HP 255 G6, è il notebook PIÚ VENDUTO su AMAZON | RECENSIONE

12 Giugno 2018 599

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

Ci capita spessissimo di provare prodotti di fascia alta, specialmente se parliamo di notebook, e quasi sempre si tratta di prodotti al di sopra delle possibilità del portafoglio di molti. Ovviamente non potremmo mai esimerci dal provarli, si tratta di laptop che ci mostrano fino a che punto possa spingersi la miniaturizzazione e l’ottimizzazione dei componenti, con schede tecniche a volte degne delle più performanti soluzioni desktop.

Vorremmo però introdurre nella nostra routine di test anche alcune macchine di fascia più bassa e, come nel caso della recensione di oggi, davvero alla portata di tutti. In queste settimane ho voluto quindi provare quello che è, in questo momento, il portatile più venduto su Amazon, ovvero un HP 255 G6. Un notebook senza troppe pretese, con molti limiti, ma che costa soltanto 240 euro.

Vediamo quindi come si comporta e che cosa è possibile fare con un prodotto di questo genere.

MATERIALI E ASSEMBLAGGIO

Come già anticipato questo HP 255 G6 è il notebook più venduto su Amazon e ha un prezzo davvero molto contenuto. Proprio per questo motivo è assolutamente lecito aspettarsi compromessi importanti sotto diversi punti di vista. Quando ci accingiamo ad acquistare un prodotto in questa fascia di mercato non possiamo certamente aspettarci chassis in alluminio, profili sottilissimi e dimensioni contenute, anzi, siamo spesso di fronte a soluzioni che ricordano in questi aspetti notebook di qualche anno fa.

Lo stesso discorso vale per questo HP che, pur mantenendo una certa sobrietà e un design che, complice la colorazione, lo fa sembrare meno cheap di quanto realmente sia, offre una scocca realizzata interamente in plastica che sin dal primo contatto lascia trasparire i limiti costruttivi del caso. Il pannello retrostante il display, ad esempio, flette in maniera evidente se premiamo in corrispondenza del logo HP.

L'assemblaggio è tuttavia abbastanza buono, con una struttura solida che non si lascia andare a scricchiolii o altri strani rumori anche quanto solleviamo il notebook con una sola mano o lo trasportiamo all'interno di uno zaino o di una borsa. Trasporto che non è sicuramente facilitato da peso e dimensioni, in entrambi i casi definibili generosi.



Nota positiva è invece la solidità del piano della tastiera, che durante la digitazione non cede e offre un supporto stabile. I tasti sono leggermente più piccoli della media per quanto riguarda la superficie dei keycaps ma la corsa abbastanza lunga permette di riconoscerli comunque in maniera agevole e di digitare con un certo comfort.

Purtroppo il touchpad è invece di dimensioni molto ridotte, con una superficie liscia che offre un pochino troppo grip quando strisciamo le dita e con i tasti di selezione fisici che rubano spazio a quella che sarebbe potuta essere un'altra porzione di superficie touch.

Dettaglio importante è il fatto di poter sostituire la batteria, caratteristica sempre più difficile da trovare anche su prodotti di fascia ben più alta. E altra nota positiva è la quantità di porte di espansione presenti. Oltre ad un lettore ottico, altro oggetto ormai raro, abbiamo infatti, un lettore di SD card e una USB 2.0 sul lato destro e una VGA, una Gigabit LAN, una HDMI, due USB 3.0 e un jack per cuffie e microfono sul lato sinistro.

DISPLAY DA RIVEDERE

Altro compromesso importante a cui HP è dovuta scendere è indubbiamente il display. Si tratta di un pannello TN da 15.6 pollici di diagonale che offre una risoluzione massima di 1366x768 pixel. Niente fullHD quindi, ma in realtà i problemi sono altri.

A partire dall'angolo di visione che definire ridotto è fin poco. Basta spostarsi davvero di un nulla rispetto al piano visivo ideale che ecco immediatamente ridursi in maniera evidente la saturazione, con neri che diventano irrimediabilmente grigi. La finitura opaca è utile ad evitare la maggior parte dei riflessi ma purtroppo nulla può contro questo degrado dei colori.

Abbiamo anche misurato il pannello tramite colorimetro rilevando una precisione nella riproduzione delle tonalità non esattamente esaltante, anzi. L'analisi mostra un delta E davvero elevato, con colori che si scostano molto rispetto a quello che è il riferimento nello standard sRGB. Migliorabile poi anche la copertura dello stesso standard che, come ci mostra il Gamut, risulta inferiore al 60%.



Per concludere due parole anche sulla luminosità massima. Il valore massimo registrato è stato di poco superiore alle 150 cd/mq, assolutamente non elevato ma, ad onor del vero, grazie anche alla finitura opaca, siamo riusciti ad utilizzare questo notebook anche in ambienti molto luminosi senza troppi problemi.

OK, MA COME VA?

Veniamo quindi alla parte più interessante, ovvero quella in cui cerchiamo di rispondere alla domanda: cosa si può fare nel 2018 con un notebook da 240 euro? Non si tratta di una analisi tecnica approfondita, ovviamente. Non avrebbe senso sottoporre un prodotto del genere a stress test o a qualsivoglia benchmark. I risultati sarebbero sicuramente molto bassi e equivarrebbe a "sparare sulla crocerossa".

Le nostre intenzioni erano per lo più di capire fino a dove ci si può spingere con il carico di lavoro quando si ha tra le mani una soluzione del genere e che "stile di utilizzo" sia più adatto ad un prodotto di questa fascia. Ma iniziamo dalle caratteristiche tecniche.


La configurazione in nostro possesso prevede la presenza di un processore AMD E2 9000e, una CPU basata su due core, con un base clock di 1,5GHz e una frequenza turbo di 2GHz. Per quanto riguarda la componente grafica troviamo una Radeon R2 e il SoC è accompagnato da 4GB di RAM e da 512GB di storage su disco meccanico a 5400rpm. Un disco lento, anzi, molto lento.


Da un hardware di questo tipo non possiamo quindi certamente aspettarci prestazioni velocistiche di chissà quale tipo, anzi, il primo accessorio da abbinare a questo notebook è indubbiamente una bella dose di pazienza.

A partire dal boot, che richiede mediamente un paio di minuti abbondanti e che ci permetterà nel frattempo di bere in tutta tranquillità il nostro caffè mattutino. Una volta pronto per l'utilizzo e terminato il caricamento dei processi in background non è così scontato che i tempi di attesa siano terminati. A seconda del programma che intendiamo utilizzare possiamo arrivare a dover attendere ancora diversi minuti prima di poter effettivamente lavorare.

L'apertura di un software come Photoshop può richiedere fino a due minuti, ma siamo certamente in un caso limite. Altri programmi più leggeri si aprono in qualche secondo ma comunque più lentamente rispetto alla maggior parte delle soluzioni che mi sono capitate tra le mani fino ad ora, anche non necessariamente di fascia alta.

Il discorso browser e navigazione è poi un'altro punto interessante da analizzare. Con Chrome tutto bene fino a che teniamo aperto un massimo di 4-5 tab in contemporanea. Con un numero superiore la situazione comincia a farsi complicata e ad ogni cambio di tab dovremo attendere il ricaricamento dell'intera pagina. Se poi una delle tab aperte contiene un video di YouTube in riproduzione allora scordatevi di uscire da quella tab senza prima aver messo in pausa la riproduzione.



Video YouTube che fino alla risoluzione HD vengono gestiti senza problemi. Passando al fullHD, invece, la riproduzione è supportata ma occupa interamente le risorse a disposizione. Va un pochino meglio con Netflix, che per la riproduzione di un film o una serie TV in alta definizione chiede circa il 70% della potenza di calcolo offerta dall'hardware di questo notebook.

Nessun problema invece nella gestione della mail con il programma predefinito di Windows o nell'utilizzo di software di videoscrittura, ma anche con fogli di calcolo Excel o con la realizzazione di una presentazione con PowerPoint.


Oltretutto, anche per via delle sue specifiche non esagerate, anzi, direi tutto il contrario, abbiamo solitamente temperature di esercizio abbastanza contenute, o quantomeno nella media. Nella porzione in cui poggiamo i polsi per scrivere si arriva 33 massimo 35 gradi. Anche nella zona di sinistra della tastiera sotto cui troviamo il processore, e che quindi dovrebbe essere notoriamente la parte più calda, non andiamo mai oltre i 40-42 gradi.

AUTONOMIA

E arriviamo all'autonomia, forse il parametro che più mi ha deluso di questo notebook. Se infatti per quanto riguarda le prestazioni, la costruzione e il display mi sarei aspettato comunque dei compromessi, e anche abbastanza evidenti, mi sarei sicuramente aspettato qualcosa in più dall'autonomia, specialmente considerando il fatto che un hardware di questo genere non dovrebbe richiedere chissà quali risorse dal punto di vista dei consumi.

In tutto ciò mi ero però scordato di prendere in considerazione i 31Wh della batteria che sono decisamente pochi e sono il principale motivo di una autonomia che in fin dei conti si è rivelata piuttosto sotto tono.

Nell'utilizzo lavorativo standard, fatto di navigazione web, nei limiti consentiti dall'hardware, gestione mail, videoscrittura e un po' di musica in background su Spotify, si fatica ad arrivare alle tre ore. Un valore che scende ulteriormente se inseriamo nella routine qualche video su YouTube.

La riproduzione di una serie TV su Netflix scarica la batteria in circa 2 ore e mezza, rendendo questo HP 255 G6 un prodotto non adatto al binge watching in mobilità. La ricarica completa, per concludere, necessita di circa 1 ora e mezza con PC in standby.

CONCLUSIONI

In conclusione quindi parliamo di un notebook che viene certamente venduto ad un prezzo molto ridotto ma che offre anche delle caratteristiche e delle prestazioni allineate a quella che è la sua fascia di mercato.

Costruzione e materiali non sono nemmeno lontanamente paragonabili a quelli di soluzioni più costose e rinomate. Il display mi ha ricordato quello di uno dei miei primi notebook, risalente ormai a oltre una decina di anni fa, mentre sul fronte utilizzo le prestazioni non vanno assolutamente oltre quanto offerto dalla scheda tecnica.

Tirando le somme quindi siamo di fronte ad un notebook adatto per navigare, senza esagerare, scrivere documenti e utilizzare i più comuni programmi della suite Office, effettuare chiamate su Skype e guardare serie TV la sera su Netflix. Se avete esigenze anche solo di poco superiori allora vi consiglio assolutamente di alzare un pochino il tiro, prepararvi a sborsare qualche euro in più e virare su soluzioni di fascia più alta.

L'iPhone più potente di sempre con il design più classico di sempre? Apple iPhone 8, in offerta oggi da Clicksmart a 590 euro oppure da Amazon a 639 euro.

599

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
AlexGD

Ti rendi conto della frase che hai scritto vero..? hahahahah

DjL4S3r

Ma infatti ci gioco anke, solo Unreal Tournament praticamente ;)

Francy Ssr Ssr

Ma potresti giocare anche col muletto, per dire

DjL4S3r

Perchè è quello ke uso più spesso, lo uso per navigare, scaricare, salvataggio dati clienti (2 hd da 4tb + 2hd da 3tb) e giocare con alcuni giochi (UT in primis) XD

Io uso il PC per diverse cose, cerco di diversificare le attività sui vari computer ke posseggo, nn mi piace riempirli di m1nk14t3 varie, e avere 1000 processi inutilmente...
Ad esempio, nel PC da gioco, ho solo Steam, CCleaner, Speccy, e un paio di altri programmi, punto (SSD M.2 da 512Gb + SSD SATA 1Tb).

BB ^_^

boosook

Quindi a uno che mi chiede un parere su modello di furgone perche' fa l'idraulico e deve trasportarci i sanitari io posso dire ma prenditi una Maserati che va meglio, con il concetto che entrambi sono prodotti mobili?
Se tu fossi un consulente IT, a un'azienda che ti chiede un preventivo per 500 notebook per i dipendenti dell'amministrazione, consiglieresti degli ipad invece?

Max

Parlavamo di notebook. Il notebook nasce come prodotto mobile.

boosook

Stavamo forse parlando di prodotti mobile? Non mi sembra.
Non cercare di fare il furbo e di cambiare i termini del discorso.
Restiamo in tema, quindi ti pongo nuovamente la domanda alla quale non hai risposto.
Le aziende utilizzano ipad per i loro dipendenti che quotidianamente lavorano su Word/Excel/Powerpoint?

Max

Corretto. Le aziende usano iPad per i prodotti mobile. Non usano Android

boosook

Si si certo, infatti le amministrazioni delle aziende di mezzo mondo tutte iPad usano! :D

Jimbo Kern

Io trovo Ubuntu generalmente pessimo, in tutte le sue versioni. Su vari PC mi ha dato problemi -dopo installazioni pulite- che Mint o Manjaro non hanno mai presentato. Non sono grande esperto di Linux, anzi, però sto cercando di farmi un'idea per avere un'alternativa a Windows in caso la politica invasiva iniziata con Windows 10 (del quale uso con la massima soddisfazione la versione LTSB rifuggendo tutte le altre) non trovasse un freno in futuro.

Dea1993

ma infatti è un furto 499 per un pentium, io per 399 avevo comprato in offerta da unieuro, un A10 8700p, 8GB di ram e 500GB di HDD, di recente ho sostituito l'hdd con un sshd da 1tb (500GB erano pochi, gli ssd costavano troppo quindi ho opdato per un ibrido).
non spenderei mai 500 euro per un pentium, anche se lo schermo e i materiali fossero sublimi.
pentium e 4gb di ram dovrebbero stare a massimo 350 euro

Dea1993

gnome è un DE pesantuccio e gia poco ottimizzato di suo... ma su ubuntu va ancora peggio a livello di performance, su fedora debian e archlinux va molto meglio.
in ogni caso, basta andare di plasma 5 hai un DE, moderno e leggero (appena avviato occupa meno di 500MB su archlinux nel mio pc con 8GB di ram)

Dea1993

bravo davide.. finalmente una recensione di un notebook a prezzi accessibili.
però dovreste recensire anche pc con prezzi attorni ai 500 euro e 700 euro, che sono comunque prezzi accessibili ma hanno molti meno limiti hardware (sopratutto cpu)

Matt Ds

fa schif0, pero' e' la rece piu' bella che ho letto di un pc qui: delle banalita' da 5999 $ frega nulla a nessuno, uno perche' nessuno le compra, due perche' tanto dopo tre milioni di parole di rece la conclusione e' che vanno sempre alla grande (qui, come su ogni sito al mondo).

Max

Tu naturalmente word ed Excel su un iPad non li hai mai usati (naturale, visto che usi solo pattume Android)

Francy Ssr Ssr

Su questo hai ragione

boosook

Per cosa? Per una persona che per lavoro gestisce la propria posta in locale con Thunderbird e scrive e modifica documenti Word e Excel? Un ipad e' piu' usabile? Ma fammi il piacere...

Max

Un iPad da 350€ è infinitamente più usabile di questo cassone

Adriano

Ha i suoi bei problemi

Gieffe22

No... con ssd va benissimo win10

Squak9000

Ma io non paragono nulla... dico solo che preferiwco consigliare 1000 volte un iPad per molti utenti che un PC si questo genere...

Non ho fatto paragoni....

DjL4S3r

I fissi (sono 3) (di cui altri 2 in vendita...)
PC "muletto":
i7 6700K, 16Gb DDR4 3000 Mhz, ASUS ROG STRIX 1060 6Gb
PC "lavoro":
i5 6600k, 16Gb DDR4 3000 Mhz, MSI GTX 980 4Gb
PC "gaming":
i7 7700K, 16Gb DDR 3200 Mhz, Gigabyte GTX 1080Ti Turbo 11Gb

BB ^_^

Francy Ssr Ssr

Il fisso

Francy Ssr Ssr

Allora è colpa di Windows 10, perché ti giuro si blocca anche il puntatore avvolte, mi consigli di mettere Windows 7 ??

Francy Ssr Ssr

Se ci devi navigare ed usare le app che hai citato tu va bene, però non può essere paragonato ad un sistema improntato proprio per un utilizzo serio.

Riccardo

bhe cmq credo che, per la cifra rchiesta, chiunque possa capire di quanto sia entrylvel una macchina del genere:)!

mauro morichetta

Finalmente una persona cosciente delle possibilità che può dare un portatile, a mio avviso un portatile entry level, come questo, andrebbe comprato senza sistema operativo. Aver Windows e volerci installare photoshop è una barzelletta che non mi aspettavo da una schiera di esperti come lo staff di HDblog. Far vedere che la parte posteriore flette, non ha alcun senso, con 240 euro nemmeno un cellulare è decente figuriamoci un PC. Ci sono molte utenze compresa la mia, che usa il portatile per scrivere nel 90% del tempo, recensire la tastiera è molto importante, trovarne una decente è difficilissimo per chi come me è molto esigente in questo senso, quella che vedo mi sembra essere usabile, la corsa e la distanza sono molti importante per valutarne la reale usabilità. Se parliamo del design, mi sembra ovvio che nella Hp abbia una linea sobria che va bene per tutti gli utilizzi, come si può chiedere di più, ci sono delle realtà a 199 euro 14 pollici con sistema operativo su EMMC, dopo averle provate per un lungo periodo non mi sento di consigliarli a nessuno, meglio spendere qualcosa in più con disco tradizionale.

IlRompiscatole

^_^
Io esco di casa ed in nessun caso ho visto la possibilità di accedere alla rete aziendale tramite wifi.
Per ovvi problemi di sicurezza :-)

Certo che esiste l'adattatore ma appunto mi domandavo come determinassi l'inutilità di qualcosa che é fondamentale per tantissime persone

capitan.ovvio

peccato perchè tra i 240 euro di questo pc e i 1000 / 1500 euro di quelli precedentemente recensiti ci sia una intera fascia di pc (quella tra i 400 e gli 800) che proprio non considerate

sickOfTech

Be dipende molto dalle esigenze, anche se 249 euro iniziano ad essere tantini per questo genere di laptop.
Ad esempio, io per mia madre (che usa solo word, ppt e mail) ho comprato un Acer molto simile a questo pagato 196E + 30E di SSD. Ovviamente vale quello che costa, ma per videoscrittura va bene.

Peppe Black

Inusabile non direi. Il boot è veloce, un minuto circa. I programmi base girano senza problemi, si naviga e si fa piu o meno tutto senza smadonnare. Certo un ssd cambia di parecchio le cose ma non che allo stato attuale ce ne sia la stretta necessità. E comunque ripeto, pagato 278€ venduto è spedito amazon. Con l'acquisto di un ssd da 250gb (prezzo 50€ circa) si arriva a una spesa complessiva di 328€ e francamente non penso che alla stessa cifra si trovino molte soluzioni i3+ssd

bda94

Mah non so se esci di casa... Non vedo più nessuno girare in ufficio, all'università con i cd o attaccarsi a una lan con un portatile. Ovvio c'è una minoranza a cui serve... Ma se inevce di occupare spazio inutile dentro il portatile per una cosa che usi ogni tanto, ci mettessero altri componenti (es batteria più grande) ben venga. Inoltre dai su Amazon un lettore esterno costa 16 euro, un ethernet 5 forse

Castoremmi

In qualunque caso dovrei togliere l'hdd o c'è il modo (e lo spazio) per installare entrambi?

gp

Ripeto, provalo anche io quando dovevamo comprarlo ero moolto scettico, poi ho visto come va, comunque il prezzo che sto dicendo io si sta alzando, e in ogni caso è un pc che resta su una scrivania a casa, portartelo dietro è scomodo. E poi 2 anni te li fa anche questo stai sicuro

Gieffe22

sempre un giocattolo resta con quella cpu insulsa... va bene alla stregua di un tablet, nulla più, nulla meno.

Basta un lenovo v330 con i5 8250u e schermo fullhd per asfaltarlo... è un portatile più spartano e normale, ma almeno ha quello che serve per invecchiare bene ed è espandibile lato ram e disco. Con 450 euro ci inclusi anche un ssd et voilà... almeno ha quanto basta per non esser ucciso in 2 anni.

I pentium hanno senso solo se si trovano a MASSIMO 300 euro, al di sopra manco regalati.

IlFuAnd91

Grazie!

gp

Provalo prima di giudicare. Con 400€ prendi un i5 che è un cassone. Poi dipende uno cosa deve farci.

Marco

2 in 1 non saprei. Però posso consigliarti il sito techtablets. com .
Li prova personalmente e fa una lista dei consigliati

Jimbo Kern

"Non lo si può considerare leggero" in quel contesto l'ho interpretato come "è comunque meno pesante di Windows 10". Volevo solo specificare che Ubuntu con Gnome è nettamente più pesante e meno performante di w10 sullo stesso hardware.

boosook

Pienamente d'accordo!

IlFuAnd91

Io non ho nessuna esperienza diretta di acquisto di notebook Cinesi se non per sentito dire/recensioni ma sto cercando qualcosa per mia sorella, possibilmente un 2in1, budget non saprei credo massimo 300/350.
Mi sapresti consigliare qualcosa?

Marco

magari fossero gli schermi di 10 anni fa! Quelli con risoluzione 1366x768 sono peggiorati. Non so.. avranno abbassato la qualità delle linee produttive

Marco

Per il momento, tra i notebook dalla Cina ultra economici, il migliore sembra essere il teclast F7 con ssd . I chuwi sono leggermente sotto in fatto di dissipazione calore

Gieffe22

costa 170-180 senza os...

ascis

obv

Alì Shan

Ok con un ssd può avere senso, ma in offerta a meno di 240, magari 200-210, altrimenti su quella cifra come già detto si può trovare di meglio

deepdark

Può essere ma almeno non compro catorci.

Vittorio599gtb

*Portatile, volevo dire portatile

Vittorio599gtb

Lo schifo che fa sto tostapane é pari all'ignoranza e stupidità di chi lo acquista.

Vittorio599gtb

Tu hai il dono della verità universale!

Vaio S11 e S13 sono leggerissimi, potenti e ricchi di porte | Anteprima Computex

ASUS Project Precog: il notebook a doppio schermo del futuro | Anteprima

HDblog @ Computex 2018: live blog continuo dalla fiera

Recensione Logitech G560, speaker 2.1 con LED RGB