Acer Revo One RL85: la recensione di HDblog

13 Maggio 2015 82

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

Acer Revo One RL85 è un Mini PC compatto ed elegante basato su Windows e processori Intel. Rispetto ai rivali, ha una naturale propensione per la condivisione di contenuti, con un mix di hardware e software che rende semplice farne un server per casa o per l'ufficio.

Revo One può essere un NAS, un PC da usare in famiglia, un hub multimediale - anche qualcosa da portarsi dietro nelle ferie estive visti i 15 x 10 x 10 cm del telaio. Acer lo vende in Europa con listini a partire da 419 euro, ma il prezzo finale dipende dalla combinazione tra capacità e tipo di hard disk, tra RAM e CPU, a seconda del sistema sistema installato. A grandi linee possiamo avere: Celeron 2957U + 4 GB RAM + 500 GB HDD, Core i3-4005U + 1 TB SSHD, Core i3-5010U, Core i5-5200U, 8 GB RAM, 2 TB HDD + 128 SSD, e via dicendo.

Ci sono molte configurazioni in commercio, alcune con Windows 8.1 with Bing e altre con Windows 8.1. Consiglio di fare riferimento ai negozi online per questi dettagli, e di cercare anche tra i rivenditori europei.



Per due settimane ho provato la configurazione con CPU Core i3-5010U, 8 GB di RAM e 3 dischi da 1.5 TB configurati in RAID 5 (quindi 3 TB reali di spazio a disposizione). Questa versione è una via di mezzo non ancora in vendita, ma proprio grazie ai 3 hard disk permette di farsi una buona idea di quelle che sono le potenzialità server di RL85.

Perché è diverso da tutti gli altri

Ora, senza tirarla troppo per le lunghe, cosa ha questo Revo One di tanto particolare? Diverse cose:

  • componentistica accessibile senza rimuovere viti;
  • 3 slot SATA a 6 Gbps (2 hotswap) per 6 TB massimi di archiviazione;
  • motherboard con RAID 0/1/5 hardware;
  • Gigabit Ethernet e WiFi ac Dual Band + BT 4.0 su slot mini-PCIe;
  • TPM 2.0, HDMI 2.0 (uscita 4K2K) e USB 3.0;
  • software Acer BYOC dedicato per l'accesso remoto ai contenuti.

E a questo si aggiunge un lettore SDXC installato nella parte superiore del telaio, un controller con touchpad da una parte e tastiera QWERTY dall'altra, l'uscita audio 7.1 e una seconda video-out mini DisplayPort. Acer ha inserito diverse idee in Revo One, per un dispositivo che come vedremo non è perfetto, ma che ha il vanto di essere unico nel mercato attuale.

Aggiornamento: sembra che la configurazione con Celeron 2957U abbia 2 slot SATA e non 3. Ci sono diversi riscontri su questo.

Una della particolarità è la motherboard modulare usata da Acer. Revo One è formato da due parti, da due schede. Basta sfilare il coperchio bianco (disponibile anche in nero), fare lo stesso con i due hard disk e svitare un totale di 6 viti per separarle. La scheda verticale integra le porte, la CPU, la RAM, la modulistica e il sistema di ventilazione; è contenuta in uno scheletro metallico a sua volta protetto da plastica. La scheda orizzontale è integrata nella base del telaio, ed è quella con l'alimentazione, i 3 connettori SATA e lo slot principale per la parte verticale.

È un approccio che, sulla carta, permette di aggiornare la piattaforma senza cambiare la base, già usato su certi Mini PC Bay Trail ma che vedo per la prima volta su CPU di fascia superiore. A tutti gli effetti questo è il segreto per dimensioni tanto contenute.

Peccato che non sia stato possibile garantire accesso facilitato al singolo slot per RAM DDR3L SO-DIMM. Il Mini PC Acer supporta fino a 8 GB, ma per cambiarla o aggiornarla è necessario accedere più a fondo, togliere il supporto all'hard disk centrale (SATA 1) e richiudere tutto. Credo che mani piccole ed esperte possano riuscire nell'impresa smontando solo gli incastri.


Sportellino di accesso che è invece presente in prossimità della scheda wireless con chip RTL8821AE per WiFi ac e Bluetooth 4.0. È su uno slot mini PCI-Express pronto a gestire anche altro hardware - nel caso la wireless non dovesse servire.

La possibilità di installare 3 hard disk da 2.5 pollici SATA 3 è il punto chiave di tutto Revo One RL85. Non è tanto la possibilità hardware di rimuoverli a caldo (hot swap) quando di averli e di poter creare array RAID 0, 1, 5 e 10. La scheda madre ha un controller hardware dedicato allo scopo.

Le configurazioni multidisco di Revo One sono vendute in RAID 5 (servono almeno 3 dischi) ed è una scelta logica visto l'equilibriio tra prestazioni e sicurezza offerto da questo setup. Su CrystalDisk Mark ottengo 231 MB/s in scrittura e 237 MB/s in lettura con HDD Samsung da 5400 rpm tutt'altro che pregiati. Sono benchmark decenti per la categoria, considerando anche i vantaggi dello spazio reale che resta a disposizione.



Temperature, rumore e consumi

Ma per fare di un Mini PC Windows un NAS per casa o ufficio, per fare in modo che sia stabile e affidabile nel lungo periodo, serve anche una dissipazione energetica di livello. Revo One usa un sistema di ventola + dissipatore che incanala l'aria calda verso l'uscita posteriore, proprio a ridosso delle porte di espansione. Gran parte del fondo è forellato, ma qui si parla di dissipazione passiva.

È una ventolina discreta perché non raggiunge velocità assurde grazie anche a dimensioni decenti. È più grande delle soluzioni usate su Intel NUC Broadwell, per dire. Nell'uso di tutti i giorni neanche la sentite, e lo stesso vale durante la riproduzione multimediale. Ma se iniziate a giocare, col salire delle temperature, aumenta anche la sua intensità tanto che, in una stanza silenziosa, se spegnete l'impianto audio, potete facilmente riconoscerla. Sul mio divano, a due metri e mezzo dalla TV, non ho problemi a lasciarla girare alla massima velocità.

Ed è una buona notizia: il setup con 3 dischi e CPU i3-5010U (TDP di 15 watt) è quello tra quelli capaci di generare più calore, ma non ho mai superato i 79 °C a pieno carico, con GFXBench lasciato girare per 40 minuti abbondanti. Siamo circa 20°C sotto temperature critiche, almeno 10 sotto quelle meritevoli di attenzione. Nell'uso standard - e con 8 GB di RAM + RAID 5 significano web spinto, streaming e multi-tasking - Revo One resta sui 53 °C, con minime di 46 °C. I dati sono riferiti al sensore sulla CPU, perché ovviamente il resto dell'hardware è molto più freddo.

Piuttosto, ho misurato 55 °C al tatto in prossimità della griglia posteriore, proprio a 1 cm dalle porte, dove la ventolina confluisce tutto il calore interno. Basta spostarsi di 2 cm tutt'attorno per scendere sui 40° C (e anche meno) ma toccare quella zona nei momenti di pieno carico non è consigliato. E questo ci fa anche capire quanto sia importante lasciare un po' d'aria sul retro di Revo One - non tenerlo troppo vicino al muro, al mobile o a quel che è - e ci riporta sulla dimensione che è propria di un Mini PC come questo, potente, versatile ed espandibile ma con il suo tornaconto.

Lo stesso vale per i consumi. Acer RL85 oscilla solitamente tra 11 e 18 watt, ma raggiunge i 35 watt quando a pieno carico (il contesto che porta la temperature di picco discussa poco fa). In standby, resta su 1.5 watt (ma qui dipende anche da cosa è collegato alle porte e dall'accesso o meno ai dischi) mentre da spento consuma 0.6 watt. Consumi (sulla presa) come questi sono la logica conseguenza dei 3 HDD installati, della piattaforma Broadwell utilizzata e delle funzionalità di attivazione remota di cui parleremo nella prossima sezione.

Da BIOS (vedi filmato sotto) si può intervenire per ridurre qualcosa, impostare temperature di shutdown e regolare la ventolina in modo più aggressivo (più rumore a favore dei gradi centigradi) ma nel complesso credo che un Revo One si scelga per le sue funzionalità di rete, per farne l'hub multimediale di casa. E in questi contesti, volendo avere a disposizione anche un Mini PC Windows e non un hardware NAS con chip dedicato, si devono accettare i 10-18 watt di consumo medio. I modelli con SoC Bay Trail restano molto sotto questa soglia, per non parlare degli ARM, ma non hanno funzionalità simili.

Software Acer BYOC e uso come NAS

Acer BYOC (Build Your Own Cloud) è l'acronico che racchiude le funzionalità di condivisione file di Revo One RL85. Non sono una sua esclusiva, perché l'azienda usa queste soluzioni anche su altre macchine, ma qui, tra RAID, Gigabit Ethernet e telaio compatto, trovano molto terreno fertile.

La suite comprende diversi programmi (abApps: abFiles, abMedia, abPhoto, abVideo, abDoc) e un'interfaccia centrale di gestione chiamata Acer Portal. C'è anche Acer Revo Suite, app per usare lo smartphone a mo' di controller Bluetoot. L'idea dietro BYOC è rendere accessibili i file presenti nel disco di Revo One (tutti, solo gli audio, solo i video, solo le foto - software ed apps servono proprio a differenziare) anche da remoto, anche quando siamo fuori casa, e fare in modo che gli stessi strumenti possano attivare Revo One quando è in standby, o accenderlo quando è spento così da soddisfare una richiesta arrivata da remoto. Il tutto con un consumo ridotto, perché il sistema permette di attivare solo gli hard disk, non il resto dei componenti.

Per fare un esempio, se sono fuori durante un week end ma ho bisogno di leggere quel PDF che ho scaricato sul disco del Revo One, posso lanciare l'app sul mio smartphone (Android, iOS, Windows), collegarmi al pc di casa e recuperarlo. Vale anche l'esatto opposto: ho scattato delle foto o scaricato una presentazione sul mio telefono e voglio upparle sul disco di casa. Ancora: sono in albergo e voglio guardarmi il film che ho su Revo One, sono in treno e voglio ascoltarmi un album che ho dimenticato di sincronizzare. O, più semplicemente: sono a casa, e voglio usare Revo One come server DLNA per la chiavetta Android collegata alla TV, o per un Mini PC Windows con Kodi.

Queste funzionalità tipiche di un NAS girano a meraviglia su Acer RL85 e sono supportate da una suite software probabilmente un po' complicata in certe parti, ma comunque affidabile. La piattaforma hardware, la RAM, la flessibilità di Windows, fanno il resto. Il limite, casomai, riguarda la qualità della vostra linea ADSL, ma diciamo che per il recupero dei file più piccoli, e in tutto quel che non è film, video o cose enormi, non dovrebbero esserci troppi vincoli. Con una buona 30/3 MB Vodafone riesco a gestire praticamente ogni contesto.

La modalità di attivazione remota BYOC non ha molti vantaggi in termini di consumi: misuro i soliti 11-18 watt, probabilmente perché la disattivazione delle sole uscite video HDMI e mini DisplayPort - le USB restano accese, così se avete una chiavetta continuate a vederla - non permette di ridurre l'impatto energetico in maniera significativa. Ma è comunque un bene non far accendere il monitor.

Considerazioni finali

Acer Revo One è discreto, silenzioso e facile da aggiornare. Sono i requisiti migliori per un Mini PC Windows che ha la pretesa di essere anche un NAS, e che l'azienda propone come soluzione definitiva per un cloud domestico attento alla sicurezza dei dati - fisica, per via del RAID, e personale, per chi non si fida a caricare di tutto su Dropbox. Acer ha adottato una motherboard modulare per raggiungere dimensioni tanto compatte, ed ha tirato fuori un design che può stare bene in salotto, tra la TV e il decoder, così come sulla scrivania o in negozio.

Nella corso della recensione abbiamo discusso le temperature accettabili anche nella configurazione Core i3 + 3 HDD in esame, e visto come la suite software Acer BYOC riesca a fare proprio quel che ci si aspetta. Hanno superato i test anche Gigabit Ethernet e WiFi ac, qui importanti più della potenza di calcolo, e perfino una Ubuntu Linux 14.10 ha lasciato intendere sviluppi e supporto da non sottovalutare (vista la video review?).


Il tornaconto è avere consumi più alti della media NAS, dovuti in primis alla componentistica e poi alla natura stessa del dispositivo. Il dover essere anche un Mini PC Windows, completo di uscita 4K e accensione a distanza, porta a questi compromessi. Inoltre avrei migliorato la dotazione di porte (4 USB sono poche e si sente la mancanza di una frontale - inoltre una S/PDIF ci sarebbe stata) e rimosso una buona parte dei crapware software pre-installati.

Ma il vero punto chiave è il prezzo di vendita. Le SKU multidisco più prestanti superano i 700 euro nei negozi europei, con le varianti Core che comunque non scendono sotto i 500 euro. Le Celeron restano le uniche versioni veramente abbordabili - ma di contro hanno un solo disco. Non è una critica alle cifre: i listini sono quelli che sono, e in questo momento è difficile fare di meglio. È un discorso che dovrebbe farvi riflettere su cosa state cercando, sulle funzionalità di cui avete bisogno, perché se da una parte Revo One riesce a raggiungere il suo obiettivo, dall'altra potrebbe essere sprecato se usato solo come classico PC/Mini PC. Per maggiori informazioni e altri dettagli ufficiali, visitate acer.it.

Schermo Oled da 6 pollici in dimensioni contenute? LG V30, compralo al miglior prezzo da ePrice a 600 euro.
Apple Iphone 8 256gb Argento Silver è disponibile da puntocomshop.it a 789 euro.

82

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
ikary72

Forse rischioso se volete, visto i costi usarlo contemporaneamente sia come pc che come nas o piccolo file server.
In effetti se si predilige una configurazione con i5 e tre dischi da 1tb l'uno si sfiorano gli 800 euro, non è del tutto economico.
E uno dice posso spendere lo prendo così ho sia un pc che un nas assieme ed allora si che con windows si posso avere casini.
Ma se si usa nel suo vero ambito ovvero i piccoli uffici con meno di 10 postazioni , ideale dalle 3 alle 5 avrete davvero una bella macchina, perché, per dirla spicciola, costerà un pochetto ma avete una macchina 3 in 1 ovvero, un discreto pc da usare come macchina d'emergenza, un ottimo nas, ed un discreto file server.
Ricordo che per chi sa cosa prende sa anche che soluzioni nas o server con un processore i5 costano ben più di mille euro senza dischi, quindi ottimo prodotto.
Se proprio gli si fa un appunto, essendo un prodotto che per mille considerazioni non farò qui strizza l'occhio ad un ambito laviratio, gli hanno messo di base troppe applicazioni che per lo più rimarranno inutilizzate, avrei preferito a livello software una configurazione vuota con implementazione di add on.
Per il resto dico se si hanno quasi 800 euro per una versione i5 e si sa cosa si sta comprando Acer ha centrato l'obbiettivo.

djonZvolta .

7.1

capitanharlock

Sbagli.
E te ne accorgi quando arriva la bolletta elettrica.
Piuttosto, dato che Acer lo vende come media center, mi sarebbe piaciuto un approfondimento sull'uso come tale.

Rondell

puoi benissimo installare una qualsiasi distribuzione di linux immagino, essendo un normalissimo pc

Andhaka

Stesso problema.

Devo prendere un mini-PC per lo studio di mia moglie che userà praticamente solo Office e altri programmi di simile portata (come potenza richiesta), quindi cercavo qualcosa di piccolo, discreto e longevo.

Il VivoMini ha solo uno slot per il disco, ma di contro ha due slot RAM e può arrivare a 16 GB di memoria, ottima connettività e processore un po' più vecchio, ma simile nelle performance.

Fatto sta che nella versione Windows 8 costano praticamente lo stesso... grande dubbio.

Cheers

mario b.

mi piacerebbe molto una video recensione sia dell' asus vivomini che del hp papillon mini 300-030l più un eventuale confronto. Vorrei comprare un mini pc ma faccio fatica ad orientarmi.

Alessandro Alfei

Non lo so forse per i malware di windows per i traking ecc..

Shamàlaya

È una macchina che può essere usata anche per usi continuativi 24 ore su 24.
Ora, per esempio: immagina di avere due dispositivi molto simili, ma uno dei due consuma 20 watt in più.
Significa una differenza di costi operativi di circa 35 euro all'anno, al prezzo che hai scritto tu.
In 5 anni uno dei due PC viene a costare quasi 200 euro in più dell'altro.
Non solo: uno dei due dovrà dissipare continuamente un calore maggiore per ottenere le stesse prestazioni, andando alla lunga a causare una precoce usura di alcune componenti, diminuendone l'affidabilità.
Non è esattamente piacevole perdere un Hard Disk in un PC, è letteralmente un disastro se quel PC funge da NAS/archivio/backup.
Sono fattori che vanno considerati.
Senza contare che, come han detto altri, un minore consumo significa migliore ottimizzazione, efficienza, eccetera.

Mauro

Perché dovrebbe essere rischioso?

Alessandro Alfei

Domanda forse stupida, ma archiviare TB di dati con un sistema di gestione microsoft windows non è rischioso? Non è preferibile un sistema operativo proprietario come in altri apparecchi? Si forse si perderebbe qualcosa nella multimedialità però... Che ne pensate?

Andhaka

Bel prodotto, ma mi pare un po' troppo... in bilico.

Se lo uso solo come MiniPC è un pelo caro rispetto all'uso medio di questi prodotti e se lo uso come NAS... in quel caso io opterei per un NAs vero e proprio dove posso gestire anche dischi ben più capienti (backup, maledetti backup...).

E' cmnq un form factor molto interessante e sono curioso di vedere se si evolverà in qualcosa di più appetibile.

Cheers

Rik Riker

beh anche la configurazione minima può essere un bel pc da collegare alla tv, meglio di qualsiasi smart tv in commercio

Riccardo P

Se non ha pretese prestazionali sì, ma meglio uno shuttle ds57u se punti a lasciarlo acceso 24/7 per mesi. Sul disco non so aiutarti molto, fai prima a cercare modelli online.

goghicche

Io l'ho preso lo stesso perché mi è sufficiente con il disco da 1tb, ma da come ho capito io, NON ha nessun altro slot aggiuntivo, ma solo quello in cui è collegato l'hd di "serie".

Ho capito bene?

EG

Molto interessante sopratutto con Ubuntu. Peccato per i prezzi di listino che sono un po' troppo alti per quello che offrono.

ubaldoparmese

Ok grazie

DartBizu

Una configurazione con le APU AMD non ci sarebbe stata male ... veramente interessante e bello. Potrebbe sostituire il mio HTPC in futuro :D

contextus

Quindi un Minix Neo Z64 o un Beelink Pocket P1 con un hd esterno potrebbero fare al caso mio?
Il consumo totale non dovrebbe essere troppo elevato, giusto?
L'hd esteno, considerato che starà sempre acceso, deve avere particolari caratteristiche oppure uno vale l'altro?

Riccardo P

Questo è ok, anche troppo ok. Puoi risolverla anche con un mini pc bay trail + hard disk esterno, ma dipende dall'esperienza che desideri avere e da quanto vuoi/puoi sbatterti a preparare tutto.

Matteo Fabris

Ciao, ottima recensione ma il prodotto non mi convince...
Se dovessi puntare ad un nas andrei su un modello da 4 dischi e non basato su win...
Se dovessi puntare ad un pc da usare anche come fileserver andrei su un pc "tradizionale", magari con un dissipatore grande così evito la ventola o ne riduco l'uso....
In questo modo avrei la possibilità di collegare più dischi e maggiore possibilità di espansione...
Per le dimensioni lo nasconderei in ripostiglio...

Questa può essere un'ottima soluzione per chi ha poco spazio e non vuole mettersi ad armeggiare con nas, dischi, raid, software di accesso remoto, vpn eccecc...

alex del piero

ciao Ric ottima recensione come sempre , descrizione tecnica sempre al top , io prima non ti conoscevo.. ma lavori veramente bene , è un piacere vedere e leggere le tue recensioni un saluto.

Fabio81

a me piacerebbe avere un monitor 24 o 27" con attaccato sul retro un compute stick o un mini pc, "nascosto" ed avere sulla mia (piccola) scrivania solo tastiera e mouse BT..però concordo che per ora sono più utili come HTPC. Questo REVO poi è molto performante ma proporzionalmente costoso :)

contextus

Mi interesserebbe una dispositivo da tenere acceso, tendenzialmente, tutto il giorno (quindi consumi ridotti) e che mi facesse da pc per navigare / office ma, soprattutto, da torrentbox: potrebbe andar bene questo Revo One oppure potrei dirigermi su qualcos'altro?

Giuseppe Nicolò

Incredibile che siano riusciti a mantenere le temperature cosi' basse in uno scatolotto cosi' piccolo e con tre dischi ravvicinati!!
Forse ci sarebbe stata bene una griglia superiore nel telaio, dato che l'aria calda sale naturalmente, piuttosto che nella parte dietro, vicino alle porte.

Ciuz

Complimentoni come sempre, cmq. Ho scoperto hdblog seguendo te qui dal tuo precedente "lido" e non vi ho più mollato :) bravissimi!!

Riccardo P

Yes.

Paolo Soddu

Grazie del consiglio, tengo d'occhio i prezzi allora!
Per metterlo come principale immagino ci sia l'opzione apposita nel BIOS, giusto?

Riccardo P

Ah ok, ok, TB, non GB, chiaro.

Riccardo P

Ok aggiungo una nota al testo, grazie.

droide94

Molto carino, come HTPC è ottimo

Deux9

...ma se non mi sbaglio su amazon Italia nel commento di quello che l'ha preso in Germania, c'è pure la foto....ed è facile trovarla...ce n'è solo 1 di come ti sui revo...

Deux9

No, mi ero documentato un po' perché era una bella offerta, ma leggendo almeno 3 recensioni di clienti (tedeschi sempre, uno italiano che lo ha preso da là) ed una di un sito che lamentano la stessa cosa...sembra più che una semplice supposizione....e dubito che sia solo relegato al mercato tedesco, anche se in verità il seriale cambia....sul sito di acer niente da fare....elencano solo due modelli....

Ciuz

ecco, quindi voleva dire 3 TB e non 3 GB, mi pareva strano :)

Riccardo P

Basta, ma se devi usarlo per anni investi almeno in un i3. Per accedere al disco centrale devi smontare quasi tutto, ma puoi benissimo mettere una ssd su sata 2 o 3 e poi usarlo come principale.

Riccardo P

Online trovi tutte le info.

Riccardo P

1) non per tutti, credo possa avere problemi con alti bitrate o roba da millemila giga.
2) come media center è ottimo, ma se non ti servono le funzionalità raid valuta anche un "classico" shuttle ds57u con 2 gigabit lan.

Riccardo P

Esatto.

Riccardo P

Sì.

Riccardo P

Ho letto un po' in rete di questa cosa, ma non ho trovato riscontri ufficiali. Tu lo hai? Lo confermi per esperienza diretta o hai altre fonti? Grazie.

Riccardo P

Sì, non lo so.

Cristian Louis Watta

te la potresti saldare tu..

Whisky

Memoria disponibile raid =C × (N

Deux9

Attenti!!! Il modello col 2957u, quello che viene meno (269 in germania) e che mi ispirava di più, modello con 1 tb di disco ibrido sshd, ha un solo slot aggiuntivo sata!!! Il secondo slot non c'è!! Ci sono i pin sulla scheda madre ma niente porta sata, quindi niente raid.....bellissima fregatura!!!

StriderWhite

"Peccato che non sia stato possibile garantire accesso facilitato al singolo slot per RAMDDR3L SO-DIMM. Il Mini PC Acer supporta fino a 8 GB, ma per cambiarla o aggiornarla è necessario accedere più a fondo, togliere il supporto all'hard disk centrale (SATA 1) e richiudere tutto. Credo che mani piccole ed esperte possano riuscire nell'impresa smontando solo gli incastri."

franky29

si vede non cerci affondo nelle bancarelle xD

Roberto

Ma la RAM è espandibile Oppure è saldata direttamente sulla scheda madre?

Frank

OT. Rick recensirai lo zenbook UX305?

Ngamer

prodotto interessante mi piacerebbe averne 1 . sembra un anteprima dei futuri pc . piccoli , silenziosi e molto versatili . gaming a parte potrebbero essere il futuro dei pc.

iLOKI

si non è una grande idea ma è l'unica che farei per avere una roba fanless con prestazioni buone. io lo userei per vedere in streaming e navigare non chissà che cloud e roba.

Se mi facessero sta versione del dente intel core m l'avrei già preso.. ma ho la sensazione che non lo faranno mai

Alex Citton

Ma non éla stessa cosa neanche lontanamente... Non ha 4 usb ne l' ethernet, non avrà mai lo stesso storage... É un prodotto tatalmente diverso... Oltre che sarebbe stupido lasciare un Tablet attaccato alla corrente perché faccia da mini pc... I sono il primo a sostenere la stupidità dei mini pc paragonati a quelli grandi, ma coi Tablet proprio no...

Samsung Notebook 9 Pen 13", convertibile con S-pen integrata | Video dal CES

Dell XPS 15 2-in-1: video anteprima dal CES

RECENSIONE Acer Predator Helios 300: il gaming si fa "portatile"

Recensione Acer Spin 5 con CPU Core i7 Quad Core e penna attiva