Una falla di Chrome OS vale una ricompensa da 100.000$ ad un ricercatore

17 Novembre 2017 27

Il programma di ricompense pensato da Google per tutti coloro che segnalano gravi falle sui suoi sistemi operativi ha consegnato un grosso premio ad un ricercatore, il quale si è visto ricevere ben 100.000 dollari per aver contribuito a sanare una falla di Chrome OS.

Il ricercatore in questione, identificato dal nickname Gzob Qq, ha già ricevuto premi simili in passato, sempre grazie alla sua abilità nello scovare vulnerabilità all'interno di Chrome OS. L'ultima sua scoperta riguarda una serie di falle che possono portare all'esecuzione di codice malevolo sul sistema operativo Google, le quali sono state segnalate alla società di Mountain View lo scorso 18 settembre.

Google ha ricevuto anche un concept del software che avrebbe potuto compromettere Chrome OS attraverso quelle vulnerabilità, 5 in totale, e ha rilasciato la patch necessaria a correggerle con la build Chrome OS 62 9901.54.0/1, pubblicata lo scorso 27 ottobre, con la quale è stata anche risolta la vulnerabilità nei confronti di KRACK.


27

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Rick Deckard®

Funziona tutto tramite web.. tanta incertezza non la vedo

Sagitt

Lol

Danny #

G - 1 = D
Z + 1 = A
O - 1 = N
(Ci sono tre 1 = 3)
B - 3 = Y
(La doppia Q indica una lettera doppia).
Cavolo, mi hai scoperto!!!

Danny #

Il problema del tablet Android è l'avere Chrome in versione mobile.

Federico

Difatti non lo elimineranno, ho detto proprio questo.

Rick Deckard®

In realtà è l'unico os in crescita costante nel settore desktop e che centralizzato Google e i suoi servizi .. non vedo perché dovrebbe toglierli quando è così attivo

Lillo il commentatore®

LALA

Stefano Vago

sono io

Sagitt

ovviamente per alcune cose funziona bene, ma ha un futuro incerto

Rick Deckard®

Mah.. io lavoro in Italia e in ufficio ho preso una chromebox... Se devo essere sincero non tornerei indietro

ivan agosti

Io a casa ho un tablet Android e ho un chromebook...
La differenza direi che è notevole, Chrome Browser desktop rispetto alla versione mobile sono due cose differenti, quindi sia in esperienza d'uso che probabilmente in durata nel tempo non vedo proprio un senso nel paragonare le due cose (il chromebook c'è l'ho da solo un anno e funziona come il primo giorno, android ogni tanto ha bisogno di formattazioni per tornare scattante e comunque non regge i tempi che passano...)

Federico

È basato su Android x86, quindi almeno in linea di principio tutte.
Se non vado errato nelle ultime build è stato aggiunto il supporto per AMD, ma non avendo necessità di installarlo su tale tipo di hardware non ho seguito la cosa.

Se invece passiamo dalla linea di principio alla realtà, è bene che la macchina non sia troppo antiquata pena il ritrovarsi con parte dell'hardware non correttamente supportato.
Posso dirti che nel caso del mio PC principale, un vero incubo quanto ad hardware, funziona tutto perfettamente compreso l'enorme touchscreen da 27'', mentre utenti con macchine di gran lunga più semplici lamentano molti problemi.
Nella mia esperienza diretta, che ormai è numericamente rilevante, non ho mai incontrato difficoltà.

Comunque basta provare, non è neppure necessario partizionare perché è possibile installarlo in una subdir del Windows.
Mal che vada lo disinstalli e tiri via il Grub.

FuckingIdUser

Io avrei tanto voluto provarlo sul mio vecchio 2in1 ma ha deciso di abbandonarmi e adesso mi ritrovo con un notebook enorme.
Quali cpu supporta?

Federico

Andrà avanti con gli accordi, ma è comunque un mercato gigantesco.
Quando sarà alla frutta Android sarà già sbarcato sui Desktop in modo ufficiale, con il supporto diretto di Google, e quindi il problema non si porrà più.
Ho iniziato una breve serie di articoli su Phoenix, aggregati alla discussione che ti diverti... e magari converto pure te

Sagitt

No mai provato, ma il mercato usa edu va avanti con chrome os giusto per accordi non perché vale la pena. Quando sarà alla frutta sì troveranno nei casini

Federico

No Sagit, nell'educational USA vanno fortissimo ed è un mercato sufficientemente grande da rendere redditizia la cosa.
Certo, dovendo tornare indietro Google non ripeterebbe la cosa, ma solo perché Nougat ormai è in grado di sostituire Windows in ambiente Desktop.
All'epoca del lancio di Chrome OS non solo non era prevedibile che ad Android venisse impartita una spinta (pure buona) verso gli ambienti desktop, ma neppure si riteneva possibile farlo.

Stanno cercando di metterci una pezza ibridando i due ambienti e portando il Play Store su Chrome OS, ma da quel che so i risultati non sono eccezionali e comunque è privo di senso... ma il pubblico ovviamente vuole applicazioni vere, perché quelle che girano in un browser sono ridicole, e loro cercano di accontentarlo.

Hai mai provato Phoenix OS?
Il mio è un po' "custom" rispetto a quello normale, ma ti assicuro che mi sta dando grandi soddisfazioni.
Non faccio il boot in Windows da una decina di giorni

Sagitt

per me il declino dei notebook chrome os è prossimo, probabilmente vedrà nuova vita in altro modo, ma quei notebook spariranno.... spesso costano una follia e non fanno nulla di nulla con anche un futuro incerto

Federico

Ho detto che è stato soggetto al medesimo ostracismo, non che abbia qualcosa a che vedere.
Anche se...

Ciò che sta capitando è guidato unicamente dalle ragioni di convenienza, ivi compresi i rapporti con gli OEM e le antipatie che si attirerebbero nella gran parte degli acquirenti mandando fuori produzione l'ormai inutile Chrome OS.

Hanno idee confuse? No, le hanno semplicemente ancora giovani.
Fino a Marshmallow Google non aveva mai investito nel proprio OS, e magari non aveva neppure in programma di farlo.
Poi Microsoft ha collezionato un'incredibile sequenza di errori che ha aperto uno spiraglio commerciale al di sopra dei telefoni e tablet entry level, e Google ne ha immediatamente approfittato iniziando a credere fortemente nel proprio OS.
Però parliamo di un'opportunità inaspettata piovutale fra le mani da un giorno all'altro e di un periodo di tempo che ancora è misurabile in mesi.

Sagitt

WSL non ha nulla a che vedere.

comunque io ho sempre pensato che se mai fossi stato un genio tanto da creare un OS lo avrei chiamato phoenix os :D... si parla già di 10 anni fa.. avrei dovuto brevettare il nome ahhahaah

comunque scherzi a parte, se rendessero ChromeOS un sistema disponibile tramite DEX e quindi l'android che diventa desktop, e al contempo facessero tablet con chrome os allora questo sistema avrebbe un senso.... ma fare android smartphone, lasciare la desktop mode ai produttori, poi lasciare nel suo oblio android tablet e riproporre un nuovo sistema operativo come desktop che desktop non è mostra solo quanto google abbia le idee confuse

Federico

C'è, adesso c'è.
Non viene implementato come tablet perché in un attimo manderebbe nel dimenticatoio Chrome OS e questo Google non può farlo, ma come DeX, particolarmente nella versione Huawei.
È anche possibile installarlo autonomamente tramite Phoenix OS, ma i blog dimostrano verso di esso il medesimo ostracismo a suo tempo riservato al WSL di Microsoft e quindi a nessuno viene detto della sua esistenza e tanto meno di come configurarlo correttamente

Federico

Quando uscì aveva un senso perché evitava a Google di dover investire su Android.
Attualmente non lo ha più perché le più recenti versioni di Android sono perfette anche in versione Desktop, però ormai lo hanno, hanno degli utenti e soprattutto hanno degli OEM che hanno investito su di esso.
Non possono disfarsene a cuor leggero, pena cadere nel ridicolo come Microsoft quando ha mandato EOL senza alcun preavviso il suo OS Mobile

Sagitt

Sono dei tablet con una tastiera

Se avessero fatto Android tablet come chrome os avrebbero probabilmente risollevato le vendite dei tsblet Android

Invece hanno voluto creare un sistema desktop che è tutt’altro che desktop

Andrej Peribar

Per me l'idea non era male.
Ma commercialmente pare non reggere.
Gli OEM non vogliono vendere portatili economici e a molti non piace essere legati mani e piedi a Google

Andrej Peribar

C'è qualcuno che sa su questo blog che nickname usa Gzob Qq?

<.<

Aster

Bravo.

Sagitt

Stanno già cadendo nell’oblio

Tony Musone

c'è chi campa con il fallo, chi con i falli e questo campa con le falle, ad ognuno le sue ;)

Huawei MateBook: X Pro 2019 e 14 ufficiali, prezzi Italia del 13 | VIDEO

Recensione Lenovo Yoga Book C930: il ritorno del convertibile 4 in 1

Devolo Magic 2: Powerline a 2400 Mbps e Wi-Fi Mesh | Video

Xiaomi Notebook Pro e MacOS: binomio possibile? Video