Visore più proiettori ambientali: brevetto Microsoft per l'AR con campo visivo perfetto

27 Dicembre 2016 0

Un paio di mesi fa vi raccontavamo dell'esistenza di una sala, nascosta nei meandri del quartier generale Microsoft, in cui si potevano visualizzare gli ologrammi senza bisogno di indossare visori. Una tecnologia molto avanzata che i fan di Star Trek conosceranno bene, che però è ancora molto distante dall'implementazione nella vita quotidiana. Tuttavia, Microsoft sta facendo progressi, come dimostra questo brevetto concesso dall'USPTO pochi giorni fa.


In realtà, l'idea illustrata nel brevetto è un "ibrido". I proiettori della sala generano immagini che coprono la parte periferica del campo visivo che un visore di realtà aumentata non è in grado di coprire. Fondamentale che i proiettori sappiano correggere la prospettiva delle immagini in modo da farla coincidere con il campo visivo dell'utente.


L'obiettivo principale, insomma, è sopperire al campo visivo limitato che offrono i visori di realtà aumentata, garantendo così una maggior sensazione di immersione e coinvolgimento. Come potete vedere dal video dimostrativo qui sotto, pubblicato da Microsoft Research, c'è ancora molto lavoro da svolgere prima di riuscire a svolgere con successo il test della Kobayashi Maru, ma ci stiamo arrivando.

Lo smartphone Android più completo sul mercato e con il miglior display in commerico? Samsung Galaxy Note 8, in offerta oggi da puntocomshop a 659 euro oppure da ePrice a 722 euro.
Apple Iphone 8 256gb Argento Silver è disponibile da puntocomshop.it a 789 euro.

0

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...

Samsung Notebook 9 Pen 13", convertibile con S-pen integrata | Video dal CES

Dell XPS 15 2-in-1: video anteprima dal CES

RECENSIONE Acer Predator Helios 300: il gaming si fa "portatile"

Recensione Acer Spin 5 con CPU Core i7 Quad Core e penna attiva