AMD Ryzen ThreadRipper: i die sono 4 anche nei modelli retail

18 Settembre 2017 38

Quando i primi esemplari di Ryzen ThreadRipper giunsero nelle mani dei tester, l'ormai noto der8auer aveva destato l'interesse di tutti praticando quello che viene ormai comunemente chiamato "delidding", ossia la rimozione dell'IHS della CPU. In quel caso si era scoperto infatti, come i die presenti su ThreadRipper fossero quattro e non due come tutti ci aspettavamo.

Giusto per fare chiarezza, l'attuale architettura di AMD Ryzen prevede due CCX da 4 core per die, quindi una CPU a 16 Core dovrebbe normalmente averne due.

Come da prassi, in quel caso non mancarono ipotesi e speculazioni: i ThreadRipper avevano due die disattivati, oppure erano dei processori Epyc fallati, o, meglio ancora, si trattava di sample che per comodità di costi e disponibilità immediata erano stati così configurati.

AMD rispose che i due die in più erano stati inseriti per una questione puramente costruttivo/meccanica (per garantire una migliore stabilità della CPU), inoltre aveva sottolineato che un processore ThreadRipper non è un Epyc fallato.

Ora che i Ryzen ThreadRipper sono disponibili, der8auer ha voluto verificare se i modelli retail hanno o meno la stessa caratteristica: la risposta è si, come del resto si evince dall'ultimo video postato dall'overclocker su youtube.

Le nuove immagini di un Ryzen ThreadRipper retail "scoperchiato" da Der8auer

Come potete vedere nel video a seguire, Der8auer ha acquistato un Ryzen ThreadRipper 1950X proprio per questo scopo, confermando non solo quanto detto sopra, ma anche che i die aggiuntivi sono reali ma disattivati.

Ovviamente il risultato della procedura non fa definitivamente chiarezza sulla vicenda: è confermato che Ryzen ThreadRipper ha 4 die, ma perchè AMD dovrebbe sprecare due die "buoni" quando non si tratta di chip Epyc malriusciti e deve solo bilanciare la CPU sotto il profilo della sollecitazione meccanica?

AMD sta lavorando già a un processore desktop a 32 Core?

Le domande sono diverse, ma al momento le risposte AMD non hanno convinto Der8auer che è sicuro come i due die in più utilizzati siano soltanto difettosi (quindi un Epyc fallato).


38

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Celestial Knight

Immaginavo, all'inizio, 4 dies fallati con almeno un ccx operativo (ipotizzando una migliore dissipazione termica). Evidentemente mi sono sbagliato: sono proprio 2 dies del tutto non funzionanti accoppiati a due totalmente operativi come oggi ha confermato AMD (non sono nemmeno collegati elettricamente, sono solo una zeppa meccanica, un buon modo per reciclare gli scarti produttivi su una piattaforma originalmente destinata ad Epic). I dies con un solo ccx operativo li utilizzano, evidentemente, soltanto per i semplici quad core. Saluti ; )

EnricoG

Evidentemente e' piu' probabile che i die scartati abbiano entrambi i ccx non funzionanti, rispetto ai die che hanno un solo ccx funzionante.
In questo modo possono riutilizzare tutti i die venuti male, mentre se avessero fatto come suggerivi non avrebbero riutilizzato nessun die completamente non funzionante.

Davide

http://www . bitsandchips . it/9-hardware/8865-ryzen-threadripper-ha-quattro-die-completi-sotto-il-cofano

Maurizio Mugelli

mai stati problemi con gli epyc, era buggato il programma di test di phoronyx

SommoPastore

Non c'è nessuna revision per il seg fault, non facciamo fud.

Davide

È un epyc fallato. Quelli della revisione 1 avevano un bug che causava segmentation fault. Siccome in ambito enterprise non erano vendibili li hanno riciclato come threadripper inventando la storiella del progetto creato dai dipendenti. Non capisco perché si vergognino ad ammetterlo

Maurizio Mugelli

appunto, quello era ben chiaro fin da quando hanno presentato i primi schemi del socket sp3.r2 (poi rinominato tr4)
di sicuro e' un segno interessante su quanto costi oggi produrre un package mmc se assemblare due die morti non e' considerato una spesa eccessiva - per quanto stiamo comunque parlando di prodotti premium ad altissimo ricarico.

Maurizio Mugelli

perche' follia? quei die li butterebbero comunque, tanto vale riciclarli in modo utile.
certo, si puo' dire che l'intero socket tr4 sia un po' folle con i suoi 4000+ contatti di cui usa soltanto la meta' ma questo viene fatto perche' nonostante materialmente sia piu' costoso che disegnarne uno nuovo ad hoc, riusando lo stesso disegno che per epyc il volume prodotto in questo modo si incrementa rispetto a produrre due disegni diversi per epyc e threadripper e quindi il costo complessivo per ogni unita' diventa inferiore per questioni di scala.

NaXter24R

Infatti sta benissimo usarli, il dubbio nel video di der8auer era "ma sono funzionanti?".
Comunque ho letto poco fa una dichiarazione di AMD. Funzionanti o meno, mancano fisicamente le connessioni elettriche, quindi non sarebbero attivabili nemmeno se funzionanti

Maurizio Mugelli

situazione leggermente diversa - normalmente si progetta il chip in modo modulare, cosi' che quando capita un difetto (e con i processi produttivi altamente complessi di oggi capitano) basta disattivare il submodulo difettoso e il resto del chip e' comunque vendibile.
in questo caso riescono a riciclare anche quelli totalmente morti, sia pure soltanto come sostegno per lo heatspreader.

Maurizio Mugelli

perche' cosi' riusano tutta la catena di montaggio di epyc e si limitano a sostituire i die buoni con die non funzionanti nella cartuccia della macchina di assemblaggio package invece di avere due linee distinte.
i 32 core e' impossibile che funzionino principalmente per una questione di socket, sul socket tr4 le linee sulla mb per i due die disattivati non sono fisicamente presenti, non ci sono vrm per alimentare i due die, non ci sono i canali ram connessi, non ci sono le linee pci.

Maurizio Mugelli

il volume totale di threadripper e' minimo rispetto alla massa enorme di die zeppelin totali (linee epyc, threadripper, ryzen r7/5/3) e almeno un 10% di die "morti" con difetti in zone non recuperabili ci sono, perche' non usarli?

Orlaf

Dai dai, vai a giocare con i coccodrilli nel campo minato sotto casa tua. Piccolo Siriano...

Orlaf

Ecco, e questo sempre se si può tirar giù un bios uefi.

faber80_

servirebbe un bios moddato innanzitutto, per capire le reali parti funzionanti e sbloccabili.

Markiarom

Mah, la follia lo dici tu. Se lo fanno avrà il suo senso... Se, come si sta ipotizzando, questi chip sono Epyc fallati, allora hanno unificato la linea di produzione e utilizzato gli scarti in qualche modo a loro conveniente.

faber80_

in teoria concordo con l'articolo sui teorici 32 core.. (altrimenti perchè progettare un design a 4 die se threadripper ne usa la metà...??) ma non posso non notare che il tdp/calore richiesto sarebbe anche oltre l'altoforno 7980x...
a 7nm era fattibile.

NaXter24R

Lato GPU bene o male non son cambiate le cose, Hawaii, Fiji, Polaris, bene o male son sbloccabili (se i transistor son vivi). Qua serve solo aspettare e trovare qualcuno con tempo e pazienza, e sperare che la piattaforma supporti comunque più di 16 core adeguatamente, cosa non scontata

riccardik

si, si fa da sempre

Celestial Knight

Certo che è strano utilizzare due dies dummy. Mi sarei aspettato un ccx funzionante per die, in modo di utilizzare tutti e 4 i dies; almeno così avrebbe avuto più logica nella produzione, cmq le logiche delle economie industriali sono imperscrutabili.

Don

Vero, anche perchè i margini di guadagno sarebbero comunque ampi considerando il prezzo di queste CPU. Ma tanto sappiamo bene che si direbbe di tutto, pur di screditare un po' AMD ;)

Super Farro Vintage

La verità è ben diversa: probabilmente nella linea di produzione qualcuno è impazzito e ha sabotato la macchina. AMD per non buttare via i die rovinati ha deciso di utilizzarli lo stesso nelle CPU. Gomblotto confirmed!!

scopp

Praticamente tutte le CPU/GPU di fascia medio/alta non sono altro che chip di fascia "enthusiast" opportunamente castrati per farli lavorare solo con le parti funzionanti (o comunque vengono creati anche da chip funzionanti per esigenze di differenziazione di mercato). Qui invece vengono presi 2 die e utilizzati come distanziatore tra l'heatsink e la base della CPU. La follia.

Orlaf

I tempi cambiano, e non so se oggi siano ancora possibili queste cose.

Orlaf

Dai su, via dai c0gli0n1 figli0 di mignotta.

NaXter24R

Ci stavo pensando anche io. Spero di vedere modders presto al lavoro per scoprirlo

Andhaka

Yep, praticamente lo standard dell'industria.

Cheers

NaXter24R

Il punto è: son davvero fallati? Potrebbe essere, ma guardando alla storia di AMD, potrebbero anche aver messo la dentro dei CCX buoni per la fretta

NaXter24R

A detta di AMD in diagonale, 8 e 8

NaXter24R

Si lo fanno tutti

manu1234

Tu sei di troppo in questo mondo. Vedi di sparire quindi

shaytan79

sbaglio o è una pratica comune "smaltire" chip "fallati", tirando fuori modelli inferiori al top di gamma?

da quello che so vale sia per le cpu che per le gpu

Orlaf

Se di troppo qui. Trova qualche articolo Windows sul quale andare a sbraitare.

Su su...Vai a farti impallinare (o impollinare).

gioboni

Quindi: ogni Die "Zen" ha 2 CCX da 4core/8thread ciascuno... Threadripper ha 4Die/8CCX ma ne vengono usati solo la metà; la domanda è: come sono distribuiti i CCX attivi?

manu1234

Chissà se anche il 1920x e il 1900x sono 4 die con alcuni disattivati

Don

Non vedo il problema, AMD fa solo bene a ottimizzare le sue linee produttive. Probabilmente ammettere che fossero degli "Epyc fallati" non era il massimo dal punto di vista del marketing e hanno negato, ma dal punto di vista pratico non cambia nulla, la CPU spinge parecchio.

Orlaf

Modding like Athlon...

Ma dubito...

Midnight

Anche se fossero difettoso non vedo quale sarebbe il problema...

Vaio S11 e S13 sono leggerissimi, potenti e ricchi di porte | Anteprima Computex

ASUS Project Precog: il notebook a doppio schermo del futuro | Anteprima

HDblog @ Computex 2018: live blog continuo dalla fiera

Recensione Logitech G560, speaker 2.1 con LED RGB