Anche Chrome OS potrebbe avere presto un proprio sottosistema Linux

23 Aprile 2018 35

Chrome OS potrebbe presto offrire una soluzione integrata per eseguire applicazioni Linux, con ogni probabilità attraverso una macchina virtuale. Molti utenti del sistema con la modalità sviluppatore attivata hanno riportato che è comparsa una nuova app dal nome piuttosto eloquente - "Terminal". La descrizione che compare quando la si lancia è altrettanto chiara:

  • Sviluppa sul tuo Chromebook. Puoi eseguire le tue app native preferite e i tool da riga di comando senza sforzi e in tutta sicurezza.

L'avvio di Terminal, continua l'avviso, richiede 200 mega di download: tantissimi per il solo terminale. Ciò indica che il pacchetto comprende un'intera virtual machine, nella quale eseguire un sottosistema Linux completo. Proprio come fa Windows 10. Indizi di questa novità erano già emersi nel codice sorgente di Chrome OS qualche mese fa, e questa è una conferma importante.

Le buone notizie finiscono qui, nel senso che premendo il pulsante Install non succede niente - viene visualizzato un messaggio di errore dell'installazione. Tuttavia, è interessante osservare che lo stesso comportamento si registra sia con processori ARM sia con processori Intel x86, segno che Google potrebbe implementare il sottosistema Linux su entrambi in contemporanea.


L'arrivo del supporto nativo a Linux è molto interessante per un'ampia fetta di sviluppatori - in particolare chi lavora con le Web App, a cui spesso basta un browser e qualche tool da riga di comando per essere operativi. Il binomio tra Linux e Chrome OS è già esistente da tempo, grazie a Crouton: ma è una soluzione non ufficiale e troppo complessa affinché possa diffondere la piattaforma nel settore.

Fotocamera al top e video 4K a 60fps con tutta la qualità Apple? Apple iPhone XS, in offerta oggi da Techinshop a 860 euro oppure da Amazon a 999 euro.

35

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Black_Codec

Appunto gente che lo usa come un Tablet con tastiera nulla di più

DeeoK

Non necessariamente.
Comunque non so quale sia il fine ultimo di WSL, ma non credo che sia quello di lanciare applicazioni Windows.

Los Endos

Ma facendolo lavorare in isolamento non si perderebbe la capacità ad esempio di lanciare programmi windows dalla bash?

DeeoK

I concetti sono effettivamente diversi ma fino ad un certo punto.
In generale non la chiamerei VM perché non lavora in isolamento (se non erro hanno già trovato falle a riguardo). E' anche vero che in futuro probabilmente lo farà (sarebbe privo di senso il contrario) ed in quel caso sarebbe praticamente una VM.

Los Endos

Deeok non sta dicendo che linux abbia sfondato in ambito desktop/consumer, anzi...
Linux ha peró sostanzialmente ottenuto quasi il monopolio da qualunque altra parte (server, supercomputer, sistemi embedded).
Poi magari l'obbiettivo nei suoi primi anni (90) era offrire un'alternativa libera a windows, ma tante cose sono cambiate e oggi sembra davvero assurdo parlare di "fallimento" di linux..

Los Endos

Mmm non so, continuo a vederli come concetti diversi...
Ma in realtà non sono molto esperto in materia

DeeoK

Per quanto la definizione di VM sia precisa la sua implementazione è più generica, nel senso che una VM può non "emulare" un intero sistema.
Diciamo che considerato che questo compatibility layer in pratica emula tutto il kernel Linux non è poi troppo sbagliato chiamarlo VM (Wine invece si limita alle DirectX se non erro). Quello che gli manca è sicuramente l'isolamento che di solito ha una VM.

Los Endos

Si si lo so..
Ma una virtual machine simula un pc a livello hardware sove poi far girare il software che si vuole, qua si tratta di un compatibility layer (proprio come wine) e sono cose concettualmente diverse.

DeeoK

Eh?
Google non spinge il kernel Linux, Google lo utilizza in ambito mobile. ChromeOS conta poco o niente in ambito desktop. Canonical non ha minimamente i mezzi di Microsoft in ambito desktop, Microsoft che si è costruita la sua diffusione a suon di mazzette.
Linux come kernel è diffuso praticamente ovunque anche senza di Google. Server, router, dispositivi IoT vari... tutti si appoggiano a Linux. Microsoft stessa sfrutterà Linux in ambito IoT con Azure.
Windows non conta praticamente nulla al di fuori del mercato consumer.

Vive

L'idea è più di invogliare gli sviluppatori della comunità Linux a lavorare su un sistema operativo con un bacino di utenza più ampio.

Vive

Scegli da che parte stare perché lo sappiamo tutti che Linux è il primo kernel al mondo grazie a Google con Android, e sta provando anche a spingere Chrome OS che è sempre kernel linux.

Le aziende che lo vogliono / volevano spingere in ambito consumer ci sono eccome: Canonical e Google.

Ma chi crede che bisogna spingere Linux preservando totalmente i dati di ogni utente è soltanto un povero illuso che non ha assolutamente idea di come funzioni questo business.

Vive

Se il ragionamento alla base è "ti devi impegnare di più" beh allora Linux resterà sempre nella nicchia che è.

Il consumatore medio, il terminale non lo vuole vedere, andava bene 10 anni fa, adesso basta.

E anche con i pacchetti che puoi trovare nel web spesso si fa tanta confusione, serviva un formato unico per tutti.

ctretre

Non gli basterebbe abilitare Flatpak o Snap, si basa su Gentoo, non ci vorrebbe molto, non dovrebbero reinventare la ruota e non sporcherebbero nulla.

Box2Tux

Si praticamente. Probabilmente o verrà eseguita su gentoo stesso oppure per evitare di sporcare tutto verrà utilizzata una vm oppure un sistema tipo docker

DeeoK

Oltretutto l'utenza media si spaventa pure ad un cambio di versione di Windows...

DeeoK

Linux non è mai nato con scopi commmercialmente in contrasto con Windows.
Anche perché sono sempre mancate aziende con sufficienti fondi per spingere in ambito consumer.
D'altro canto è il primo kernel al mondo per diffusione e domina la parte enterprise del mercato.
Parlare di fallimento significa essere decisamente miopi.

DeeoK

Anche io ricordavo fosse Gentoo, quindi la bash dovrebbe averla già...

DeeoK

Usa qualcosa di simile: c'è un processo che traduce tutte le chiamate al kernel Linux in chiamate al kernel Windows. Fa un po' come Wine su Linux.

DeeoK

Wtf?
Ma ChromeOS non è una Gentoo custom?

Sickboy

Ha fallito perchè tu non lo usi/non lo sai usare?

NicoRoma90

in realtà e una gentoo

Los Endos

Secondo me dipende molto dall'uso e dalle esigenze di ognuno, Windows 10 lo trovo piuttosto ben fatto, stabile e capace. Ognuno dei due ha punti di forza e di debolezza ed oggi come non mai direi che queste prese di posizione non hanno molto senso.
Il fatto che linux non si sia difuso su desktop comunque é dovuto solo al fatto che non é preinstallato su alcuna macchina: il 90% degli acquirenti non ha la piú pallida idea di cosa sia un sistema operativo ed usa giusto chrome, il visualizzatore pdf e un editor di testo, per cui uno vale l'altro

Los Endos

Windows 10 non utilizza una virtual machine per il WSL

christian Franco

Linux è limitat solo se parli di giochi e driver proprietari, del resto è MOLTO meglio rispetto a windows

Vive

Ancora con questa storia? lol

Parliamo di linux allora, perché la missione di creare un'alternativa concreta a Windows è fallita completamente e si, l'ho provato, i limiti sono ancora tanti (troppi se lo metti nelle mani del consumatore medio)

Chrome OS si sta espandendo dati alla mano, e sta dominando nella scuola in america (tra gli studenti, più che tra gli insegnanti)

Vive

Perché se usi Ubuntu anche lì hai le tue spyware, tanto vale avere Chrome OS allora.

Wukepi

Onestamente l'utilità mi sfugge... già oggi chi vuole installare una normale distribuzione su un Chromebook/box/etc. può farlo, basta aprire il dispositivo, svitare la rondella di protezione del BIOS/bootloader e piallare tutto via software. Se invece si vuole continuare a usare il ChromeOS integrato l'unica è far girare il sistema Linux in una virtual machine o in "cointainer", quindi molto probabilmente sceglieranno proprio quella soluzione.

CIKAPPA2904

Per l'utilizzo medio dei chromebook e di chromeOS, non penso che questa sia una cosa molto interessante. Tantovale comprare un pc freedos e metterci una distro linux qualsiasi

alexhdkn

Perché uno dovrebbe passare a sviluppare per lo spyware di Google ancora devo capirlo

Dea1993

il titolo gia dice tutto.
chromeOS potrebbe avere un suo sottosistema linux.
al limite potrebbe avere GNU, perchè di fatto chromeOS usa gia linux.
oppure una maggiore apertura di chrome OS per essere usato come una qualunque distro linux e quindi magaari installare tutte le applicazioni linux senza dover usare escamotage o senza usare VM... in questo caso chromeOS e i chromebook diventerebbero molto interessanti, sarebbe bello poter installare in chrome OS, tutte le applicazioni compatibili con linux

Massimiliano Arione

Ma non era più semplice (e leggero) basarsi su Docker?

Black_Codec

E chi lo pensa? I Chrome book sono quanto di meno utile a un sysadmin Windows o Linux figuriamoci a un develop non web o Android...

guasta

Perché forse non è una VM come dicono loro..

Vive

Da quel che ho capito l'intento è stimolare la comunità Linux a sviluppare per Chrome OS. (penseresti che sia già cosi ma in realtà ad oggi chi ci ha sviluppato sono chi lavora nelle web app, o Android)

alexhdkn

Ma Chrome OS non è basato sul kernel Linux? Perché fare una vm per avere un sottosistema completo?

Huawei MateBook: X Pro 2019 e 14 ufficiali, prezzi Italia del 13 | VIDEO

Recensione Lenovo Yoga Book C930: il ritorno del convertibile 4 in 1

Devolo Magic 2: Powerline a 2400 Mbps e Wi-Fi Mesh | Video

Xiaomi Notebook Pro e MacOS: binomio possibile? Video