Intel Optane Memory per tutti: cos'è e a cosa serve

14 Luglio 2018 82

Circa due settimane fa abbiamo pubblicato un sondaggio nel quale vi abbiamo posto alcune domande su Intel Optane Memory. Il sondaggio ha avuto un buon successo e ci ha dimostrato che buona parte degli utenti sa di cosa stiamo parlando. Tuttavia resta ancora una percentuale di voi che probabilmente non ha approfondito l’argomento, per mancanza di tempo o magari anche per non aver trovato una spiegazione sintetica e facile da comprendere.

Ecco quindi lo scopo di questo secondo contenuto. Rispondere alle domande poste nel sondaggio in modo comprensibile a tutti e continuare questo percorso che si concluderà nelle prossime settimane con un terzo contenuto nel quale vi mostreremo le differenze tra configurazioni con e senza Intel Optane Memory all’opera nell’uso reale. Ma basta con le chiacchiere e iniziamo a rispondere alle domande.

COS’È INTEL OPTANE MEMORY?

È vero, questa domanda non era nel sondaggio ma era nel titolo dello stesso e quindi partirei proprio da qui per introdurre al meglio l’argomento.

Innanzitutto, precisiamo che la tecnologia Intel Optane (basata sulla tecnologia di memoria 3D Xpoint in combinazione con controller di memoria e storage molto veloci, Intel Interconnect IP e software Intel) è impiegata sia per SSD (troviamo sul mercato Intel Optane SSD 800p, 900p e 905p) che per Intel Optane Memory, che è un prodotto differente, ed è il protagonista di questo nostro approfondimento.


Come avrete facilmente compreso dal nome, con Intel Optane Memory parliamo di una memoria. Non si tratta però di memoria RAM, né tantomeno di hard disk. Si potrebbe confonderlo per un comune SSD, ma lo scopo è fondamentalmente diverso. Intel Optane Memory è un prodotto per l’accelerazione del PC: un modulo m.2 (questo il nome del formato utilizzato) che si posiziona fra la CPU e un disco SATA (HDD o SSD) e che gestisce i dati e i programmi maggiormente utilizzati dall’utente conservandoli più vicino al processore.

A COSA SERVE INTEL OPTANE MEMORY?

Eccoci alla prima vera domanda del sondaggio. La risposta corretta ci riporta a quanto detto poco sopra. Le memorie Intel Optane Memory uniscono le velocità di una memoria RAM alla non volatilità di un HDD o SSD.

Queste caratteristiche permettono di utilizzare un modulo Intel Optane Memory come una sorta di ponte (in gergo si dice memoria di cache) tra la CPU e un hard disk meccanico o un tradizionale SSD SATA per fare in modo che l’accesso ad alcuni dei dati contenuti sugli stessi sia molto più veloce. I dati da velocizzare sono scelti automaticamente dal software intelligente di Optane Memory in base a quelli usati più frequentemente. Dunque, il PC risulterà complessivamente più rapido, soprattutto nelle operazioni quotidiane: dall’accensione, all’apertura di programmi o file di grandi dimensioni.

QUAL È LA DIFFERENZA TRA INTEL OPTANE MEMORY E UN SSD?

In parte lo abbiamo già detto rispondendo alla prima domanda ma cerchiamo di andare un pochino più nel dettaglio senza complicare le cose.

Un SSD è una memoria di archiviazione, sulla quale possiamo installare il nostro sistema operativo e conservare dei dati. Nella maggior parte dei casi, specialmente quando si parla di PC di fascia mainstream, ci riferiamo a SSD SATA (e non PCIe) dotati di memorie NAND flash, più lente delle memorie 3D Xpoint delle Optane Memory. Non basta dire SSD per dire velocità: non tutti gli SSD sono uguali!


La differenza fra Optane Memory e un SSD non è però soltanto nella velocità di accesso ai dati, anzi, il vero nocciolo della questione è nello scopo. Se un SSD serve per conservare i file, su Optane Memory, invece, non ci conservi i tuoi file, ma serve a dare più velocità ai dischi dove conservi i tuoi file. Nello specifico, Intel Optane Memory è un modulo di memoria molto veloce che viene utilizzato per velocizzare le memorie di archiviazione SATA, SSD compresi.

QUAL È LA DIFFERENZA TRA UNA OPTANE MEMORY DA 16GB E UNA DA 32GB?

Prima di rispondere a questa domanda occorre specificare che, allo stato attuale, questi e soltanto questi sono i tagli di memoria commercializzati quando parliamo di Optane Memory. Se vedete dagli da 118gb, 480 e oltre, state certamente guardando un Intel Optane SSD e non Memory.

16 e 32gb potrebbero sembrare pochi ma in realtà non è così. Queste capacità non vi serviranno come spazio d’archiviazione, non dovrete metterci fisicamente dentro i vostri file come in un HDD o un SSD. Su queste memorie vengono infatti registrate le “istruzioni” necessarie ad accelerare determinati processi.

Fatta questa premessa è quindi semplice rispondere alla domanda. La differenza principale sta nel numero di “istruzioni” che ogni modulo è in grado di immagazzinare e quindi, di conseguenza nel numero di processi/applicazioni che è in grado di velocizzare.

La tecnologia alla base dei due moduli, così come le dimensioni fisiche e il funzionamento sono esattamente identici. C’è una seconda differenza, meno importante, che è data dalle velocità di lettura e scrittura dei dati che sono maggiori nel modulo da 32GB. Si tratta comunque di uno scarto che all’atto pratico si traduce in una differenza di prestazioni praticamente invisibile ad occhio nudo.

COSA DEVI AVERE PER UTILIZZARE UNA INTEL OPTANE MEMORY?

Per poter installare ed utilizzare correttamente una memoria Intel Optane Memory occorrono essenzialmente due componenti hardware e sistema operativo compatibile.

Parlando di componenti hardware ci riferiamo in particolare alla scheda madre e al processore. Partendo dalla scheda madre occorre che la stessa sia dotata di chipset Intel serie 200 o 300 e offra uno slot M.2 compatibile con Intel Optane Memory – le schede madre compatibili hanno un logo Optane Ready. Soddisfatto questo primo requisito la seconda richiesta lato hardware è la presenza a bordo del sistema di un processore Intel almeno di settima generazione.


Non meno importante, per concludere, il supporto software. Le Intel Optane Memory sono infatti compatibili esclusivamente con PC dotati di sistema operativo Windows 10.

Ricapitolando: per poter utilizzare una Intel Optane Memory occorrono scheda madre con slot M.2 con indicazione Optane Ready, processore Intel Core almeno di settima generazione e sistema operativo Windows 10.

IN QUALI SCENARI INTEL OPTANE MEMORY PUO’ PORTARE BENEFICIO

Arrivati a questo punto rispondere a questa domanda dovrebbe essere un gioco da ragazzi. Abbiamo infatti spiegato in maniera semplice ma esaustiva quale sia lo scopo di una memoria Intel Optane Memory; ovvero quello di velocizzare i supporti di archiviazione SATA, siano essi HDD standard o SSD non recentissimi o piuttosto economici.

Di conseguenza lo scenario più comune tra quelli nei quali Optane Memory può portare beneficio è senza dubbio il caso in cui volessimo costruirci un PC con un ampio spazio di archiviazione che sia allo stesso tempo veloce nelle operazioni e non dispendioso economicamente – che superi dunque il limite di velocità tipico di un PC con disco rigido. Oppure, similmente, nei casi in cui il PC in nostro possesso sia dotato di archiviazione SATA (anche SSD), che sarebbe bene velocizzare, e compatibile con il prodotto. Utilizzando Optane Memory in questo tipo di configurazioni si ottiene nella maggior parte dei casi un evidente miglioramento nelle prestazioni del sistema per quanto riguarda lo svolgimento di diverse operazioni, soprattutto quelle in cui il supporto di archiviazione gioca un ruolo fondamentale.

Non dobbiamo quindi aspettarci miglioramenti nel framerate delle sessioni di gioco, oppure nelle tempistiche di render di un video con Premiere. Avremo però tempi di attesa inferiori nei caricamenti dei programmi (come Premiere), nel caricamento dei giochi, nell’accensione del PC e nell’apertura di progetti particolarmente pesanti all’interno software di elaborazione grafica.

COSA INDICANO I BADGE CORE i5+, i7+ e i9+?

Una domanda particolarmente interessante perché si tratta di un argomento di recente introduzione e che ancora non è stato assimilato in maniera corretta, o almeno non da tutti (risultati del sondaggio alla mano).

I nuovi badge introdotti da Intel con l’ultimo refresh della propria gamma di CPU stanno ad indicare soluzioni con processori Intel Core e Optane Memory integrata. Si potrà trattare di notebook o desktop pre-assemblati che includono già nella configurazione di vendita un modulo Optane Memory installato e configurato, o anche di processori Intel venduti in bundle con moduli Optane Memory ovviamente da inserire nel proprio sistema nuovo o da aggiornare.

Nel caso in cui, invece, siate già in possesso di tutto l’hardware compatibile e siate interessati unicamente all’acquisto di un modulo Intel Optane Memory da 16 o 32 GB allora vi basterà cercare online. I prezzi oscillano attualmente tra i 35 e i 70 euro a seconda del taglio scelto.


NON FINISCE QUI...

Sperando di essere riusciti a sciogliere la maggior parte dei vostri dubbi vi ricordiamo che nelle prossime settimane concluderemo questa serie di contenuti riguardanti Intel Optane Memory con un articolo all’interno del quale andremo a confrontare le prestazioni di tre sistemi identici ma dotati di configurazioni differenti per quanto riguarda lo storage (HDD vs SSD vs HDD+Intel Optane Memory).

In collaborazione con Intel

La riconferma di un'azienda che cerca l'equilibrio tra prestazioni al top e prezzo competitivo? OnePlus 6T, in offerta oggi da Tiger Shop a 520 euro oppure da Amazon a 589 euro.

82

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Lillo il commentatore®

LALA

Emilio Groppetti

in compenso aggiungono la possibilità di installare un modulo su nvme e un hard disk/ssd sata contemporaneamente. Non male per un apparecchio così piccolo.

c1p8HD

E comunque si parla sempre di soluzioni rischiose stile raid 0 dove devi prevedere un backup costante o di usarli solo per file non fondamentali per il tuo lavoro :)

c1p8HD

Guarda che anche con Optane non hai la certezza di recuperare i dati... Leggi qua che hanno confrontato le 2 soluzioni: https://www.bitsandchips.it...

sopaug

se sto paginando ram devo accederci durante l'uso del SO, per definizione, mentre se uso un programma non è detto che questo debba necessariamente scrivere dati con la stessa frequenza. Fai una prova, guarda gli accessi al file di paging e guarda un chrome qualunque, vedrai che il file di paging è molto più frequentato in r/w, non si scappa. Da qui l'utilità di disabilita

L0RE15

sono riuscito ad occupare solo 12 GB per il s.o.. Poi, ripeto, Optane va usato per quello che é stato pemsato: con pochi euro in più si compra un ssd tradizionale... Il mio é solo un esperimento. Ah, Optane scalda parecchio!

Gark121

non ha senso nel momento in cui con i soldi di un cache disk da 32gb ci compri un ssd da 480, su cui mettere direttamente il sistema e i programmi.

lasciando i dischi meccanici per quello per cui sono utili: archiviazione.

Gark121

liberissimo di farlo, e non mi pare di averti insultato o attaccato in nessun modo. hai scritto che serve uno slot m.2, e non è vero.

poi hai scritto che non vuoi usare le porte pci, senza spiegare quale ragionamento porti a quel pensiero che, onestamente, va esattamente al contrario di ciò che ogni logica dice di fare (50-150€ di mobo e 2-300 di cpu in caso generico per usare un hardware nuovo invece di spenderne 20 di adattatore, contando quanto poco siano realmente aumentate le performance in task di uso comune), e la cosa va benissimo, libero di far ciò che vuoi coi tuoi soldi, ci mancherebbe.
solo non stupirti se la gente reagisce con qualcosa misto tra stupore, confusione e la sensazione di non aver capito o non essere stato capito, che è circa quel che (almeno nelle intenzioni) ho fatto io.

Sterium

Mai sei sarcastico?

Sterium

Maga iper Marchetta... Fatta la stessa cosa si toms! Paga bene Intel?

DjL4S3r

Non mi sogno che ti possa interessare o meno il mio pensioro, ma sei stato tu a dire che ci sono schede aggiuntive (cosa che sapevo già), quindi non puoi poi attaccare in questo modo e aver pregiudizi sul fatto che un utente debba scegliere per forza ciò che dici.
Se devo usare tecnologie nuove, io faccio prima a cambiare todos, poi spetta a me decidere cosa prendere, a seconda delle mie esigenze, qualsiasi esse siano...ovviamente con un occhio al portafogli...

Io non mi pongo il ben che minimo problema ;)

Grazie, salutoni.

ally

bella marchetta ma optane è assolutamente inutile e non all'altezza delle aspettative che lo avevano accompagnato...

Gark121

questo, essenzialmente, è falso.
poco da dire. i programmi scrivono molti più file paging del sistema, anzi, su un oggetto con abbastanza ram da poter disabilitare lo swap... è più importante la quantità di dati che scrivono i programmi piuttosto di quella del sistema.

e, tra l'altro, la "continuità di accesso" non capisco che valenza avrebbe su un disco ssd. contano i mb scritti, non le ore che sta attivo (nel senso, un disco anche economico può stare acceso qualcosa tipo 10 anni consecutivamente, ergo inutile parlarne).

Gark121

problema tuo, scelta tua e nemmeno mi interessa sapere basata su cosa.

ovviamente, un disco nvme non cambia la vita da un sata, ma sicuramente non sono i 4 spiccioli di un adattatore a cambiare la vita. e a livello di performance, non cambia niente, a meno che tu non abbia 86 periferiche pci, ma veramente fatico a immaginare come uno possa pensare di saturare le linee pci su una cpu moderne di fascia medio alta. giusto le apu ryzen potrebbero avere qualche limite, ma siamo in un caso molto specifico.

sopaug

gli scenari d'uso sono molteplici, anche io ho tutto su cloud ma se (come capitava) andavo da clienti sperduti la cache in qualche posto devo farla e magari voglio evitare di avere robe penzolanti in giro, sono scelte, nemmeno io ho simpatia per optane ma in alcuni scenari può essere utile.

sopaug

il paging e lo swap file su windows sono la stessa cosa :) Se disabiliti lo swap apri tutto quello che vuoi e quando finisci la ram rallenta tutto e si inchioda win piuttosto, ma sul disco non scrive un bit.

DjL4S3r

Io, preferisco non comprare periferiche in più da collegare alla main board...

Gark121

guarda, che io sappia optane usa una normale porta pci-e. il che già implica l'essere usato come un normale disco nvme. quello che cambia è il tipo di memoria che c'è dentro, ma all'atto pratico, senza il software di intel, altro non è che un disco molto piccolo e molto veloce.

Blackspace

Assolutamente vero, ma sarebbero veloci solo quelle cose che utilizzi di più!

sardanus

la prima versione del mio commento era piena di insulti a chi ha scritto l'articolo, poco prima di cliccare su commenta però ho riflettuto chissà avrei fatto una figura di emme non sapendo per bene come funge optane (magari davvero stravolge il paradigma classico dell'architettura dei calcolatori)... quindi ho mitigato i toni con la domanda retorica.. ora che ho conferma che era come pensavo quasi quasi mi pento di aver modificato il commento xD

Aster

Ormai come dicono i giovani c’è tutto sul cloud;)chi ha bisogno di spazio si faccia un disco esterno.Non ha senso perdere tempo precioso lavorando con un hdd tradizionale per il famoso spazio.Per me puoi riunciare alla ram e processore ma l’upgrade con ssd e l’unico che consiglio.

Gark121

sinceramente, io ho un sistema che ha due OS, uno sul disco sata e l'altro su un nvme. la differenza reale è molto prossima allo zero per quello che vedo io, anche aprendo un modello cad da 3000 pezzi quasi tutti piccoli e semplici, cambierà di un secondo o due...

Gark121

un adattatore PCIe-m.2 costa 20€....

Gark121

si certo, con 32gb di ram grazie al cavolo. se uno sta valutando l'utilità di una optane memory è chiaro che non stiamo parlando di un pc di fascia alta. altrimenti uno mette un bel nvme, saluti e addio.

lo swap si può disabilitare, il paging, per quanto puoi provarci e impostarlo, lo farà lo stesso. basta un software di monitoraggio, si nota facilmente che programmi come office e il browser continuano a salvare dati sul disco, che tu lo voglia o no. per il browser ho risolto con un ramdisk su una macchina che se lo può permettere, ma con un pc economico, in un'epoca dove 8gb di ram costano 80€, non è una cosa così comune avere ram in abbondanza.
per inciso, 16gb di ram imho sono ancora pochi per eliminare lo swap in toto. mi è successo più volte di andare oltre quella cifra.

fragianc

Ha senso nel momento in cui utilizzi un Hard Disk meccanico capiente, che ha senz’altro un rapporto capacità-prezzo più conveniente rispetto ad un SSD.

sopaug

con 16 o 32 giga di ram lo swap si disattiva senza problemi, la mia workstation non fa una piega. Il paging si può disabilitare manualmente da anni anche su win eh :)

sopaug

vero, ma nel portatile con magari un solo slot da 2.5 se hai bisogno di avere grande capacità nello storage un modulo optane, affiancato a un disco tradizionale da 2 tera, può dire la sua.

sopaug

basta anche la sola logica: memoria flash di velocità paragonabili, stesso bus il piú delle volte (parliamo di sistemi moderni ), con ssd+optane hai un passaggio in piú rispetto al solo ssd. Che in termini economici e di prestazioni ovviamente si paga.

DjL4S3r

Secondo me, nn ti cambia na cippa...lascia perdere ;)

DjL4S3r

Per me: SSD M.2 (512Gb) + SSD SATA (1Tb) ...e passa la paura... XD
Il mio PC Gaming è configurato così, nient'altro ;)

DjL4S3r

sempre se sulla scheda madre ha lo slot M.2...

Gark121
Blackspace

Non ha assolutamente senso al momento

Wukepi

Il problema infatti è sapere QUANDO un ssd sta per finire la sua vita utile, visto che in tantissimi casi un ssd rotto diventa del tutto inaccessibile. Se non usi il disco come swap puoi anche evitare di preoccuparti nello specifico della longevità (ovviamente il backup è sempre necessario per mille altre ragioni) perché sei già ben oltre il resto dell'hardware, ma in caso contrario il problema si pone...

Mauricio

Ma se per poter utilizzare Optane serve hardware molto recente, dove sicuramente puoi mettere un disco NVMe, perché dovrei mettere anche Optane? Potrei mettere il sistema su un piccolo disco NVMe e "n" TB su HDD. Con 95€ hai un 960 Evo da 250GB.

Gark121

usare un ssd come swap è quello che fa qualunque pc con un ssd. pensi forse che tutti i prodotti con 4-8gb di ram e un ssd non swappino? o ancora meglio, pensi che sia possibile impedire a office di fare paging anche se c'è ram libera? gli ssd finiscono la vita operativa presto o tardi, ma quelli di buona qualità durano quanto il resto dell'hardware che sta attorno al loro.
un ssd nvme moderno regge da 200 a 800TB di dati scritti. abbastanza da seppellire la batteria e la tastiera di un notebook, e salvo usi strani, anche la gpu di notebook e fissi.

BlackLagoon

sta cercando di vendere un prodotto arrivato in ritardo sul mercato, spacciandolo per qualcosa di utile. Quando in realtà oramai tutti comprano SSD NVMe e chi ha ancora un SATA farebbe prima e meglio a prendere un disco NVMe che prendere un optane..

ctretre

Oltre al fatto di poterlo usare come disco per la radice tenendo /home altrove

Fendoroid

"per tutti".

angel88tx .

Ma no quando mai Intel che paga per screditare la concorrenza oppure inculcare acquisti che non servono ad una cippa

Raffael

Vero. Questo è un limite non da poco. Io ho un Processore Pentium 7ma generazione, che non è compatibile appunto

Wukepi

Attenzione, usare un SSD come swap ha effetti deleteri sull'affidabilità, proprio come le soluzioni di caching su SSD... che è uno dei motivi per cui Intel ha sviluppato Optane. Fallo SOLO se puoi monitorare l'usura dell'ssd tramite SMART, e sei pronto a cambiarla quando serve.

Gark121

un nvme è utilissimo anche su macchine che hanno poca ram, cosa assai tipica dei nuc. fare paging e swappare su un nvme è forse l'unica cosa che fa avvertire realmente la differenza di velocità tra un ssd sata e uno nvme

Gark121

contando che sull'hdd per tua esplicita dichiarazione hai solo dati, imho vresti vantaggi estremamente ridotti per la spesa. metterti un secondo disco da 2tb e fare raid0 a pari soldi darebbe un miglioramento maggiore (anche se raddoppierebbe la necessità di far backup)

Gark121

se apri anche solo la recensione di questo stesso sito delle memorie optane, si nota chiaramente che le performance dell'ssd non cambiano in modo significativo a parte scenari estremamente rari e perfettamente studiati per far emergere optane.

a ciò ovviamente devi invece contrapporre:
50-90€ di costo in più (con cui fai facilmente 2x della capacità del disco, o con cui aggiungi un secondo ssd su cui fare raid se ci tieni)
disco in più da mettere, quindi calore, consumi e una porta m.2 occupata
risorse hardware sottratte al sistema, visto che il software di intel consuma risorse e nemmeno poi così poche
se il confronto fosse un ssd nvme, calcola che perdi pure i driver proprietari del disco, che non sono compatibili col software intel

per come la vedo io, questa è un'ottima dimostrazione che ssd sata+optane è peggio che solo ssd sata, indipendentemente dal fatto che tu confronti due configurazioni pari soldi (disco più grande, che per altro generalmente significa anche più veloce, oppure un nvme invece di un sata), oppure pari capacità (ci prendi un nvme o un secondo disco per il raid se vuoi).

deepdark

Beh oddio, i nuc di solito non hanno potenza utile a sfruttare gli nvme. Gli nvme li vedo molto più utili su una workstation/gamestation.

Gark121

casomai non bastasse...

andrea55

E non dimentichiamo che per lavorare Optane si prende un core della cpu

Emilio Groppetti

la cosa positiva è che sui nuc, che spacciano compatibili optane, hanno installato uno slot nvme quello sì molto utile.

FTaddei

Domanda agli esperti; ho un PC con 512gb NVmE accoppiato a 2tb WD Black. Su slot m2 ho installato ovviamente solo software, mentre su hdd solo dati, in particolare Dropbox continuamente in sincronizzazione. Pensate che Optane migliorerebbe le prestazioni dell’hdd in modo sostanziale?

RECENSIONE Teclast F5, convertibile economico ma convincente

Microsoft Surface Go: piccolo e compatto | Anteprima video

Lenovo Yoga C930 ufficiale: 2-in-1 premium con altoparlante rotante | Video

Vaio S11 e S13 sono leggerissimi, potenti e ricchi di porte | Anteprima Computex