Samsung sorpassa Intel, è ora il più grande produttore di chip

31 Luglio 2017 204

Già un paio di mesi fa erano comparse online le prime voci secondo cui l'avvicendamento al primo posto nella classifica dei maggiori produttori di chip sarebbe stato una questione di poche settimane e effettivamente così è stato. Nelle ore passate, infatti, Intel ha reso noti i risultati relativi al secondo trimestre di questo 2017 e, per la prima volta, questi risultati sono stati inferiori a quelli ottenuti dal colosso coreano.

Intendiamoci bene, l'azienda americana ha comunque messo a bilancio un trimestre molto buono, con una crescita strepitosa anno su anno del 190% rispetto allo stesso trimestre del 2016. Tuttavia, la crescita di Samsung e in particolare della sua sezione legata ai semiconduttori è stata ancora più rapida e ancora più profittevole.

Ma veniamo ai numeri. Il secondo trimestre di questo 2017 ha visto per Samsung un fatturato di 15.8 miliardi di dollari contro i 14.4 miliardi di dollari fatturati da Intel; un distacco tutto sommato contenuto, che va però ampliandosi in maniera importante se guardiamo ai ricavi. 7.2 miliardi è stato infatti l'utile realizzato da Samsung contro i 3.8 miliardi di Intel.

Siamo quindi di fronte all'inizio di un nuovo capitolo nella storia del mercato dei chip, con Samsung che, dopo aver chiuso il primo trimestre della sua storia in vetta a questa speciale classifica, potrebbe già alla fine del 2017 diventare il primo produttore al mondo di chip anche su base annuale.

Un traguardo, quello raggiunto da Samsung, ottenuto soprattutto grazie alla differenziazione dell'offerta. Se Intel, infatti, continua a focalizzare il proprio business su chipset dedicati a PC, workstation e server, Samsung ha dalla sua una maggiore ampiezza di portfolio, con prodotti che spaziano dal mobile, ai wearable, all'IoT, tutti settori in forte espansione (e di conseguenza con una maggiore richiesta di forniture), al contrario proprio del mercato PC che negli ultimi anni ha visto una sostanziosa contrazione.

Il miglior display sul mercato e un design fantastico? OnePlus 7 Pro è in offerta oggi su a 538 euro oppure da Amazon a 759 euro.

204

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Francesco Renato

E' un confronto tra produttori di processori di tutti i tipi, niente di più.

Massi91

ok, quindi stai dicendo che produce sempre processori ma di un altra tipologia, che confronto sarebbe?

Francesco Renato

Samsung produce processori arm per smartphone che sono notoriamente meno potenti e meno costosi dei processori x86 prodotti da intel per i pc.

Massi91

Da cosa si deduce?

Il malumore corre sui social, dove i passaggeri di Linate e Malpensa twittano dei disagi registrati stamattina, quando nei due aeroporti è partita la "protesta spontanea" che ha rallentato le operazioni di imbarco legata all'agitazione degli addetti ai bagagli. Un'agitazione che non era stata annunciata ed è cominciata stamattina presto, alle 6. La protesta arriva il primo agosto, giorno 'caldo' per le partenze dei vacanzieri, probabilmente scelto non a caso.

"Causa agitazione sindacale spontanea del personale di terra si stanno verificando disservizi e ritardi su Malpensa - è stato il messaggio pubblicato dallo staff dello scalo di Malpensa solo alle 8.35 - seguiranno aggiornamenti". Alle 9, la situazione su Linate - riportava l'account ufficiale di Aeroporti - stava lentamente rientrando. E' successo che a Linate i lavoratori hanno indetto un'assemblea spontanea dalle 5 alle 7, con code ai check in e ritardi fino a 30 minuti per i voli. A Malpensa, l'assemblea si è conclusa solo dopo le 10.

Il nuovo sciopero improvviso segue il blitz del 6 maggio scorso, quando i lavoratori delle cooperative del trasporto bagagli e dei servizi di terra avevano invaso il check-in di Malpensa di Ryanair per protestare contro la politica degli appalti delle società che hanno in affidamento i servizi. Anche stavolta i lavoratori e i sindacati si oppongono all'ingresso di una cooperativa nei servizi cosiddetti "di rampa", l'unico dove le cooperative non sono ancora entrate. Venerdì scorso
ci sono state alcune assemblee spontanee, dopo il fallimento della trattiva con Enac. E ieri, un'ipotesi di accordo in prefettura a Varese si è conclusa con un nulla di fatto.

Al centro della protesta la volontà di Ags, una delle società che si occupano dei servizi di terra negli aeroporti, di subappaltare una parte di lavoro alla cooprativa Alpina. I sindacati sono contrari: la ritengono "pericolosa", "un modo per svalutare il lavoro".
Nembolo sei sempre tu che fermenti le masse.

Francesco Renato

Sappiamo che samsung produce processori più piccoli ed economici di intel.

Massi91

ah, non lo sapevo

Massi91

Ma è un indice di fatturato!!! come fai a dirlo??? se ne produce 1 e lo vende a 1000 e intel lo vende a 100 che ne sai???

Daily News:
tavolta a lasciare il Pd non è uno della minoranza. Piero Martino, deputato Pd dal 2008, rieletto nel 2013, viene dalla Margherita, ed è uno degli uomini più vicini a Dario Franceschini. «Ho deciso di uscire dal Pd perché l’aria è irrespirabile. Non ci sono più i margini per fare politica dentro il Pd di Renzi - ha detto ieri all’Huffington Post - sta diventando, o è già diventato, una cosa diversa rispetto a quando è nato». Martino lascia per andare in Mdp, come aveva già fatto poche settimane.

Daily News:
(ANSA) - ROMA, 31 LUG - La sindaca di Roma Virginia Raggi ha indicato, secondo quanto si apprende, Paolo Simioni come nuovo presidente e nuovo amministratore delegato di Atac. Simioni collaborava già per il Campidoglio con l'assessore Massimo Colomban nel ruolo di coordinatore del gruppo di lavoro sulle società partecipate Ama, Atac e Acea.
"E' stata adottata una modifica nella composizione del consiglio di amministrazione dell'Atac. I componenti del Cda saranno tre optando così per la formula collegiale in luogo di quella attuale monocratica". Lo comunica il Campidoglio in merito alle novità per la municipalizzata dei trasporti.

Aster

Esagerato

Aster

Concordò, il più veloce e la TV

Aster

Non e vero

Aster

Avete dimenticato che anche intel e nel mondo iot e modem router soprattutto dopo l'acquisto di lantiq e non solo PC server e ex tablet e smartphone

Liuk

Non sono onnivedente.
Purtroppo.

mic1908

Ah no? Intel campa nel vendere i processori agli altri produttori di computer, tra cui Apple.

Pippo Quarto

Beh non manca molto ahaha ancora 6 mesi

Bisogna avere le P@lle per fare certe affermazioni.

Nembolo

Parlo di bite e spunta... il raglio...
ben tornato...
(Pensa che sfortuna che ho... ho un gatto costantemente attaccato alle p@ll3 che invece di miagolare raglia...)

Ottimo

Nembolo

Veramente questa tabella l'aveva postata macuser su macitynet... e io l'ho solo riproposta.
Bene saro lieto di comunicarglielo...

Dajant

Ok, adesso è tutto chiaro con la virgola ;-)

Francesco Renato

D'accordo, ma ciò non modifica il fatto che samsung produce più processori di intel.

Darkat

La comparativa ha senso perché nell'articolo si mettono a confronto le produzioni totali, cioè in poche parole si vuole dire "Samsung ha più richiesta globale di Intel per i processori", questo è straordinario, visto che nessuno aveva mai rubato questo titolo ad Intel, capito?
Invece quello che ha meno senso è andare a paragonare le produzioni "in proprio", cioè i processori progettati e realizati, in quanto Samsung non li vende essenzialmente, li usa per se, Intel invece campa di quello, della vendita dei propri processori a terzi, ovviamente Intel supera Samsung nella quantità prodotta di processori a proprio marchio, sarebbe molto strano il contrario no?

Francesco Renato

Se il fatturato è zero, l'azienda, non produce nulla, non vende nulla, in pratica non esiste, se gli utili sono 0 l'azienda esiste, non riesce a remunerare il capitale ma può tranquillamente pagare fornitori e dipendenti e quindi può continuare a produrre. Vi sono anche aziende che, per statuto, non hanno scopo di lucro, ma si limitano a coprire i costi con i ricavi.

Le tabelle che alleghi tu sono carta igienica.
Del fatturato esatto, jackass.

bda94

Beh scusa se non ha senso la comparativa non ha senso neanche l'articolo e in parte dai anche ragione a me quando dici "Non si possono paragonare le produzioni in proprio di Intel e Samsung".

Io comunque non intendevo solo processori, intendevo supponi di togliere tutte le richieste di aziende terze a Samsung e quindi prendi in considerazione tutti i semiconduttori che Samsung produce da sola per se stessa (per tutti i prodotti che fa.. Non solo CPU mobile) in modo da rendere più equo il paragone (visto che Intel non lavora per altri): secondo me in questa situazione Intel è ancora sopra.

Il mio primo commento faceva riferimento a questo, poi oh tutto può essere non mi arriva in tasca nulla :)

Darkat

Mmm forse sono stato io a non spiegarmi e non farmi capire (voglio essere gentile).
Non si possono paragonare le produzioni in proprio di Intel e Samsung, inquanto quest'ultima produce i propri processori (Exynos) per un utilizzo interno (Samsung mobile), ha pochissime richieste esterne di questi processori. Al contrario Intel basa tutta la propria produzione dei propri processori su richieste esterne, sono infatti i produttori di PC a richiedere le commissioni a Intel e quest'ultima deve variare la produzione in base a queste terze aziende, il che rende il mercato dei processori in proprio estremamente diverso da quello di Samsung, non si possono paragonare come indicavi tu nel primo commento "Se si contassero solo i processori in proprio", Samsung non è interessata al momento a vendere i propri processori alla massa, non le conviene ancora. Spero di essermi spiegato meglio

Nembolo

No sei tu che non sai cosa guardare.
Se cerchi unicredit troverai un sacco di link che parlano delle perdite.
Comunque la prima tabella è quella di Nomisma, che è un centro studi economici tra i più accreditati, le altre due sono le tabelle tratte dai bilanci che le società devono obbligatoriamente rendere pubblici. Su quelle non si può mentire... sarebbe falso in bilancio.

Nembolo

Del fatturato ho detto, @sino, la sai leggere la tabella che ho allegato?
(Ma perché perdo tempo con te...)

CAIO MARIOZ

Quindi scrivono il falso?

Nembolo

E questo invece è il bilancio consolidato di unicredit che smentisce completamente il tuo link. https://uploads.disquscdn.c...

Nembolo

Ma non basta che ti sto bastonando... ne vuoi ancora?
Di questi argomenti tu non ne capisci NULLA.
Non serve postare un link alla c@zz0.
Tu devi prendere il bilancio consolidato del 2016 e vedrai che le aziende della mia tabella in perdita.
Ti posto il bilancio dell'ENI e vedrai la notevole perdita, esattamente quella che è riportata nella mia tabella.
(Che negativo pure l'anno precedente).
https://uploads.disquscdn.c...

William

Sono i bulk price di Intel per lotti da almeno 1000 unità. Non pensare che Apple paghi tanto meno perché tira il prezzo. Oltretutto 180$ stanno negli entry level di Apple quindi già facendo un passetto in più nelle configurazioni e si arriva a cifre folli per avere chip che stanno al centro dei wafers (quindi con miglior frequenza)
Pensa quanto ci mangia sopra Intel: gli stessi 3 miliardi di transistors da tsmc li paghi 30$... da Intel anche 900 se è una CPU per portatili supermegaultraiperspinta... ah, tsmc a 10nm e Intel a 14.
Il giorno che esploderà intel stappo un dom perignon.

Ti hanno licenziato che sei diventato assiduo frequentatore dei blog? Non riuscivi a tenere più centinaia di individui connessi in internet

Per fortuna ne hai tu di intelligenza per tutti, MINKIATARO

Contro l'intelligenza di Nembolo non ci sono c@zzate che tengono, in questo lui è maestro.

La parte più consistente Samsung lo fa vendendo semiconduttori non smartphone, smettila di bere ti annebbia la mente.

Infatti, le conviene dormire direttamente.

Atom

Chip chip, chop chop

CAIO MARIOZ

ENI fa miliardi di utili
Idem Unicredit
http:// www .repubblica .it/economia/finanza/2016/11/10/news/nove_mesi_con_utili_in_crescita_per_unicredit_1_8_miliardi-151742045/

Nembolo

Guarda ti metto solo questa immagine.
Si riferisce al FTSE MIB.
Potrai vedere che diverse importantissime azende sono in perdita, senza che questo ne comporti non solo la chiusura, ma nemmeno la lontana idea che possano chiudere.
Oer cui "l'azzeramento degli utili non coincide affatto https://uploads.disquscdn.c... con la chiusura di un'azienda".
Punto.

Nembolo

L'ignoranza non è una colpa, la stupidita sì. Attento a non varcare la soglia spinto dal tuo EGO incontenibile.
Adesso ti metto un immagine e ti AZZERO.
Questi sono i "ricavi" delle cosidde blue chips della borsa italiana anno 2016.
Guardatela bene e fatti una riflessione della tua ignoranza abissale e della tua INUTILE presenza in questo blog.
(e in futuro attento a discurere con me perche lo sai che alla fine ti massacro)
https://uploads.disquscdn.c...

Dajant

Penso di non aver capito. :)

comatrix

E ci mancherebbe, la maggior parte non ha bisogno di un PC, solo che prima non esistevano gli smartphone

Dajant

Amazon è stata per anni senza utili, vedi dove è adesso.

Massi91

Che samsung produce i chip anche per apple per esempio, intel non mi sembra

bda94

Continui a non capire quello che intendo:

-Intel sviluppa e produce i suoi prodotti (che come dici tu giustamente dipende dalla domanda del mercato)

-Samsung sviluppa e produce i suoi prodotti (ANCHE Questo dipende dalla domanda del mercato, la regola vale per tutti).
IN PIÙ: Samsung produce su commissione di altre aziende.

Non è difficile da capire.

CAIO MARIOZ

Io ti credevo più intelligente
Tutti sanno che le aziende vivono solo di utili, altrimenti sono moribonde e non hanno futuro

Huawei MateBook: X Pro 2019 e 14 ufficiali, prezzi Italia del 13 | VIDEO

Recensione Lenovo Yoga Book C930: il ritorno del convertibile 4 in 1

Devolo Magic 2: Powerline a 2400 Mbps e Wi-Fi Mesh | Video

Xiaomi Notebook Pro e MacOS: binomio possibile? Video