Recensione Durgod Taurus K320 e K310: meccaniche al giusto prezzo | FWC EP14

12 Settembre 2018 89

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

Durgod Taurus K310 e Taurus K320 sono tastiere meccaniche di fascia media conosciute dagli appassionati per il buon rapporto tra qualità e prezzo. Hanno un nome orribile, è vero, ma per fortuna non dovete né chiamarle né, tanto meno, parlarci (finché a qualcuno non verrà l’idea di piazzare un assistente vocale anche nelle tastiere; già mi immagino switch che si schiacciano per dettatura e voi lì, a mezzo metro, con la mente ai bei tempi in cui apprezzavate una giornata umida perché cambiava la risposta delle molle sulla vostra Model F. Ora vi trovate a parlare con una Taurus Durgod cinese, costruita vai a sapere dove e soprattutto vai a sapere da chi, pagata dai 60 ai 90 euro a seconda dello switch e del modello).

Fun with Caps! è una nuova serie di HDblog.it con recensioni e prove alle migliori tastiere meccaniche in commercio. Proviamo modelli per il mercato consumer, da gaming o da ufficio, e prodotti di nicchia, da veri intenditori. Per ricevere le notifiche dei nuovi episodi è consigliato iscriversi al canale Youtube di HDblog.it. C’è anche una playlist dedicata. Buon divertimento!


Dicevo, le tastiere del Toro (Taurus) hanno una buona reputazione perché usano switch Cherry MX, perché hanno keycaps in PBT double-shot, e perché sono in vendita con colorazioni sobrie, adatte a tutti. Nella loro versione di base non sono illuminate, mentre le varianti “Aurora” offrono switch con LED colorati a circa 20 euro in più. K320 e K310 sono costruite in plastica trattata in modo da non trattenere le impronte; solo il backplate interno è in metallo. Nella colorazione bianca, l’effetto finale mi sembra derivato da una finitura lucida applicata sulla plastica grezza. Nella colorazione grigio scuro c’è una verniciatura che ricorda la “canna di fucile” di certe ringhiere.

Specifiche tecniche Durgod Taurus K310 e K320

  • K320: 357,5 x 132,5 x 24,5 mm / Peso: 726 grammi
  • K310: 438 x 132,5 x 24,5 mm / Peso: 1060 grammi
  • 104 o 87 tasti / NKRO / Macro e profili via Durgod Zeus Engine
  • Switch Cherry MX Red / Brown / Black / Blue / Silver / Silent
  • Keycaps in PBT double-shot / Stabilizzatori Cherry
  • Piedini di sostegno a doppia aletta / 3 angolazioni possibili
  • USB-C con 3 vie di uscita (sinistra, centro, destra)
  • Colorazioni: Natural White / Space Gray
  • Confezione: USB-C USB-C / USB-C USB-A / Estrattore / Adesivo / Proteggi polvere

Entrambe sono gradevoli da guardare, anche adatte all’ufficio. Io preferisco la bianca perché ha il fondo appena più sporco del pannello superiore, e perché con quei keycaps grigi mi ricorda i modelli di un tempo senza cadere nella banalità delle tastiere finto-vintage-color-topo. Però anche la Space Gray merita; dal vivo ha gli stessi colori delle foto; è raro per dei maestri dell’abbellimento via rendering come i commercianti asiatici.

I keycaps grigio chiaro con legende nere e rosse sono i Japanese Root di KPrepublic. Il kit base montato sulla Taurus K310 costa circa 15 euro. A questo set mancano alcuni dei tasti mostrati nel video (l’ESC rosso, ad esempio) perché arrivano da un altro kit Tai-Hao.


I keycaps stock in PBT double-shot sono spessi 1 mm.

I keycaps originali sono spessi circa 1 mm ed hanno un trattamento ruvido ma non poroso. Sono dei buoni keycaps stock, superiori agli ABS di molte tastiere da gaming commerciali. A differenza di queste, sostituirli con qualcosa di più pregiato è facoltativo. Il loro font è classico e le stampe frontali ben proporzionate. La colorazione grigia ha legende bianche su un colore vicino alla cenere; nonostante questo, e anche per merito del double-shot, c’è nitidezza e visibilità. Il compromesso, magari, è in certe sbavature all’interno del tasto, in un taglio della base che è meno preciso di quel che potrebbe essere; ma è sbagliato confrontare un set di keycaps incluso nel prezzo con i migliori esemplari della categoria, da soli molto più costosi della stessa tastiera.

Il fondo del telaio è progettato in modo da restare sempre inclinato verso l’utente. La zona dei tasti F1, F2, ecc è più alta di quella dove sta la barra spaziatrice, ed è un approccio raro tra le tastiere moderne. Ci sono cinque gommini per tenerla ferma sul piano, e due piedini regolabili in due modalità così da avere un totale di tre angoli di inclinazione. Tutto chiuso, con il piedino piccolo aperto, e con il piedino grande aperto. Il fondo ha tre vie di fuga per il cavo; carina l’inclinazione a 45° delle laterali, ma potrebbe essere una noia quando si scrive in spazi molti stretti (esempio: in treno).



Le tastiere Durgod usano un connettore USB-C proprio come le più moderne; è solo una questione di spinotto, non di tecnologia. Non è una buona notizia per chi possiede cavi di qualità - al 99%, dei miniUSB. Attenzione alle due alette dei cavi in confezione: non precludono l’uso su altri prodotti anche se rendono goffa la zona del connettore.

Le tastiere Durgod Taurus sono disponibili con layout US. I keycaps hanno dimensioni standard, un profilo Cherry, stabilizzatori Cherry e switch Cherry, come già detto. Gli stabilizzatori sono lubrificati dall’azienda, e qpuesto rende più sciolti, meno rumorosi, i tasti che ne fanno uso. Io sento delle differenze tra la barra stabilizzata della K310 con MX Black rispetto alla K320 con MX Red: la prima è nettamente migliore. Potrebbe dipendere dal telaio più grande, dalla resistenza degli switch, o da una manodopera più accurata. La K310 non ha rattling mentre la K320 balla appena.

Durgod mette a disposizione il software Zeus Engine per la creazione di un profilo personalizzato (da richiamare poi con Fn+F12), per registrare Macro, e per modificare il comportamento della funzione Win Lock, utile quando si gioca. Il programma è semplice e grossolano, ma funziona. Permette anche di aggiornare il firmware della tastiera ed anche questa è una buona notizia. Di contro, è disponibile solo per sistemi Windows, niente MacOS e niente Linux. Si può, comunque, usare software alternativo per mappare i tasti. È una finezza per chi deve lavorare su applicativi particolari (esempio: posso crearmi un profilo specifico per Premiere Pro e attivarlo quando serve). Le tastiere non hanno bisogno di programmi per funzionare; volendo, si collegano e via.


Il software Durgod Zeus Engine è spartano ma efficace.

Credo che gli switch Cherry MX non siano del tipo “retooled” che ho tanto apprezzato nella Leopold FC980M PD. Sono meno fluidi. Non ho ancora trovato degli MX Red di ultima produzione (non è semplice farlo) ma credo che valga lo stesso discorso. Per quanto la produzione delle tastiere risalga alla fine del 2017, probabilmente Durgod usa uno stock di switch precedente all’ultima revisione. Non è un difetto perché i "retooled" sono merce molto rara, piuttosto uno dei motivi per capire dove si riducono i costi di produzione.

Anche smontarla per guardare gli interni serve a questo. Le Durgod usano poche viti e molti incastri in plastica, cose che non facilitano l’apertura e la manutenzione. È vero che la maggior parte degli utenti non ha bisogno di smontare una tastiera per pulirla (basta togliere i keycaps e aspirare) però può essere di aiuto a chi decide di usare i suoi componenti su progetti alternativi. È la cornice esterna della tastiera, tutto il bordo più sporgente, quel che regge gli inserti ad incastro, a garantire solidità a tutta la tastiera. Quell’incrocio di due parti (superiore e fondo), il backplate in metallo, ed i rinforzi geometrici interni, danno struttura al prodotto.

Considerazioni finali

Sia come sia, queste sono pignolerie accettabili su tastiere da meno di 100 euro. Chi pretende la perfezione è pronto a spendere almeno il doppio per una tastiera Leopold, una Ducky, una Varmilo, una IKBC, senza citare i tanti modelli semi-custom o comunque costruiti “su ordinazione”, e senza scrivere nulla sulle RealForce giapponesi con switch Topre. Le Durgod Taurus K310 e K320 sono una buona via di mezzo, soprattutto per chi riesce a prenderle ad un prezzo più basso del listino ufficiale. Consiglio di tenere d'occhio le loro pagine nei negozi di importazione. Consiglio gli switch MX Silver (quelli della Varmilo per Mac provata in estate) a chi non ha ancora avuto il piacere. Consiglio di regalarvi una tastiera meccanica per affrontare, meglio, l’inverno in arrivo. A tutti è concesso questo privilegio.

Vedi offerta Gearbest per Durgod Taurus K310 e K320.
Codice sconto GB-CNDGK320 per K320

L'iPhone più potente di sempre con il design più classico di sempre? Apple iPhone 8, in offerta oggi da Phone Strike Shop a 544 euro oppure da Amazon a 594 euro.

89

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Livio Avalle

Ciao riccardo volevo farti una domanda anche se poco inerente al articolo. Le varie fotografie con che macchina e obbiettivi le hai fattte? Grazie mille

Motoschifo

Mi sono rivisto la playlist di Fun with Caps diverse volte, specialmente questo episodio, perchè di tastiere meccaniche non sapevo nulla (o almeno così credevo).
Uso da sempre le MS Natural, sia a casa sia a lavoro, e mi sono ritrovato dopo tutti questi anni a non avere una valida sostituta.
Così ho deciso di "buttarmi" sulle meccaniche e dopo una scrematura iniziale ho deciso di tentare con un modello super economico, marca Aukey, ed uno switch tester con i 9 tipi di versi di switch Cherry MX a disposizione. Totale della spesa: 40 euro.

Anche se apparentemente sono stati soldi buttati, ho fatto benissimo perchè ho scoperto che il mio colore non è blue ma red, decisamente più silenziosi pur mantenendo alta la velocità della battuta per minuto.
Per adesso rimango in attesa di fare esperienza e più avanti andò su una Durgod senza tastierino numerico, magari sfruttando qualche offerta in giro. Ci abbinerò un poggiapolsi ma quelli in legno sono davvero cari...

Per casa invece non ho ancora deciso, probabilmente una personalizzata con tasti di diverso colore.

Posso dire che le tastiere economiche hanno rumori strani, non avevo mai pensato a questo aspetto. Così come non avevo mai dato peso al colore e mi ero abituato nel tempo al nero... salvo poi scoprire che la mia tastiera sarà bianca :D

Ultimo appunto: passerò al layout US, non ho visto molte tastiere di questo tipo italiane e per non avere problemi mi abituerò alla scrittura delle lettere accentate fatte in quel modo (US Internazionale quindi).

Insomma avevo molte idee e poche certezze, poi le prime parole scritte con questa tastiera economica mi hanno fatto capire di colpo tutte le sfumature a cui Riccardo accennava nei video.

Aspetto il prossimo video sulle tastiere, questa serie è davvero molto bella.
Spero di vedere video sulla personalizzazione (dove acquistare i caps e quali evitare) e magari su come farsi una tastiera da zero senza spendere però più del computer.

Tra l'altro ho fastidio ai polsi già dopo aver scritto questo messaggio... forse devo abituarmi più gradualmente al cambiamento :)

Razorbacktrack

Presa la k320 nera da Gearbest, molto ben fatta

Giacomo Masciadri

Qualcuno mi sa indicare una serie di keycaps adatti alla K20 in versione italiana ?

Riccardo P

Se vi interessa è appena partito un gruppo d'acquisto su capsunlocked per la versione ISO-UK della K320. Qui info e sconticino https://twitter.com/riccard...

Talos

Grazie per la dritta, ho uno spunto per approfondire!

MeckBoard

gente che prova e usa tastiere serie da tanto. Tra i più ambiti trovi gli Zealios, i black vintage, gateron moddati, clear ecc...ecc. Red, brown, blue son quelli "da supermercato"se vogliamo dire così ;)

Luca Mocci

ciao Riccardo P vorrei acquistare la mia prima tastiera meccanica, mi affascinano molto, ma vorrei iniziare con una economica tipo questa... me la consigli, o a pari prezzo trovo anche la xiaomi, quale mi consigli?

Elmo Therto

Sarò stato sfortunato io, ma la mia come costruzione è appena accettabile. Ha taglienti sbavature nelle plastiche e scricchiola terribilmente.
Onestamente non ho visto una costruzione così pessima nemmeno nelle tastiere meccaniche da 20 euro.

Elmo Therto

Naa, poi ti toglierei il piacere della ricerca e dell'attesa. Non sono una così brutta persona.

mail9000it

Verissimo il layout US e il layout UK possono essere configurate come internazionali e con una semplice combinazione di tasti (tipo apostrofo-a) possono generare TUTTE le lettere accentate o speciali di qualunque lingua. Se devi scrivere in due lingue (tranne inglese che non ha accenti) é quasi obbligatoria, con una é solo abitudine.

sasu85

Quelle con layout QZERTY se vuoi puoi regalarle a me o almeno una...:)

Talos

Grazie, per esperti che intendi? Che ne pensi dei brown quindi?

Marco Atzei

Grazie Riccardo! Sempre disponibile.

Elmo Therto

Le più economiche al momento ho cominciato a regalarle ad amici e parenti.

Sto diffondendo il virus.

Il problema principale è che non mi va di staccarmi da certe che ho, anche se non le utilizzerò mai.Vedi tastiere anni '80 con layout QZERTY.

Andhaka

Sempre un po' inquietante che i grandi nomi mettano roba peggiore di quella che trovi a 15 euro... ok, sempre di aliexpress parliamo con tutto quello che c'è dietro, ma pensa quindi cosa costano a loro. :D

Cheers

MeckBoard

conta che un set da 15 euro è proprio la base base base dei keycaps economici. Quindi è ovvio che siano caps di partenza, sicuramente migliori di quelli che hanno corsair, razer e co...che costano 3 euro. ^^

MeckBoard

sono i cherry più usati in campo "amatoriale" insieme ai red, ma molto meno usati nel campo di esperti. Se non ne provi altri è difficile fare comparazioni comunque. Ce ne saranno più di 50 di switch diversi ;)

MeckBoard

si posiziona male, è abbastanza un giocattolo e le recensioni su amazon delle tastiere contano come il 2 di picche quando comanda cuori ;)

gin0

Ecco appunto

Riccardo P

Inizia a vendere quelle che usi meno, e piano piano aggiorna il set con modelli di qualità superiore. Alla fine avrai solo giapponesi o custom da 300 euro l'una :D

Riccardo P

Per il momento no, altrimenti l'avrei inserito. Non è nemmeno in stock su gearbest.

Marco Atzei

So che sono incontentabile ma per la K310 niente coupon? :)

Elmo Therto

E basta Riccardo!

Ancora questa e poi basta, non so più dove metterle ormai.

E pensare che ho cominciato ad appassionarmi solo un paio di anni fa.

Pollo al Curry

Quale metodo di spedizione consigliate?

Marco Martelli

Confermo che funziona. Io ho preso la K320 con i cherry blu a 65,74 euro.

Marco Martelli

Grazie. Funziona!

I'mNotYourFatherLuke

Confermo, funziona

sasu85

Grazie...peccato la K310 non sia presente su Gearbest :(

Riccardo P

Ho un codice sconto per la K320. GB-CNDGK320. Fatemi sapere se è ok.

Riccardo P

Codice sconto GB-CNDGK320 per K320. Altro non ho per adesso.

Riccardo P

Ho chiesto ancora. Vediamo se si svegliano.

Riccardo P

Sì, certo, ma fino a poco fa era ancora presto. Adesso si potrebbe fare.

Riccardo P

Ciao Francesco, grazie per l'apprezzamento :)

Marco Martelli

Ciao. Ci sono novità su possibili COUPON gearbest dedicati? Grazie

TheMartian

preso poco tempo fa Cherry MX-Board 3.0 . perfetta.

Francesco De Caro Carella

Sempre bravissimo Riccardo P. Non so se ti ricordi, ma ti seguo dai tempi di eeepc e netbooknews e qualche volta abbiamo scambiato anche due parole fuori dai siti, via mail o con qualche apprezzamento reciproco. Ad ogni modo plauso per la recensione. Traspare tutta la professionalità ma soprattutto passione che ci metti. Ora come allora. Non commento quasi mai, ora meno che mai tra famiglia e tutto. Ma mi ha colpito anche il format utilizzato, un po' divertente, spontaneo e con pochi tagli, per un argomento che, pur essendo di nicchia, così trattato avvicina anche i non addetti ai lavori. Bravo. Come dice il detto? Scegli un lavoro che ami, e non dovrai lavorare neppure un giorno. Hai fatto centro. O almeno così sembra (e spero per te eheh). Alla prossima e ad maiora semper.
Ps. da oggi ti seguo anche su Instagram. Pubblichi poco come me. Approved.

Tommaso

Guardo più volentieri la tua recensione di una tastiera che non comprero' mai che l'ennesima presentazione dell'ennesimo iphone in una platea di entusiasti per essere stati invitati allo "steve Jobs Theatre". A vederle ste cose mi viene l'ansia...

peace and love

Talos

Grazie per le risposte!

Maledetto

Per ora non ho intenzione di cambiarla se non per una razer(mi incuriosiscono i tasti proprietari), non sono un grande esperto e non penso di avere la finezza per notare molte delle differenze rispetto agli altri switch
Io tendo ad essere molto energico quando batto sulla tastiera, sia quando gioco che quando scrivo quindi mi trovo bene con questi per la loro durezza e corsa

Talos

Che ne pensi dei cherry mx brown? Prenderesti altro ora?

ManuB

E dire che fra tutte le news su Apple mi stavo perdendo questo! Imperdonabile.

Maledetto

Io al momento sto usando una cm storm trigger z
Lo so è una tastiera da gaming un po' vecchia, ma monta cherry mx brown, retroilluminata con luce bianca(puoi cambiare l'intensità fino a spegnerla), è tutta nera coi tasti con le lettere grigie(in realtà è plastica opaca così da sfruttare la retroilluminazione), i tasti sono in ABS ruvidi mentre il resto della tastiera è gommato, ci sono anche 5 tasti per le macro ed il cavo è USB classico però intrecciato
Pagata 90€ 3 anni fa ed ancora fa il suo dovere

Fede Rico

Ciao,
hai mai pensato di recensire tastiere assemblate, cioè quelle che si montano comprando separatamente i vari pezzi (pcb, switch etc... )?

Arghit Gruja

Riccardo hai mai provato i romer g della logitech?

Ormai ho una g810 da quasi due anni, che tra l'altro riuscì a pagare anche poco, e per l'uso in casa la trovo fantastica, sia per giocare grazie a una buona attuazioen e comunque una buona leggerezza, e per il fatto che sono comunque tattili, quinidi riesco ad avere un ottima velocità di scrittura, senza contare dei normalissimi keycaps e non quello scempio della g910, inoltre sono anche abbastanza silenziosi, anche se quando scrivo mi manca il rumore dei mx-blue che uso a lavoro, ma in linea di massima sono ottimi switch, senza contare la g810 che trovo ottima perché sobria nonostante gli rgb e con tutti i comandi utili per i media deidcati in un frame sobrio e non con le classiche linee troppo "gaming"

Claudio Antonetti

Grazie mille Ric, apprezzo sempre ogni tuo consiglio. Chiedevo perché mi rimase impressa la rece della Leopold con i Black che elogiasti in quell'occasione per la "silenziosità".

Talos

Sono circa 2 anni che tento di acquistare una tastiera meccanica con tastierino numerico; alla fine rimango sempre con quella attuale che sarebbe una tastiera per iMac in alluminio sempre con tastierino che comprai ad una trentina di euro nuova per usarla su un pc Linux.

Cerco una tastiera dal design sobrio, per intenderci mi piacevano delle vecchie Ducky che avevano i tasti o verdi e bianchi o azzurri e grigi se non ricordo male ma non le trovai mai disponibili per l'acquisto.

Queste non mi sembrano affatto male oltretutto non vorrei spendere oltre i 130 Euro.

Durante le passate ricerche mi ero fatto l'idea che i brown fossero gli MX più adatti al mio uso a 360 gradi compreso giochi anche se non avendo provato con mano mi sarà sempre difficile farmi un'idea concreta anche attraverso i numerosi confronti su YouTube.

Per i tasti mi sono sempre piaciuti quelli non stampati e possibilmente con lettere bianche in quanto ho maturato l'idea che con poca luce possano essere più leggibili per via della luce riflessa dal bianco su sfondo nero o scuro del tasto.

Consigli in merito?

Odio trovarmi pentito di un acquisto quando magari potevo orientarmi su un prodotto piuttosto che un altro senza ripensamenti.

Andhaka

Grazie Riccardo.

Gentilissimo come sempre.

Cheers

Alex Battocletti

grazie per la risposta, Riccardo Sama :D

I'mNotYourFatherLuke

CM quackfire TK cherry brown sugar akinformatica, è in offerta a 40€, buona qualità. Il layout non è uguale a quello della Leopold ma si tratta comunque di una tastiera compatta con tastierino.

RECENSIONE Teclast F5, convertibile economico ma convincente

Microsoft Surface Go: piccolo e compatto | Anteprima video

Lenovo Yoga C930 ufficiale: 2-in-1 premium con altoparlante rotante | Video

Vaio S11 e S13 sono leggerissimi, potenti e ricchi di porte | Anteprima Computex