Notebook MSI GE63VR RAIDER disponibile in Italia a 2199 Euro

06 Settembre 2017 16

Ancora Notebook Gaming MSI sotto la nostra attenzione, e dopo il top di gamma GT75VR Titan segnaliamo l'arrivo sul mercato italiano del modello GE63VR RAIDER. Anche MSI GE63VR RAIDER è un prodotto di fascia alta, tuttavia con i suoi 2199 Euro di listino si colloca in una fascia di prezzo leggermente inferiore e decisamente più abbordabile per gli utenti enthusiast.

Il notebook MSI è VR Ready e a prima vista si fa notare per un design accattivante con telaio in alluminio e inserti rossi, il tutto per richiamare il design tipico delle auto sportive.

Design a parte, la soluzione MSI guarda ovviamente alle prestazioni in gaming, garantite da una GeForce GTX 1070 accoppiata a processori Intel Core i7 di Settima Generazione. Lo spessore di 27,5 mm non dovrebbe sacrificare troppo la componentistica in termini di temperature, soprattutto grazie all'utilizzo del sistema di dissipazione proprietario Cooler Boost 5.

Cooler Boost 5 prevede l'impiego di 7 heatpipe e due ventole a 29 pale Whirlwind Blade, il tutto per mantenere la temperatura sempre ai livelli ottimali, convogliando l'aria calda all'esterno attraverso quattro ampie feritoie.

Da segnalare infine la presenza del pannello 15,6" Anti-Glare Full HD 120Hz da 3ms e la tastiera Per-Key RGB di SteelSeries. MSI GE63VR RAIDER è già disponibile a 2199 Euro (IVA Inclusa) e viene offerto con due anni di garanzia e un ricco bundle, che prevede tra l'altro uno zaino portanotebook MSI, un mouse pad e altri gadget.


Il sogno di molti risparmiando? Apple iPhone X, in offerta oggi da Tecnotradeshop a 879 euro oppure da ePrice a 989 euro.

16

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
DiRavello

però è fatto male male quel asus

IlRompiscatole

Che vengano sfruttati più core dipende tanto anche da chi fa il gioco e come, in futuro si spera che la situazione migliori in generale ma ad oggi un quad core resta la scelta più equilibrata imho.
Rischia di diventare obsoleta la gpu prima che i sei core diventino utili.
Comunque non li definirei inutili :-D

DiRavello

Questo ha 16gb però

Kevinacho Murillo

Asus gl502vs con 120hz fullhd, gtx 1070, i7 7700hq e 250gb nvme a 1600€ è monto più competitivo.

sgru

prezzo assurdo, un Gigabyte Aero 15 o Asus Zephyrus tutta la vita

Felk

Nì. Più andiamo avanti e più iniziano ad essere sfruttati più core, per cui potrebbe non essere una scelta saggia ripiegare su un quad core.

The_Th

basterebbe un i5 per giocare...

IlRompiscatole

Se l'utilizzo deve essere il gaming ad oggi meglio 4 core a frequenza più alta che 6 core a frequenza minore.

ric

non male,bene lo schermo a 120hz,visto la risoluzione fhd a 60hz non avrebbe senso...

Dan

Prima non avevi accennato al peso, ma anche qui non concordo perché stiamo pur sempre parlando di un pc gaming, ovvero un notebook non votato alla leggerezza o alla compattezza.

Sul fatto di spendere duemila euro per una ssd così piccola in effetti sa proprio da ladrata

La luce Di D10

Opera degli spiriti maligni per schiavizzartwe i più deboli state attenti !

Felk

Inutile... Coni six core alle porte, questo perde di ogni interesse.

ally

è un 15, non un 17. Un singolo ssd diminuisce i consumi, alleggerisce il portatile e aumenta le performance. Poter usufruire di soli 256GB su ssd dopo aver speso piu ' di 2k€ è a mio avviso ridicolo...

Dan

Invece la soluzione ssd + hdd è migliore perché ti permette di archiviare dati da una parte e tenere solo programmi dall'altra

Midnight

Non è un prezzo malvagio...

ally

2k€ e un ssd da 256GB, capisco la presenza di un hd meccanico ma a queste cifre avrei preferito una singola unità da 500GB/1TB

Vaio S11 e S13 sono leggerissimi, potenti e ricchi di porte | Anteprima Computex

ASUS Project Precog: il notebook a doppio schermo del futuro | Anteprima

HDblog @ Computex 2018: live blog continuo dalla fiera

Recensione Logitech G560, speaker 2.1 con LED RGB