Recensione Varmilo MA105C con switch EC elettro-capacitivi | #FWC EP7

04 Gennaio 2018 87

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

Conosciamo Varmilo. É il produttore della tastiera VB87M provata qualche settimana fa ed è uno dei marchi con la miglior reputazione della categoria. Le sue tastiere hanno una qualità costruttiva senza compromessi, usano dei meravigliosi keycaps porosi in PBT e, soprattutto, sono personalizzabili al momento dell'ordine. Torniamo a parlarne perché l'azienda ha iniziato la produzione dei nuovi switch EC (elettro-capacitivi) annunciati a Computex 2017. Da giorni, li sto provando sulla tastiera codice MA105C (105 tasti, layout ISO-IT) prevista sul mercato entro primavera con un prezzo indicativo di 150 euro. La troverete in vendita sul sito internazionale di Varmilo.

Fun with Caps! è una nuova serie di HDblog.it con recensioni e prove alle migliori tastiere meccaniche in commercio. Proviamo modelli per il mercato consumer, da gaming o da ufficio, e prodotti di nicchia, da veri intenditori. Per ricevere le notifiche dei nuovi episodi è consigliato iscriversi al canale Youtube di HDblog.it. C’è anche una playlist dedicata. Buon divertimento!

La Varmilo MA105C protagonista di "Fun With Caps Episodio 7" è quindi una tastiera full size retroilluminata in bianco con switch EC Sakura Pink, porta miniUSB e telaio in ABS con texture 3D effetto legno. Il mio modello ha tasti in bianco/grigio (nome della colorazione: Vintage Days+CMYK) e modificatori effetto CMYK, ma si potranno scegliere altre varianti.



Per estetica e costruzione, è una classica VA104/105/108/109 - a seconda del numero di tasti. Pesa 2.5 kg ed ha cinque supporti in gomma per la stabilità sui piani di appoggio uniti a piedini inclinabili fino a 2 cm. Non c'è un poggiapolsi nella confezione (per le tastiere meccaniche di questa fascia, il poggiapolsi non viene considerato un gadget da regalare ma un accessorio chiave del setup di un utente - da scegliere in base a fattori quali lo spessore del telaio, il piano di lavoro, il profilo dei keycaps, l'estetica - e, spesso, da usare su più tastiere) ma il profilo Cherry e la leggerezza degli switch ne fanno una tastiera comoda anche così. Basta una leggera inclinazione del polso per arrivare ad ogni tasto senza forzare il polso.

Scheda tecnica Varmilo MA105C

  • Switch Pink Sakura / Lineari 45 cN / Corsa: 4 mm / Azionamento: 1.8 mm
  • Keycaps: PBT / Legende dye sublimation / Profilo Cherry / Compatibili Cherry MX (ricambi ed estrattore in confezione)
  • Connettore: miniUSB (cavo 2 metri in confezione) / NKRO
  • Retroilluminazione: bianca / 4 livelli di intensità / Costante o modulata
  • Dimensioni: 442 × 137 × 33 mm / Peso: ± 2,5 kg

Sui keycaps e sulla qualità costruttiva non serve una nuova conferma. I primi primi sono prodotti in PBT (polibutilentereftalato) con legende a sublimazione di inchiostro (dye sublimation - la tecnica che garantisce la migliore durabilità, per quanto costosa e rara) stampate sul fronte e sul lato rivolto verso chi scrive. Le lettere sono sempre a contrasto: nero su bianco, oppure bianco su grigio, grigio su bianco, nero su grigio, nero sopra i modificatori colorati. Il loro spessore è importante (circa 2 mm, una impronta fondamentale nel sound finale) e lo stesso vale per i controlli qualità, per la precisione del taglio di ogni singolo tasto; nessuna sbavatura e nessun avanzo di materiale.



La faccia superiore dei keycaps ha quella finitura porosa e semi-ruvida che ha reso riconoscibili i prodotti Varmilo. Anche gli altri lati sono ruvidi, ma sopra c'è una grana più pronunciata; si nota, soprattutto, nei tasti bianchi e grigi - barra spaziatrice compresa. La MA105C ha switch capacitivi ma Varmilo ha voluto mantenere la compatibilità con i keycaps Cherry MX; a differenza dei Topre standard e del loro cerchietto, lo stem ha una forma a croce. Questo approccio ha vantaggi per l'azienda (non serve avviare una nuova produzione e, quindi, aumentare i costi) ed è comodo per l'utente finale (personalizzazione e integrazione alla portata di tutti).

I modificatori CMYK del mio modello soffrono di un problema estetico poco gradevole: la trasparenza con retroilluminazione accesa. Anche ad intensità minima, si riesce a vedere l'origine dell'illuminazione LED. Dato che lo spessore dei keycaps è identico, dovrebbe essere un effetto dovuto alle caratteristiche di trasparenza della colorazione; nei gialli si nota parecchio, nel viola - e negli originali bianchi e grigi - è assente. Varmilo ha installato i LED (bianchi nel mio caso, ma si possono scegliere al momento dell'ordine) sul lato rivolto verso l'utente del telaio dello switch.


Chiarito che si tratta di una solita, ottima Varmilo (il tipo di tastiera che rende difficile tornare su modelli meno pregiati), passiamo al motivo per cui sto provando la MA105C: i nuovi switch EC. Nel 2018, l'azienda prevede tre tipologie:

Varmilo EC Switch 2018

  • EC Pink Sakura Switch (interruttore lineare, 45 cN), l'equivalente di MX Red.
  • EC Greenery Switch (interruttore clicky, circa 55 cN), l'equivalente di MX Blue.
  • EC Rose Switch (interruttore lineare), annunciato come posizionamento tra MX Red (45 cN) e MX Black (60 cN).

I miei Pink Sakura hanno un punto di azionamento di 1.8 mm (contro i 2 mm degli MX Red), una corsa di 4 mm e una leggerezza al tocco più evidente dei Cherry MX Red. Il motivo è nella fluidità, nella scorrevolezza del suo corpo centrale dovuta alla tecnologia elettro-capacitiva utilizzata. Non c'è un contatto fisico a decidere quando un tasto è stato premuto o meno, ma un meccanismo basato sulla capacità elettrostatica del tutto privo di sfioramento.



Il feeling resta quello degli switch più leggeri a cui siamo abituati, ma è una costruzione che porta diversi vantaggi: l'usura è nulla, così come l'ossidazione, l'incrostazione e l'erosione della struttura interna dello switch. Dei liquidi finiti nel sistema per errore, possono essere soffiati via senza consequenze. Si risolve il problema del chattering (la pressione doppia involontaria) per la natura stessa della tecnologia. In teoria, non ci sono limiti di funzionamento per questa soluzione, non c'è un numero massimo di pressioni supportate; possono durare una vita intera.

Varmilo EC Sakura Pink: diagramma di forza.

Vantaggi come questi valgono per tutti gli switch capacitivi, Topre, Plum e simili compresi. La differenza dei nuovi EC di Varmilo sta nella struttura interna degli stessi, dove è mantenuta una componente in comune con i normali switch meccanici. Non c'è la molla conica e la membrana dei Topre a fare da intermediario tra il dito e il PCB ma una comune molla cilindrica che può fornire alla pressione lo stesso tipo di sensazione degli switch meccanici. É un approccio ibrido.

Varmilo EC Sakura Pink: specifiche tecniche complete.

Nel video promozionale a seguire, Varmilo mette in risalto altri pregi dei suoi nuovi switch senza contatto: tempo di risposta bassissimo (molto sotto i 5 ms), possibilità di aggiornamento via firmware, NKRO completo senza diodo. Ma quel che conta è la sensazione trasmessa, il suono prodotto, la loro importanza all'interno di una esperienza di digitazione sempre più esigente. Dopo tutto, i Topre hanno tantissimi estimatori per quel che riescono a trasmettere, non per la tecnologia utilizzata.

Io sento i Sakura Pink morbidi quando i Gateron Clear, molto più fluidi di ogni Cherry MX, con un sound sordo a metà tra il tock dei Topre e il clock dei vecchi ALPS. Mi ricordano la Apple Standard Keyboard con switch salmon per quanto riescano essere molto più morbidi e sensibili. Capita di muovere il cursore senza volerlo solo perché si è appoggiata la mano sulla tastiera, e capita di desiderare un rimbalzo più forte, una spinta verso l'alto simile ai Cherry MX Clear o MX Black. Ascoltate bene il confronto sonoro nella video recensione per farvi un'idea.


PCB di Varmilo MA105C. Gli switch EC Pink Sakura hanno bisogno di un secondo IC per "sentire" la pressione dei tasti.

L'impronta sonora è ottenuta anche grazie al backplate in metallo e all'installazione sullo stesso degli switch. Il PCB di questa nuova tastiera deve usare un chip in più (ci sono due IC), e questo rende gli switch EC incompatibili con le schede precedenti. Non è un difetto o un limite, ma una considerazione da fare quando si vorranno cambiare o sostituire. La pulizia interna è ammirevole. Il mio PCB ha stampe in corrispondenza dei tasti ed è datato 2017 08 08. Il suo codice è MA109C (V3.0), a confermare come i quattro fori in alto a sinistra siano pronti per i quattro tasti/switch aggiuntivi della versione 110%. Probabilmente sarà possibile saldare gli switch mancanti per sfruttare tutto il potenziale della scheda. Resta da capire se le versioni prodotte per la vendita al dettaglio (lo ricordo: prevista entro la primavera del 2018) avranno una nuova revisione del PCB.

Considerazioni finali

É un piacere scrivere con questa tastiera. Il feedback (sonoro e tattile) è sempre pieno, godurioso, soprattutto quando si apprezzano switch leggeri e lineari come i Sakura Pink. Sulla MA105C ci sono keycaps spessi, porosi e ruvidi, un rumore sordo e smorzato, un backplate in metallo, stabilizzatori Cherry, una retroilluminazione che torna ad essere sopratutto comoda. Si possono preferire switch più duri e si può cercare un modello più compatto (le TKL arriveranno nel 2018) ma la valutazione finale sugli switch EC è molto positiva.

Colorazione a parte, è un risultato che consiglio a chi cerca una tastiera per scrivere veloci con uno sforza minimo, per "lasciar andare le dita" e sorprendersi nel vederle assecondate ad ogni pressione. Per la sua qualità tecnica, si presta al gaming allo stesso modo dei modelli con MX Red. Pagarla meno di 200 euro, tasse e spedizione incluse, in questa variante da 105 tasti, italiana, personalizzata nel colore e nella retroilluminazione, con keycaps così pregiati e la garanzia di aggiornamenti software, ne fa il complemento ideale di un setup casalingo di fascia alta. Da tenere d'occhio in attesa della distribuzione vera e propria dei nuovi switch EC. Altri dettagli sul sito Varmilo.

Varmilo MA105C Sakura Pink: pro e contro

Switch EC: niente usura, ossidazione, incrrostazione, erosione della struttura interna. Nessun limite di durata.Disponibile con layout ITA, ANSI e ISO, in diverse colorazioni.Aggiornamenti firmware migliorativi.Un suono sordo a metà tra i Topre e gli ALPS, con il feeling degli switch più leggeri.
L'illuminazione traspare dai keycaps colorati.Gli switch EC hanno bisogno di un PCB personalizzato.
La riconferma di un'azienda che cerca l'equilibrio tra prestazioni al top e prezzo competitivo? OnePlus 6T è in offerta oggi su a 499 euro.

87

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Samuele Capacci

Un poggiapolsi si può comprare. Sui 20 euro trovi quelli in legno

Samuele Capacci

Come siamo messi per i costi di spedizione?

AndreaNk

Bellissimo il set di keycaps, vorrei montarlo anche sulla mia tastiera... Qualcuno sa se i keycaps della Varmilo sono compatibili anche con tastiere Filco Majestouch-2 con Cherry brown, nonostante il profilo dei Filco sia OEM?

Tiwi

non male

Keres

Peccato a tastiere del genere sia sempre senza poggiapolsi... non viene scomoda usarla per 8ore? Sarà che io mi son abituato ad utilizzare sempre tastiere munite di poggiapolsi.

gin0

Aggiungo il mio solito consiglio a tutti. A mio avviso sono di gran lunga preferibili layout USA. Se fate i programmatori vi cambiano la vita. Con il layout internazionale si fanno le accentate in un attimo premendo apice e poi la vocale quindi per scrivere in italiano nessun problema. La sconsiglio solo se siete gente che scrive testi davvero lunghi in lingua italiana.

gin0

Switch molto interessanti. Lo dico das possessore ti Topre e vari Cherry MX (Topre per programmare, cherry red per giocare). Si sa di quanto é il peso di attuazione in grammi?
Se esce tenkeyless ci faccio un pensiero serio.

gin0

Cherry black e red sono lineari e senza click. QUello che senti tu é il tasto che batte a fine corse. Il click é una cosa aggiuntiva che ad esempio producono i cherry mx blue.

Gark121

Nulla in particolare, funziona, scrivo veloce, etc, ma non ho notato nessun minimo miglioramento della mia scrittura rispetto ad una membrana normale. Semplicemente, la fantomatica precisione, comodità etc della meccanica per me non è pervenuta. L'unica altra meccanica che ho usato aveva dei cherry black, pesantissimi e rumorosissimi, per cui non ti so dire se sono io insensibile ai "benefici" o se è la tastiera in questione il problema, ma una certezza la ho: non spenderò altri 150€ per scoprirlo.

Riccardo P

Sì, sono formati standard. Poi dipende dal layout, ovvio. Provali prima di cambiarli, perché trovare di meglio/equivalenti non è economico.

Loris Piasit Sambinelli

nella mia corsair c'è

Youngstown

che cosa non ti ha soddisfatto? io ho preso una tastiera a membrana microsoft, gran design minimal (con i comodissimi tasti del volume dedicati) ma noto una certa resistenza nei tasti quando scrivo a lungo, e mi stanca. Avrei invece bisogno di molta più leggerezza, il mio lavoro prevede principalmente la produzione di testi

Youngstown

grazie mille!

Liuk

Già! E chissà come lo so!
xD

h2oz

Al contrario, le tue rubriche, i tuoi approfondimenti sono il motivo principale per continuare a seguire questo blog che altrimenti sarebbe illeggibile per l'eccessiva presenza di troll idioti come quello in questione.

Le varmilo con cherry MX usano keycaps standard? Vorrei personalizzare una VB87M che però trovo solo su eBay quindi senza possibilità di personalizzarla direttamente sul sito varmilo, se i keycaps sono standard size posso farlo facilmente dopo altrimenti sarebbe un po' più complicato.

Grazie, aspettando un nuovo capitolo di room tour (o simile)...

Riccardo P

:D Correggo.

h2oz

Si, so che è "vecchiotta", ma che conta poco per una tastiera. Ero solo curioso di capire se a breve varmilo avesse tirato fuori una prodotto wireless nuovo (magari BT 5.0). Il fatto è che sul sito en varmilo la VB87M è scomparsa, la dovrei prendere su eBay quindi mi era sorto il dubbio di una nuova imminente uscita. Attenderò il CES come mi consigli.

Grazie e continua questa rubrica! È la room tour...

punk3r

Riccardo complimenti come al solito, volevo sapere la tua opinione sui Romer-G di Logitech, grazie in anticipo.

TLC 2.0

le Calibur sono tenkeyless, niente tastierino..comunque si, è una buona meccanica, e puoi anche scegliere il tipo di switch e layout

TLC 2.0

boh XD forse perchè anch'io ho fatto il militare e sono tutt'ora in un corpo militare? XD

I'mNotYourFatherLuke

Per caso sai se sono in programma delle nuove Varmilo Bluetooth?

P.s. sei sicuro che sia "punto di attenuazione" e non "punto di attuazione"?

Bacarozzo

io lo usavo anche per bloccare le bobine (quando non avevo la cera) e per isolare i fili.
ovviamente tutto in bassa tensione

Frankbel

Bella rece Riccardo, sei davvero bravo!
Mi hai fatto venire voglia di una bella tastiera in ufficio... ho sentito che ne hai tante, pure troppe, se vuoi ti aiuto volentieri a liberarti di qualche "scomoda" tastiera. Lol

Jam

AAhahaha, è sempre stato così. Il pilota? Forse ryanair, roba che fare l'operaio specializzato in Italia si guadagna meglio.
Farò lo steward, a dir tanto.

Liuk

Ma lo sai che una volta sembrava più intelligente?
E dice pure che fa il pilota....la fiamma pilota forse!

Liuk

Ma veramente c'è scritto quello...?
Ma dai.

Liuk

Quella era la mia vecchia tastiera.
Ha il piccolo difetto che col tempo ti può andare in corto la USB che ha sopra per metterci i vari pen drive.
Dopo i 5 anni di utilizzo lo capisci perchè la porta si scalda senza motivo.
Tienila controllata.

Liuk

Scusami, io a militare ho imparato a smontarlo e rimontarlo.
Però attenzione è un'arma da compagnia ( nel senso di un insieme di due o più plotoni!

Liuk

Proprio così, compare!

delpinsky

Un buon metodo per evitare il graduale scolorimento della stampa di alcune lettere dopo un uso prolungato della tastiera? Smalto trasparente per unghie? :D

Porco Zio

La consigli ? Sai se c’è qualcuna con tasti numerici?

TLC 2.0

è che fa pena..uno ci spera sempre che possa rinsavire

TLC 2.0

perchè non ne capisci la qualità e le potenzialità..se ti dicessi IBM Model M, vedresti soltanto una tastiera meccanica anni 80 con PS/2, senza lucine sceme ne niente, pura sostanza..ma semplicemente da decenni è la migliore tastiera esistente

TLC 2.0

si Riccardo ok, ma se una meccanica non fa un rumore da mitragliatrice MG-42 non è una vera meccanica dai :D

TLC 2.0

vero, concordo

TLC 2.0

no, assolutamente..il bello delle meccaniche è appunto il rumore da MG-42

seers69

Ma è così difficile mettere un hub USB in queste tastiere, la apple che toglie tutte le porte dai computer le mette da decenni nelle sue....

darkn3ss1

io ho preso una G110 usata a 10euro ha tutti i tasti multimediali che servono, retroilluminata, macro, profili ecc.. ha il poggia polsi
oltre ad una porta usb e perfino una scheda audio (ci puoi attaccare cuffie e microfono)
ma soprattutto ha il controllo volume che è comodissimo, stile rotella audi per farti capire
per sto prezzo non so cosa c'è di meglio anche perchè era nuovissima

Dirk Diggler

Spero che grandangolo tu non lo abbia scritto con questa tastiera ...,

Liuk

No.
Io amavo le tastiere a membrana fino a quando mi si è scassata, dopo 7 anni.
Adesso da un anno ho una Logitech Orion G610, è magnifica.
Non posso più farne a meno e posso dire che a distanza di tempo il tocco è rimasto inalterarato, anche quello dei tasti più usati, il WASD per intenderci.

Redvex

Io son passato da una trEsports con cherry black a una Corsair k70 lux rgb Red... Sono matto se dico che amo sentire il click della tastiera?

Jam

Niente, non ci arrivi proprio. Il mercato di questo prodotto è differente rispetto alla massa di parvenu che si fingono esperti/appassionati di tecnologia. I cosidetti "nuovi geek&nerd".
Questi prodotti non sono per cafoni come te, o come voi.
La massa di beoni questa tastiera non la vuole per il semplice fatto che NON è pensata per i beoni come te/voi.
Tra l'altro, il target di riferimento di questo prodotto è chi si sceglie con cura ANCHE i tasti in base a colori, materiale font utilizzato e tecnologia di stampa del font stesso.
Sarà da sfigati, probabilmente si. L'importante è che sia quanto di più lontano possibile dal bifolco da bar sport che sei.
Sei e resterai il più fulgido esempio di mediocrità su questo forum, fattene una ragione.

Liuk

Di primo acchito sembra un giocattolo ma poi ci sirende conto che è tutta sostanza!
Ottima veramente.

Ho solo un domanda (OT), ma sulla maglietta che c'è scritto:
- Meno male che non penso a....cosa?
(Se mi è permesso chiederlo)

Porco Zio

sotto 50 euro trovi solo meccaniche fuffe

Liuk

Ok, e quindi che tastiera ti piacerebbe?

Jon

Gran bella tastiera e ottima recensione :)

Midnight

Molto interessante questa tastiera, onesto il prezzo...

Riccardo

ok magari meglio "spesso, negli ultimi video che hai fatto". non voleva essere un'offesa, solo un chiarimento

Riccardo P

Io mi meraviglio che ci sia ancora qualcuno che risponde :D

Riccardo P

Yes.

RECENSIONE Teclast F5, convertibile economico ma convincente

Microsoft Surface Go: piccolo e compatto | Anteprima video

Lenovo Yoga C930 ufficiale: 2-in-1 premium con altoparlante rotante | Video

Vaio S11 e S13 sono leggerissimi, potenti e ricchi di porte | Anteprima Computex