Microsoft brevetta Surface Pen che si ricarica con la luce del display

08 Giugno 2018 41

Una Surface Pen attiva, ma senza i fastidi della ricarica o della sostituzione delle batterie? Sembra un controsenso, ma grazie all'implementazione di alcuni piccoli pannelli fotovoltaici potrebbe diventare realtà in un futuro prossimo. Microsoft ha richiesto il brevetto dell'idea già un anno e mezzo fa (il 7 dicembre 2016, per la precisione) e l'ufficio brevetti statunitense ha acconsentito pubblicandolo appena ieri. Il link alla documentazione originale si trova più in basso, alla voce FONTE.

L'aspetto più interessante del brevetto è che, benché "fotovoltaico" faccia spesso rima con "solare", la principale fonte di ricarica per la penna potrebbe essere lo schermo del dispositivo su cui essa viene usata. La luce viene catturata da una o più "finestre" trasparenti, indicate nella figura sotto con il numero 20, molto vicine alla punta della penna, e poi trasportata a delle celle fotovoltaiche sul fondo (60) attraverso delle fibre ottiche e un sistema di rifrazione apposito. Dice il brevetto:

Data la distanza molto ravvicinata della penna al touch screen durante la raccolta di energia, l'intensità della luce ricevuta dal display elettronico è molto più alta della luce ambientale o di quella esterna. L'intensità maggiore può comportare una ricarica più rapida.


Sfruttando sempre lo stesso principio, Microsoft potrebbe realizzare un dock con una luce a LED integrata, in modo tale da assicurare la ricarica anche quando la penna non è attivamente in uso. L'idea, di per sé, è interessante, così come lo sono le altre due che abbiamo visto in altrettanti recenti brevetti - la clip touch e il feedback aptico - ma chissà se l'energia raccolta in questo modo basterà a garantire un uso soddisfacente?

Nessun compromesso per durata batteria a parità di prezzo? Lenovo P2 è in offerta oggi su a 295 euro.

41

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
IlRompiscatole

Non è proprio così: la wacom emr ha un layer sotto al touchscreen che emette onde elettromagnetiche costantemente, wacom aes e n-trig usano il touchscreen per ricavare la posizione della penna.

Lolloso

ma quale è il problema nel ricaricarla wireless quando magneticamente attaccata al tablet ?

O_Marzo

Le dimensioni sono anche una questione di ergonomia, non è solo per alloggiare la batteria, dubito inoltre che la batteria mia di colpo, avviserà quando è in procinto di esaurirsi

Simone

Sia la penna che il digitalizzatore sono attivi e consumano...

mauro morichetta

beh ho avuto un surface pro 3 pere ben tre anni e non ho mai cambiato le batterie della penna, premesso che ne facevo un uso intensivo, mi viene da pensare che non consumi poi così tanto.

mauro morichetta

Ad un un primo impatto sembra un colpo di genio, speriamo diventi presto realtà e che la carica della penna possa essere efficiente come dovrebbe essere un dispositivo del genere, complimenti per l'idea.

IlRompiscatole

Nope

IlRompiscatole

Appunto, sono due implementazioni diverse :-)

Adriano

Tu dici?

Vittorio Vaselli

quale?

TheAlabek

L'obiettivo è quello di farla scaricare più lentamente

Signor Citrus

Penso che non sia
Di non farla
Scaricare mai

Quindi l'obiettivo é quella di scaricarla?
Che italiano contorto.

Signor Citrus

Sfruttare il calore delle mani senza necessità di tenere una batteria. Questa é la vera sfida.

Nembolo

Quelle wacom passive utilizzate ad es. da samsung hanno 4096 livelli di pressione. Te ne servono di piu?

Nembolo

È un piccolissimo vantaggio a fronte di due grossi svantaggi: ritrovarti nel momento clou con la penna scarica e avere penne di dimensioni piu grosse causa batteria per cui difficilmente alloggiabili in tablet/laptop. (Figuriamoci dentro smartphone).
L'unica soluzione veramente valida è quella di samsung, perchè la penna non la dimentichi perchè è alloggiata, non la perdi facilmente (lo smartphone/tablet ti avvisa se non la ridepositi), ed è sempre funzionante con i suoi 4096 livelli di pressione.

andrea55

Nella wacom c'è un circuito interno per il tasto e il rilevamento della pressione alimentato ad induzione, non essendo bluetooth consuma meno e quindi basta poca energia per farla funzionare

lore_rock

Non credo, potrebbe funzionare come un piccolo pannello fotovoltaico e appena riceve la luce del display é subito funzionante

BaccoRosso

Genio...

TheAlabek

Leggermente, ma proprio poco, diverso

TheAlabek

L'obbiettivo penso non sia non farla scaricare mai

TheAlabek

Avrei il telefono al 100% fisso

Simone

Microsoft usa entrambi

TheAlabek

Sono differenti

Simone

Che figat@

Edward mnc343

Ho voluto scriverti usando la tastiera virtuale di Windows e la mia penna Wacom con protocollo AES, ovviamente alimentata a batteria… Certe volte mi chiedo, ma se non si sanno le cose, e le si suppone soltanto, perchè parlare?
Se la stessa Wacom per PC propone penne alimentate a batteria forse è perché un qualche vantaggio lo hanno...

angel88tx .

La mia classifica non si deve ricaricare è funziona

Raffael

Nel caso specifico del Surface, la penna ha delle funzionalità aggiuntive (da utilizzare tramite BT). Ad esempio, con il tasto "gomma", quando si è in modalità presentazione (con PowerPoint), è possibile andare avanti nelle slide.

Top Cat

Il prossimo modello de Surface si chimerà Ambassador.

Gios

Che non è di samsung ma di wacom

Raphael DeLaghetto

Ottima penna

Raphael DeLaghetto

Meglio con l energia solare...

Claudio

Da quello che ricordo io (potrei sbagliarmi) il livello di pressioni totale è dato da quelle percepite dal digitalizzatore sotto al pannello + quelle percepite dalla penna stessa, anch'essa attiva. Inoltre devi considerare le funzionalità del tasto sul retro, disponibili a distanza dal pannello ma solo tramite Bluetooth

IlRompiscatole

Sono solo due implementazioni diverse :-)
In quella wacom (vado a memoria) il digitizer sotto al pannello é attivo e la penna é passiva, nella soluzione n-trig acquisita da Microsoft é il contrario.

skorpius92

Dovrebbero fare uno smartphone che si ricarica con la luce della spia della riserva in macchina

Trixter

Non è neccessario, guarda mouse wireless di razer e logitech che funzionano solo sulla loro tappetino senza batteria

Matteo

Altri brevetti precedenti hanno fatto vedere che vogliono dare più funzionalità alla penna, come un controller wireless, probabilmente per questo motivo ha bisogno di batteria.

C#Dev

Ti prego, candidati per il premio GAC!!

momentarybliss

Un esempio ancora più banale è la S-Pen di Samsung

momentarybliss

Boh, bisogna vedere se la penna consuma più energia di quanta ne immagazzina con le celle, in questo caso sarebbe perfettamente inutile

Pip

E che senso avrebbe questa cosa?
Le penne senza batteria esistono da sempre, e non hanno meno funzionalità di quelle a batteria, anzi...
La stessa wacom che fa il qulo a tutti in questo settore utilizza esclusivamente penne senza batteria, sia per le tavolette grafiche da 50 euro che per quelle con display 4k da millemila euro

C#Dev

Bella idea!

Microsoft Surface Go: piccolo e compatto | Anteprima video

Lenovo Yoga C930 ufficiale: 2-in-1 premium con altoparlante rotante | Video

Vaio S11 e S13 sono leggerissimi, potenti e ricchi di porte | Anteprima Computex

ASUS Project Precog: il notebook a doppio schermo del futuro | Anteprima