AMD, le GPU Radeon “Navi” non avranno un design multi processore

15 Giugno 2018 8

La prossima generazione di GPU Radeon di AMD - conosciuta con il nome in codice Navi - non sarà basata su un design Multi-Chip Module (MCM), bensì sul tradizionale chip singolo. La notizia arriva da David Wang - il nuovo capo della sezione Radeon - intervistato dai colleghi di PCGamesN, ai quali ha svelato che la compagnia sta lavorando attivamente per la realizzazione di una GPU MDM, tuttavia questo non si concretizzerà con Navi.

Al momento, infatti, non è ancora chiaro se i vantaggi di questa tecnologia si tradurranno in altrettanti aspetti positivi per il mondo consumer o se risulteranno più efficaci solo in altri campi d’applicazione. Sebbene AMD abbia già sperimentato il potenziale di questo design sulle sue CPU Threadripper - le quali combinano più CPU Ryzen in un unico chip - sembra che siamo ancora lontani dalla sua implementazione nelle GPU e anche l’abbandono del brand CrossFire non sembra essere un indicatore sufficiente per ipotizzarne l’arrivo in tempi brevi.

D’altronde le soluzioni multi GPU si avvicinano rapidamente al declino, a causa del grande lavoro di ottimizzazione richiesto per far girare correttamente un titolo. Di conseguenza sempre meno giochi si affidano a queste soluzioni e AMD non intende fare passi indietro sino a quando non sarà in grado di garantire che una GPU con più processori grafici venga riconosciuta come un unico elemento hardware da parte del software attuale, un po’ come accade con Threadripper.

Schermo enorme ma dimensioni decisamente contenute. Display bellissimo e batteria ampia? Samsung Galaxy S8 Plus, in offerta oggi da Clicksmart a 409 euro oppure da ePrice a 499 euro.

8

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Marocco2

Infatti parlavo di un passaggio da "ci pensa il dev" a "ci pensa Windows"

mig86

Penso che sia qualcosa che spetti ad ogni singolo sviluppatore. Ad oggi i giochi che supportano xfire sono sempre meno, quelli che supportano dx12/vulkan multigpu sono ancora più rari.

mig86

Ovvero un MCM, che non funziona perché funziona esattamente come crossfire/sli lato software. In pratica lato gaming non è fattibile alla maniera in cui è fattibile lato CPU, perché mentre gli os sono in grado di riconoscere tali CPU come un blocco unico la stessa cosa non è possibile lato GPU (al momento), le ottimizzazioni spettano ai sviluppatori che non amano sprecare tempo per supportare tali implementazioni.

Maurizio Mugelli

“That’s gaming” AMD’s Scott Herkelman tells us. “In professional and
Instinct workloads multi-GPU is considerably different, we are all in on
that side. Even in blockchain applications we are all in on multi-GPU.
Gaming on the other hand has to be enabled by the ISVs. And ISVs see it
as a tremendous burden.”

smn_lrt

Fonte?
Perché se usato per il computing ci sono comunque problemi che a meno di magheggi come nvlink tocca risolvere in programmazione...

Maurizio Mugelli

ovviamente nell'intervista dichiara specificamente di star parlando delle versioni per gaming, quelle per computing avranno l'opzione per il multidie

Top Cat

Monolitic wins!

Dea1993

ottimo direi, le doppie gpu non sono mai stata una gran soluzione per il gaming, è molto meglio mettere i 2 chip in uno in modo che venga riconosciuto come unico chip.

Microsoft Surface Go: piccolo e compatto | Anteprima video

Lenovo Yoga C930 ufficiale: 2-in-1 premium con altoparlante rotante | Video

Vaio S11 e S13 sono leggerissimi, potenti e ricchi di porte | Anteprima Computex

ASUS Project Precog: il notebook a doppio schermo del futuro | Anteprima