Recensione Xiaomi Mi Notebook Pro

05 Ottobre 2017 437

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

Xiaomi Mi Notebook Pro è il primo risultato di portatile con processore Intel Quad Core Serie-U e grafica dedicata. Qualcosa a metà tra gli Ultrabook e le macchine più potenti, spesso ottimizzate per il gaming ma il più delle volte adatte al montaggio video, alla grafica, ai lavori produttivi in mobilità. Mi Notebook Pro rappresenta il primo approccio a quella che è sembrata da subito una buona idea, confermata dai primi test alle nuove CPU Intel e adesso, finalmente, in vendita.

Costa pressappoco 850 euro (vedi offerta Gearbest - Codice: HDBLOGmibook) ma va importato dalla Cina quindi arriva senza assistenza e senza garanzia del produttore. E' un rischio, non c'è molto da dire. Io non consiglio di spendere una cifra simile su prodotti che non sono distribuiti da noi - l'ho scritto poco fa anche su Mi Mix 2. Per quanto l'hardware sia buono. Per quanto non ci sia niente di simile dalle nostre parti. Credo che il risparmio netto debba essere del 50%, allora sì. Per prendersi i rischi bisogna pagarlo la metà, quindi iniziamo a pensarci quando Mi Notebook Pro in versione base sarà vicino ai 600 euro.

Scheda tecnica Mi Notebook Pro (Timi TM1701)

  • Display: 15.6'' FHD IPS 16:9 / Pannello BOE0747 / Rapporto telaio 81.5%
  • Processore Intel Core i5-8250U / GPU Nvidia MX150 con 2 GB GDDR5
  • Memorie: 8 GB RAM DDR4 2400 MHz Dual Channel
  • Archiviazione: SSD 256 GB NVMe Samsung PM961 / Slot M.2 SATA libero
  • Connettività: Wi-Fi ac Intel 8265 / Bluetooth 4.1
  • Porte: 2x USB-C 3.1 (usa solo dati) / 2x USB 3.0 / HDMI / Jack 3.5 mm / SDHC
  • Altro: lettore di impronte digitali Elan / Camera 720p / Audio Harman 2x 2.5 watt
  • Dimensioni: 344 x 193.6 x 16 mm / Peso 1950 grammi / Telaio magnesio
  • Batteria: 60 Wh / Alimentatore USB-C 65 watt 5-20V max 3A

Ad ogni modo le promesse della presentazione sono tutte confermate: qualità costruttiva del telaio in magnesio, tastiera larga, touchpad reattivo, porte comode, componenti interni di qualità. Uno a caso: il modulo SSD Samsung PM961. E lo slot M.2 SATA libero che sta lì di fianco.


Notare il lettore di impronte digitali a destra del touchpad.

La somiglianza con Macbook Pro è evidente, per quanto sia soprattutto una questione di disegno e colorazione; i dettagli del portatile Apple, e la robustezza di certe sue parti (il coperchio, per dire), restano parecchio superiori. Così come il suo prezzo, certo. Mi Notebook Pro mostra le bolle quando fate pressione sul retro dello schermo, copre le cerniere con una plastica facile da rigare, pesa meno di 2 kg perché usa una batteria da 60 anziché 76 Wh. Ha certi punti a suo favore ed è, comunque, un portatile di fascia alta, ma: non chiamatelo Macbook Pro.

Xiaomi ha usato il disegno della tastiera dei Macbook Air. Tasti da 1.5 mm, leggermente scavati, stabile al centro e retroilluminata senza evidenti sbavature. Un passo in avanti dalla linea Notebook Air per un'esperienza di digitazione familiare. Inoltre il pad direzionale largo fa comodo su diagonali così e la noia della fila di tasti aggiuntivi si risolve con qualche ora di pratica; preparatevi solo a schiacciare per errore il tasto POWER in alto a destra. Mi Notebook Pro usa un layout ANSI US con SHIFT sinistro largo ed ENTER lungo. Non esiste una versione con tastiera diversa quindi conviene scendere a patti. Resta una buona notizia per chi scrive codice o usa tastiere meccaniche di importazione perché probabilmente sarà abituato. Ad essere pignolo sento alcuni tasti meno precisi di altri, con un "gioco" di troppo. Ma è un nulla, niente di importante. Lo ripeto: Mi Notebook Pro ha una gran bella tastiera ed ha legende che mi piacciono. Solo non rientra tra le migliori tre che ho provato.

La tastiera retroilluminata di Mi Notebook Pro (accesa/spenta).

La vera mossa azzeccata di Xiaomi è stata usare ventole e heatpipe progettate per un notebook da 45 watt, su uno da 15 watt. Ultrabook e Macbook Pro di questa fascia hanno una singola ventola, spesso piccola e comunque discreta, mentre Mi Notebook Pro ne vanta due, anche boxate per aumentare la portata, messe lì per buttar fuori il calore generato da CPU e GPU raffreddando le estremità della grossa heatpipe centrale. Al tutto, è abbinata una placca metallica di raccordo e delle griglie di rame in prossimità dei bocchettoni di uscita. Insomma, è un design esagerato per una CPU ULV. Ricorda quello dei Macbook? Sì. Ma, anche in questo caso, è più che altro la forma.

Interni di Xiaomi Mi Notebook Pro. Sotto la ventola di destra si può vedere lo slot M.2 SATA libero.

La resa di questo impianto è così buona da essere banale. Su core, nello stress test Prime95 + Furmark (ovvero un contesto irreale per l'uso comune perché tiene CPU e GPU al 100%), Mi Notebook Pro raggiunge una massima di 74°C ma resta stabile su 65°C, con la GPU Nvidia che non supera mai i 60°C. Sono valori che escludono il throttling termico. Nell'uso più leggero di tutti i giorni si sta molto più bassi: i 36°C di Netflix App sono un estremo ma valori sui 40°C sono la norma per la CPU. Guardate i grafici per tutti i dettagli. Peccato che la posizione della grossa placca centrale corrisponda al centro della tastiera; sotto carico massimo, quando la MX150 è attiva e pimpante, ho 44°C su quei tasti - la stessa temperatura del retro.


Ad ogni modo, parte del merito delle ottime temperature interne va alla gestione energetica dei nuovi processori Intel Core di 8° generazione. Kaby Lake-R spalma la frequenza operativa su quattro core e quindi abbassa la loro velocità pura producendo meno calore. Il TDP è più stabile (anche qua, picco di 22 watt sulla CPU e poi blocco a 15 watt) ed il consumo medio più lineare. Di fatto, nell'uso leggero dei portatili (navigazione web, ai social network, fotoritocco basilare), è una piattaforma che consuma quanto la vecchia pur garantendo un margine di guadagno (i due core in più, appunto) da strizzare quando serve. Xiaomi l'ha inserita in mezzo ad una componentistica dove spiccano i valori di scrittura e lettura della SSD Samsung (consiglio di sostituire i driver NVMe Windows con quelli dell'azienda) e RAM DDR4-2400 Dual Channel. I risultati sono scontati, e non credo che serva una conferma.

Benchmark Xiaomi Mi Notebook Pro

Mi Notebook Pro
i5-8250U/MX150
Aspire VX 15
i7-7700HQ/1050
XPS 15 9560
i7-7700HQ/1050/4K
Acer Spin 5
i5-8250/8/256
recensione recensione recensione
GeekBench 4
Single/Multi
4179/13915 3344/13053 3752/14258 4106/13045
Cinebench R15
OpenGL/CPU
64.89/555 82.86/704 80.86/621 45.48/530
GFX Bench 4
OffScreen
Car: 4184
Man: 8426
TRex: 13704
Car: 6678
Man: 10926
TRex: 29597
Car: 6553
Man: 14114
TRex: 25335
Car: 1631
Man: 3620
TRex: 6438
3DMark Time Spy: 1078
FireStrike: 2925
SkyDiver: 9717
Time Spy: 1774
FireStrike: 5228
SkyDriver: 15357
Time Spy: 1701
FireStrike: 5015
SkyDiver: 14613
Time Spy:
FireStrike 913
SkyDiver 3855
PCMark 8 Home: 3481 Home: 3499 Home: 3343 Home 3359
CDisk Mark SSD Seq: 1842/1399
4K: 33/90
Seq: 1626/902
4K: 22/66
Seq: 1842/1399
4K: 33/90
Seq 530/454
4K 25/95
Temperatura Max CPU: 74°C
Esterna: 44°C
CPU: 88 °C
Esterna: 58 °C
CPU: 93 °C
Esterna: 52 °C
CPU: 96 °C
Esterna: 46 °C

Test eseguiti con alimentatore collegato ad eccezione del controllo temperature. Impostazioni energetiche standard.

Dai benchmark a seguire esce fuori un'altra verità: la GPU Nvidia MX150 si merita attenzioni. Nei giochi recenti non permette il Full HD a livelli medio-alti, ma in 720p è apprezzabile. F1 2017 è godibile anche in FHD su uno schermo così. Su The Witcher 3 devo, invece, scegliere l'impostazione più modesta per restare alla massima risoluzione. Sono tutte buone notizie per un portatile Serie-U; i rivali montano GPU integrate Intel HD ed hanno un passo molto inferiore. Guardate il confronto con la scheda grafica UHD 630 di Acer Spin 5. MX150 si posiziona a metà tra una soluzione integrata e una GTX-1050. Sostituisce la 940MX ma la migliora parecchio nei consumi e nelle temperature.

Adobe Premiere Pro 2017 in azione su Mi Notebook Pro. Nella schermata, editing video in 4K.

Su Adobe Premiere Pro, abilita l'accelerazione Mercury e mi permette di fare un montaggio 4K (8-bit 150 Mbps MOV) basilare; quando le tracce sono 1080p, allora diventa un portate da montaggio video con tempi di rendering adatti alle trasferte.

GeForce MX150 vs GeForce 940MX

GeForce MX150 GeForce 940MX
Nome in codice N17P-G1 N16S-GTR-B/S
Architettura Pascal 14nm Maxwell 28nm
Core CUDA 384 384
Raster Operation Pipelines 16 8
Frequenza di clock 1468 MHz (Base)
1532 MHz (Boost)
1122 MHz (Base)
1242 MHz (Boost)
Bandwidth memoria 64-bit 64-bit
Tipo memoria GDDR5 GDDR5/DDR3
VRAM massima 2048 MB 4096 MB
Supporto API DirectX 12 (FL 12_1), OpenGL 4.5, Vulkan DirectX 12 (FL 11_0), OpenGL 4.5
VR Ready No No
Supporto G-Sync Yes No
TDP dichiarato ~ 25W 15-30W

Su Mi Notebook Pro arriva ai 1500 MHz e rotti di frequenza Boost quando i watt lo permettono ma nello stress test con Prime 95 si stabilizza attorno ai 1000 MHz. Con la sua richiesta massima di corrente elettrica, il portatile consuma 65 watt su presa (schermo al 100% incluso) quindi pareggia la capacità dell'alimentatore USB-C. Meglio assicurarsi un po' di margine sulla batteria prima di lanciare un rendering impegnativo perché il caricatore potrebbe essere saturato.

Un consumo così alto non è anomalo, perché il TDP della GPU si somma a quello della CPU. E' il contesto, magari, ad essere poco credibile. Sia come sia, questo ci spiega perché nei giochi, nel rendering e negli stress test, la batteria di Mi Notebook Pro si scarica di un 81.3% l'ora per 1.2 ore di autonomia. Poco. Guardate la tabella sotto. La buona notizia è la compatibilità con la gestione Nvidia Optimus quindi l'usare la scheda grafica integrata quando non serve potenza. E risparmiare parecchi watt nei contesti più comuni.

Xiaomi Mi Notebook Pro: consumo massimo su presa. L'alimentatore è da 65 watt.

Su Netflix, ho un impatto sulla batteria di 5 watt, un valore ridicolo (vedi grafici in alto) che la scarica del 10% l'ora per 10 ore di autonomia. Nella navigazione internet con 8 tab aperti di Chrome, Skype e Photoshop in backgound, supero le 6 ore e mezza ed ho margini di guadagno perché uno display al 50% è sprecato a casa. Nella videochiamata Skype con 4 flussi video supero le 8 ore. Sono dei valori da ultraportatile raggiunti con una macchina che usa quella piattaforma hardware lì ma che, al bisogno, può dare di più. C'è anche un sistema di ricarica rapida (20V 3.25A) che funziona e un alimentatore USB-C paragonabile a quello degli smartphone per ingombro e flessibilità.

Autonomia Xiaomi Mi Notebook Pro

Consumo orario Autonomia
Internet Work in Wi-Fi -15% 6.6 ore
Skype Videochiamata -12% 8.3 ore
Netflix HD App -10% 10 ore
Giochi / Rendering / Stress Test Max -81.3% 1.23 ore
Draining in standby (Wi-Fi) -0.17% 24.5 giorni
Tempo di ricarica (PC standby) +49% in 35 minuti -

Luminosità schermo al 50% (circa 150 nit), audio al 50%. Modalità energetica bilanciata.

Il rammarico è per la calibratura di fabbrica del display. Mi Notebook Pro usa un pannello BOE0747 Full HD e IPS, senza bleeding in fase di avvio e con luminosità massima di 329 nit. E' un display uniforme e sempre adeguato all'uso in interni, con valori che possono essere considerati nella fascia media del mercato. Il problema è che non viene calibrato di fabbrica. L'analisi Calman mi riporta una copertura sRGB dell'88%, una AdobeRGB del 68% e un DeltaE a colori di 4.5. Sono valori che mostrano un pannello poco fedele e con ridotte facoltà cromatiche. Una calibratura può migliorare la sua resa ma chi non ha un colorimetro dovrà scontrarsi con queste valutazioni. Peccato, dicevo, perché un portatile così si presta ad usi creativi: Xiaomi poteva curare meglio questo contesto.


L'impianto audio mi ha sorpreso. Ci sono due grossi altoparlanti da 2.5 watt ciascuno con area di risonanza e brand Infinity. Il suono esce dal fondo del portatile e dagli spazi della tastiera, ed è corposo al punto giusto. Non distorce, anche quando spinto. Potete usarlo per il video editing o per una presentazione.

Viceversa, sono poco d'accordo con la scelta di installare una sola porta USB-C 3.1 Gen1 con funzioni di carica e uscita video. Fa parte dei limiti del notebook. L'altra porta serve solo al trasferimento dati e alle periferiche. Ci sono già due USB 3.0 sul lato opposto, c'è un lettore SD, quindi non serve tutta questa flessibilità; sarebbe stato più saggio far caricare il portatile da entrambe le USB-C così da usare l'uscita video mentre il notebook è sotto carica - senza usare un hub. Anche una Thunderbolt 3 non avrebbe stonato (soprattutto perché lo spazio interno non manca) ma questa è senza dubbio una scelta economica.

Licenza Windows in italiano e GNU/Linux

L'ultimo slancio - e per me vero motivo di vanto - è il completo supporto Linux. Mi Notebook Pro arriva con licenza di Windows 10 Single Language in cinese. Per averla in italiano, non potete installare un service pack della lingua ma potete conservare la licenza accedendo con l'account Microsoft, scaricando e masterizzando su USB la ISO di Windows 10 Home (non la Single Language!) dallo stesso PC, e poi usando quella chiavetta per l'installazione pulita del sistema. Al riavvio, Windows 10 Home italiano sarà attivato con "licenza digitale collegata al vostro account". La procedura vi fa perdere i driver pre-installati di Xiaomi ma io non ho avuto impicci con quelli trovati da Windows. Mancano gli OSD (On Screen Display) ma sarà solo questione di tempo.

Manjaro Linux (KDE) su Mi Notebook Pro.

Nessuna attesa, invece, per godersi una distro Linux moderna su Mi Notebook Pro. Le ultime riconoscono tutto l'hardware a disposizione, dalla GPU MX150 all'impianto audio, passando per la scheda Wi-Fi, i tasti funzione, la scheda SD e il Bluetooth. Una Manjaro/Arch KDE LIVE (ma anche la Manjaro i3 che uso stabilmente) funziona bene sul notebook Xiaomi. Ci saranno cose da ottimizzare sul risparmio energetico e su certi moduli interni, ma la resa al primo avvio è tale da meritarsi un Dual Boot.

Considerazioni finali

Per chiudere, Mi Notebook Pro non è il Macbook killer che la comunità si aspettava, ma è meglio così. Xiaomi ha saputo dosare i limiti hardware per preservare l'esperienza utente; ci sono dei compromessi, ma su aspetti minori. Ne è uscito un portatile con prestazioni grafiche migliori di tutti gli Ultrabook in commercio, con una autonomia che può sorprendere, con porte e ricarica rapida, con una tastiera familiare e un touchpad comodo. Ne è un uscito un portatile per tutti, pratico e concreto, senza eccessi e senza stranezze. Per dire: poteva essere migliore in alcuni punti (display, gestione delle USB-C, temperature a contatto della zona tastiera) ma sarà difficile vedere qualcosa di simile sul mercato europeo. Prezzo a parte, è riuscito meglio della concorrenza.

Tuttavia resta valido il discorso di sempre: spendere circa 850 euro per portarlo in Italia, senza assistenza e senza garanzia, non è consigliato. Per quanto sia valido, per quanto non si trovi nulla di simile da noi. Meglio aspettare che scenda un po', meglio rispettare la regola del 50% di cui vi ho parlato ad inizio recensione. Da tenere d'occhio in vista delle vacanze di fine anno.

Vedi offerta Mi Notebook Pro 15.6 su Gearbest (Codice: HDBLOGmibook)

Xiaomi Mi Notebook Pro: pro e contro

Telaio e finiture da top di gamma, design migliore della linea Air.Slot M.2 SATA libero.Supporto Linux completo.Alimentatore compatto, veloce e multi-dispositivo.Impianto audio ricercato, corposo e potente.Prestazioni adatte al montaggio video in mobilità e al gaming occasionale.Temperature interne sempre sotto controllo con impianto di qualità.
Display non calibrato, copertura sRGB scarsa.Alimentatore con potenza al limite.Temperatura zona tastiera calda sotto stress.Niente Thunderbolt 3, e una sola USB-C con funzioni complete.
Il top gamma di piccole dimensioni per eccellenza. la scelta obbligata per un Android tascabile? Sony Xperia XZ1 Compact, in offerta oggi da Amazon Telefonia a 320 euro oppure da Amazon a 499 euro.

437

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Gianni

Giusto per curiosità, hai risolto??

OrazionS

Ma questo display è così scarso? Con la calibrazione migliora la fedeltà cromatica?

Fra

un consiglio, questo o il dell xps 15 9560 (fhd o 4k)?

Nicolò D.

Dovrebbe essere SATA3

Lucagildo

A seguito di un mancato risveglio ho forzato lo spegnimento premendo e tenendo premuto il tasto di accensione, da quel momento non ha più dato segni di vita, è successo a qualcun altro?

Diego Fenoglio

Sul secondo slot di memoria che memoria si puó montare?
PCIe o SATA? Perché ho letto di entrambi ma non sono riuscito ad arrivare ad una conclusione certa e ben definita.
Inoltre qual è la dimensione massima? 500gB o 1TB?
Grazie

Alessandro Grande

Grazie mille per l'informazione! Se scopro qualcosa di nuovo ti faccio sapere!

Gilgames

Hey, io ho installato arch, ma non sono riuscito a far funzionare il sensore delle impronte digitali :/
Se scopri qualcosa fammi sapere :D

Di3go™

In ambito gaming meno, perche qui conta soprattutto la GPU. Ma la differenza tra i due che hai citato è abbastanza.. il nuovo 8250u coffe lake è un quad core a 8 Threads, il 7200u un dual core 4 Threads invece. In generale comunque siamo circa il 25/30% di differenza come prestazioni a favore dell'i5-8250u

Alessandro Grande

Qualcuno ha installato una distro linux sopra il mi notebook pro ed ha verificato se il sensore delle impronte digitali è supportato?

Žan Andris

Su LightInTheBox la versione i7-16GB sta a 860€ ma il sito ?? Sapete se è affidabile ??

Alessandro Grande

Vorrei sapere anche io se funziona su linux. Tu hai avuto novità?

Antonio Polidoro

Era in offerta su gearbest (ora non più)

Antonio Polidoro

Xiaomi mi pro con i7, 16gb e 256gb a 967€, lo consigliate?
(Lo userei per università, programmare, gaming base, grafica base e si spera in futuro per lavoro)

jack

si non è male, peccato per lo schermo solo hd

Marco Riezzo

Cercando in rete, ho trovato l'Acer Aspire A515-51G-51V7 con i5-8250U ed nVidia MX150. È una valida alternativa? Purtroppo non riesco a trovare molte recensioni sul prodotto

Paolo Bove

nella versione i5-8gb-256gb, la ram di 8gb è già configurata in dual-channel?

Paolo Bove

la ram è espandibile nella versione i5-8gb?

Mariottide

la versione i7 16gb in offerta su geekbuying a meno di 950€ con coupon mi sta davvero tentando, non so se resisterò. Resta l'incognita dogana però? Qualcuno ha già acquistato da loro?

fabio

in ambito gaming a paritá di gpu c'é molta differenza tra un i5 8250u e i5 7200u?

page92

questo pc va bene per autocad, illustrator e photoshop? grazie

Paolo Soddu

arrivato?

thelion

acer spin 5

RobyMax1

E' uscita anche la versione Custom Edition di questo portatile

alessandro scapuzzi

consiglio per un notebook con le seguenti caratteristiche:
- touchscreen meglio se ripiegabile a 360 (o 2-in-1) con active pen
- compatibile 100% con linux
- da 11.6 a max 13.3 ''
- durata batterie > 4h
- uso tipico ufficio.. niente di più
grazie...

Alex Sanna

con 950 euro tempo fa ho preso un asus con una gtx 960m 2gb ddr5 ed un processore quad core da 2,6 col turbo a 3,6 i7, ho avuto degli inconveniente anche riguardo la rumorosità della ventola e dopo 3 settimane finita la garanzia si era ripresentato ma per un breve lasso di tempo... io pensavo avessero risolto eppure me lo hanno consigliato in molti Asus e come qualità e prezzo peccarità ci sta bene ma con l'esperienza che ho avuto non so mica... cmq ora va benissimo e vedo di rimettere da 1 stella a 4 stelle ma appena mi succede ancora qualcosa ora che poi lo uso 1 poco e 2 è tornato da poco dalla assistenza per quel problema alla ventola poi non so... -.-

Lorenzo

In Italia con garanzia e assistenza sugli 800-900€ si trova benissimo l'asus n580vn che ha un processore migliore e praticamente le stesse caratteristiche fisiche di questo (display TN a parte). Se invece si vuole una GPU migliore c'è il Asus 580vd ma sale anche il prezzo.

Paolo Soddu

però ho letto che affinchè funzioni alla prima accensione del pc ti devi loggare con un account microsoft, dici che va bene anche quello già esistente?
poi è necessario far la chiavetta direttamente da quel pc o posso farla anche da quello attuale? non so come la gente faccia a fare tutti sti passaggi con schermate in cinese...
per usar la chiavetta comunque devo accedere al bios e far il boot da lì, e poi inizia la normale configurazione windows, giusto?

Eugenio1900

Ma si, che sia pure un loro aspetto culturale, ma andare in giro con un pc-imitazione (che poi di hardware può anche essere il più figo del mondo) fa molto "poveraccio che non può permettersi il mac".
Se io scelgo un marchio, voglio che si capisca che sia quel marchio e punto

Paolo Soddu

Ahahaha vedo che ci capiamo.
Ma tra l'altro ora che la batteria è morta (ora... Da 2 anni) è sempre attaccato alla corrente a casa. Ma da fastidio pure quando devo studiare o concentrarmi... In sti giorni sto scrivendo la tesi, cavolo sta ventola mi fa venire male di testa a momenti O.O

Daniele

Guarda, ti capisco, io avevo un vecchio hp (quindi già di base con sistema di raffreddamento pietoso) con un i7-720q...il disagio quando attaccavano le ventole in biblioteca XD

Paolo Soddu

Ma guarda non è detto...
Alcuni come l'asus ux330, 430, o Lenovo yoga 720 13 ma anche alcuni hp da quanto leggo hanno Delle ventole che si fanno sentire spesso.
Sarà che vengo da un Quad-Core i7 di 3 gen che sembra il computer che ha fatto atterrare l'Apollo 13 e quindi le considerazioni sulla rumorosità le prendo molto seriamente...

Magicluis

Autocad lo fai girare ovunque. Diversamente se utilizzi software BIM o di modellazione 3D per Ingegneria meccanica. Guarda Lenovo. Ciao

Daniele

Mah, in generale qualsiasi notebook con processore della serie U (ultra low voltage) risulterà abbastanza silenzioso...Basta che non ti vai a prendere qualche modello con processore quad core HQ.

Cristian Bondoni

Semplicemente uso il tool di Microsoft per fare una chiavetta con sopra Windows, inserisco la chiavetta, imposto l'avvio da tale, con il tool di Microsoft piallo tutto il resto e procedo con l'installazione

Cristian Bondoni

Sì la garanzia teoricamente c'è, ma si tratta della garanzia di uno Store cinese a caso, ed il massimo che possono fare è appunto, farti spedire il prodotto a spese tue in Cina e poi non si sa che succede dopo, con che tempi o modalità. In pratica quindi non esiste.

Paolo Soddu

ma poi quale procedura userai per installare windows pulito in italiano?

Cristian Bondoni

Le scelte le hai più o meno già elencate. Lo Swift 3 forse la più azzeccata, dato che sul sito Acer c'è a 999 (anche se non disponibile) quella con 8250u e MX150 come il Mi Notebook Pro, però come hai già detto a livello costruttivo siamo su altri livelli, ed inoltre guadagni circa 1 centimetro in larghezza ed 1 in altezza, nonché 3 millimetri di spessore, e probabilmente ti ritrovi una SSD più lenta. Certo che in ogni caso hai una assistenza e supporto di tutt'altro livello, e per chi vuole la migliore opzione in Italia senza troppi problemi, credo che lo Swift 3 sia una buona alternativa non troppo costosa.
Con gli altri brand purtroppo inizi a salire inesorabilmente, oltre agli esempi che hai portato te avrei lo Yoga 720 convertibile con 7300HQ più 1050 da 2 GB a 1299 sul sito Lenovo, offre un buon valore ma comunque la fascia di prezzo inizia ad essere alta

Paolo Soddu

è proprio quello che volevo fare io, ma sono un po' titubante a dire il vero...

Mikel Biduli

Ciao a tutti, volevo chiedervi un parere per l'acquisto di un pc. Sono uno studente e mi serve un pc abbastanza performante per poter far girare AutoCAD decentemente ed anche FLStudio per mio hobby. Voi che pc mi consigliate di prendere ad un prezzo massimo di 550€? Grazie a tutti.

fede

Ma da quello che ho capito la garanzia è presente, dura "solo" 12 mesi e i costi di spedizione sono a carico del cliente (però paypal rimborsa questo tipo di spese). Qualcuno mi può confermare ciò?

Cristian Bondoni

Non sono un esperto di fotoritocco, quindi non posso dirti se è sufficiente o no, devi vedere te, soprattutto considerando il tuo budget.
Ovviamente salendo e prendendo un XPS 15 con display 4K sei vicino al 100% sia di sRGB che di Adobe RGB, però costa ben più dei 760 euro di questo prodotto.
Se il tuo scopo è spendere meno di 800 euro ed avere un buon prodotto con un display lucido decente, credo sia la scelta migliore (ovviamente devi considerare tutti i problemi del caso, dalla spedizione alla garanzia).
Se può essere d'aiuto, ti dico che sul sito Acer italiano, c'è lo Swift 3 con specifiche in parte simili a questo prodotto (i5-8250u più MX150), che costa 999. Prova a vedere un po' in giro le recensioni come ne parlano e valuta.

Domenico Soriano

Grazie della risposta...indipendentemente dal valore un po variabile, quindi tu pensi che il 90% di copertura sia abbastanza per il fotoritocco?

Cristian Bondoni

Che poi, vero che non è un premium brand, ma a qualità costruttiva il Mi Notebook Pro è superiore a tantissimi plasticoni venduti qua su fasce simili o anche a prezzi più alti.

Cristian Bondoni

Sinceramente altri canali hanno avuto come risultato una copertura RGB (ed Adobe) più alta, più o meno come il modello dell'anno scorso. Non lasciarti condizionare per forza da una singola recensione

Cristian Bondoni

Ora è a 750-760 con il codice sconto "MTMiPro" di Mobile Tech Review.

Cristian Bondoni

Il canale Mobile Tech Review ci ha fatto una recensione ed ha anche dato a tutti il codice sconto "MITiPro" che fa scendere il prezzo a 899 dollari, 760 euro circa. L'ho comprato ieri con PayPal, in totale 774 euro comprese spedizioni ed assicurazione. A questo prezzo secondo me vale veramente la pena.

Paolo Soddu

Non viene percepito come premium brand ma non vuol dire che faccia prodotti scarsi. È solo questione di strategie. Xiaomi ha voluto tener prezzi concorrenziali, tagliare via i negozi fisici, catene di distribuzione e intermediari vendendo on line con prezzi più bassi e soggetti a svalutazione. Oppo e vivo che lì vengono considerati come più premium hanno preso strategie opposte: pochi rivenditori fisici, in zone selezionate e prezzi più alti che non calano per dar l'immagine di più esclusivo, ricercato, di qualità.

Non so se hai visto le foto della scheda interna di questo mi notebook pro, hai visto che ordine nella progettazione?

Paolo Soddu

Com'è la situazione gearbest ultimamente raga? Si sta sbloccando?

Paolo Soddu

Ciao Ric, ma lo definiresti un laptop silenzioso? Durante attività quotidiane come chrome con 6-7 pagine aperte, app leggere in background come utorrent e whatsapp e messenger, uso di lightroom quanto spesso si attivano le ventole e quanto rumore fanno? Da dar fastidio in una biblioteca?
Portatili per questo utilizzo silenziosi che non siano fanless?

Le novità di Intel: CPU, portatili e non solo | Video #parliamone

Samsung Notebook 9 Pen 13", convertibile con S-pen integrata | Video dal CES

Dell XPS 15 2-in-1: video anteprima dal CES

RECENSIONE Acer Predator Helios 300: il gaming si fa "portatile"