Micron presenta i moduli DDR4 NVDIMM-N da 32GB

14 Novembre 2017 11

Al SuperComputing 2017 è presente anche Micron Technology, azienda leader nel segmento delle memorie, che ha presentato durante l'evento le sue ultime DDR4 ad alta densità per il mercato server. In dettaglio si tratta dei moduli DDR4 NVDIMM-N con capacità di 32GB (il doppio rispetto alla precedente generazione) e con frequenza di 2933 MHz (CAS Latency 21).

Micron è tra i pionieri per quanto riguarda le Non-Volatile DIMM, disponibili nelle diverse varianti N, F, X P; in questo caso il produttore ha optato per moduli type-N, ossia dotati anche di una memoria NAND per fare il backup dei dati in caso di improvvisa interruzione dell'alimentazione.


Le NVDIMM-N funzionano come una classica memoria ECC, ma, quando si verifica un qualsiasi problema che interrompe l'alimentazione, salva i dati in una NAND da 64GB, gestita da un controller integrato e a sua volta alimentato da una batteria o da un modulo condensatore esterno AGIGA PowerGEM.

L'utilità di questa soluzione Micron si potrà apprezzare soprattutto sui sistemi server dual-socket, equipaggiati solitamente con 64GB di memoria NVDIMM; grazie alla capacità di 32GB, si potrà utilizzare un modulo per CPU, lasciando quindi più slot liberi per le tradizionali RDIMM. Micron annuncia di aver iniziato la produzione dei primi sample NVDIMM-N 32GB, ma al momento non ha reso noto quando partirà la produzione in volumi.

Il massimo rapporto qualità/prezzo? Motorola Moto G5, compralo al miglior prezzo da Media World a 139 euro.
Apple Iphone 7 32gb Jet Black è disponibile da puntocomshop.it a 519 euro.

11

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
riccardik

Io non sono un sysadmin e quindi non conosco gli ambiti di utilizzo, però se l'hanno commercizzata a qualcuno servirà

ale

Dove è necessario restare up 24/7 appunto non ti serve una RAM pensata per salvare i dati in RAM quando il server viene spento perché banalmente il server non viene spento e non può non esserci l'alimentazione a meno che non accada un disastro di proporzioni inimmaginabili.

riccardik

ci sono molteplici tipi di server, penso che in alcuni ambiti poter mantenere l'istantanea di un programma (magari molte macchine virtuali) sia molto importante. dove è necessario restare up 24/7 penso che ogni tipo di ridondanza possibile sia ben accetta

ale

Cosa te ne fai del backup del contenuto della RAM ? È utile per i ramdisk ovviamente, si ma sul ramdisk ci tieni dati temporanei, non un database di roba che non hai replicato da altra parte.

Un sistema del genere può essere moderatamente utile in ambito desktop, pensare ad una RAM che salva i dati, così uno invece di spegnere il PC stacca la spina, poi lo riaccende e si ritrova tutto come era prima, o comunque se salta la corrente non perdi il lavoro. Ma su un server dove la probabilità che manchi l'alimentazione è bassissima non ha molto senso.

riccardik

backup dei dati appunto, qui si parla di backup del contenuto della ram

ale

Al mercato server cosa serve una RAM che faccia automaticamente il backup dei dati, quando ogni server ha almeno due PSU ridondanti, collegate a due circuiti di alimentazione fisicamente separati, con batterie di backup, generatori disel, e a volte pure due allacciamenti alla rete elettrica indipendenti. La probabilità che ad un server manchi la corrente è quasi 0, ed in ogni caso il backup dei dati da qualche parte c'è.

cino

Inoltre in ambito server, specialmente in datacenter a forte virtualizzazione, la ram è molto più importante della CPU, specialmente perchè molte applicazioni aziendali non sono in grado di scalare su molti thread a meno che molti utenti non siano connessi. Diciamo che per mantenere retrocompatbilità le tecnnologie usate in applicazioni enterprise sono molto meno all'avanguardia di quelle consumer

riccardik

beh ma questo tipo di ram si accoppia con cpu da server (almeno due) dal costo sicuramente più alto di una cpu desktop e in situazioni particolari con budget elevati. per curiosità, dove hai trovato il prezzo di quest'aggeggio? io non l'ho letto

salvo666

caspita costa più un banco di ram che una cpu

Volpe

Le RAM sono diventate <strong<troppo< strong=""> costose.

cino

Con la crescente diffusione di database in memory e ramdisk un failover scenario con backup hardware si fa molto interessante, specialmente per i ramdisk

Samsung Notebook 9 Pen 13", convertibile con S-pen integrata | Video dal CES

Dell XPS 15 2-in-1: video anteprima dal CES

RECENSIONE Acer Predator Helios 300: il gaming si fa "portatile"

Recensione Acer Spin 5 con CPU Core i7 Quad Core e penna attiva