Intel WiGig per la Realtà Virtuale senza cavi

25 Settembre 2017 3

Esiste un ostacolo non trascurabile per la diffusione dei visori di Realtà Virtuale di fascia alta: i cavi. Mentre i dispositivi entry level, come i vari visori per smartphone, non presentano questo vincolo, i modelli come HTC Vive e Oculus Rift, fanno pagare lo scotto delle prestazioni più elevate richiedendo un collegamento cablato al PC (e un prezzo maggiore, ovviamente).

Intel ritiene che una della soluzioni possa essere rappresentata da WiGig, ovvero la tecnologia per la connessione di rete wireless, sfruttata per collegare un PC ad alte prestazioni con un visore di realtà virtuale. La tecnologia WiGig utilizza è basata sullo standard 802.11ad, utilizza onde radio a 60 gigahertz ed offre una velocità di trasferimento dei dati con una latenza di soli 7 millisecondi.

Puntare al collegamento wireless ad alta velocità rappresenta per Intel un brusco cambio di rotta dopo aver abbandonato il cosiddetto Project Alloy VR: con quest'ultimo il visore avrebbe dovuto racchiudere tutto l'hardware per riprodurre i contenuti VR, mentre con WiGig un PC di fascia alta 'esterno' è necessario e si punta principalmente ad accelerare la connettività senza fili. Kim Pallister, Director virtual reality excellence di Intel ha dichiarato:

Stiamo provando molte cose differenti. Ciò che abbiamo fatto con Alloy è stato dire 'Hey, abbiamo questa ottima tecnologia di rilevamento. Abbiamo la tecnologia per i PC ad alte prestazioni. Vediamo quanto lontano possiamo spingerci per racchiudere tutto in un unico form factor. Ciò che abbiamo capito che è questo non è necessariamente il form factor ottimale.

Nella sessione di demo tenuta la settimana scorsa da Intel il gioco Space Pirate Trainer è stato riprodotto su un prototipo di visore WiGig basato su HTC Vive, ma i futuri modelli potrebbero essere più leggere e con dimensioni più contenute. Chi ha avuto modo di provarlo ha descritto l'esperienza come sufficientemente fluida, con sporadici tentennamenti.

Qualcosa in più sul progetto dei visori di Realtà Virtuale senza fili equipaggiati con la tecnologia Intel WiGig potrebbe essere comunicato il 3 ottobre prossimo, in occasione dell'evento che Microsoft dedicherà alla sua piattaforma per la mixed reality. Intel ha infatti confermato di aver lavorato a stretto contatto con la casa di Redmond proprio su tale versante.

Fotocamera Wide al miglior prezzo? LG G7 ThinQ, in offerta oggi da 4G Retail Tim a 278 euro oppure da Unieuro a 399 euro.

3

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Masterpol

speriamo, i visori sono fantastici ma i cavi devono sparire e le risoluzioni aumentare.

Elris

Spaventoso!! Un sogno, davvero!

manu1234

hanno anche detto che stanno lavorando con Microsoft per creare i primi visori wireless nativi. ecco perché della sparizione di alloy e della dichiarazione di spencer

Huawei MateBook: X Pro 2019 e 14 ufficiali, prezzi Italia del 13 | VIDEO

Recensione Lenovo Yoga Book C930: il ritorno del convertibile 4 in 1

Devolo Magic 2: Powerline a 2400 Mbps e Wi-Fi Mesh | Video

Xiaomi Notebook Pro e MacOS: binomio possibile? Video