Recensione AMD Ryzen 7 2700: potenzialità nascoste

14 Maggio 2018 98

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

Ad oggi, i processori AMD Ryzen di seconda generazione sembrano un successo annunciato. AMD è riuscita a confermare le aspettative create da mesi di indiscrezioni portando sul mercato quattro CPU adatte al calcolo parallelo, più convenienti della concorrenza, e con una confezione completata da accessori di qualità. Nella recensione a Ryzen 7 2700X abbiamo visto come la tecnologia XFR2 riesca a tenere alta la frequenza di clock in automatico, senza l'intervento dell'utente. Quella CPU arriva con un dissipatore Wraith Prism RGB molto valido, ed ha un prezzo di vendita già oggetto di sconti e promozioni. Il test a Ryzen 5 2600X ci ha confermato l'incremento rispetto a Ryzen 5 1600X, uno dei modelli più venduti e apprezzati della prima serie. Per circa 200 euro, cento in meno del Core i7-8700K, si ha un processore che può essere portato a 4.2 GHz su tutti e sei i core senza complicazioni.

Ora tocca a Ryzen 7 2700 ed al suo particolare TDP di 65 watt. Particolare perché così basso su un octa core da farne un prodotto adatto ai PC mini-ITX e ai sistemi All-in-One. Particolare perché flessibile al punto da raddoppiare i consumi con un overclock stabile. Ryzen 7 2700 parte da una posizione di svantaggio rispetto al 2700X: il suo prezzo di vendita è troppo vicino al top di gamma, tanto che, per soli 30 dollari, e con un dissipatore Wraith Spire anziché Wraith Prism, ha poco senso consigliarlo. Ma non è un suo limite, più una scelta commerciale di AMD.

  Ryzen 5 2600 Ryzen 5 2600X Ryzen 7 2700 Ryzen 7 2700X

Core / Thread

6 / 12 6 / 12 8 / 16 8 / 16
Frequenza base 3.4 GHz 3.6 GHz 3.2 GHz 3.7 GHz
Frequenza boost 3.9 GHz 4.2 GHz 4.1 GHz 4.3 GHz
Cache L2 3 MB 3 MB 4 MB 4 MB
Cache L3 16 MB 16 MB 16 MB 16 MB
TDP 65 W 95 W 65 W 105 W
Dissipatore  Wraith Stealth Wraith Spire Wraith Spire RGB Wrait Prism RGB
Prezzo di listino 199 USD 229 USD 299 USD 329 USD

Capire il posizionamento di Ryzen 7 2700 rispetto al 2700X è complicato. Da un lato, non conviene; dall'altro, ha consumi più bassi e la flessibilità prestazionale dei moltiplicatori sbloccati. Per comprenderlo, bisogna controllare le frequenze, vedere come reagisce alle temperature, come "mura" l'overclock. Io, per farlo, ho usato la stessa configurazione del test al 2700X. 

La configurazione di prova

  • Scheda madre Asus X470 CrossAir VII Hero Wi-Fi
  • CPU AMD Ryzen 7 2700 8-core / GPU Asus ROG Strix RX Vega64 OC
  • Dissipatore Wraith Spire RGB / CoolerMaster Masterliquid Pro ML240 RGB
  • RAM 2x 8 GB G.Skill SniperX DDR4 a 3400 MHz
  • SSD Samsung 960 Pro 512 GB / SSD Intel Optane 800P 118 GB / HDD Toshiba X300 6 TB 7200 rpm
  • Alimentatore Thermaltake Paris 650 watt / Case NZXT H440 
  • Windows 10 Home 64-bit / Ubuntu Linux 17.10
Alcuni componenti del nostro PC setup con Ryzen 7 2700. Sullo sfondo, la scheda video Asus ROG Vega64 OC.

Il comportamento predefinito di Ryzen 7 2700, quindi senza ottimizzazioni software, usa gli 8 core a 1545 MHz in idle, a desktop fermo. Sale a 3.4 GHz nelle operazioni multi-thread e si spinge fino ai 4.1 GHz pubblicizzati dall'azienda solo nelle operazioni single-task, con un solo nucleo. Sono valori molto più bassi del 2700X e del 2600X, dove la tecnologia XFR2 dell'architettura Zen+ e del chipset X470 riesce a portare tutti i nuclei alla frequenza Turbo dichiarata (e anche qualcosa in più quando le temperature lo permettono). Ed ecco la prima notizia: Ryzen 7 2700 non ha la gestione XFR2 che abbiamo apprezzato sugli "X", ma qualcosa di più simile alla XFR della serie Ryzen 1XXX.

Il vincolo, probabilmente, serve a tenere basso il TDP. In questa modalità, usando il dissipatore Wraith Spire di serie, il Torture Test di Prime95 porta la CPU fino ai 90°C, la ventola a 2700 RPM, e la frequenza appena sotto i 3.4 GHz. Ne viene fuori un grafico così.

"Torture Test" di Prime95 alla CPU con dissipatore stock.

Non è un risultato incoraggiante. Frequenze a parte, la temperatura arriva a livelli difficili già dopo 12 minuti, e poco importa se potrebbe esserci un problema con la pasta termica pre-installata, o se la metodologia di prova è poco reale. Wraith Spire ha dato risultati simili anche nel test a Ryzen 5 2600X (lì lo abbiamo sostituito con un Noctua NH-D15) quindi è stato identificato come il primo colpevole. 

Il dissipatore Wraith Spire RGB incluso in confezione; non è male, ma la CPU si merita altro.

Così è entrato in gioco l'impianto a liquido All-in-One di Cooler Master. Il Masterliquid ML240 RGB, anche se montato senza gli effetti colorati sulle due ventole e sulla pompa, ha permesso di ridurre le temperature massime a 65°C, alzare la frequenza operativa in multi-core a 3.5 GHz e migliorare la rumorosità con una ventola a 1100 RPM. Considerato il prezzo di vendita vicino ai 60 euro, può essere un buon investimento per chi ancora non ne possiede uno. I benchmark della tabella a seguire sono stati eseguiti con queste impostazioni.

"Torture Test" di Prime95 alla CPU con dissipatore liquido MasterLiquid ML240 RGB.
  Ryzen 7 2700
4.1 GHz
Ryzen 7 2700X
4.3 GHz
Ryzen 5 2600
3.9 GHz
Ryzen 5 2600X
4.2 GHz
Geekbench 4 Compute
Single / Multi
4244 / 25370 4980 / 26382 4038 / 18428 4318 / 19719
Cinebench R15
CPU Multi
1601 1861 1291 1395
PCMark 8 Creative
Standard (non OpenCL)
4513 4841 4390 4595

Il vantaggio rispetto ai Ryzen 5 6-core resta evidente in multi-thread, nelle operazioni di calcolo parallelo come il rendering video, l'elaborazione grafica di certi software CAD, la compilazione di codice, ma la frequenza di clock limita questi risultati. Anche un Ryzen 7 1700X da 95 watt non è affatto distante da questi.Uno dei vantaggi della nuova architettura "Pinnacle Ridge" (oltre alla latenza delle cache L1, L2 e L3 più bassa, alle memorie più veloci, al processo produttivo a 12nm con un Vcore più basso di 50 mV, a vantaggio di frequenze globali più alte di 0.25 GHz) dovrebbe essere proprio il superare i 4 GHz in multi-core con più facilità dello scorso anno.

AMD Ryzen 7 2700: consumo su presa della nostra configurazione.

In sintesi, con le impostazioni standard, Ryzen 7 2700 non sfrutta XFR2 come altre CPU e gira a frequenza base, lasciando il Turbo al solo single-thread. Ha il vantaggio di consumi inferiori (su presa, siamo 50 watt sotto un Ryzen 7 2700X montato nella medesima configurazione) e, quindi, di temperature migliori a parità di dissipazione. I suoi pregi non vanno ricercati nella frequenza di clock ma in una implementazione più adatta a telai compatti, ad un uso desktop del PC, meno sottoposti a carichi continui. Intendiamoci: resta un 8-core di fascia alta per la categoria desktop, ma consapevole di girare sotto tono. Almeno fino a quando non decidete di spingerlo un po' oltre.

AMD Ryzen 7 2700: l'overclock

L'overlock manuale è una necessità quando si è investito in un dissipatore diverso dal Wraith Spire. Il moltiplicatore sbloccato è uno dei suoi vantaggi, ed è la conferma di quanto scritto poco fa sulle scelte commerciali di AMD. Ho iniziato alzando il BUS a 103 MHz con la AiSuite 3 della motherboard Asus; lavora in abbinata con la EZ Tuning del BIOS e aumenta la velocità di clock di un 13% se selezionate dissipatore a liquido e il profilo "creativo". Così, Ryzen 7 2700 arriva a 3.7 GHz su 8-core.

È qualcosa, ma non è abbastanza. Con un semplice moltiplicatore portato a 41x, oppure con un VCore vicino a 1.4V, si spingono gli 8-core a 4.1 GHz e si ha quell'incremento prestazionale desiderato. Il grafico sotto è stato registrato durante un rendering con Adobe Premiere Pro CC 2018. Questa operazione impegna anche la GPU quindi i consumi complessivi, le temperature e la rotazione delle ventole sono influenzati da questo. Ho una massima di 80°C con una media di 70°C; ho ventole a 2000 RPM nei punti più alti e un CPU Package Power che passa dai 65 watt delle impostazioni standard ai 125 watt di media. L'analisi riguarda il rendering della videorecensione a Garmin Forerunner 645 Music. C'è la color correction dei Luxmetri, e ci sono diversi file sorgenti da gestire; non è un progetto semplice ma il PC Ryzen così pompato impiega circa 3 minuti a creare un Full HD VBR a una passata. Niente male.

Rendering con Adobe Premiere Pro CC 2018 in modalità overclock.

I miei non sono risultati spinti. Gli altri processori Ryzen di seconda generazione sembrano toccare i 4.4 GHz quindi è davvero credibile pensare ad una frequenza massima simile per il 7 2700. Dipende dalla qualità dei componenti e dal singolo esemplare, questo sì, ma si può fare di meglio se si ha solo l'obiettivo di mettere online un test di overclock. Io ho voluto fare altro: tutte le analisi di questa recensione sono registrate con un PC assemblato nel modo descritto, con case NZXT chiuso sotto al piano di lavoro, non su un banchetto da benchmark ventilato. Ho usato (e continuo ad usare) questo PC nel lavoro di tutti i giorni.

AMD StoreMi: alcune considerazioni

Assemblare il PC per Ryzen 7 2700 è stata l'occasione per provare, definitivamente, la tecnologia di accelerazione dello storage StoreMi. Ogni processore Ryzen su chipset X470 integra una licenza di questo software. SSD, HDD e RAM si possono unire in un unico spazio di archiviazione, adatto al boot o semplicemente come partizione dati, sfruttando il meglio delle rispettive tecnologie. Quindi una SSD veloce unita ad una HDD capiente permette di tirar fuori una partizione che ha i tempi di accesso della prima e lo spazio della seconda; aggiungendo anche la memoria RAM (massimo 2 GB) si crea un sistema di cache

Il software StoreMi incluso con i processori Ryzen (la licenza è integrata nel BIOS, non servono codici) è una versione ridotta del programma di ENMOTUS. Ha dei vincoli: funziona solo su Windows 10 64-bit, e crea un disco logico accessibile solo da questo sistema operativo; da Linux, per dire, si vedono i dischi separati, illeggibili. Inoltre accetta SSD (SATA o NVMe) da massimo 256 GB. A suo vantaggio c'è una facilità di implementazione disarmante; basta seguire la procedura, scegliere se salvare o meno i dati presenti, specificare qual è il disco veloce e quel è il disco lento, e aspettare qualche minuto. Quando si creano partizioni di boot serve un riavvio, altrimenti non è necessario; la memoria RAM, ad esempio, può essere aggiunta "al volo", senza doverlo smontare e senza dover riavviare la macchina.


L'interfacci di configurazione e gestione dei volumi creati. In aggiunta, c'è un programma di controllo nella tray di sistema.

Io ho unito un disco meccanico Toshiba X300 da 7200 rpm e 6 TB di spazio ad una SSD Intel Optane 800P da 118 GB. Una SSD Optane NVMe rilegata a comprimaria di un volume logico può essere uno spreco, me ne rendo conto, ma in questo modo si sfruttano i vantaggi della tecnologia 3D XPoint di Intel e i suoi strepitosi tempi di accesso ai file più piccoli, alla lettura casuale con latenza tanto bassa. Per quanto le SSD Optane possano rappresentare il futuro dello storage casalingo, è difficile far rientrare nei 118 GB di spazio un sistema e tutti i programmi. Magari basta, magari no.

Da StoreMi, ne è venuta fuori un'unità logica da 6 TB a cui ho poi dedicato 2 GB di RAM DDR4-3400 per la cache. Nel mio PC Ryzen c'è una SSD NVME Samsung 960 Pro da 512 GB per i sistemi operativi, quindi lo spazio StoreMi è diventato l'archivio video dei progetti di Adobe Premiere Pro CC, per le foto, per la libreria di Steam. Sono scesi i tempi di indicizzazione dei file video e Premiere Pro si è trovato una memoria più veloce per la cache delle anteprime. Credo che usarlo per una partizione di avvio sia un modo migliore di sfruttare i suoi metodi, ma anche così rendo decente un disco meccanico che, altrimenti, sarebbe solo capiente.

In sequenza, le prestazioni dei moduli di archiviazione del nostro setup dopo l'accelerazione AMD StoreMi.

StoreMi non è una soluzione di caching ma un insieme di virtualizzazione e monitoraggio continuo capace di spostare i file più usati dall'utente nella memoria più veloce, qualunque essi siano. Il resto viene archiviato dinamicamente sul disco più lento (ma più capiente). Serve a creare partizioni veloci a costo zero, usando quel che si ha, perfetto se si lavora sotto Windows 10.

Mi è sembrato affidabile. Non ho avuto problemi software in questi giorni di prove, né le complicazioni del test ad Optane su Intel NUC7 Kaby Lake (di gioventù, adesso risolti). Inoltre ha un impatto sulla PC non importante. L'interfaccia del programma fa creare e smontare i volumi StoreMi, e modificare alcuni aspetti come la presenza dalla memoria RAM o l'aggiunta di altri moduli. Una utility nella tray di sistema tiene sotto controllo il tutto. Le complicazioni, magari, potrebbero venir fuori con setup più complessi o quando si vuole aggiungere un volume StoreMi al volume di avvio di Windows 10. AMD ha due documenti online dove si spiegano le procedure esatte per risolvere eventuali noie e per controllare che il sistema giri come previsto. Per quanto non abbia la profondità di una Optane Memory o le potenzialità di un vero RAID, è molto più semplice da mettere in funzione. Considerando la resa pratica, è una buona aggiunta (gratuita) ad un pacchetto hardware che include già processore e dissipatore.

Considerazioni finali

Chiudo come ho iniziato. AMD Ryzen 7 2700 non è conveniente per la maggior parte degli utenti. Si presta ad installazioni diverse rispetto a Ryzen 7 2700X e Ryzen 5 2600X perché consuma molto meno; sembra perfetto per dei PC All-in-One o per degli assemblati mini-ITX; in questi formati, 8-core e X470 possono migliorare l'esperienza d'uso di molte persone. Inoltre, se abbinato ad un dissipatore di qualità, Ryzen 7 2700 diventa flessibile al punto da permettere un overclock stabile sopra i 4 GHz su tutti i core.

Però il suo prezzo di vendita è troppo vicino a quello del 2700X: 299 dollari uno e 329 dollari l'altro, più per meriti del secondo che per suoi, veri limiti. Un 2700X è più autonomo (XFR2) ed ha un dissipatore stock migliore (Wraith Prism RGB). Preferitelo al 2700 se nel vostro setup non c'è un problema energetico. Con un prezzo di listino tanto simile, ve lo suggerisce la stessa AMD.

Schermo enorme ma dimensioni decisamente contenute. Display bellissimo e batteria ampia? Samsung Galaxy S8 Plus, in offerta oggi da Phone Strike Shop a 447 euro oppure da ePrice a 530 euro.

98

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
The Jackal™

Intendevo che stanno scendendo rispetto all'ultimo periodo, il che è positivo già di per sé. Comunque il. Samsung 860evo 500gb a 100€ (spedizione inclusa) non mi sembra male

Dea1993

scendono fino ad un certo punto, visto che i prezzi sono anche risaliti, nel cybermonday del 2016 il crucial mx300 da 512GB era sceso fino a 90 euro, normalmente si trovava a circa 120 euro.
poi i prezzi sono saliti tanto arrivando anche a 140 euro per i 500GB, ora sembra che un po si stiano riabbassando e stanno tornando ai prezzi di 2 anni fa, quindi di fatto i prezzi non sono calati, siamo solo tornati alla situazione di un tempo... sono calati rispetto a mesi fa, ma sono rimasti uguali a 2 anni fa, e purtroppo ancora costano troppo per sostituire gli HDD, quando con meno di 100 euro si potranno prendere 500gb allora saranno un tantino più accessibili.
per ora per il mio notebook dove necessitavo di 1TB, ho dovuto optare per un SSHD che comunque mi sta dando grandi soddisfazioni

The Jackal™

Hdd da 1tb fai pure 35€, rispetto agli oltre 200 per un ssd da 1tb. Ancora siamo lontani dalla convenienza, ma comunque pian poano i prezzi scendono

The Jackal™

Purtroppo è così, mura a 4.2/4.3, te lo dico da possessore del 2700x. I più sculati arrivano a 4.4 ma magari con voltaggi alti per tenerli daily

Luca

Ciao Riccardo, posso chiederti che software usi per produrre i grafici dei benchmark? Grazie e ottima recensione :)

Iangiulu

Ecco ora voglio acquistare un pc fisso con questo processore... Riccardo per fortuna che riesco a controllarmi altrimenti mi sarei rovinato, qualsiasi cosa tu recensisca acquista valore. Grandissimo.

Maverick

Io ho il 3570K, e ancora non vedo il motivo di doverlo cambiare

Mistizio

sto fatto della cpu era presente pure sul pc di un mio amico che - per disperazione - ho riportato a seven.

il photo viewer l'ho utilizzato, ma trovo odiosissimo il fatto che se fai lo zoom sulla foto poi devi tornare alle dimensioni normali per visualizzare la foto successiva.

Certo, se ti fa comodo e trovi imprescindibile qualche app, manco ha senso avere la ltsb e dover installare lo store :)

win 7 + kaby lake + nvme = watch?v=mxvNUXnN9hY
questo è il primo video che ho trovato su yt, ma credo che ci sia pure qualche guida :)

furlo

sinceramente andrei per l'i7 8700k. Nessun problema con ram e latenze, incompatibilità o inadeguato supporto dei programmi (niente mad0nne in premire o solidworks con crash e freeze). Nei programmi che sfruttano pochi se non un core vince a mani basse. Della serie meglio pochi ma buoni. Io sono soddisfatto del mio i5 8400, la miglior budget gaming cpu al momento.

Gark121

Guarda ogni review del mondo: mura a 4.4, stock arriva a 4.3... Grandi margini di overclock proprio

Accapi

basta inserire lo scorrimento orizzontale...

riccardik

Definisci abbastanza compatto, che case è? Per ospitare una dual socket deve esser già piuttosto grande

Snowtrooper

Certo.. l'importante è crederci.

Albi Veruari

Ma guarda che l'ho usata e non ho mai fatto più di 2 settimane, ci sono molte mancanze ( una a caso, photo viewer) per le quali poi dovevo reinstallare lo store tramite powershell. Se il mio pc fosse compatibile con windows 7 (kaby lake e nvme sono incompatibili), ci tornerei volentieri visto che per me i problemi derivano dalla base di windows 10 e mi spara la cpu spesso al 100% con solo qualche app aperta (ho un i5).

Gark121

Un buon overclock oltre quello automatico la CPU non lo regge.

Dea1993

oddio.. che i 500GB te li tirano dietro... mi pare un tantino esagerato, visto che costano ancora oltre 100 euro, quando un sshd da 1tb lo paghi 60 euro e un hdd da 1tb lo paghi anche meno di 50.

Snowtrooper

grazie per l'informazione

Snowtrooper

ottimo, ma se uno pensa a fare un buon overclock.. beh purtroppo non basta ;)

Gark121

Boh, solo io riesco a dissipare 2 xeon da 130w dentro un case abbastanza compatto in cui c'è anche una gpu bella calda?

GianlucaA

Manco foste cicciopasticciopuntocom, siete uno dei principali blog di tecnologia italiani.
Avere un sito mobile friendly nel 2018 credo sia basilare se non il minimo indispensabile. Suvvia non fate i genovesi e pagate un web designer decente

Gark121

90 gradi su core senza OC e senza nemmeno essere arrivato a regime. Ossia l'esatto contrario di "ottimo".
Non si sta parlando di oc: non regge nemmeno le frequenze stock a temperature decenti.

Gark121

Comunque il dissipatore coi led è quello del 2700x, e funziona moooolto meglio di questa ciofeca

Gark121

Se fai qualcosa che sfrutta pienamente il multithread si (ma comunque imho molto meglio puntare sul 2700x). In caso contrario (e cioè nel 99,999% degli applicativi) avere 8 core non cambia niente, e quindi tanto vale puntare sul 2600x. Non tanto per un mostruoso aumento di potenza o di efficienza, quanto per modernità della piattaforma.

Gark121

Un buon dissipatore che sull'x ti danno in confezione...

GiankulottoGranbiscotto

vorrei aggiornare il mio 3770, dite che questo sarebbe un buon upgrade?

Tom Smith

Che vada a 90 gradi non ci credo proprio però c'è da dire che sta volta hanno sconsigliato di prendere i modelli non x.

ilmondobrucia

Non dell'acqua??

greyhound

Ma che stai dicendo? Hanno tutti riconosciuto che è un ottimo dissioatore da 20-30€

greyhound

Non proprio...il 2700x mette a disposizione l overclock dinamico che arriva a portare un core a 4.35ghz quando serve mentre mando non serve mantiene i consumi bassi...cosa che con il 2700 non puoi fare

Mistizio

non è propriamente la stessa cosa e lo sai bene. e poi anche se hai un'intelligenza normale, l'ltsb la riesci a scaricare e installare! fidati!

riccardik

le temperature le devi dissipare comunque, il calore generato non è lo stesso

Word_Life

Lo stesso giorno in cui risolveranno il sito da cui prendono i captcha per potersi registrare su HDBlog Forum, ovvero mai

Dr. Freudstein

Vero, inoltre i7 8700:
Frequenza base 3.2 GHz
1 core 4,6 GHz
6 core 4,3 GHz

Sarebbe interessante una recensione contro questo ryzen 7 2700.

Snowtrooper

.. te lo puoi far diventare da solo "x" .. non è nient'altro che un leggero overclock di fabbrica che si puo tranquillamente fare da soli e magari i soldini risparmiati si possono investire in un buon dissipatore.

ilmondobrucia

Perché la tabella è fissa a livello di html altrimenti si accavallano le parole per adattarsi ai vari formati di risoluzione.
Doverebbero mettere uno slide come in altri siti

Albi Veruari

Un blog che parla di tecnologia e smartphone che non rende i contenuti fruibili ad utenti su smartphone pare un pò una barzelletta.

Albi Veruari

Se uno deve ricorrere alla versione ltsb (impossibile da ottenere per le persone normali), tanto vale prendersi windows 7.

Michealknight

ma malissimo cosa, io non mi fido e ho letto benissimo in molte review che a frequenze stock fanno il loro dovere, quelli intel anche a stock mandano la cpu oltre gli 80 gradi, qua si parla di oc, é diverso, che volevi un aio ad azoto compreso che ti fa scendere la temperatura sotto lo 0 assoluto?

Gark121

E vabbè, se non ti fidi, perché stai qui a commentare?
Apriti il tuo sito, fai le tue prove e parla di quelle no?
Tutti i recensori del mondo o quasi hanno parlato malissimo di questo dissi su ryzen 2, i grafici stanno a disposizione, almeno evitare di affermare convintamente il contrario sarebbe prova di intelligenza.

Michealknight

a parte che 90 gradi dove li hai letti? si parla di 4,1ghz in oc tra i 70 e gli 82 gradi. IN OVERCLOCK.
se mandi lo stock intel in oc si fonde il sole.

Michealknight

sto parlando di persona, io non mi fido a prescindere delle cose finché non tocco con mano.

Gark121

"non so questo"... Ma leggere la recensione prima di commentare? Troppa fatica?

Michealknight

non so questo ma il 1700 in stock non superava i 55 gradi con il dissipatore standard

Gark121

Ha un buon dissipatore no, ma proprio no. 90 gradi su frequenze stock senza manco essere arrivato a regime, per cortesia. Va bene essere fan boy, ma c'è un limite.

Roberto

Si resta tagliato...

Yoshi

Me too

Roberto

ilmondobrucia

Vuoi dire che in verticale rimaste tagliata da un lato?

Top Cat

OTTIME CPU che stanno facendo tremare le gambe alla distinta concorrenza.

Top Cat

I know, man.

Vaio S11 e S13 sono leggerissimi, potenti e ricchi di porte | Anteprima Computex

ASUS Project Precog: il notebook a doppio schermo del futuro | Anteprima

HDblog @ Computex 2018: live blog continuo dalla fiera

Recensione Logitech G560, speaker 2.1 con LED RGB