre il meglio in fatto di prestazioni, capacità di espansione e overclock, la seconda invece racchiude tutto il meglio della tecnologia ASUS in un formato mATX; entrambe le schede supportano inoltre le nuove memorie DDR4 Double Capacity.


Catalogo ben fornito anche per ASRock che con 11 nuovi prodotti conferma il proprio interesse verso l'overclock e i sistemi indirizzati ai gamer e agli appassionati. Prodotto di punta dell'azienda è la Z390 Taichi Ultimate, una scheda ATX con VRM a 12 fasi, scheda di rete 10 Gbps e supporto multi-GPU NVIDIA e AMD.


Delle soluzioni Gigabyte ed MSI ci siamo occupati già nei giorni scorsi con tanto di prezzi. La prima propone come riferimento la Gigabyte Z390 Aorus Master, scheda con VRM a 14 fasi, supporto nativo Optane e triplo slot M.2 per SSD; MSI risponde con la MSI MEG Z390 Godlike, soluzione top di gamma e attualmente una delle più costose motherboard in circolazione (oltre 600$).


Rimanendo in tema schede madri, ASUS e Gigabyte hanno mostrato anche le ultime soluzioni che supportano il nuovo Xeon W-3175X, un processore da 28 core/56 thread dotato di moltiplicatore di clock sbloccato e TDP 255W. ASUS si presenta con la ROG Dominus Extreme, una motherboard imponente con form-factor EEB/ATX che pochi potranno permettersi.

Parliamo di una scheda impressionante, dotata di VRM a 32 fasi, 12 slot DDR4 (6 canali), doppio ATX 24pin, 4 connettori EPS 12V a 8pin+2 6pin per l'alimentazione, supporto a 4 schede grafiche, scheda di rete 10 Gbps Aquantia, dissipatore full-cover in alluminio e molto altro ancora.


Gigabyte SKL-SP 15 si trova sulla stessa fascia rispetto alla ASUS, anche se in questo caso siamo di fronte a un prodotto meno estremo, caratterizzato tra l'altro da un design simile a quello delle schede madri server. Il VRM è ovviamente rinforzato e l'alimentazione adeguata alle specifiche del processore (4x EPS 12v 8pin), gli slot DDR4 sono 12 mentre quelli PCIe salgono a 7. Al momento non abbiamo dettagli sui prezzi di queste due schede, si tratta ovviamente di prodotti inseriti nella fascia desktop enthusiast, ipotizziamo quindi sopra quota 600/700 euro.


Il top gamma di piccole dimensioni per eccellenza. la scelta obbligata per un Android tascabile? Sony Xperia XZ1 Compact, in offerta oggi da Clicksmart a 295 euro oppure da Amazon a 374 euro.

0

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...

Microsoft Surface Go: piccolo e compatto | Anteprima video

Lenovo Yoga C930 ufficiale: 2-in-1 premium con altoparlante rotante | Video

Vaio S11 e S13 sono leggerissimi, potenti e ricchi di porte | Anteprima Computex

ASUS Project Precog: il notebook a doppio schermo del futuro | Anteprima