Recensione AMD Ryzen 5 2600, un nuovo riferimento per la fascia media

18 Maggio 2018 151

Oggi vi proponiamo una panoramica sul processore AMD Ryzen 5 2600, la variante a basso consumo e downcloccata del più veloce Ryzen 5 2600X, testato la scorsa settimana.

Come per la prima generazione di CPU AMD Ryzen, anche la serie 2000 "Pinnacle Ridge" prevede modelli con e senza il suffisso X, una sigla che identifica i  processori che operano con frequenze e TDP superiori rispetto alle versioni base.

Il Ryzen 5 2600 riprende le caratteristiche tecniche del fratello maggiore, partendo dall'architettura a 6 core con SMT (12 thread), arrivando al supporto per le tecnologie proprietarie AMD SenseMI e StoreMi, il tutto appunto con frequenze di clock meno spinte.


Ma vediamo in dettaglio le specifiche di Ryzen 5 2600, a confronto con altri modelli della serie Ryzen desktop:

  AMD Ryzen 7 2700X AMD Ryzen 7 1800X AMD Ryzen 7 1700X AMD Ryzen 5 2600X AMD Ryzen 5 2600 AMD Ryzen 5 1600 AMD Ryzen 5 1600X
Processo Produttivo 12nm LP 14nm 14nm 12nm LP 12nm LP 14nm 14nm
Numero Core 8 8 8 6 6 6 6
Numero Thread 16 16 16 12 12 12 12
Frequenza base 3,7 GHz 3,6 GHz 3,4 GHz 3,6 GHz 3,4 GHz 3,2 GHz 3,6 GHz
Frequenza Boost 4,3 GHz 4 GHz 3,8 GHz 4,2 GHz 3,9 GHz 3,7 GHz 4 GHz
Cache L3 16MB 16MB 16MB 16MB 16MB 16MB 16MB
Memoria RAM

DDR4

Dual-Channel

DDR4

Dual-Channel

DDR4

Dual-Channel

DDR4

Dual-Channel

DDR4

Dual-Channel

DDR4

Dual-Channel

DDR4

Dual-Channel

Frequenza Memoria 2933 MHz 2666 MHz 2666 MHz 2933 MHz 2933 MHz 2666 MHz 2666 MHz
TDP 105W 95W 95W 95W 65W 65W 95W
Socket AM4 AM4 AM4 AM4 AM4 AM4 AM4
Prezzo (AMD) 329$ 349$ 309$ 229$ 199$ 219$ 249$
Dettagli tecnici e configurazione di prova

Avendo già discusso le migliorie del nuovo processo produttivo 12nm LP, nonchè del chipset AMD X470 che equipaggia le schede madri Ryzen di seconda generazione, passiamo subito a vedere qualche dettaglio in più sul Ryzen 5 2600.

Come facilmente si intuisce dalle specifiche tecniche, la differenza sostanziale tra 2600 e 2600X risiede appunto nelle frequenze base e boost: Ryzen 5 2600 è impostato rispettivamente a 3,4 e 3,9 GHz, 300 MHz in meno rispetto al clock massimo del Ryzen 5 2600X.

Questa caratteristica è legata direttamente al TPD pari a 65W, un valore piuttosto contenuto per un esa-core da 3,9 GHz, reso possibile anche dal processo produttivo a 12nm LP.

Nonostante questo aspetto, nonchè la mancanza del suffisso X, anche il Ryzen 5 2600 è sbloccato per l'overclock e supporta le tecnologie Precision Boost e XFR, come del resto tutti i processori Ryzen. Le varianti Ryzen X in pratica hanno un margine superiore sul parametro XFR2 (100/200 MHz vs 50/100 MHz) e possono spingere ulteriormente la frequenza boost, sempre in presenza di un adeguato sistema di raffreddamento.

A differenza del Ryzen 5 2600X, venduto in bundle con il dissipatore Wrait Spire, il Ryzen 5 2600 utilizza il più compatto Wrait Stealth, una soluzione entry-level da valutare bene se consideriamo i risultati non proprio entusiasmanti ottenuti con il più performante Wrait Spire.

Wrait Stealth è un sistema di dissipazione a bassissimo profilo, caratterizzato da un corpo dissipante che risulta circa la metà del Wrait Spire; ecco i due dissipatori a confronto:


Visto il TDP di soli 65W, il Wrait Stealth potrebbe sembrare sufficiente a gestire il Ryzen 5 2600, tuttavia, come vedremo nei test a seguire, l'utilizzo di questo cooler comporta temperature di esercizio decisamente elevate che incidono sul clock dei vari core e di conseguenza sulle prestazioni.

Per testare l'AMD Ryzen 5 2600, abbiamo adoperato la stessa piattaforma hardware scelta per la prova del Ryzen 5 2600X:

  • AMD Ryzen 5 2600 e Ryzen 5 2600X su MSI X470 Gaming M7 AC
  • AMD Ryzen 7 1800X e Ryzen 7 1700 su ASUS Crosshair VI Hero
  • Intel Core i7 8700K e Core i5 8400 su Gigabyte Z370-P D3
  • 2x 8GB Geil EVO X 3200 MHz (16-17-17-35)
  • ASUS ROG Strix RX VEGA56 OC Edition
  • Intel SSD 660P 128GB + HDD WD 1TB
  • Alimentatore Silverstone Strider ST70F-ES 700W
  • Windows 10 Pro 64bit

 

Ecco invece i software utilizzati:

  • CPU-Z
  • HWInfo
  • Prime95
  • Cinebench 15
  • Handbrake
  • 7-Zip
  • Super_Pi
  • SiSoft Sandra (Test CPU)
  • Fritz Chess Benchmark
  • Battlefield 1 (1440p)
  • Deux EX mankind divided (1440p)
  • Rise of the tomb rider (1440p)
  • The division (1440p)

Temperature - Overclock e Consumi

Abbiamo dato una chance al Write Stealth, ma nonostante i parametri di default, il basso TDP e il VCORE contenuto, questo dissipatore non è stato in grado di raffreddare il Ryzen 5 2600.

Durante lo stress-test con Prime95, la frequenza sotto carico dei 6 core viene stabilizzata a 3800 MHz; la temperatura dopo 50 secondi si avvicina ai 60 °C, ma oltre i 6 minuti di test sale a oltre 91 °C e provoca subito dopo un blocco del sistema.

Nel secondo screenshot di HWINFO notiamo che la gestione automatica del pacchetto SenseMI ha tagliato ulteriormente le frequenze di 25/50 MHz, tuttavia questo non è bastato ad evitare di spingere il processore oltre il limite consentito dalle specifiche del produttore (95 °C).

Come per il Ryzen 5 2600X, abbiamo rimpiazzato il dissipatore stock AMD con un Noctua NH-D15; i risultati sono di tutt'altro tipo, normalizzando le temperature sotto stress a 52 °C (default), con frequenza boost sui 6 core di 3900 MHz.

Visto il risultato non abbiamo perso tempo e siamo passati subito all'overclock; riavviato il sistema, da BIOS abbiamo impostato 4200 MHz (42x100) con un VCORE di 1,45 V. Il Ryzen 5 2600 si avvia ma non è stabile; provando ad alzare il VCORE le cose non migliorano, e arrivati a 1,5 Volt senza una buona stabilità, decidiamo alla fine di scendere a quota 4100 MHz.

Con queste impostazioni (41x100-->VCORE 1.45v), il 2600 è stabile sotto stress-test con Prime95 a una temperatura di 72,8 °C. Vista la temperatura raggiunta, possiamo dire che il nostro sample è più o meno al limite con un sistema di dissipazione tradizionale; un eventuale impianto a liquido professionale di qualità (non AIO) potrebbe migliorare leggermente le cose, ma non farà miracoli.


L'overclock del processore, con le eventuali modifiche delle tensioni, inciderà direttamente sui consumi di sistema. Nel grafico a seguire notiamo infatti che l'overclock a 4,1 GHz del Ryzen 5 2600 comporta un aumento del consumo globale di sistema pari a 74 Watt.


Benchmark

In questa sezione vediamo qualche numero più concreto sulle prestazioni del nuovo Ryzen 5 2600 a confronto anche col Ryzen 5 2600X.

I benchmark relativi alle prestazioni CPU in single e multi thread mostrano il netto vantaggio del Ryzen 5 2600X, soprattutto in single thread dove conta molto la frequenza di picco. Nonostante il risultato abbastanza ovvio, le performance del Ryzen 5 2600 evidenziano un miglioramento tangibile rispetto alla prima generazione Ryzen.

Per avere una conferma di questo basta confrontare i risultati del Ryzen 2600 (3,9 GHz) con quelli ottenuti dal Ryzen 7 1800X (4,1 GHz), praticamente quasi sempre alla pari.




Nel gaming a 1440p invece la situazione cambia nettamente, e almeno nei titoli da noi adoperati, registriamo valori spesso identici al Ryzen 5 2600X, nonchè alla pari del top di gamma Intel Core i7-8700K.

In questo quadro va considerato infine che l'octa core Ryzen 7 1700 è spesso fanalino di coda, pur essendo ancora una CPU con un prezzo medio di 23/240 Euro. Nel momento in cui scriviamo, Ryzen 5 2600 si trova sugli shop online anche a 170 Euro.



Conclusioni

Il Ryzen 5 2600 avrà molto probabilmente lo stesso destino del Ryzen 5 1600, ossia diventare il modello più venduto di questa nuova serie di processori AMD Ryzen 2° gen. I risultati ottenuti nei benchmark e in overclock lo rendono a nostro avviso una scelta ancora più allettante del Ryzen 5 2600X, sicuramente molto valido, ma comunque più caro di circa 25/30 Euro.

Con un prezzo base di 170/180 Euro, questa CPU potrebbe divenire a breve un nuovo riferimento per chi assembla un PC gaming ad alte prestazioni e guarda con attenzione non solo al budget, ma anche all'overclock.


Nel nostro preciso caso, siamo riusciti a raggiungere la piena stabilità a 4100 MHz, appena 100 MHz in meno del nostro Ryzen 5 2600X (4,2 GHz); è verosimile che sample più fortunati potrebbero offrire un margine di overclock ancora superiore.

In conclusione ci sentiamo di consigliare il Ryzen 5 2600, uno dei processori con il miglior rapporto qualità/prezzo su cui abbiamo messo le mani.

AMD con i Ryzen 2° gen. darà ulteriore filo da torcere a Intel, che, probabilmente detiene ancora lo scettro per quanto riguarda la prestazione assoluta, ma concretamente non riesce a competere con i Ryzen quando si parla di prezzo. Basta pensare che il Core i5-8400 costa circa 150 Euro, mentre Core i7-8700K costa in media ancora 300/315 Euro, poco meno del doppio rispetto a un Ryzen 5 2600.

Zero compromessi al miglior prezzo?? Samsung Galaxy S10 Plus, in offerta oggi da GroupStore.it a 654 euro oppure da ePrice a 721 euro.

151

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Marco22

1.1. ho solo un Ryzen 5 2600x senza scheda video, posso accendere il bios o addirittura installare windows 10? Perché mi arriva tra 2 giorni il processore ma non ho voglia di aspettare 2 settimane per la GPU.
2. Le HyperX Fury 2x4GB 2666MHz sono compatibili con la Gigabyte Aorus b450m?

outofcontrol

Dovresti scaricare i driver dal sito del produttore . Capita spesso che includano comandi specifici x switchare tra una scheda e l' altra. Utilizzando dei driver generici separati non funziona. Dipende da produttore a produttore.

KiLiKEO

Gentilissimo! E grazie anche per avermi parlato dei driver, non sapevo avessero sviluppato dei driver paralleli dedicati completamente alle schede video delle apu, io ho i 17.40.3701 scaricati dal sito ufficiale. Adesso sto scaricando adrenalin

xan

ehehehe vero

Gark121

Laggente legge "6 core", "8 core" è pensa che avere più core sia automaticamente meglio, senza sapere quanto poche siano realmente le applicazioni capaci di sfruttare bene il multhreading.
Vorrei far provare a queste persone un e5-2640 v2, un 8 core con frequenze pietose (e che ho avuto la sfortuna di dover usare per lavoro). Dopo 20 minuti sarebbero su Amazon a cercare un 8350k...

xan

la vedo esattamente come te, ad oggi per un uso desktop medio la cosa migliore è una cpu 4 (8) con frequenze spinte (diciamo il 1500X) e tutto il risparmio lo metti sulla GPU. ma a quanto sembra siamo gli unici a pensarla cosi. compresa AMD che ha eliminato completamente questa fascia

franky29

è vero hai anche ragione non ci avevo pensato comunque rimango dell'idea che sarebbe giusto avere un attacco standard poi ovviamente ogniuno tira acqua al suo mulino

Tom Smith

Anche questo è vero ma vale più tra i 6 e gli 8 core

Marocco2

Ho letto gente che preferisce Intel solo per il montaggio del dissipatore

Marocco2

io ho la 2400g. Adesso ci sono i nuovi driver video Adrenalin che la fanno diventare più stabile. Dal bios ti consiglio un undervolt di .05V (portarla a 1.35/1.4V la CPU e 1.2/1.3 il SOC) ed un overvolt di .1/.2V per portare il AFX a 1.3V e frequenza a 1500MHZ. Non c'è bisogno di ryzen master, Windows riduce il clock CPU in automatico se non lavora e porta il consumo in W a circa 20

Keres

Son riuscito a registrarmi mettendo un nr a muzzo ma non arriva l'email di conferma... ! ho provato 3volte con 3 email differenti ma niente da fare è-è , assurdo.

DeeoK

Chiaramente ognuno guarda al suo. Questo non significa che non ci siano modi per usare più core.
Ora come ora un quad core è la base per un pc che non si limiti ad un po' di browsing.

xan

si intendevo 2 thread su 2 core fisici. non comprerei mai ad oggi un dual core. comunque visto che quando gioco non faccio altro un 4 core fisici penso sia l'ottimale nel mio caso

Dartagnan92

ma secondo me dipende dalle condizione del resto del sistema, temperatura ambiente e resto del raffreddamento, di gente che è riuscita ad overcloccare un 1700 , quindi octa-core, con il dissi stock wrait spire ne ho vista, e con temperature più che accettabili.

Dartagnan92

Nemmeno le gpu hanno un interfaccia standard, le schede video non sono altro che delle scheda madri diciamo, con la gpu, e ogni gpu esattamente come le cpu ha sua piedinatura.

Dartagnan92

Io sono stato fortunato con il mio Ryzen 3 1200
l'ho portato a 4.15GHz con enorme facilità, con il dissi stock Stealth, vcore molto basso e temperature altrettanto basse, vabbè che è solo un 4 core.. però non me l'aspettavo.

Gark121

Dubito che la suite Adobe... Che invece fa esattamente così. Nel 90% delle operazioni usa 1 core e basta.
Browser... Lol. Usano la gpu sempre di più, e quasi mai più di un core nel 99,99999999% dei casi. Il resto è semplicemente "fuori dall'uso normale", che invece era la specifica richiesta dell'altro utente: per l'utente normale, avere 2 core o averne 16 sul browser non cambia una fava. E te lo dice uno che ha in questo momento un pc con 16 core e una gpu sottodimensionata (sto aspettando la serie 11xx), e si nota tantissimo che le pagine pesanti provocano rallentamenti con la gpu che va al 100%, mentre il processore resta sostanzialmente inutilizzato, o caricato su 1-2 thread e nemmeno al massimo, anche con decine e decine di pagine web.
Sui giochi errore mio: non avevo capito che parlasse di un quad core senza ht. In caso di un quad core con HT, invece, continua a valere la regola che clock > core. 8 thread bastano e avanzano per anni a venire ancora, anche perché i nuovi i5 hanno 6 thread, e gli sviluppatori cercheranno di adattarsi a quelli per mantenere il massimo pubblico possibile per i propri giochi.

DeeoK

2 thread per i giochi è decisamente limitante. Al massimo 2 core e comunque i giochi ormai 4 core riescono a sfruttarli.

Slartibartfast

Disegno e editing fotografico assolutamente sì, poi se uno usa software fatto male cavoli suoi... Krita, Darktable, RawTherapee usano tutti il maggior numero di core possibili per moltissime operazioni, e dubito che la suite Adobe sia da meno, perché molte operazioni sono veramente intensive e allo stesso tempo facilmente parallelizzabili.

Navigazione, dipende da quello che uno intende, Ovviamente non su siti normali mentre si leggono le notizie. Ma tra le possibilità offerte da webgl e il neonato webassembly, non è difficile immaginare che in pochi anni i browser faranno un bel po' di roba in più rispetto a ora.
Giochi, discorso simile. È comprovato? guardando test di 2 anni fa e confrontandoli con quelli attuali si vede chiaramente che l'asticella si sta alzando. Un quad core senza hyperthreading ormai è un mattone inutile se si vogliono prestazioni al top, e questo a meno di un anno dall'uscita dei primi processori consumer con più di 4 core. Ma in realtà ci sono anche già alcuni giochi in cui la regola del 4-core ad alta frequenza= +fps non vale. Non c'è neanche bisogno di guardare al futuro...

Gark121

disegno ed editing fotografico NO.
navigazione nemmeno, manco con 250 tab.

giochi nemmeno, è comprovato che un 4 core con frequenze più alte batte un esa core praticamente sempre, specie contando l'HT.
resta la conversione audio e video. un po' poco per giustificare l'acquisto a priori

Gark121

sinceramente... 30W significa per pagare 1€ di corrente in più, ci devi stare 120h filate al massimo del carico. oppure (più realisticamente) 250-300h di uso normale. ora non so voi, ma a me spendere 1€ in più o in meno al mese di corrente (notare che sto contando oltre 8h di uso al giorno..) frega proprio zero.

Gark121

abbastanza normale in realtà. pure intel include della roba decisamente inutilizzabile come dissi stock...

Mana

Prova a mettere 2 parole a caso avevo sentito che per ora funziona anche così

xan

C'è un grosso se nella tua frase che la fa passare da realtà a mondo fantastico :-D

xan

Anche io ci lavoro sul PC ma non ho aperto tutte queste cose contemporaneamente. Attualmente consideravo 2 thread per I giochi 1 stream ed uno os.

xan

Ma attualmente il 1300 x non ha prestazioni superiori in single thread Al 2600?

Slartibartfast

La maggior parte dei programmi attuali se ne frega se i core sono 2, 4 o 8. Se il programmatore ha fatto le cose per bene, il programma sfrutta tutti i core che ha a disposizione, fino a che la legge di Ahmdal entra in azione.
Poi ovvio che se non devi far girare roba pesante non servono mille core. In quel caso meglio risparmiare.
Ma se serve potenza, per qualsiasi scopo, ormai non ha più senso puntare a (esempio) 4 core ad alta frequenza, meglio andare su 6 o 8.

DeeoK

No, ma tengo aperti due IDE con due server contemporaneamente, una ventina di schede del browser, un client di posta, un client SQL, editor di testo e compagnia bella.
C'è chi ci lavora col pc, non solo chi ci va su Facebook.
Oltretutto anche se giochi sono utili più core perché se un gioco ne sfrutta fino a quattro gli altri due vengono utilizzati da SO, client di Steam o chi per lui, eventuale software per lo streaming e via dicendo.

DeeoK

Infatti ho parlato di parità di prezzi.

greyhound

guarda che se anche fosse uscita una versione 4/8 avresti comunque risparmiato 20 euro al massimo...

tanto vale comprare un 2600

greyhound

esattamente...
dire che il 2600x consuma di piu ha poco senso...
anzi se si porta un 2600 alle frequenze di un 2600 molto probabilmente consumera qualcosa in meno grazie al binning superiore

greyhound

bhe il 2600 gia si trova a 170 euro circa

greyhound

infatti....drovrebbero imparare da intel su questo aspetto.....mmmm..asp...

greyhound

si tratta del modello base, quindi il dissipatore é il meno prestante (ma comunque decisamente meglio di quelli intel quando li includono), il test a cui si fa riferimento rappresenta condizioni a cui il processore non dovrá MAI lavorare nell uso quotidiano.

quindi se non si overclocca non ci sono problemi

greyhound

per sfruttare il freesync hai bisogno di una gpu AMD

xan

Odio Intel. Sul PC fisso ho sempre avuto AMD dal athlon xp Burton ad oggi con fx4100. Ho aspettato anni per aggiornare la CPU ed ora vado di Intel? Piuttosto mi faccio una ps4 e ci metto Linux :-D

xan

E quindi usi tutte insieme applicazioni che fanno uso di CPU pesante? Fai in rendering mentre giochi?

xan

Prendendo in esempio solo amd per semplicità tra un r3 ed un r5 ci sono almeno 80 euro di differenza che se spesi su una GPU ti da un incremento degli FPS maggiore. Non so vulkan ma per il resto del gaming 4 core sono più che sufficienti

xan

Non sto dicendo che un mono core sia sufficiente. Ma 4 core si. I software che gestiscono più di 4 thread sono solo professionali. Ed a casa le rare volte che più di 4 thread danno comodo puoi consolarti con i soldi spesi in meno

lore_rock

Avrei bisogno di un aiuto.
Ho messo windows 10 da zero su un portatile nato con 7, questo ha una scheda grafica integrata intel 3000 e una dedicata geforce gt555m.
Ho installato geforce experience, ho impostato dal pannello nvidia che l dedicata sia la scheda predefinita, ho impostato i programmi che devono andare sulla dedicata ma continua a non dare segni di vita.
Ho provato a installare killer instinct , questo compare come in uso dalla scheda dedicata ma quando vado a fare una prova grafica mi salta fuori che usa la scheda integrata.
Cosa sto sbagliando? C’é un modo per essere sicuri che la scheda dedicata funzioni?

DeeoK

Eh, si, l'integrata può fare da ago della bilancia in questi casi. Dipende un po' dalle esigenze.

Tom Smith

Oppure non contano abbastanza. Chi ha ragione?

Gupi

Grazie mille gentilissimo

xfoprofeta

in linea di massima si.
cmq cerca recensioni per vedere se i songoli modelli hanno particolari difetti o pregi.

Gupi

I modelli strix andrebbero bene quindi?

Massimo Fonetico

Si concordo, sulla carta iPhone X è molto meglio... Ma nel confronto si vede che nonostante la potenza in più, mi6 carica le app più velocemente..

xfoprofeta

per sfruttare un 4k o un 1440 ( suppongo con +di 60 hz visto che parli di '"ottimo"') devi per forza prendere una scheda di fascia alta, la spesa sara consistente.

vea 64 e la 1080 se la giocano sostanzialmente, poi guardati le varie recensioni per fare una scelta oculata, cmq vega 64 costa di+ ed é meno reperibile.

la mobo dipende da che oc ti interessa, se vuoi fare oc spinto ti servono 150€ almeno, se ti accontenti di fare oc per guadagnare qulche centinaio di mhz puoi prendere anche modelli piu economici, cmq ti consiglio asus che ha buoni sw per l oc da windows e gestione ventole.

Gupi

Ciao e grazie, al momento ho un 4K freesync, quindi vorrei rimanere su 4K oppure passare ad un ottimo 1440p a breve.
Tra la Vega 64 ed una gtx 1080 ci sono differenze sostanziali?

Come scheda madre cosa prenderesti?

xfoprofeta

La scheda video la devi scegliere in base al monitor, e la cpu in base alla gpu.
se usi un monitor fhd ti basta una 1060/580 se usi un 1440p una 1070/vega56 se hai gia un 4k 1080/1080ti/vega 64.

Giulk since 71'

Si abbastanza a mio parere anche se c'è da dire che ben pochi usano dissipatori stock, io non li ho mai usato neanche su Intel, il che comunque non sminuisce la gravità della cosa

Migliori mouse PC e MAC da comprare al Black Friday 2019: i top 5 scelti da HDblog

Huawei MateBook: X Pro 2019 e 14 ufficiali, prezzi Italia del 13 | VIDEO

Recensione Lenovo Yoga Book C930: il ritorno del convertibile 4 in 1

Devolo Magic 2: Powerline a 2400 Mbps e Wi-Fi Mesh | Video