Le nuove CPU Intel e AMD supportano solo Windows 10

31 Agosto 2016 304

A solo 24 ore di distanza dalla presentazione ufficiale delle CPU Intel Core di settima generazione, spicca un dato se vogliamo interessante o forse per molti utenti inquietante e alquanto scomodo.

I nuovi processori Kaby Lake infatti avranno il pieno supporto a Windows 10, o sarebbe meglio dire "solo" a Windows 10; Intel in questo ha confermato infatti di seguire le politiche di Microsoft, che aveva già messo in guardia su come Kaby Lake non funzionerà su niente di più vecchio del suo ultimo sistema operativo.

Sulla stessa linea c'è anche AMD che seguirà questa politica sui prossimi chip con architettura ZEN. Se questo sarà confermato, in futuro AMD (come Intel) non dovrebbe fornire nessun aggiornamento driver per Windows 7/8 sulle nuove piattaforme.

Insomma con questa "coalizione" di sicuro non assisteremo più a situazioni in stile Windows XP, del tutto controproducente per Microsoft, ma poco conveniente anche per i partner.

L'iPhone più potente di sempre con il design più classico di sempre? Apple iPhone 8, in offerta oggi da Phone Strike Shop a 625 euro oppure da Amazon a 683 euro.

304

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Tera

sono sulla stessa linea, ma non credo che dropperanno il supporto a so diversi da winzoz ma solo a versioni di winzoz precedenti a 10

mauro morichetta

Per quanto mi riguarda l'unica cosa che mi preoccupa veramente è il supporto a Linux, Windows l'ho abbandonato da tempo.

Ilgard

1) Sarà pure una transizione, ma è comunque un sistema a pagamento
2) Obsoleto è una questione di punti di vista. Al momento è supportatissimo da tutte le applicazioni terze.

Qui manca proprio la scelta: o aggiorni o sei fuori. Poi ovvio che faccia il proprio interesse.

ps: Ubuntu ha le LTS, le altre versioni sono supportate 9 mesi. Ma il quantitativo di supporto è noto a priori e si parla comunque di software senza licenza a pagamento.

Ing.Gae

beh però io non insultavo chi non aggiorna!!!
Riguardo Linux: beh anche Ubuntu ha le sue LTS e i suoi cambiamenti continui. Se non aggiorni semplicemente non sei supportato!!! Ed è quello che stanno facendo M$ e i produttori (Intel e AMD).
Io penso che bisogna essere un attimo riflessivi e "accettare" l'aggiornamento se non altro per i seguenti motivi:
1) chi proviene da 8/8.1 dovrebbe aggiornare a 10 perchè M$ ha creato l'8/8.1 (secondo me) come sola "transizione" da 7 a 10. Quindi non vedo perchè uno dovrebbe rimanere in un sistema transitorio;
2) chi proviene da 7....... cioè dico io ma veramente uno si rifiuta di aggiornare "gratuitamente" un sistema OBSOLETO? Funzionerà bene quanto vuoi, ma mi sembra di rivivere le scene degli XP lovers. M$ poteva tranquillamente evitare di offrire l'agg. gratuito secondo me non si sarebbe scandalizzato nessuno. Lo ha solo fatto perchè dato il largo share di Seven, vuole portare tutti al 10 per sua convenienza. Ma ripeto: nessuno si sarebbe scandalizzato se non lo avesse proposto gratuitamente a chi possiede il 7.
Poi ognuno fa come gli pare. Io solo voglio sottolineare come, almeno per una volta nella storia, M$ abbia dato scelta libera: vuoi aggiornare? Aggiorna e ti continuerò a supportare anche se sei "vecchio".

densou

o mi confondo con la VT-x? :\
be' a me con un 3450 [esempio] zero problemi con emulatori android che oramai tutti sfruttano il possibile. Ad amico con 2500k stan parecchio rallentati, potrei dire gli van quasi peggio di me prima col i3 2100 (!). La differenza è proprio con quel VT non supportato dai K?

Lillo il commentatore®

LALA!

Rhemus86

Chi si lamenta del mancato supporto di Windows 7 in macchine del 2017, riesce ad installare, in una macchina del 2016, Mac OS X Snow Leopard, Ubuntu 9.10, Fedora 11, OpenSuse 11.2 o Debian 5.0 che sono stati rilasciati nello stesso periodo di Windows 7?

Filippo Favaro

In caso di Intel il processore deve supportare la VT-d e gli ultimi della linea K non la supportano (non ricordo sinceramente se nelle prime generazioni era supportata). Di che differenza parli?

densou

senza il VT-d (che i -K mainstream NON supportano)? Eppure ho notato eccome differenza dagli amici che han tutti un -K salvo quelli con X79 e simili. Il mio 3450 invece emula perfettamente.

densou

guardate, usando XP nativamente su un disco meccanico che tanto era lì a prender polvere così tanto per....con Sandy Bridge/Ivy Bridge che son stati gli ultimi a farlo girare, ho cmq dovuto far un profilo manuale per lo speedstep 'a riposo' o la frequenza non scendeva come dovuto. E se apro qualcosa che chiede carico, devo cambiar il profilo sempre a mano (con uno dei pre-esistenti tipo Casa/Max)

densou

per questo Sandy e Ivy forever <3 poi se a te usare un disco meccanico vecchiotto e inutilizzato per questo scopo non interessa, be' affar tuo :saluti:

a'ndre 'ci

ci penseremo fra (spero) tanto xD
per ora abbiamo un po' di rottami in magazzino xD

Realtebo

E quando si romperanno dove troverete delle mobo col supporto ISA?
Cmq sia capisco la situazione. La realtà è quella.

a'ndre 'ci

cmq si, credo anche io che semplicemente tutte le cose nuove non funzioneranno...
cambiare (come avevo detto nel commento originale) sarebbe un macello

Nicolò Veronese

Beh allora se cambiano l'ISA siamo tutti fottuti perchè tutto DEVE essere ricompilato, a quel punto non sarebbe più x86 o AMD64.
Se aggiungono un altro set e che questo potrà essere sfruttato solo da win10 allora beh cazzi loro.

Se cambiano l'ACPI o le chiamate al BIOS significa perdere tutta la compatibilità. Sarebbe come tornare negli anni 80, dove ogni sistema era "indipendente". La cosa che davvero ha aiutato in questi anni è stata la standardizzazzione: I PC sono x86 anche i mac ora lo sono, questo significa più ottimizzazzine e ricerca.

Gli arm sono relativamente recenti e per fare semplici operazioni hanno bisogno di un sacco di chiamate qui e li, oggi i compilatori non sono ancora efficenti.

Modificare qualcosa di prestabilito sarebbe come buttare tutto.
Se invece non rilasciano i driver con le chiamate per i consumi, il turboboost, ecc. beh secondo me fanno bene.

Almeno io non avrrei problemi, mi sembra fumo negli occhi. Come quella vota che dissero che le cpu sarebbero state distribuite solo come BGA... Lo hanno fatto no... tutti erano preoccupatissimi...

Comunque, su linux non ci saranno problemi, ci sarà qualcuno che scriverà il modulo. Su windows beh forse qualche problema ci sara ma le istruzioni x86 e AMD64 basilari ci saranno... perciò aspettiamo.

a'ndre 'ci

no, intendo anche i set di istruzioni..
che alla fine ok, si, i valori da mettere nei registri (esempio più stupido che mi viene in mente) quando chiami l'interrupt 15/20/21....
ovviamente non l'istruzione "int"

Nicolò Veronese

Quindi tu intendi i registri con la "configurazione" del processore, non il set di istruzioni... cosa che di fatto renderebbe incompatibili tutti i driver e forse l'hardware realizzati fino ad ora.

moichain

vabbè ma almeno hanno garantito l'aggiornamento al 10 gratuito per un anno,se non lo fai sono xazzi tuoi!

a'ndre 'ci

beh dipende cosa cambi xD
se cambi roba a basso livello gestita normalmente dai driver (ACPI, per esempio) no....

Nicolò Veronese

Se le avessero cambiate andrebbero ricompilate "tutte" le applicazioni del mondo.

GTX88

meglio chi crede ai complotti?

Homer76

Purtroppo, per esigenze di produzione, molti questo coraggio lo dovranno trovare! :)

Homer76

Volendo ottenere un certo livello di supporto (es. sostituzione entro le 24 delle componenti danneggiate), le grandi organizzazioni (PA, aziende,...) hanno una scelta limitata negli acquisti.
In genere, ci si rivolge ai grandi vendor che aggiornano di continuo i loro cataloghi.
Insomma, anch'io sarei per "forzare" la modernizzazione, però, mi rendo conto che per molti soggetti, è praticamente impossibile.
Per fare un esempio, la legge impone alla mia ragazza di usare per la propria professione delle applet che il mondo ha da tempo deprecato.

Andry

Non sono stato chiaro, so perfettamente lavorando in due aziende, i problemi di compatibilità dei vari applicativi, quello che dico io è perché l'azienda deve acquistare un processore di ultima generazione per installare un software non più supportato? Se devo continuare a lavorare con programmi non aggiornati non mi serve comprare un pc nuovo. E se quello vecchio si rompe basta acquistarne uno con processore non di ultima generazione. Non è che possono estendere il supporto all'infinito sui nuovi prodotti.

DuN3DaiN

Si è stato tutto risolto
il problema affliggeva solo i core con TDP <= 15
Per le CPU desktop nessun problema
con la 7 gen. e il cambio di vpu mi aspetto problemi alla parte codifica/decodifica

Homer76

Perché usa applicativi (CRM, ERP,...) che non sono compatibili con Windows 10. Inoltre, il supporto tecnico e i dipendenti potrebbero incontrare difficoltà nel gestire e usare il nuovo ambiente.
Se vuoi, entro nel dettaglio con degli esempi. Già così, ti sembra poco?

Pure new wool

Guarda ti faccio un esempio semplice: ho un'archivio di 300 e rotti cd e un centinaio di dvd e bluray... ma a parte le mie esigenze personali: se compri una rivista con un dvd? Se hai voglia di caricare un cd su itunes o simili? Se trovi un gioco su supporto ottico? Un bluray da comprimere?Le foto del matrimonio e relativo video? Regali chiavette usb?

Probabilmente è un supporto maturo che col tempo verrà superato, ma un masterizzatore almeno, mi pare il minimo, anche per lavoro, archiviazione.

Emanuele

Mi fai sentire meno vecchio. XD

Ilgard

Non mi sembra granché come soluzione.

Ilgard

Andando con ordine,
1) Ok, è gratis aggiornare, ma resta un software a pagamento. Se compri un pc nuovo hai una licenza nuova e quella la paghi. Per quanto ne sai Microsoft potrebbe far nuovamente il giochetto, ha comunque creato un precedente. Inoltre trovo sbagliato a priori mettere 3 anni di supporto ad un software a pagamento. Io potrei non voler aggiornare per un certo numero di ragioni e qui mi si costringe a farlo.

2) Il fatto che sia gratis non significa che si debba aggiornare. C'è questa idea che circola tantissimo di recente che chi non aggiorna è uno st**nzo.
Se io non voglio aggiornare non aggiorno, chi se ne frega che è gratis. A me potrebbe non piace W10 (e per molte cose non mi fa impazzire) o potrei avere decine di altri motivi per non voler aggiornare e devo avere tutto il diritto di non aggiornare. Pure Linux è sempre stato gratuito ed un sacco di gente non ha abbandonato Windows, quindi mi sembra che il discorso non regga.

Ilgard

Pardon, sì, è del 2013, ma è stato venduto con supporto fino al 2018.
3 anni sono comunque pochi per un software a pagamento.

Filippo Favaro

Alla maggior parte delle persone non serve affatto è solo una cosa psicologica, ci sono molti che lo vogliono avere li in caso "non si sa mai che mi serva" e poi manco lo utilizzano.
Nel 2016 sinceramente non so se ci siano persone che continuano ad utilizzare giornalmente CD/DVD su PC.

Pure new wool

Eh ho capito, ma se il lettore/masterizzatore cd/dvd/bluray gli serve? Li costringi a prenderne uno usb esterno?

Davide Neri

Li ha fatti Microsoft nel modo giusto, con sviluppatori e tester in numero appropriato, con priorità dei bug in base alla gravità, patch fatte bene, eccetera. Adesso hanno licenziato numeri importanti di tester, ogni milestone crea infinità un numero di problemi mai visto prima e col tempo che ci stanno mettendo a migrare tutto a UWP (che dovrebbe essere stato il vero Windows 10 finito) spariranno prima i PC.

Rhemus86

Non lo sentivo da Windows Vista... Ancora gira questa roba? Mah

IlRompiscatole

Da quale parte del mio commento hai evinto che io non conosca come gira il mondo?
O che non sia mai entrato in un laboratorio di analisi?
Quanto bisogno di giudicare persone che non si conoscono ^_^
Quello che mi ero permesso di farti notare è la seguente dicotomia:
Se paghi 200€ un os e dopo 15 anni smettono di supportarlo si grida allo scandalo...
ma se paghi 100.000€ un macchinario possono permettersi di lasciarti con un software che gira solo su un sistema operativo vecchio di 15 anni e fornire software aggiornato solo per le macchine nuove.
Tutto il resto dei tuoi commenti mi sembra solo fuori luogo.

Rhemus86

ReactOS? Un progetto nato BEN 18 anni fa che ancora è in stato embrionale... Direi che non c'è molto da sperare.

Emanuele

Progetto Palladium ?

Diero

Non vedo il problema, dubito che chi avrà macOS Sierra con un processore Kaby Lake nel Mac voglia downgradare a El Capitan.

emmeking

"Tralasciando 8 ed 8.1 (dai sul serio vi lamentate di questa mancanza?) "
Io mi lamento eccome, mai avuto problemi con 8.1, 10 passi avanti rispetto a windows 7, poi ho "dovuto" aggiornare a 10 per usare il gamepad della one su pc (ancora non c'erano i driver per 8 e 8.1) e da allora solo problemi. Crash, freeze, diver video che si bloccano, riavvii spontanei, problemi ENORMI di memory leak e molto altro. Un colabrodo sotto ogni aspetto.

Se tu ti trovi bene con windows 10, bene per te, per me non è assolutamente così.

Rhemus86

In campo MICROSOFT, è richiesto Windows 10. Su Mac sicuramente MacOS Sierra e Linux le ultime distribuzioni (con kernel aggiornato)

manu1234

Anche i dev java odiano java... Rendersi conto

La pensiamo nello stesso modo per java :P

Sì, pare che con i prodotti open source hai supporto gratuito, haahahaha
Ah no, di solito il loro salario é superiore perché rari da trovare, cosi come é raro vederli risolvere un problema... Che sul mondo linux é sempre dovuto all'hardware o driver non ufficiali, a quanto pare

É da 3 mesi che sto aggiornando apps scritte con .net 2.0... Che palle!!

Servono i drivers... Funzionerebbe anche xp se rilasciassero i drivers!

The User

in quel caso è molto saggio restare a 7.

ma sono davvero pochissimi i casi...

The User

se il problema relativo ad un qualsiasi prodotto fosse assente dall'esperienza di uso della stragrande maggioranza dei suoi utenti, sarebbe un problema di cui nessuna azienda da si farebbe carico...

Non più del solito...

Fez Vrasta

Pensa in percentuale

Le novità di Intel: CPU, portatili e non solo | Video #parliamone

Samsung Notebook 9 Pen 13", convertibile con S-pen integrata | Video dal CES

Dell XPS 15 2-in-1: video anteprima dal CES

RECENSIONE Acer Predator Helios 300: il gaming si fa "portatile"