RECENSIONE Acer Predator Helios 300: il gaming si fa "portatile"

27 Dicembre 2017 151

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

Devo proprio ammetterlo, non sono mai stato un fan dei notebook gaming, prediligo di gran lunga soluzioni più compatte, anche a costo di sacrificare un po' di potenza. D'altra parte parliamo pur sempre di portatili, e definire tale una macchina del peso di 2.7 Kg e spessa circa 3 cm mi viene un pochino difficile. Ammetto però che dopo aver utilizzato per più di una settimana questo Predator Helios 300 ho dovuto cambiare in buona parte la mia opinione. Intendiamoci, resto comunque fermo sull'idea che trasportare una soluzione di questo tipo è indubbiamente poco agevole, ma è in ogni caso meno complesso rispetto a spostare un PC desktop. Così come non dobbiamo scordarci che, in fin dei conti, la potenza messa a disposizione da questo Helios 300 può essere tranquillamente paragonata a quella di molte soluzioni fisse, con il vantaggio che, pur con qualche piccola difficoltà possiamo portare questa potenza dalla casa all'ufficio, o in qualsiasi altro posto, tutte le volte che vogliamo.

Insomma, più che dal punto di vista del gaming vero e proprio, che resta comunque uno dei settori in maggior crescita per quanto riguarda il mercato dei PC, ho provato a pensare a questa macchina anche come desktop replacement, analizzando come si comporta nella mia quotidianità, fatta di tanto web browsing, Photoshop e montaggio video con Adobe Premiere Pro. Come è andata? Un piccolo anticipo ve l'ho già dato ma ora iniziamo con la prova completa.


E iniziamo dando un occhio a quelli che sono l'aspetto estetico, i materiali e la costruzione. Parliamo anzitutto di un notebook, il cui scopo, seppur io l'abbia utilizzato anche per la produttività, è ovviamente quello di far girare dei videogiochi. Proprio per identificare questa sua natura Acer ha realizzato per questo Helios 300 una scocca dalle linee spigolose e sicuramente aggressive, ancor più in abbinamento alla colorazione nera, con inserti di colore rosso che lo rendono ancora più in linea con gli standard di mercato attuali in quanto a notebook con la medesima destinazione.

Buono l'assemblaggio e convincenti i materiali, specialmente per il rivestimento esterno del display e per la zona del poggia polsi e della base della tastiera. Parliamo infatti in questo caso di materiale metallico rifinito con una piacevole lavorazione spazzolata. Il risultato è una struttura molto solida, con una conseguente sensazione di robustezza, specialmente per quanto riguarda il piano della tastiera. davvero ottima.


Anche la stessa tastiera risulta ben realizzata dal punto di vista meccanico. Si tratta di una tastiera a membrana che offre però una corsa sufficientemente profonda, parliamo di 1.6 mm, e una silenziosità invidiabile. Gli amanti delle tastiere meccaniche potrebbero quindi restare un pochino delusi ma si tratta pur sempre di un notebook, e per la categoria mi sento di dire che si tratta di una delle migliori tastiere che io abbia provato.

Tastiera che è poi anche retroilluminata, totalmente di colore rosso e senza possibilità di personalizzazione. Niente RGB, quindi, pur essendo la moda del momento in ambito gaming. Unica "personalizzazione" già applicata in fase di costruzione da Acer, sono i 4 tasti WASD colorati di rosso per poter essere riconosciuti più rapidamente.


Scheda tecnica Acer Predator Helios 300

  • - Schermo: 15.6 pollici FHD IPS (pannello AUO61ED), opaco, 145 PPI
  • - CPU: Intel Core i7-7700HQ (4-core, 2.80-3.80 GHz, 6MB cache)
  • - RAM: 16 GB (2x 8096 MB) DDR4 a 2133 MHz (2 slot, max. 32 GB)
  • - GPU: Nvidia GeForce GTX-1060 (6 GB GDDR5) + Intel HD 630 con Nvidia Optimus
  • - Archiviazione: SSD Kingston 128 GB M.2 SATA3 + HDD Toshiba 1 TB 5400 rpm
  • - Connettività: Ethernet 1000, Wi-Fi ac + Bluetooth 4.0 (Atheros QCNFA344A)
  • - Porte: USB 3.0, 2x USB 2.0, USB 3.1 Type-C (Gen 1), HDMI, SD, jack combo
  • - Batteria: 52 Wh 4605 mAh / Alimentatore 135 watt 19V 7.1A
  • - Dimensioni: 389 x 270 x 27 mm / Peso: 2.67 kg

La parte inferiore della scocca, realizzata invece in plastica rigida, si rimuove in maniera abbastanza agevole e permette di avere accesso a tutta la componentistica interna. Scopriamo quindi che questo Helios 300 può essere aggiornato dal punto di vista dall'hardware sostituendo anche abbastanza rapidamente sia la RAM, con 32 GB massimi supportati, che i due supporti di memorizzazione; ovvero l'SSD Kingston da 128 GB e/o l'hard disk meccanico Toshiba da 1 TB.

Ma non solo, accedendo alla parte interna possiamo anche notare immediatamente il sistema di dissipazione, caratterizzato da alcune heatpipe che portano a dei radiatori accompagnati da due ventole di dimensioni interessanti e realizzate con lamelle in alluminio per una migliore efficienza. Un sistema di raffreddamento che, come vedremo, fa bene il suo lavoro ma, sopratutto alle alte velocità di rotazione, non può essere sicuramente classificato come silenzioso,


Ma veniamo a parlare di prestazioni e, dato che abbiamo appena citato il sistema di raffreddamento partiamo proprio dalle temperature. Come dicevamo la dissipazione funziona sicuramente bene. Anche mettendo sotto torchio questo Helios 300 con uno stress test combinato fatto di una sessione di oltre un'ora di Prime 95 e Furmark in contemporanea, non abbiamo mai superato i 90/92 gradi sulla CPU. Un buon valore che permette di mantenere alta la frequenza operativa dei core del processore per molto tempo.

Sicuramente migliorabili, invece, le temperature sulla scocca, dove abbiamo raggiunto i 50/55 gradi nella parte centrale della tastiera, fortunatamente in una zona abbastanza circoscritta.


I grafici riportati qui sopra confermano l'andamento descritto prima riguardo le temperature e evidenziano come, l'efficacia del sistema di raffreddamento e le conseguenti temperature raggiunte sotto la scocca, permettano al processore di girare sempre ad alti regimi, anche per lungo tempo, senza soffrire di thermal throttling e conseguenti tagli di frequenza.

Anche nello stress test più impegnativo notiamo come per i primi 3 minuti circa, le frequenze raggiungano i 3.9 GHz, per poi abbassarsi per un paio di altri minuti a 3.0 GHz e stabilizzarsi infine a 2.8 GHz, che è esattamente il base clock del processore Intel Core i7 7700HQ che troviamo all'interno di questa macchina. Insomma, un andamento che permette di sfruttare al meglio i componenti e di non trovarsi di fronte a spiacevoli sorprese qualsiasi sia l'attività che andiamo a svolgere.


Anche nei benchmark poi, le prestazioni sono simili a quelle ottenute dai competitor nella stessa fascia di mercato e con scheda tecnica assimilabile.

Il tutto supportato anche dalla scheda grafica dedicata NVIDIA GeForce GTX 1060 con 6GB di memoria dedicata che permette all'utente di giocare anche a titoli estremamente recenti mantenendo delle buone prestazioni a livello di framerate, anche con impostazioni grafiche impostate per avere un dettaglio molto elevato.

In un titolo come Assassin's Creed Origins, ad esempio, con tutte le impostazioni grafiche impostate sul livello massimo, si ottiene un framerate medio che si aggira intorno ai 40 fps. Non male, considerando tutti i limiti del caso.

Benchmark Acer Predator Helios 3000

Predator Helios 300
i7-7700HQ/1060
XPS 15 9560
i7-7700HQ/1050/4K
Aspire VX 15
i7-7700HQ/1050
MSI GE62 7RE
i7-7700HQ/1050Ti
recensione recensione recensione
GeekBench 3 3562/13876 3752/14258 3344/13053 3647/13977
Cinebench R15 74/691 80.86/621 82.86/704 -/745
GFX Bench 4 Car: 3549/12307
Man: 3718/21974
TRex: 3359/48760
Car: 1540/6553
Man: 3581/14114
TRex: 3348/25335
Car: 3542/6678
Man: 3714/10926
TRex: 3355/29597
Car: -
Man: -
TRex: -
3DMark Time Spy: 3734
FireStrike: 9618
SkyDriver: 20912
Time Spy: 1701
FireStrike: 5015
SkyDiver: 14613
Time Spy: 1774
FireStrike: 5228
SkyDriver: 15357
Time Spy: 2528
FireStrike: 6956
SkyDiver: 20329
PCMark 8 Home: 3849 Home: 3343 Home: 3499 Home: 4187
CDisk Mark SSD Seq: 580/434
4K: 28/77
Seq: 1626/902
4K: 22/66
Seq: 540/444
4K: 22/75
Seq: 552/490
4K: 22/106
Temp Max CPU: 92 °C
Esterna: 55 °C
CPU: 93 °C
Esterna: 52 °C
CPU: 88 °C
Esterna: 58 °C
CPU: 86 °C
Esterna: 50 °C
IPerf v2 Wi-Fi: 78/52
Eth: 740/914
Wi-Fi: 120/106 Wi-Fi: 123/97
Eth: 625/512
Wi-Fi: -

Test eseguiti con alimentatore collegato ad eccezione del controllo temperature. Impostazioni energetiche standard.

Dicevamo quindi una buona costruzione, materiali solidi e prestazioni soddisfacenti. E allora dove si nasconde il difetto?

A parere mio sicuramente nel display. Ora, intendiamoci, non stiamo parlando di un pannello disastroso, ma non è comunque nulla di eccezionale. Anzi, trattandosi di un display IPS mi sarei sicuramente aspettato una fedeltà cromatica migliore e una copertura più ampia dello standard sRGB che, invece, non raggiunge nemmeno il 70%.




Per fortuna la luminosità è discreta, parliamo di 255 nit, e grazie anche a dei neri abbastanza profondi permette di ottenere un rapporto di contrasto di 1200:1 tutto sommato buono. Non male anche gli angoli di visione, grazie anche alla finitura opaca che elimina in maniera efficace buona parte dei riflessi.

Completano il comparto multimediale due speaker posti nella zona inferiore dalla scocca, all'altezza del poggiapolsi, caratterizzati da una qualità tutto sommato buona ma accompagnati da un volume che mi sarei sicuramente aspettato un pochino più elevato. Diciamo che per giocare senza essere disturbati dal rumore delle ventole è ancora meglio indossare delle cuffie.

Ma arriviamo all'autonomia che per certi versi mi ha stupito e generalmente soddisfatto. Anzitutto occorre anticipare che all'interno di questo Helios 300 troviamo un modulo da 48Wh, che si carica completamente in poco più di due ore e che nell'utilizzo in web browsing o come macchina da lavoro, utilizzata per gestire le mail o realizzare documenti con i più comuni programmi di videoscrittura, raggiunge anche le 5 ore di autonomia.

Autonomia Acer Predator Helios 300

Consumo orario Autonomia
Internet Work in Wi-Fi -20% 5.2 ore
Youtube HD / Netflix HD -17% 6.1 ore
Giochi / Rendering / Stress Test -98% 1.0 ore
Draining in standby (offline) -0.1% 41 giorni
Tempo di ricarica (PSU 135 watt) +48% -

Luminosità schermo al 50% (circa 90 nit), audio al 50%. Modalità bilanciata.

In caso poi di utilizzo per guardare Netflix o più in generale per sfruttare servizi dello stesso genere, non è difficile raggiungere le 6 ore. I problemi giungono se mai quando utilizziamo questo Predator per quello per cui è stato pensato, ovvero giocare. Sì perchè staccati dal caricatore non riusciremo praticamente mai ad andare oltre l'ora di autonomia. Considerando poi che rimuovendo l'alimentazione calano anche le prestazioni, l'utilizzo con quest'ultima inserita è praticamente obbligatorio in caso di sessioni di gaming prolungate.


E per concludere arriviamo al prezzo, che è la caratteristica di cui vi parlavo all'inizio. Sì perché questo Predator Helios 300 di Acer nella configurazione a mia disposizione costa circa 1200 euro,. Non che si tratti di una cifra contenuta a livello assoluto, anzi, sono sicuro che molti di voi la considereranno comunque una spesa eccessiva, ma in un segmento di mercato come quello gaming in cui la maggior parte delle soluzioni ha prezzi anche sensibilmente più alti, questa soluzione può essere comunque considerata un ottimo compromesso.

Oltretutto, se non badate troppo al lato estetico e lo utilizzate per la maggior parte del tempo seduti ad una scrivania, questo Helios 300 è un'ottima macchina per lavorare, specialmente se siete soliti utilizzare programmi pesanti o effettuare operazioni che richiedono una buona capacità di calcolo, come ad esempio il rendering video con Adobe Premiere o programmi simili.

Lo smartphone Android più completo sul mercato e con il miglior display in commerico? Samsung Galaxy Note 8, in offerta oggi da Tigershopit a 595 euro oppure da ePrice a 654 euro.

151

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
IlFuAnd91

Solo Razer fa un portatile con design decente, tutto il resto è roba che insomma... son gusti xD

Albi Veruari

Io ho il rog gl502vm ed è parecchio sobrio, l'unica cosa il logo retroilluminato dietro.

Alla ricerca del tempo perduto

da profano chiedo, ma ha senso?

Michealknight

No

Edward mnc343

perchè se lo avessi letto bene avresti capito che le stesse prestazioni le ha solo sui carichi single-core (e ci mancherebbe vista la frequenza), sui multi-core è dietro di un buon 40% rispetto al 7700HQ e appena dietro al 7300HQ, visto che chi compra quei processori lo fa per lavorare seriamente (o per giocare) di sicuro utilizzerà carichi multi-core e per questo per costoro un 8550U non risulterebbe affatto al pari di 7700HQ, bensì inferiore di un buon 40%...

Evilboy

Perdonami ma l'articolo conferma quanto ho detto: perché la risata?

mauro morichetta

No no ho solo fatto una scelta

M_90®

spettacolare, tra l'altro dovresti vedere com'è costruito dentro, farebbe rabbrividire anche un macbook. comunque vedi che i colori li puoi modificare a piacimento, io ho più set ad esempio:
quando gioco cambiano colore in base alla vita del personaggio;
quando lavoro/studio tutti i led settati su bianco;
bianco guardo film o navigo cambiando lentamente come un albero di natale su tutta la scala di colori. comuqnue le combinazioni possono essere davvero infinite, troppo sfizioso.

M_90®

ah ma quindi tu c'hai proprio la crociata contro windows, ho capito.

M_90®

sisi ma te l'avevo già detto l'altro giorno che alla fine è una bella macchina, tutte quelle uscite quest'anno lo sono. quelle del 2018 mi sa che saranno ancora meglio viste le prestazioni ancora maggiori dei nuovi soc.

ciccio35

Il discorso non è solo assemblarlo, quello è il meno. Più che altro l'importante è distribuire il budget in maniera adeguata tra i vari componenti (pensando su cosa eventualmente si può risparmiare in un primo momento in vista di un eventuale aggiornamento futuro) e scegliere la roba giusta, cosa che magari in un negozio di pc non fanno perché ovviamente hanno interesse a venderti quello che hanno a magazzino. Tieni a mente comunque che ora non è propriamente il momento più adeguato per farsi un pc, ram e ssd costano una follia, idem le gpu. Tieni d'occhio i vari forum/articoli e quando la situazione torna normale comincia a darti un'occhiata intorno

kajedyn

se risolve l'opinione cambia radicalmente...cmq come hw è buon poi ho messo nvme samsung 960 pro...top ;)

M_90®

hahahahaha te lo sei chiamato hai visto? :D

kajedyn

pazzesco ieri è uscito nuovo bios....vediamo se risolve!!! :)

mauro morichetta

Ma la Potenza non serve solo per il gaming, inoltre anche Linux ha il suo parco titoli, ovvio che inferiore.

Alessandro AlexGatti

però una macchina da gaming con linux non mi pare una furbata, voglio dire, per il gaming.

mauro morichetta

Per quanto sia esaustiva e precisa la recensione mi piacerebbe che aggiungessi la compatibilità con Linux, un breve video nel quale si mostra il bios e la possibilità di fare il boot con Linux, come fa il caro Riccardo? Per quanto si di rappresentare una fetta insignificante di utenti, nel mio immaginario di portatile potente, non lo vedo con Windows.
Sarebbe magnifico vedere come gira col pinguino. Spero di essere ascoltato presto complimenti per il lavoro svolto un saluto ve buone feste Mauro Morichetta

Alessandro AlexGatti

ma a 1200 quella configurazione dove si trova? io trovo 1400 o 1600

EvCo

Dopo l'uscita dei nuovi processori dici? Si sa qualcosa della data?

M_90®

ho riprovato a misurare, sempre giocando ad AC che è quello più pensate tra i giochi che ho, ed è arrivato max a 74 grandi. forse quando ho visto l'altra volta i 90 stava facendo anche altro boh

Il Cavaliere

Mi sa che farò così anche perché se ci metto le mani io faccio disastri :) Magari anche un tecnico, se spendo 1k per il pc dare qualcosa in più a un tecnico per assemblarlo non mi dispiacerebbe. Grazie.

LordRed

Puoi colorare la tastiera in bianco.

Kaan Ekinci

Per te... Nero con verde piu soft rispetto a rosso nero.. e poi le luci sono rgb.. nessuno te lo vieta di impostare colori in bianco... Poi mi sembra Asus zypron va bene

Edward mnc343

Hahahahahaha

https:// www. notebookcheck. net/Intel-8th-gen-Kaby-Lake-R-vs-7th-gen-Kaby-Lake-performance-comparison.244318.0. html

Solaris

>nella configurazione a mia disposizione costa circa 1200 euro,. Non che si tratti di una cifra contenuta a livello assoluto, anzi, sono sicuro che molti di voi la considereranno comunque una spesa eccessiva...
Vabbè, ormai un tablet di emme costa quella cifra li. Per un desktop replacement so pure pochi...

ca600lg

dal vivo non è così terribile secondo me, specie con la tastiera di un colore uniforme

Aster

Ti sbagli e tutto disattivabile

Aster

Allora prendi un precision:)

Aster

Msi razer

Max

Anche I Razer non si trattengono in quanto a luci colorate da quindicenne... senza contare quel logo verde che è anche peggio...

Max

Stai scherzando spero... al di là dell’ottimo hardware è la sagra del pacchiano da bimbomink1@ https://uploads.disquscdn.c...

Max

Concordo. Ma Acer non esagera in tal senso...
Questo è il modello che ho preso io un anno fa, più un desktop replacement che un gaming, ma con stessa cpu, GeForce 970 e 16 Gb di RAM. https://uploads.disquscdn.c...

Con il modello recensito qui sono andati un po’ oltre, con gli inutili inserti rossi.

Aktality

Che msi hai? Gs63 stealth pro?

Aktality

Asus Zephyrus con la 1080 max q

LordRed

msi stealth pro

Venom Snake

c'è ancora la pasta stock e non ho ancora toccato i voltaggi...

Venom Snake

gt72vr 7re

Sagitt

Non mi pare un gran che

Kaan Ekinci

Troppi

Celletti81

No, l'unico che si salva è l'unico nato per non essere 100% gaming, xps 2017 15" con Nvidia .penso che il mio zenbook aziendale si romperà a breve.....

Kaan Ekinci

Guarda razer blade e asus zypron

Kaan Ekinci

In casa io ho sempre 20-21 ? E non penso che tu quando fa freddo non scaldi la casa? Comunque per me troppo temperatura del cpu a 90 gradi, gpu ok.. prova a controllare se fa bene contatto con dissipatore la cpu..

ermete74

Scusami che modello di msi hai?

M_90®

Comunque la gpu quasi sempre sotto i 60.

M_90®

Si ma devi vedere anche la temperatura dell'ambiente circostante, da me in questi ultimi giorni ha fatto caldo, settimana che ha fatto più molto piu freddo stava sotto gli 80.

Kaan Ekinci

Ce dell inspiron gaming che meglio di questa... Costa 1399 ma tutto periodo natalizio era 1200 (i7-7700hq 16gb ram 256ssd(nvme) + 1tb ram gtx 1060 6GB

Kaan Ekinci

Nel test sintetico ( stress test ) quanto fai ? Io non supero mai 78 gradi.. per essere MSI è gaming pc secondo me tanto... Scheda grafica quanto ? ( Il mio gtx 1050ti overcloccato +150mhz core + 450mhz ram va intorno 65 gradi con cpu a 75

Alessandro Cavalieri

Premettendo che non sono un fan di questo tipo di prodotti; esistono dei portatili gaming che non siano brutti?

M_90®

Tutto settato al top, poi mettici che è ottimizzato male, però è stupendo come ambientazione, pieno di dettagli.

Kaan Ekinci

Io con BF 1 non supero 77 gradi (i7-7700hq come fai arrivare a 90 gradi con ac blackflag )?

Le novità di Intel: CPU, portatili e non solo | Video #parliamone

Samsung Notebook 9 Pen 13", convertibile con S-pen integrata | Video dal CES

Dell XPS 15 2-in-1: video anteprima dal CES

Recensione Acer Spin 5 con CPU Core i7 Quad Core e penna attiva