Intel risultati finanziari super, ma 10 nanometri rimandati al 2019

27 Aprile 2018 32

Intel ha comunicato i risultati finanziari del primo trimestre fiscale del 2018, facendo segnare ancora una volta una importante crescita anno su anno. Il fatturato è stato di ben 16,1 miliardi di dollari, con un 9% di crescita rispetto allo stesso trimestre del 2017. A calare rispetto allo scorso anno è soltanto il margine lordo che si è comunque attestato al 60,6%, soltanto l'1.3% in mento rispetto al Q1 2017.

Anche l'utile operativo ha fatto segnare una importante crescita. Parliamo del 23% per un totale di 4,5 miliardi di dollari; stessa cifra che troviamo alla voce utile netto che rispetto al Q1 2017 è però salito addirittura del 50%.

Risultati finanziari Intel Q1 2018
Q1'2018 Q4'2017 Q1'2017
Fatturato $16,1mld $17,1mld $14,8mld
Utile operativo $4,5mld $5,4mld $3,8mld
Utile netto $4,5mld -$0,7mld $3,0mld
Margine lordo 60,6% 63,1% 61,9%
Fatturato Client Computing Group $9,0mld -8,9% +3%
Fatturato Data Center Group $5,2mld -4,4% +24%
Fatturato Internet of Things $840mln +3,5% +17%
Fatturato Non-Volatile Solutions $1mld +12,5% +20%
Fatturato Programmable Solutions $498mln -12,3% +17%

Con numeri come questi è facile intuire come tutte le singole divisioni dell'azienda abbiano fatto segnare un primo trimestre in crescita rispetto al corrispettivo dello scorso anno. Anche il settore Client Computing Group, nonostante il momento non certo semplicissimo del mercato PC, è infatti riuscita ad ottenere un fatturato di 8,2 miliardi di dollari con un incremento del 3% anno su anno.

Per quanto riguarda l'utile operativo della divisione Client Computing, invece, si registra un risultato in calo rispetto allo scorso anno. Parliamo di un 8% in meno con 2.8 miliardi di dollari contro i 3 dello scorso anno. Secondo Intel si tratta di un calo dovuto ai forti investimenti messi in atto a favore dello sviluppo delle soluzioni a 10 nanometri che, tuttavia, tardano ancora ad arrivare. Addirittura, nonostante Intel abbia iniziato a spedire alcune piccole quantità di chip non ci saranno consegne in volumi sufficienti da soddisfare le richieste del mercato prima del 2019. Un ulteriore rimando, quindi, rispetto a quanto annunciato in precedenza.

Intel definisce le divisioni facenti capo al Client Computing Group come "PC-Centric" e, come possiamo facilmente osservare dalla tabella qui sopra, si tratta ancora del settore che conduce il gioco. Tuttavia, abbiamo tutta un'altra serie di divisioni che includono il Data Center Group, Internet of Things, Non-Volatile Storage e il Programmable Solutions Group, che Intel raggruppa sotto il cappello "Data Centric" e che stanno comunque facendo molto bene.

Il Data Center Group ha chiuso infatti il trimestre con un fatturato di 5,2 miliardi di dollari, con una crescita del 24% rispetto allo scorso anno. L'Internet of Things Group ha invece fatto segnare un incremento del 17% con un fatturato di 840 milioni di dollari. Poco meno della divisione Non-Volatile Memory Solutions che ha registrato una crescita del 20% con un fatturato di 1 miliardo.

E per finire abbiamo il settore Programmable Solutions che a fronte di un fatturato di quasi 500 milioni di dollari è risultato in crescita del 17% anno su anno.

Grazie a questa partenza positiva, Intel ha quindi rivisto le previsioni per tutto il 2018 alzando l'obiettivo di fatturato a 67,5 miliardi di dollari. Una cifra che, qualora ottenuta, porterebbe ad un incremento di 2,5 miliardi di dollari rispetto alle ultime previsioni.

Oggi uno dei migliori acquisti nella fascia media? Huawei Mate 10 Pro, in offerta oggi da Tiger Shop a 368 euro oppure da ePrice a 497 euro.

32

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Boronius

Il baco delle CPU è relativo, non so quanto sia sfruttabile nella realtà, inoltre in genere i server sono imbottiti di cäzzate, le info veramente importanti stanno altrove, offline

Tom Smith

Non hanno minimamente investito sui 7. Sono bloccati sui 10 al momento

Gark121

Per semplificare un discorso molto complesso: la produzione di un chip è un qualcosa di molto complesso, e globalmente la qualità del processo Intel è pari se non avanti alla concorrenza anche se il numerino dei nanometri sembra dimostrare il contrario.

Maurizio Mugelli

tutti i numeri che danno sono puro marketing da un pezzo, tanto intel quanto tmsc e gli altri, non esistono "10nm reali"

le variabili nei processi produttivi recenti sono troppe per essere ridotte ad un singolo numero.

Vash

non mi preoccupo, ma mi rode, se faccio na caxxata io cosi, mi mettono al 41\bis a vita e buttano la kiave.... a loro danno la medaglia

manu1234

10nm reali che non ci sono ancora....

sasci93

Per quale motivo sarebbero farlocchi?
Scusa la mia ignoranza

Markk

-Intel ladröni
Chi sono gli azionisti maggiori di Intel? Vanguard Group, Inc. , Blackrock Inc e molti altri fondi iperspeculatori e truffaldini della famiglia crïminale Rothschild inclusa Bank of America.

Markk

Ladröni, intanto la gente compra lo stesso prodotti Intel fregandosene di tutto

Boronius

Ti spiano direttamente i governi e tu ti stai a preoccupare per una CPU?

Boronius

Ma a 10 nanometri non ci sono gli elettroni che fanno i salti quantici? Avevo letto in merito ad una soglia insormontabile

Wukepi

7nm farlocchi, che sono grossomodo come i 10nm reali di Intel...

Boronius

Questi potrebbero fare soldi perfino con un 4004 a tubi termoionici...

AlexAznable

I 10nm sono come Kingdom Hearts III e Rebuild 3.0+1.0
È dal 2015 che se ne parla, "arriveranno con Cannon Lake nel 2017" e poi ogni anno vengono rimandati
Credo sia un misto di risultati finanziari ottimi e problemi nel processo produttivo, processori così piccoli su PC sono un bella gatta da pelare

William

E tra un mese tsmc inizia la produzione di massa a 7nm...

Maurizio Mugelli

ci sono un bordello di variabili da calcolare e come interpretarle, a grandi linee i 10nm intel equivalgono ai 7nm degli altri - glofo sembra leggermente avanti come densita' delle librerie per la sram ma cambia poco.

bisogna vedere anche come viene ottimizzato il processo, ad esempio glofo essendo il suo 7nm di derivazione IBM ottimizza per l'hi power mentre tmsc per il mobile.

NaXter24R

I PP non sono uguali per tutti, quelli di Intel sono parecchio problematici

Maurizio Mugelli

'nsomma, i problemi con i 10nm non sono nuovi, hanno fatto qualche errore gia' anni fa e i tentativi di aggiustarli senza ripartire da zero non hanno dato frutto.
mi sa che a questo punto saltano i 10 e passano direttamente ai 7nm (quello che gli altri chiamano 5nm)

Alessio Ferri

Mmm, è solo marketing in tutti e 3 i casi. Quella è 1/2 della dimensione minima, bisogna vedere la dimensione media.

Maurizio Mugelli

stessa parola, significato diverso....
in pratica quando intel dice 10nm tmsc e samsung dicono 7nm, i numeri usati in realta' hanno poca attinenza con la realta'.

Francesco

com'è che TSMC e samsung sono già a regime dall'anno scorso con i 10 nanometri?

acitre

meltdown, spectre, arm, ryzen... Non era fallita intel a leggere i commenti? ... Ahhh, gli esperti da forum...

Ezio

E ti credo che le spostano al 2019. Il motivo è scritto nella prima parte sempre del titotlo: " risultati finanziari super". Minima spesa massima resa

NaXter24R

La buona notizia per Intel è Keller. I 10nm a detta di molti insider sono un fallimento per ora, rese bassissime e sotto le aspettative

Vash

come disse cicciolina, i nani non bastano mai :P

Tom Smith

Soprattutto se tmsc ha già i 7

Vash

e le putt@n@te super ndo le mettiamo? meltown e spectre in primis...

il Gorilla con gli Occhiali

Diciamo che sarebbe ancora meglio ma non è indispensabile.

il Gorilla con gli Occhiali

Grazie per la fiducia.

luca

ci fidiamo della tua opinione

Frost

Una ulteriore riduzione dei consumi su dispositivi mobili non fa mai schifo.

il Gorilla con gli Occhiali

No problem per i 10 nanometri, oggi non servono.

Alienware Area-51m è un mostruoso "portatile" con CPU desktop | Video

Dell svela il nuovo XPS 13 con isolamento termico GORE | Video Anteprima

MSI GS75 Stealth: sottile, leggero e con GeForce RTX 2080 Max-Q | Video

Recensione telecamere sicurezza D-Link DCS-2802KT: complete e flessibili | Video