Intel a Computex 2018: Whiskey Lake-U, Amber Lake-Y e display da 1 watt | Video

07 Giugno 2018 28

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

A Computex 2018, Intel anticipa i nomi di nuovi processori Serie-U e Serie-Y di 8° generazione. Previsti entro la fine del 2018, e indirizzati al mercato mobile, si chiameranno Intel Whiskey Lake (Serie-U) e Intel Amber Lake (Serie-Y). Abbiamo poche informazioni: non conosciamo il processo produttivo (10 nm o 14 nm?) e nemmeno l'architettura usata (Coffee Lake?). Sappiamo che arriveranno un totale di 140 design tra portatili e 2-in-1 entro l'autunno, e che porteranno un "incremento di prestazioni a due cifre" rispetto agli attuali Kaby-Lake. Intel si è lasciata sfuggire che le piattaforme hardware potranno integrare la connettività Gigabit Wi-Fi, ma questa è davvero l'unica indiscrezione arrivata dalla riunione privata che ha preceduto la conferenza stampa di Taipei.

In una notizia correlata, ma ancora più povera di dettagli, Intel ha confermato l'arrivo di nuovi processori Serie-X (nome in codice Cascade Lake-X?) entro la fine del 2018, così come la produzione dei Core Serie-S di nuova generazione.

Le altre novità di Intel a Computex 2018

A Taipei, Intel ha altri annunciato il modulo Intel Optane SSD 905P in formato M.2, la CPU in edizione limitata Intel Core i7-8086K (la prima con Turbo a 5 GHz), lo sviluppo di PC e 2-in-1 connessi in 5G e 4G dai partner OEM più noti (Acer, Asus, Dell, HP, Lenovo e Microsoft), e una tecnologia per il risparmio energetico dei display chiamata Intel Low Power Display Technology; qui, grazie ad un pannello Sharp o Innolux dai consumi pari a un watt, l'azienda stima dalle 4 alle 8 ore di autonomia aggiuntiva per un totale, su alcuni prodotti, vicino alle 28 ore di riproduzione video. Al momento, come sopra, non abbiamo altri dettagli, ma aggiorneremo l'articolo appena saranno online i comunicati stampa definitivi.

Nell'attesa, potete seguire il nostro LIVE BLOG da Computex collegandovi a questo indirizzo.

L'unico vero Note.? Samsung Galaxy Note 9 è in offerta oggi su a 619 euro oppure da ePrice a 858 euro.

28

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Pussydestroyervodka

che nomi del caxxo

Michelangelo De Pascale

Ma chiamare i processori da laptop o altri dispositivi mobili come il nome della controparte desktop no eh? Ancora più confusione devono creare?

mauro morichetta

Da come scrivi deduco che non lo hai mai provato. Compra un abbonamento a Office obbligatorio, non puoi installare altro niente eseguibili. Che rimane di buono di Windows praticamente niente.

vincenzo

con Windows 10 in modalità S le prestazioni sono le migliori, con i programmi che non sono ricompresi in modalità S invece le prestazioni saranno inferiori quindi al cliente la scelta. per quanto mi riguarda io sono favorevolissimo a Windows S in un 2in1 perchè S è un sistema operativo ottimizzato anche per il mobile

mauro morichetta

Io non sono molto d’accordo, se piazzano quella cosa indefinita di Windows s se lo possono tenere il processore Arm con Windows.

Maximus

Chrome Os non offre nulla se non uso basilare, c'è dal 2010 e per ora ha il 0.63% di diffusione a livello mondiale, nei prossimi anni dovrebbe continuare il dominio di windows tra pc desktop\notebook\2-1 ecc.Poi se Qualcomm dovesse stupirci con cpu veramente degne e con un buon supporto da parte di microsoft ben venga.

Paolo C.

Io credo che problema sia solo il legame tra Microsoft e Intel, windows è un OS troppo legato all'architettura x86 e difficilmente verrà ottimizzato per altre architetture. Più probabile che la fascia medio bassa del mercato notebook venga conquistata da un nuovo OS ottimizzato per arm com Chrome OS e gli sviluppatori investano in questo vista la semplicità del porting su Android.
Ad Intel e AMD resterà il mercato di fascia medio alta, il target professionale, gaming, server... Praticamente il 10% del mercato attuale. E' un trend che è già in atto e le ne nuove CPU arm faranno solo da acceleratore.

LaVeraVerità

E speriamo che sia rilegata bene...

https://uploads.disquscdn.c...

Maximus

Intel e Amd nel 2020 saranno ormai già passate ai 7nm, OS a parte lo snapdragon 835 è poco più di un atom x7 8750, il nuovo 850 viene dichiarato il 30% più veloce dell'835.
Questi 2-1 con cpu Arm non hanno speranza se venduti allo stesso prezzo di un 2-1 con cpu Intel o Amd Apu ryzen, l'unico vantaggio era solo l'autonomia ma anche quel fattore a breve sarà pareggiato. Arm va bene sul quel banale Os che si chiama Android.

Vash

concordo... ma che sia roba win64 e non a 32... #maremmamajalaboiafaust

furlo

1000 nits !!! https://uploads.disquscdn.c...

Vash

potenza e bachi stile meltdown e spectre, a quanto pare...

acitre

Un'azienda punta a quello che ha a disposizione… Hanno la potenza, ovvio mettano l'accento sulla potenza… Evidentemente non hanno soluzioni competitive sui consumi per il breve periodo.

Paolo C.

In teoria c'è la 8a generazione mobile a 10nm.

Paolo C.

Sì infatti. Stanno proprio accelerando. Ancora non si sa se le CPU Intel sono a 10 o 14 nm mentre su ARM ormai si punta ai 7nm, nel 2020 a 5 e nel 2022 a 3. Tra 4 anni Intel abbandonerà il settore consumer. Per la cronaca le prestazioni delle CPU arm non derivano dalla capacità computazionale della CPU ma dal fatto che quella sozzeria di OS Windows praticamente richiede la virtualizzazione delle app a 32 bit. Solo adesso hanno presentato agli sviluppatori un Kit di sviluppo ARM a 64 bit per Windows.

vincenzo

Essendo passato da iPad ad un 2in1 Windows ora il prossimo passaggio si chiama solo 2in1Windows su ARM. Mi dispiace ma Intel è rilegata al Desktop e non al settore mobile

vincenzo

Bravo, vero

Darkat

Ma ad Intel lo hanno capito che il focus di ora sono i consumi ridotti e l'autonomia? No perché sembra che puntino solo alla potenza e basta, non hanno capito che ARM e AMD sono lì dietro l'angolo e non solo un brutto incubo

Maximus

Ma parliamo di dati di fatto non di fantasie dettate dall'antipatia verso questa o quell'azienda ,Arm non ha le risorse di Intel e attualmente i 2-1 con cpu Arm fanno pena come prestazioni, tutti i 2-1\notebook\convertibili sono su base x86, Amd\Intel stanno accellerando il passo sia su prestazioni e consumi lato mobile, un passo che nel mondo dei pc Arm non è in grado di reggere.

Simo

display da 1 watt senza dire in che condizioni e le dimensioni è tutto un dire..

Flyn

Se vuoi lavorare alla Apple, invece, devi conoscere bene le montagne.

Paolo C.

"Whiskey" nome azzeccatissimo per l'attuale management Intel . Ormai leggere architettura x86 e mobile sulla stessa frase sa di nonsense. Il futuro dei portatili è ARM.

mauro morichetta

puntare su un prodotto che consumi niente come sta facendo Snapdragon è diventato un mantra che devono riuscire a fare presto, altrimenti il futuro del mobile si sposterà tutto li.

Raphael DeLaghetto

Ma l ottava generazione non e coffe lake ?
Ci sarannomdue ottave generazioni ?

Maledetto

Ma l'Intel si diverte ad incasinare sempre di più i nome delle CPU?

Certo che tra snapdragon 850 e questo monitor tra un po' i portatili durano più dei cellulari

T. P.

insomma, han fatto un caffè corretto whiskey! :)

Matt7even

Whiskey like you

romoloo

Ma questi di Intel oltre a inventare nuovi nomi di laghi cosa fanno al lavoro?
Mi candido pure io, competenze richieste:
- Rimandare prodotti a un futuro anteriore;
- Buona fantasia nell'invenzione di nomi lacustri.

RECENSIONE Teclast F5, convertibile economico ma convincente

Microsoft Surface Go: piccolo e compatto | Anteprima video

Lenovo Yoga C930 ufficiale: 2-in-1 premium con altoparlante rotante | Video

Vaio S11 e S13 sono leggerissimi, potenti e ricchi di porte | Anteprima Computex