Recensione AMD Ryzen 7 2700X: l'assemblaggio e i primi giorni

20 Aprile 2018 225

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

Ci siamo lasciati con il contenuto della confezione di Ryzen 2 Gen inviato da AMD. Una scatola nera con dentro due CPU, due schede madri, RAM e dissipatori, completata nel nostro setup da componenti equilibrati, scelti senza voler strafare. Per dire, l'alimentatore Thermaltake Paris da 650 watt (Gold Plus 80), l'hard disk Toshiba X300 da 6 TB 7200 rpm, il case mid-tower NZXT H440, e la SSD Samsung 960 Pro da 512 GB di "seconda mano", ovvero presa tramite Marketplace, sono stati comprati approfittando della Games Week di Amazon. Diversa la GPU: quando Asus mi ha proposto una ROG Strix Vega RX 64 OC con 8 GB di memoria dedicata, non ho saputo rifiutare.

In questa recensione ci occuperemo del Ryzen 7 2700X con dissipatore di serie (Wraith Prism LED) e scheda madre Asus X470 CrossAir VII Hero, appena ottimizzato nelle frequenze, su Windows 10 Home 64-bit. L'altra CPU, Ryzen 5 2600X, su scheda madre MSI X470 Gaming M7, avrà una recensione dedicata. Non ci saranno overclock e impianti a liquido; l'unica regolazione porta la frequenza corretta (3400 MHz) sulla RAM G.Skill Sniper X. L'obiettivo di questo primo test è provare Ryzen 7 2700X nel modo più pulito e semplice possibile, comportandosi come farebbe un utente dopo l'acquisto di un setup così; la fase di ottimizzazione viene dopo, e sarà così anche per noi.

Non ho avuto impicci o noie durante l'assemblaggio. Oggigiorno, per montare un PC, basta seguire le istruzioni ed avere il giusto occhio nel passare i cavi. Case moderni con il nostro NXZT H440 si riempiono da soli; tanti fori, tante via di fuga, una decina di asole per attaccare fascette e nascondere gli eccessi. Per non parlare delle ventole di sistema (tre frontali e una posteriore) già installate e collegate alla centralina. Non assemblavo un PC per intero (intendo, da zero) da qualche anno, ma ho impiegato giusto due ore. E non c'è stato neanche il gusto di scegliere e aggiungere la pasta termica nella giusta quantità, perché il dissipatore Wraith Prism LED arriva con uno strato già pronto. Idem per la scheda madre Asus, spavalda con la shield posteriore montata e la scheda wireless integrata.



Assemblare un PC nel 2018 non è tanto diverso dal montare un mobile IKEA, per quanto le aziende siano brave a far passare come "evoluta" questa operazione. Si potrebbe discutere anche sull'installazione forzata in un certo ordine, sulla creatività nell'assemblaggio che viene annullata da un approccio così. Ma è la spinta che porta avanti il mercato hardware (sul riflesso di quello gaming) perché tutti si vogliono sentire sistemisti o tecnici esperti di hardware. Peccato solo che sia andata persa un bel po' di manualità.

Tornando a noi, ecco i risultati dei benchmark, le temperature, e i consumi. Qualcosa è stato anche confrontato con un Ryzen 1700X installato nella medesima configurazione, giusto per avere un'idea più pignola delle novità di questa seconda generazione.

Ryzen 7 2700X Ryzen 7 1700X
Geekbench 4 Compute Single: 4980 / Multi: 26382 Single: 4147 / Multi: 21117
Cinebench R15 119.61 fps / 1861 cb 94.95 fps / 1540 cb
PCMark 8 Creative 7616 5173
Il dissipatore Wrait Prism LED è nella confezione di vendita di 2700X. L'effetto RGB si può disabilitare per un look più discreto.

Certi risultati sono davvero di rilievo. Cinebench R15 in multi-core ad esempio, ma anche PC Mark 8 Creative e 3DMark Time Spy. Nessuna sorpresa da componenti come la SSD Samsung 960 Pro (3463 e 2039 MB/s in lettura e scrittura), mentre dovrò tornare sulla tecnologia StoreMi di Enmotus; creare un RAID tra il disco Toshiba, la NVMe e 2 GB di RAM, ed usarlo come unità di avvio, ha richiesto più tempo del previsto. Ci tornerò.

Ryzen 7 2700X gira ad una frequenza base più alta ma è la costanza di rendimento il suo punto forte. Passate qualche minuto a guardare i grafici sotto. Tenete bene in mente che questi valori sono registrati su un case mid-tower chiuso e posizionato sotto la scrivania, in una condizione di lavoro reale, e con il dissipatore compreso nel prezzo. Non sono le letture "ad aria aperta" di una banchetto da benchmark o di un case spropositato per ventilazione e dimensioni, perdipiù appoggiato sulla scrivania con tanto spazio su ogni lato.



Quindi vedere gli 8-core stabili poco sotto i 4 GHz, dopo 40 secondi di picco a 4.2 GHz, in uno stress test Prime95 di 20 minuti, così come vedere la temperatura CPU su 60°C per 9 minuti e poi sotto i 70°C per tutto il resto (Tdie, il 2700X - e solo lui - ha un offset di +10°C su Tctl, già riconosciuto da BIOS), con un CPU Package Power massimo di 130 watt e il Wraith Prism a giri massimi (3000 RPM) dopo i famosi 9 minuti, è un riscontro importante.

G.Skill ha appena presentato delle RAM specifiche per Ryzen 2Gen.

Lo stesso per il rendering con Adobe Premiere Pro CC 2018 (ma qui entra in gioco la GPU Asus Vega 64 e le sue temperature che portano la ventola ai 3000 RPM dopo 40 secondi), e lo stesso per la conversione Handbrake di 6 file mp4 in successione (qui crolli che si notano nel grafico sono proprio il loro caricamento). Un altro esempio è dato da F1 2017 Benchmark, con temperature e consumi più bassi perché è la GPU a fare il resto, ma ancora con CPU a 4 GHz stabili.



Il consumo su presa del nostro PC Ryzen 2.

Quei +500 MHz di differenza rispetto all'andamento del Ryzen 7 1700X (linea verde nei grafici) spiegano le prestazioni superiori della 2° generazione AMD. Sono dovuti al nuovo processo produttivo (12nm vs 14nm) e ad una gestione più granulare delle frequenze. AMD spiega queste novità con due nomi: Precision Boost 2 (già visto nella APU Ryzen) e XFR2. Il primo, adesso, regola le frequenze con una tolleranza di 25 MHz ed agisce in modo più lineare, meno brusco, all'aumentare dei core attivati da un certo processo (il grafico della frequenza scende, non ha un crollo, quando si passa da 2 a 8 core - per esempio). Il secondo cerca di spingere un po' oltre il limite imposto da Precision Boost 2 quando il setup dell'utente lo permette; anche qui, adesso, si lavora sul multi-core e non sul singolo core come in precedenza.



Quindi Ryzen 7 2700X regge frequenze più alte per più tempo anche quando lavora su tutti i suoi core, pur incrementando le temperature sulla CPU di circa 5°C e il consumo della CPU di 10 watt rispetto ad una 1700X. Vero che il confronto più sensato andrebbe fatto con il 1800X (il più veloce della generazione passata) ma ci sarebbero differenze di prezzo da tenere in considerazione. Così, abbiamo visto quanto la CPU più veloce della Gen2 sia in vantaggio rispetto alla pari-prezzo passata.

Sto usando il PC assemblato in esame soltanto da qualche giorno, e non posso dirvi di più. Rispetto alla mia configurazione precedente (Ryzen 1700X + GTX980Ti + SSD 960 Pro + 16 GB G.Skill 3200 MHz, con impianto a liquido AiO MasterLiquid) ho un grande beneficio nel montaggio video e nei tempi di rendering, ed ho una macchina stabile sui 50°C, con ventole che posso tenere nel profilo standard (800-1100 RPM) durante il lavoro di tutti i giorni.

Le CPU Ryzen 2Gen con socket AM4 hanno ancora IHS saldato.

Ho accennato un leggero overclock da BIOS (+11%) ma solo per provare gli strumenti Asus AiSuite 3 e Ryzen Master 1.3. Dovrò trovare un impianto a liquido per dare un senso all'overclock e mi servirà più tempo per provare dei giochi. Inoltre, voglio tenerlo d'occhio ancora per un po' prima di dare un giudizio definitivo. Ho installato una Ubuntu Linux 17.10 (in attesa di aggiornare alla imminente Ubuntu Linux 18.04) ma solo per averla a portata di mano; dovrò controllare le letture dei sensori (vincolo della precedente generazione) e il comportamento lontano dai driver e dagli strumenti di Windows.

In questo momento, quasi su due piedi, Ryzen 2 2700X è consigliato per quello che fa e per quello che promette. Ha un rapporto tra qualità e prezzo che farà bene al settore e la compatibilità con le schede madri X370 per approfittarne. In attesa dei test grafici, è raccomandato a chi fa un uso produttivo e da ufficio del PC; con tutti questi core e con la gestione evoluta (e automatica) della loro frequenza, è la piattaforma ideale per parecchie persone. Anche con il dissipatore di serie.


225

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Marco Di Maria

con la sua scheda video, ad oggi, siamo a 1841€ esattamente.

ram 180

mobo 220

cpu 330

gpu 670

ram 100

case 120

hdd (4tb non 6 come lui) 120

alim. 90

Tk Desimon

se togli qualche pin... XD

Tk Desimon

anche la panda arriva a 180kmh, esattamente come una Mercedes.
ma per quanto tempo mantiene i 180kmh la panda? e la Mercedes?
ecco la differenza.

458 speciale

quindi una volta aggiornato il bios (ora è cmq ultima versione: F23d agesa 1.002a) la mia gigabyte x370 gaming 5 lo supporta? sicuri sicuri? non è che poi la mobo mi prende a parolacce?

The Jackal™

Da non sottovalutare il dissipatore incluso, se prendi un i7 8700k (costa quanto un 2700x) poi devi comprare un dissipatore decente (+40/50€), mentre qui hai gia un dissipatore ottimo fornito di serie

The Jackal™

Le MB di fascia alta non servono per il gaming

Ansem The Seeker Of Darkness

Quando presi la mia 970 msi ed asus erano le uniche con quella funzione. Io ho una msi e mi trovo molto bene :)

Baz

So che alcune MSI si disattivano le ventole, o comunque sono molto silenziose

Baz

Io sul portatile usavo Panda Cloud Antivirus

Loris Piasit Sambinelli

con lightroom anche un pc da mille mille euro andrà a scatti. il programma peggio scritto della storia!

Oliver Cervera

Dai su!!!! Benissimo

ciro mito

Il pc è ad aggiustare perciò come parlo sbaglio

aaronkatrini

scheda madre che ha i5 e Agp io non lho mai sentita!

Guild

La gente compra solo per il design e gli extra feature

ric

Dalla mia esperienza personale posso dire che una mb da 49 euro ha gli stessi fps in game di una da 200 se monta le stessa scheda video, pertanto le mb gaming non servono a nulla

DerFlacco

Portalo a 4.5 con RAM a 2133mhz, in 1080p 75hz /2k /4k va ancora alla grande

_fraa88

O.t: dovrei assemblare un nuovo PC, lo uso principalmente per Lightroom.. consigli?

Mark

la ha già :)

riccardik

Ma pagando ovviamente, ci mancherebbe

Tungstein

Complimenti Ric, sempre piacevolissimi i tuoi video, e poi che competenza!

Questi Ryzen 2 sembrano davvero promettenti. Ma soprattutto fanno ben sperare per la seconda generazione dell'architettura Zen. Se, comunque, volessi cambiare pc oggi andrei sicuramente di Amd per la CPU

IlFuAnd91

Molte schede madre consentono di aggiornare il bios anche senza CPU

Gark121

hwupgrade che fa una serie di bench tutti uguali: render, render, render. grazie graziella e grazie al c a z z o che i risultati sono migliori in quel contesto, ma sarebbero ancora migliori con 4 opteron da 16 core l'uno, delle cpu che girano con un clock imbarazzante e che nell'uso reale faticano a gestire una pagina word con 2 foto di numero. l'uso reale è un'altra cosa dai benchmark.

ripeto, guarda un grafico di utilizzo mentre lavori o fai qualcosa, controlla cosa succede sui tuoi core: 90% del tempo ne hai 1 o 2 che lavorano e gli altri caricati al 2-3-4%.

guarda qualche test fatto con operazioni reali se preferisci (anche dall'articolo di cui parli):

velocità del browser
https://uploads.disquscdn.c...
uso di office+browser+applicazioni similari (e nota dove sta un i3 dual core..)
https://uploads.disquscdn.c...
anche un test similare, dove l'avere il doppio dei core ma 400mhz in meno vale il 2,5% di performance in più...
https://uploads.disquscdn.c...

e non è mia volontà di cercare l'unico test dove intel va bene, è che non casualmente sono gli unici test dove si usano programmi reali invece di fare render su render su render che sono un uso assolutamente anomalo del pc, e che nel caso in questione vale assolutamente 0.
ancora, autocad (quando dico che non sfrutta il mutlithread, intendo questo)
https://uploads.disquscdn.c...
photoshop
https://uploads.disquscdn.c...
illustrator
https://uploads.disquscdn.c...
un cad 3d "vero"
https://uploads.disquscdn.c...

rende l'idea? praticamente esistono 2 contesti in cui la parallelizzazione del lavoro su più core è vincente rispetto al clock: render e conversioni video. fine. in qualunque altro contesto, 200mhz di clock sono preferibili a 2 core in più (quando si parla di cpu che comunque di core ne hanno un numero adeguato). cerca di comprendere che il fine del discorso non è screditare amd, ma cercare di far comprendere un concetto. se ci fosse il 2600x invece del 7700k, continuerebbe a superare (in certi casi asfaltare) il 1700 pur con due core in meno, e un ipotetico ryzen 4 core da 4.5ghz (esempio) farebbe ancora meglio del 2600x in tutti questi contesti.

Gark121

allora, sul discorso 1050ti vs 1060 3gb, non so dove tu abbia letto, ma qualunque gameplay mostra la stessa cosa: c'è una differenza MOLTO marcata. la 3gb sta molto più vicina alla 6gb che non alla 1050ti. questo, chiaramente, in FHD. in QHD serve la 6gb ma ancora meglio una 1070, e siamo fuori target.
/watch?v=WqSV2cE4TT8 giusto per dare l'idea.
l'ssd è irrinunciabile, ovvio (ci mancherebbe), ma lo è da talmente tanto tempo che io credo che più o meno chiunque ne abbia uno SATA nel proprio fisso, per quanto possa essere vecchio. e visto che passare ad un nvme per giocare è abbastanza inutile, magari lo si può riciclare sulla nuova build.

Richman

ti ringrazio, ora me lo scarico e lo leggo per bene.

DIXON

No, mi spiace. Io ho sia un Atlhon X4 950 (pagato 45€) sia un Ryzen 3 1200 sia un Ryzen 5 1600 e su socket b350 non ho avuto bisogno di update per utilizzarli (ho fatto update solo dopo l'installazione del Ryzen 5 1600). Certo è che questa è un po una mezza rottura.

Ansem The Seeker Of Darkness

Se non credi a me guarda le recensioni allora.
Su hw upgrade il 1600x va mediamente il 30% in più dell'i5 nella produttività, idem Ryzen 2700 contro i7.
Nei giochi invece la differenZa è minima in full hd ed inesistente a risoluzioni maggiori

talme94

Nah, ormai non gioco più (e se lo faccio ho da poco una ps4) e sto risparmiando soldi per un notebook buono

Ansem The Seeker Of Darkness

Ho fatto di recente un pc da 800€ ad un amico, sono riuscito a mettergli un ryzen 1600, 8GB di ram e una 1050ti (leggendo su internet la 1060 3gb è troppo limitata come memoria, e va pari alla 1050ti)
Gli ho comunque detto che nel futuro gli converrà aumentare la ram quando scenderà di prezzo.
Per me oggi l'SSD è irrinunciabile, un ryzen 3 con SSD risulta molto più veloce di un ryzen 7 con hdd normale.

Chiaro che con 800€ ci si "accontenta", se si vuole una macchina che in cui non si toccherà nulla per 4/5 anni almeno servono 1000 o anche 1100.

jager117

Dixon, maun athlon x2 sarebbe compatibile? Ne ho uno in casa

ciro mito

Il pc e morto ricordo solo che e un 2.4 ghz

Gark121

Onestamente, io ai 16gb non rinuncerei veramente mai. Cioè, 6 core e 8gb di ram veramente nope.
Piuttosto imho può prendere una 1060 3gb, che è un buon compromesso, riciclare il disco (spero un ssd e un hdd in giro per casa li possa rimediare) ma io ai 16gb non rinuncerei, a meno di non limitarsi a rinviare l'acquisto a tempi più propizi, cosa che invece può aver senso.
Questo ovviamente a meno che non si decida di scendere molto col budget, a 800 (ma pure qualcosa di meno) fa una combo i3 o ryzen 3, 8gb e 1050ti che male non è, ma imho oggi non è una macchina così "future proof". Cioè, per un aumento di costo del 25% ha un aumento di performance del 50-60%, se può permetterselo sicuramente conviene una build sui 1000+ che una sugli 800.

Gark121

Eccoci, la perla "vatti a leggere le opinioni".
1) effetto placebo. Vatti a leggere il significato di questa parola
2) che opinioni devo leggere? Ho due xeon con più cache ognuno di quanta ne abbia un 1700 in totale, avevo fino a poco fa due xeon quad core al posto degli octa, lavoro su un pc con un esa core e ho un altro pc con un i7 quad. La differenza tra tutti? Chi ha clock più alto e disco+ram più veloce vince, fine. La cache conta meno di zero nell'uso normale. Risparmiare i soldi di core inutili e investirli su ram e disco migliori, questo fa la differenza. Non mettere 20 core in più per guadagnare 10 miserrimi mb di cache.

Ansem The Seeker Of Darkness

Inizia a valutare allora il salto, passando da un i5 750 ad un Ryzen 1700 c'è un abisso, ammetto che non me lo aspettavo.

jager117

io ho un amd athlon dual core della preistoria, secondo voi sarà compatibile?ahah

talme94

Io sto ancora resistendo con un i7-2600k lol

Ansem The Seeker Of Darkness

Sai che i5 hai di preciso? Se ti accontenti puoi farlo durare ancora, conta che io prima di cambiare ho tenuto 8 anni un i5 750

ciro mito

Si magari per la configurazione , ho un i5 con 8gb di ram ma con una scheda video che ha l'agp figurati un po'.... Scheda video sapphire discretamente buona , ma ad esempio farci girare un re7
lo vedevi in slow motion e crash con giochi più pesanti

Ansem The Seeker Of Darkness

Noctua, Be Quiet sono le migliori

Maurizio Mugelli

personalmente la faccia di dirgli "ho appena comprato questo pc da un tuo concorrente, mi aggiorni il bios? gratis possibilmente" non la avrei.

Ansem The Seeker Of Darkness

Per un computer silenzioso consiglio:
1) Case della serie silencio della coolermaster o equivalenti
2) Alimentatore Corsair o Be quiet semi passivo (in pratica la ventola si accende solo oltre una X temperatura
3) Dissipatore noctua o be quiet
4) Scheda video semi passiva (non so se AMD ne fa, nvidia sicuro)
5) Valuta la sostituzione delle ventole del case con delle be quiet o noctua se ti avanzano soldi :D

Ansem The Seeker Of Darkness

Ad oggi gli intel scaldano molto più della controparte AMD. I ruoli si sono totalmente invertiti!

Ansem The Seeker Of Darkness

Nah, anche solo rinunciando ai 16gb di ram ci si riesce a fare un pc con 800€ senza particolari rinunce. la 1050 ti comunque non è male.
Inoltre con 1000€ al momento 16GB di ram non riesci a farceli stare :/

Ansem The Seeker Of Darkness

Un ryzen 1600 o 2600, 8gb di ram, scheda madre e case economici, alimentatore decente da 550w (60€ circa) e il resto lo metti in scheda video.
Circa 800€ di tutto e te la cavi con un ottimo pc per il full HD.
Se serve ti giro la configurazione fatta per un amico :)
Comunque se 5 anni fa hai preso un buon processore puoi ancora tenerlo altri 2/3 anni secondo me.

riccardik

Aggiungerei anche: vai in un negozio di pc e con un po' di fortuna ti fanno l'aggiornamento, con il PC di un amico e le apu avevamo fatto cosi

Maurizio Mugelli

tutte le nuove spedizioni dalle fabbriche dall'inizio dell'anno o giu' di li dovrebbero avere il bios aggiornato, dipende se a te arriva una nuova o qualcosa che avevano gia' in magazzino da tempo

fondamentalmente hai quattro opzioni: A) chiedi al venditore specificamente una mb con bios aggiornato o di aggiornarlo lui prima di inviarla B) chiedi ad un amico con un ryzen di aiutarti C) amd ha un programma per l'aggiornamento bios d'emergenza, in pratica ti spediscono un vecchio Bristol ridge dual core am4 (supportato da tutte le mb) e aggiorni il bios con quello, non so come funziona in europa e credo che lo rivogliano indietro pero' D) opzione bastarda dentro che personalmente eviterei: ordini un ryzen 1200 su amazon, aggiorni il bios e glielo restituisci.

DIXON

Capisco, un'alternativa sarebbe prendere un economico Athlon X4 II 950 a 40-50€ ed aggiornare oppure aspettare le schede madri con chipset B450/X470 (quest'ultime già disponibili ma stanno oltre 150€ circa). Ci sono anche schede che permettono l'aggiornamento senza CPU ma sono relegate solo alla fascia "enthusiast" (molti soldi in pratica, spenderesti molto più per mobo piuttosto che per la CPU).

Ansem The Seeker Of Darkness

1) dal tuo commento è chiaro che non hai idea di come funzioni un processore. Un processore ha un numero limitato di byte a disposizione nel registro e nella memoria cache. Ogni volta che cambia processo su cui lavorare deve svuotarle, accedere alla RAM, ricaricarle e poi iniziare a lavorare.
Queste operazioni si ridurre evitare con il numero i core, per questo dico che più core sono meglio e offrono una esperienza più fluida.
Vatti a leggere le varie opinioni anche di chi è passato da i7 ad un ryzen r7 e l'opinione generale è che nel complesso il pc sia più fluido e reattivo.

2) Grazie, mi eviti la fatica di andare a leggere visto che confermi i miei sospetti :)

Tiwi

non male

Gark121

Allora ti direi senza grandi discorsi: 2600 non x (da occare poi autonomamente), 16 di ram, e una 1060 6gb.
I5k da valutare se praticamente vuoi solo giocarci+uso base.
Budget beh, imho 1000€ ci vanno per non fare rinunce troppo evidenti, se bastano. I prezzi delle ram sono veramente assurdi, e anche le gpu sono ferme ai prezzi di 2 anni fa (ma stanno finalmente scendendo).

Emiliano Frangella

Bhe il bestbuy del momento diciamo che è il ryzen 2600x
Costa come i5 buono, ma rende come un intel da 350euro ;)

Vaio S11 e S13 sono leggerissimi, potenti e ricchi di porte | Anteprima Computex

ASUS Project Precog: il notebook a doppio schermo del futuro | Anteprima

HDblog @ Computex 2018: live blog continuo dalla fiera

Recensione Logitech G560, speaker 2.1 con LED RGB