ARM presenta al Computex la CPU Cortex-A75, la CPU Cortex-A55 e la GPU Mali-G72

29 Maggio 2017 59

Se al Computex dello scorso anno abbiamo visto tantissime novità riguardanti il mondo della Realtà Virtuale, il 2017 è anche l'anno delle AI o, per dirla in italiano, delle intelligenze artificiali. do il Ecco quindi che ARM presenta la nuova CPU Cortex-A75 in occasione del Computex 2017. Secondo quando dichiarato dal produttore, questo nuovo processore sarà in grado di fornire prestazioni paragonabili a quelle di un computer portatile, senza però avere un impatto significativo sui consumi e quindi permettendo di allungare notevolmente l'autonomia di qualunque dispositivo.

ARM promette anche un aumento del 50% in termini di prestazioni rispetto al già potentissimo Cortex-A73 e inoltre conferma che questo nuovo processore è particolarmente indicato per le nuove funzionalità che verranno implementate sui prossimi smartphone e, in particolar modo, nella gestione di tutti i meccanismi legati alle AI e al machine learning.

No solo comunque CPU top gamma, ma anche soluzioni per la fascia media ancora più efficienti. ARM ha infatti svelato anche la CPU Cortex-A55, che dovrebbe essere 2,5 volte più efficiente a livello energetico dell'attuael A53,

Come accennato sopra, entrambe le nuove CPU sfruttano la ARM "DynamIQ" che permetterà a queste soluzioni hardware di essere utilizzate in tantissimi ambiti diversi con maggiore flessibilità rispetto alle precedenti generazioni e con un'efficienza particolare all'interno del mondo AI e machine learning.

DynamIQ permette di utilizzare fino a otto core ma con configurazioni completamente diverse e quindi non necessariamente 4 core ad alte prestazioni e 4 a basse prestazioni ma anche, paradossalmente, con un solo Core A75 e 7 core A55. In questo modo ssarà davvero possibile modulare in modo perfetto i processori in base alla tipologia di prodotto che deve essere utilizzato (immaginatevi prodotti IoT che sfruttano un solo Core A75 per i processi di impatto forte lato prestazioni e che gestiscono la quotidianità con un paio di A55 con consumo energetico minimo).


ARM ha poi presentato anche le nuove GPU Mali-G72, Questa nuova scheda grafica non solo è ovviamente più potente della precedente G71, ma secondo ARM è del 17% più efficiente nella gestione dei processi machine learning, sposando perfettamente la nuova "moda" di questo 2017.

Annunci importanti anche se purtroppo dovremmo attendere il 2018 prima di vedere queste novità realmente implementate lato mobile consumer.


Schermo enorme ma dimensioni decisamente contenute. Display bellissimo e batteria ampia? Samsung Galaxy S8 Plus è in offerta oggi su a 515 euro oppure da ePrice a 577 euro.

59

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
ricky aty

quindi le cortex A75 usciranno dopo su qualsiasi smartphone come Huawei e samsung ecc...?

ricky aty

Quando sarà disponibile questo cortex A75 sui smartphone Huawei e Samsung ?

ricky aty

Io tifo sempre ARM ottimo come cpu forza ARM

matteo

certo, era una "provocazione". Però questi nuovi cortex sembrano un salto avanti non proprio piccolino

franky29

Intel core i9 xD

stefano

mi sembrano le solite dichiarazioni....
ricordo che l'835 doveva avere prestazioni del 50% superiore all'821...

vedremo se manterranno le promesse

Luca Lindholm

Eheh

Dopodomani alle 12:30, MS @Computex per parlare di W10oA.

Vai col Tango, Microsoft.

;D

theprov

Stavolta Arm ha lavorato bene, tra i nuovi cortex A55 e Dinamiq (ovvero finalmente una gestione multicore da 21° secolo e non da 19°), ne potrebbero uscire degli octa quantomai sensati. Peccato che
1) I produttori di SoC pur di risparmiare faranno sempre il solito appiccico cinese alla mediatek prima maniera
2) Nell'insperato caso che qualche santo produca un SoC decente, prima di vederlo in un prodotto fatto e finito e comprarlo toccherà aspettare 1-2 anni.

Me tapino.

Dea1993

be AMD è in "ritardo" con le cpu mobile e le apu ma era gia previsto.
per quanto riguarda il processo produttivo tra fine 2017 e inizio 2018, amd presenterà zen 2 a 7nm.
e per la fine anno arriveranno pure le apu zen mobile, e se non sarà un insuccesso commerciale come le precedenti apu (le precedenti erano un insuccesso solo sul piano commerciale, perchè altrimenti andavano benissimo e competevano lato cpu cone i3 e i5, ma lato gpu hanno sempre asfaltato intel, peccato che erano pochi i notebook che utilizzavano le apu, e ancora meno era la gente che li acquistava, perchè ormai tutti sono abituati a pensare che intel è meglio di amd a prescindere), allora intel avrà della sana concorrenza e questo porterà sia amd che intel a migliorarsi continuamente.
ma tornando ad arm, secondo me prima che arm possa rimpiazzare anche semplicemente un i3 su un notebook, passerà molto tempo

romoloo

Guarda sono d'accordo che ora come ora non c'è storia, ma ripeti è normale perché hanno anche un wattaggio diverso. Invece non sono affatto d'accordo sul fatto che non entreranno almeno in parte in competizione. Considera che arm ha già proposto il suo approdo su notebook, e Windows labsta appoggiando se hai visto i recenti progressi di semi compatibilità. Inoltre farà arrivare i prossimi processori a 10nm per il mobile, è ancora a 14nm su desktop. Il che significa che su desktop si possono ancora rilassare ma su notebook è pericoloso dormire, e la paura non è certo AMD visto che attualmente non ha ancora proposte mobile e quando arriveranno saranno a 10nm. Chi vivrà vedrà, certo è che nel tempo in cui gli arm si sono trasformati da processori da calcolatrici a moderne CPU general purpose con ottimo supporto multimediale, Intel ha solo riscaldato la minestra e ottenuto un 15-20% di prestazioni in più e questo di certo avrà dei risvolti.

Federico Restifo

Davvero mi fai la lezione sul saper leggere una slide che è ambigua (che mi aveva tratto in inganno solo perchè altri siti ieri l'avevano completamente decontestualizzata slegandola alla precedente) sbagliando clamorosamente la lettura del produttore in questione che è chiaramente indicato dal titolo!?
Non è AMD ma ARM

SlyAndrew

Personalmente credo che i processori ARM, lato desktop/laptop, non potranno mai soppiantare completamente i processori x86! L'architettura è completamente diversa e anche l'utilizzo è diverso.
Gli ARM, per me, vanno bene su pc per uso casalingo che non richiedono troppi task o operazioni complesse. Ma per il resto architettura x86 tutta la vita! Si vero che gli SBC (tipo la Raspberry) ci puoi programmare e fare un pò tutto, ma gli OS non è che siano proprio il massimo!

Dea1993

si ma in usi reali è ancora molto inferiore ad intel,gia nei benchmark un qualsiasi i3 serie ULV supera uno snap 835 nel multicore ( e lo asfalta nel single core) se poi andiamo in ambiti più reali, dove potrà mai essere competitivo.
inoltre ora che amd è competitiva, il livello delle varie cpu dovrà aumentare perchè intel non può rimanere a dormire e proporre soluzioni dual core a 150 euro, quindi il divario aumenterà nuovamente tra x86 e arm (ovviamente visto che parliamo di soc da 3-4-5W contro cpu che partono dai 15W).
semplicemente arma ora come ora non ha motivo di fare soc competitivi con x86 e x86 non ha motivo di fare cpu che consumano poco quanto i soc arm.
ora come ora (e penso anche per i prossimi anni), arm potrà andare bene solo per i notebook e piccoli 2 in 1 di fascia ultrabassa, se gia approdi nella fascia bassa (dove ci sono gli i3) allora un soc arm non può essere competitivo, sopratutto se ora in questa fascia arriveranno nuove APU AMD 4 core con architettura zen.

Federico Restifo

Si, già discusso sotto.
Anche il grafico è progettato in modo da trarre in inganno.
Comunque, ribadisco, lungi da me tirare somme e dare giudizi personali ad una presentazione, citavo le "ambigue" slide ARM (quella che ho allegato più sotto potrebbe essere scandalosa)

romoloo

è da anni che dico che arm è il futuro, a meno di svolte inaspettate. Resta netta l'inferiorità prestazionale rispetto ad Intel (e ci mancherebbe visto che sono chip da 4W) ma il tasso di crescita è sorprendente e ininterrotto. Di sto passo non ci vorrà molto alla superiorità su notebook e server di un certo tipo. Poi verrà la volta dei desktop...

piervittorio

Il nuovo 630, pure con solo core A53, porta ancora più in alto l'asticella...
Il caro vecchio A53 ne ha ancora di cose da dire!

piervittorio

Fino al doppio più potente, magari a parità di consumi, che non significa che sia due volte più performante in termini di potenza di calcolo.
Altrimenti di fatto si posizionerebbe in zona A73....
Troppo presto per tirare le somme.

Don

Si, su Geekbench. Se fai dei bench seri i SoC ARM non si avvicinano ad un i3 nemmeno in multicore, se non negli scenari dove gli ARM sono molto ben ottimizzati (tipo la navigazione).

Volpe Grigia

Si, te e faber80_ avete ragione entrambi ma bisogna valutare anche i target che si sono prefissati di raggiungere le due aziende Intel e Arm ovvero CPU desktop/notebook prestanti e CPU mobile economi in termini di consumi. Saranno sempre distanti le prestazione e i consumi valutati singolarmente per le due aziende: un Cortex non avrà mai prestazioni uguali/migliori ad un "Core i" ed un "Core i" non avrà mai consumi e TDP uguali/migliori di un Cortex.

Apus

Ma magari, sai installare tensorflow? Voilà, guru DL.

faber80_

ma infatti il rapporto tdp/prestazione è la chiave del futuro, e intel lo sa. Tutta la fascia celeron, pentium, atom sarà sostituita da questi arm (e apu) a basso consumo, perfettamente adeguati a carichi base ma con un soc molto più efficiente e autonomie triplicate.
Mi aspetto in pochi anni uno stravolgimento della fascia bassa.

Luca

No non dice apertamente bugie, basta saper leggere e distinguere la "pr mumbo-jumbo" dai dati veri e propri. "up to" significa "fino a" e si riferisce alla configurazione 1+7 dell'altra slide.

Federico Restifo

Senti che vuoi che ti dica, se ARM dice apertamente delle bugie lo scopriremo sul campo, se mi chiedono quanto dovrebbe essere più potente rispetto al cortex a53, in assenza di altre fonti certe, mi limito a riportare la slide di ARM.
Il confronto sui benchmark si fanno quando ci sarà un effettivo riscontro
Gli uccelli sei pregato di lasciarli fuori dalle discussioni. OK!? https://uploads.disquscdn.c...

Dea1993

si anche questo è vero, il rapporto prestazioni/tdp è nettamente a favore di ARM, ma sono anche mercati differenti.
prendiamo uno snap 835.. che TDP avrà mai?? 5W? sicuramente non di più, è un soc che deve stare in un dispositivo fanless molto piccolo e sottile, ora come ora non credo ci sia interesse nello sviluppare soc arm consumer con un tdp di 15W (per essere competitivo con le cpu/APU che si trovano nei notebook) ma allo stesso tempo, questi da 5W (ammesso che siano 5W) non sono abbastanza potenti (poi vabbè anche windows non è che brilli lato ARM), però se ARM continuasse a migliorarsi così tanto, e le prossime architetture arriveranno ad avere prestazioni competitive con le cpu intel U (anche i7) allora sarà un ottimo traguardo

ice.man

non dimentichiamo che c'è Imagination Technology in vendita dopo il crollo al valore delle azioni conseguito al fatto che Apple (cliente di oltre il 50% del fatturato) la abbandonnerà....

Dea1993

be AMD ha programmato di rilasciare zen 2 a 7nm tra fine del 2017 e inizio 2018, quindi penso che sia possibilissimo vedere questi nuovi cortex A55 a 10nm, contando che gia i 10nm li hanno usati per alcuni SoC

faber80_

naturalmente, ma devi sempre guardare il rapporto consumo/prestazione/autonomia. E un qualsiasi i3 ne esce male.

Luca

Quella frase si riferisce alla configurazione 1*A75+7*A55 (che è pure cerchiata) e quel disavanzo è dato dal grosso miglioramento in single core che comporta avere un core ad alta frequenza contro uno a bassa. Il miglior modo per confrontare solo i Little è la configurazione con SOLO Little e lì la differenza è del 20%. Impara a leggere i dati per quelli che sono e non ad imboccare come un allocco la spazzatura di PR.

Dea1993

be oddio un top di gamma ARM a 8 core, ha prestazioni (in multi core) vicine ad un i3 kabilake per notebook, serie U (a 2 core e 4 thread), prendendo come riferimento geekbench, siamo ancora lontani da avere prestazioni paragonabili.
e questo in multicore dove i soc arm hanno tanti core, se guardi il single core vanno ancora la metà (sempre geekbench) di un i3.
secondo me i SoC arm ancora devono migliorare molto per poter essere usati in notebook entry level.

piervittorio

Nel 2017 sarà già tanto se vedremo SoC ad alta efficienza basati su A35 + G51 (architetture presentate nel 2016) che per le soluzioni entry level (tipo IoT, smartphone economici e tablet primo prezzo) andrebbero benissimo, anche con processo produttivo a 28nm...

Federico Restifo

Ma se c'è scritto: "2X performance comparated to LITTLE only" nella slide che hai allegato.
Il bello è che insisti pure.

piervittorio

A73 è molto più potente di A72 rispetto ai consumi ed agli ingombri.
Ovvero a parità di frequenza, non è particolarmente più veloce (si parla di un 5%) ma consuma ed ingombra un terzo in meno.
Ovvero è un abisso, come incremento di prestazioni.
Per adesso dell'A73 abbiamo visto solo la punta dell'iceberg (prime soluzioni Exynos 8895, Kirin 960 e Snap 835), ma può ancora salire molto in frequenza o offrire configurazioni impensabile per l'A72 (tipo un ipotetico SoC con sei A73...).

Federico Restifo

Si, le configurazioni appetibili sarebbero molte, ma, ti assicuro, che se realmente il Cortex a55 sarà potente il doppio rispetto all' a53 una configurazione basata sul modello del 625 farà davvero la gioia di tutti.
Poi, se nel frattempo la producono anche a 10nm, ancora meglio.

Luca

Non è necessario cercare con Google quando nelle slide ci sono i benchmark. E no, non ho visto male.

Moltiplicatore configurazione con 8*A53= 1.0, moltiplicatore con 8*A55 = 1.21 ovvero circa il 20% in più.

https://uploads.disquscdn.c...

faber80_

il problema di intel è che è ancorata all'architettura x86 e non ha un reparto gpu adeguato. Può spremere il pp ma è troppo inefficiente, al contrario di arm che invece è appena all'inizio della sua ascesa, con prestazioni già intorno ad un i3, ma con consumi di milliwatt.
Solo Amd ha le tecnologie per gareggiare, tramite le apu sempre più efficienti.

Marco -

Da possessore di One plus 3 dotato di Snapdragon 820 da circa un anno, sono certo di voler aspettare la next gen per un upgrade. L'835 non fornisce troppo in più. Speriamo che l'845 (o comunque lo chiameranno) utilizzi già a75.

Federico Restifo

hai visto male.
Il cortex a55 è stato presentato come il doppio più potente e il 15% più efficiente del cortex a53 (basta cercare con google)

Luca Francioso

Anche Cortex a55 a75 in configurazione come sullo snapdragon 650 4+2 non sarebbe male, anzi.

Luca

A giudicare dalle slide, circa il 20% di aumento in termini prestazionali.

Gark121

Ma, in realtà uno snap 625 con solo core a53 non è che sia una CPU da buttare eh. Un piccolo incremento è sempre gradito, sia chiaro, ma è più importante l'efficienza della potenza. Per il resto ci sono i core "big".

Gark121

Bah, speriamo bene, a73 in pratica rispetto ad a72 non ha cambiato una fava.
Invece ottimo che finalmente ci sia qualcosa di nuovo lato core "little".

ghost

Machine lerning è il nuovo "conoscenza del pacchetto office"

CAIO MARIOZ

Chissà che non cominci ad innovare dopo 10 anni di nulla cosmico

Ezio

beh quest'anno questa cosa è diminuita, tra snap 835 freddo anche in estate e il 660 che sembra essere il soc perfetto, non ho voglia di aspettare

matteo

come ogni anno, l'anno giusto per cambiare smartphone è il prossimo

Ezio

quando si salta un numero di solito è buono

faber80_

tempismo perfetto per la diffusione di massa dei notebook arm con w10 o android freeform/chromeOs. Tempi duri per intel, senza contare l'ottima architettura ryzen di amd.

GianlucaA

Certamente. Bisogna dire però che a73 e a53 si sono rivelate ottime architetture

Federico Restifo

Io avevo letto altre slide ieri che parlavano di:
(fino al) doppio della potenza e 15% di efficienza energetica in più rispetto al Cortex a53.
Se mantiene ciò che promette sarebbe estremamente entusiasmante.
Roba da fare i trenini di festeggiamento come a capodanno.

Federico Restifo

Ok, mettetemi i Cortex a55 in un SoC con la stessa configurazione degli snapdragon 625/6 e mi farete contento.

Recensione Logitech G560, speaker 2.1 con LED RGB

Recensione AMD Ryzen 5 2600, un nuovo riferimento per la fascia media

Recensione AMD Ryzen 5 2600X

Le novità di Intel: CPU, portatili e non solo | Video #parliamone