Il primo chip Intel Cannon Lake a 10nm è ora ufficiale

17 Maggio 2018 86

Il primo chip Cannon Lake a 10nm di Intel ha fatto ora il suo esordio ufficiale anche sulle pagine del sito ark.intel.com, in cui l'azienda di Santa Clara tiene traccia di tutti i suoi prodotti. Qualche giorno fa lo stesso chip era stato avvistato nella scheda tecnica di un notebook Lenovo a listino in uno store cinese.

Parliamo ovviamente del Core i3-8121U, lo stesso chip che equipaggia il Lenovo IdeaPad di fascia entry già visto qualche giorno fa. In particolare il sito Ark conferma che è realizzato con processo produttivo a 10nm e dotato di un TDP di 15W, tipico delle soluzioni mobile dell'azienda.

La CPU offre 2 core logici e 4 thread, con un base clock fissato a 2,2GHz e una frequenza turbo boost che può raggiungere i 3,2GHz; non mancano 4MB di Cache level 3.


Tra le altre novità segnaliamo che il nuovo chip, rispetto a quelli di pari livello, introduce il supporto alle memorie LPDDR4 e LPDDR4X, entrambe varianti low-power delle classiche DDR4. La bandwith massima per le memorie è fissata teoricamente a 41,6GB/s, un bel miglioramento rispetto ai precedenti 34,1GB/s.

Nelle specifiche della scheda tecnica pubblicata sul sito non compare una GPU integrata. Particolare interessante, perchè in realtà praticamente tutti i chip Intel mobile e desktop integrano un chip grafico, per quanto modesto. Effettivamente tra le specifiche del notebook Lenovo svelato nei giorni scorsi troviamo una GPU AMD R5. La possibilità che si tratti veramente di un chip senza GPU integrata è quindi plausibile.

Nonostante questo "annuncio", le informazioni riguardo l'introduzione di CPU a 10nm su grande scala da parte di Intel restano ancora molto confuse e i continui rimandi non possono essere certamente offuscati da un piccolo lancio come questo.

Lo smartphone più richiesto del momento? Samsung Galaxy S8, in offerta oggi da Phone Strike Shop a 375 euro oppure da ePrice a 426 euro.

86

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Fabio

Ciao
Tutto quello che cerchi lo puoi trovare sui Datasheet della CPU: non è che, presa una CPU qualsiasi, sei tu che puoi scegliere quanto debba consumare. E' il produttore che, in un certo senso, ti dice come e cosa puoi fare con la sua CPU ed è sui Datasheet che trovi i parametri massimi e minimi di funzionamento.
In genere, agire sulla frequenza di clock è il sistema più semplice e, credo, funzioni sempre. Ma non è detto sia sempre così: infatti non si sa come siano, all'interno, implementate le cose.
Quindi, per ogni CPU, devi vederti quantomeno i Datasheet.

franky29

Se avessero voluto avrebbero potuto dividere i 2 core in due parti uguali e mettere il numerino 4 xD Per quel che mi riguarda preferisco guardare la forza bruta poi può essere pure un monocore

Boronius

Se si entra nei discorsi relativi alla teoria del caos non se ne esce più. Ad esempio, tu accendi una CPU, questa va a perturbare il moto della Terra (è possibile? non lo so), poi dopo milioni di anni la Terra per causa della tua CPU avrà una collisione con un asteroide, e così via

Boronius

Penso che siano delle prove che il produttore della CPU effettua in laboratorio. Tu devi implementare una specie di sistema operativo senza thread nel quale la CPU fa il minimo possibile ma senza essere in deep sleep al 100%, a quel punto hai misurato il consumo della minima attività possibile della CPU

simo

per quelli ci accontentiamo dei 4 core anche sui 13 , altra cosa che aspettavamo da nni

CAIO MARIOZ

Purtroppo i nuovi MacBook Pro 2018 con CoffeeLake avranno ancora LPDDR3 (sempre se non ne ritardano l’uscita)

Felk

Mmmh no.

Francesco

per un uso che puoi fare di un portatile due core vanno bene, anzi meglio meno core più potenti

Daniele Loche

Concordo :/

Domenico Belfiore

Siamo nel 2018 come è possibile che esistano ancore CPU 2 core

DeeoK

Hmm, sì, non avevo letto bene sul fatto di escludere CPU e GPU.

DeeoK

Dalla definizione da te postata viene fuori che ognuno il TDP se lo calcola un po' come gli pare.
Comunque vedo che ho risposto al post sbagliato (oppure hai modificato il commento).

Felk

Pretendo che nel 2018, non ci siano più dei dual core. Gli i5 kaby lake r sono dei 4c/8t, per cui non capisco per quale motivo questo non possa essere un 4c/4t.
Ah, anche gli i5 hanno un tdp di 15w eh...

Alberto

La loro definizione:
-Il Thermal Design Power (TDP) indica la potenza media, in watt, dissipata dal processore durante il funzionamento a frequenza base con tutti i core attivi in un carico di lavoro di alta complessità definito da Intel.
-Scenario Design Power (SDP) è un ulteriore indicatore della temperatura e serve a rappresentare l'utilizzo termico significativo di un dispositivo in scenari ambientali reali. Bilancia i requisiti di alimentazione e prestazioni tra i carichi di lavoro del sistema per rappresentare l'utilizzo energetico reale.

Alessio Ferri

Un 845 consuma mediamente 4 watt e mezzo, mi pare difficile che i componenti non GPU e CPU arrivino a 5W da soli.

DeeoK

Non proprio.
Basti vedete che Intel ed AMD calcolano diversamente il TDP.

DeeoK

No, se non erro arriva anche a 5.

Alberto

Si ma lui chiede quello..mica se é prestante.
Sono curiorso di vedere windows su 845 e come adreno gestisce directx e vulkan in questo ambiente

Signor Citrus

Ok grazie ora ho capito meglio.
Quindi anche se si da meno potenza (a seconda dei calcoli che deve fare) può comunque funzionare.
Quindi é relativa la cosa?
Allora un parametro che si potrebbe prendere in considerazione sarebbe il massimo consumo possibile per un chip?
Per capire se un chip é meno esoso di un altro.
Certo poi anche qui dipende da come funziona, però sapere già che quel chip va a un massimo di (sparo un numero) 10W mi fa capire che potrebbe consumare meno di un chip che dissipa massimo 20W.
Può funzionare, in generale, come ragionamento?

Alessio Ferri

Ok, ma al massimo consuma 2 watt tutto quello che non è CPU o GPU.

Dartagnan92

perché mai? dipende sempre da cosa ci si fa con il pc... per uso ufficio, multimediale e web sono più che sufficienti.

Boronius

Certo. Io ho fatto un discorso escludendo a priori le casistiche iper particolari. A questo punto possiamo dire che una CPU che funziona mette in moto delle correnti elettriche che comunque hanno un effetto sul campo magnetico terrestre (!!) ed essendo il campo più o meno collegato al nucleo terrestre possiamo dire che la CPU rallenta (oppure accellera? Boh) la velocità della rotazione terrestre, e così via. Teoria del caos

Dartagnan92

Ma questi paragoni non hanno senso comunque, lo snapdragon è anche meno prestante.

Dartagnan92

va valutato il SoC intero, non solo i core, se presi singolarmente anche i core intel consumano poco, ma nella cpu è presente anche il memory controller, il NB e altre cose.

Frost

Esattamente. Questa è la ragione per cui sostengo sia preferibile valutare l'autonomia di una cpu implementata in un dispostivio piuttosto che cercare di fare calcoli complicati senza avere i dati tecnici di chi li produce, tutto qui. Comunque è sempre interessante toccare questi argomenti.

Boronius

Si si hai ragione chiaramente. Poi dipende, se la CPU irradia un campo EM il carico dipende anche dal "ricevitore" che si immerge in tale campo EM, e infatti non a caso esistono i sistemi RFID e la ricarica wireless. Ad essere super pignoli bisognerebbe anche parlare degli effetti di elettromigrazione interni alla CPU, ovvero la corrente elettrica sposta sempre alcuni atomi del conduttore quindi vi è un effetto di forza X spostamento

Frost

Non tutta la potenza finisce in calore, una minima parte è persa in altre forme di radiazione elettromagnetica, può essere trascurabile per certi calcoli ma fisicamente esiste.

Boronius

In verità il filamento di una lampadina se tu gli dai, ad esempio, 1 nano ampere lui dissiperà per effetto Joule in ogni caso una certa quantità di calore, non è che non funziona... la tua domanda è di difficile risposta, ad esempio esistono dei microcontroller che in modalità deep sleep consumano correnti nell'ordine dei nano ampere, e comunque in un certo senso si possono definire come "attivi"

Signor Citrus

Il fatto é che ci sono mille e milla cpu diverse. Ci perderei ore per trovare la risposta a una banale domanda.
Questo maledetto consumismo.

Boronius

TUTTA la potenza assorbita va in calore, la CPU non produce alcun lavoro inteso come forza applicata per spostamento o discorsi simili

Signor Citrus

Ho capito ma quanto serve per alimentarlo?
Vi faccio un esempio per capirci.
Ho una lampadina che ha bisogno di 10 mA per funzionare.
Se gli do meno il filo non diventa incandescente e non si illumina, non funziona.
Se gli do troppo scoppia.
Io quindi vorrei sapere quanto minimo ha bisogno il chip per essere "operativo", alimentato.

Boronius

L'informazione relativa alla corrente ha poco interesse per il fatto che queste CPU hanno voltaggio dinamico

Francesco

su una cpu da mobile con tdp da 15 watt cosa pretendi?

Se vuoi putenza senza problemi di calore prendi un desktop, cosa che ormai la gente non capisce più, vi hanno rincoglionito con questi laptop

LowRangeMan

Dai va beh, non esagerare. Ne ho avuti parecchi tra le mani di i3 U, e con un SSD fanno tutto quello che l'utente medio deve fare (scrittura, internet, social).

Francesco

per il turbo boost

Boronius

Dipende dai calcoli che sta facendo in un determinato istante

simo

Il supporto alle lpddr4. Alleluia, dopo 5 anni ce l'hanno fatta

Frost

Se vai nelle schede tecniche dettagliate magari lo trovi anche il punto è che al 99% delle persone non interessa.

Signor Citrus

Ma allora sono gli oem a non chiarire le cose. Volutamente presumo.
Perché la fisica ed elettronica quella é e quella rimane.

Signor Citrus

Ottimo, grazie delle info.

smn_lrt

Solo quando si usano le avx 2 o 512, che ricordiamo amd fa viaggiare la metà quindi non causano questo problema termico...se guardi i consumi in game ogni processore rosso o blu è dentro al tdp dichiarato...poi esiste un offset automatico se vengono usate le avx (che riduce frequenze e consumi) però prontamente da ogni recensore viene disabilitato solo per i test dei consumi, e riattivato per i test produttività...

Juanito82

intendo i consumi medi che si leggono nelle recensioni, non i casi estremi, generalmente amd è nei dintorni del numero indicato, mentre intel negli ultimi anni ne indica uno ma consuma sempre più

Juanito82

proprio per questo dico che è un numero da cartella stampa e per capire i consumi reali bisogna guardare solo le recensioni, anche se c'è una definizione generale ogni casa la interpreta a modo suo per dare senso ai numeri dei proprio processori.

Felk

Che tristezza però...

smn_lrt

Sarà 4 massimo nella versione sui portatili...quella sui cellulari sarà 2W massimo...se non ha lavoro sta sotto il mezzo W..a naso farà 0.2-0.3W...

Alberto

Di solito assorbe quanto puó dissipare. Sono configurazioni standard con il thermal governor. Poi gli oem/overclocker possono giocare con le impostazioni di fabbrica in base al dissipatore e all'autonomia/prestazioni. Un valore che da un indicazione non la certezza anche perché ci sono sia i risparmi energetici che l'overboosting

Ansem The Seeker Of Darkness

Va bene al massimo per un media server/NAS per quanto mi riguarda.

smn_lrt

Guarda che a parte i test tipo prime 95 ogni cpu sta dentro come consumi al tdp...ricordo che sempre in quel test, il nuovissimo r7 2700 da 65w di tdp, a frequenze stock consuma sugli 80w (vale per tutti)...

Frost

Il puntoche siamo discutendo è proprio che non esistono voltaggi, intensità, potenze assorbite e tdp stabiliti e standardizzati in quanto ogni oem li personalizza e quindi è molto difficile fare il confronto tra due processori, sarebbe da fare il confronto tra 2 implementazioni in prodotti fisici di 2 processori.

Maurizio Mugelli

da fuori campo, voce di Cetto la Qualunque: "che si fo77a l'acquirente!"

Microsoft Surface Go: piccolo e compatto | Anteprima video

Lenovo Yoga C930 ufficiale: 2-in-1 premium con altoparlante rotante | Video

Vaio S11 e S13 sono leggerissimi, potenti e ricchi di porte | Anteprima Computex

ASUS Project Precog: il notebook a doppio schermo del futuro | Anteprima