Toshiba Chromebook 2: la recensione di HDblog.it

13 Dicembre 2014 321

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!


Toshiba non è stata la prima azienda a credere nel settore Chromebook. Il suo debutto risale alla primavera 2014, a quel CB30 che fu il primo 13 pollici della categoria. Pochi mesi dopo ed ecco la prima novità: Chromebook 2, codice CB35. Presentato ad IFA 2014, è stato subito identificato come un potenziale crack, sensazioni poi confermate dalle recensioni arrivate via via. Recensioni in linea con questa, scritta proprio da un Toshiba Chromebook 2 in una neanche troppo fredda mattinata di dicembre all'aeroporto di Roma Fiumicino in attesa del volo vacanza verso Atene :)

Inizio col dire che non vedremo questo Chromebook 2 in Europa prima di febbraio. Toshiba lo ha rivolto al solo mercato americano e lo ha commercializzato in due versioni con prezzi a partire da 249 dollari. La più famosa, la più diffusa, quella che avete sicuramente sentito nominare, ha display 13.3 pollici IPS Full HD e 4 GB di RAM. Il suo listino è di 329 dollari, ma in USA ci sono spesso offerte al ribasso.

Perché è diverso da tutti gli altri

329 dollari non sono pochi per la categoria Chromebook; i modelli base di solito costano 199-249 dollari (o circa 220 euro dalle nostre parti) ma qui ci sono specifiche migliori e una qualità costruttiva davvero superiore alla media. Ne parleremo dopo.


La scheda tecnica di Toshiba Chromebook 2 si basa su CPU Intel Bay Trail, con un Celeron N2940 Dual Core a 2.25 Ghz, una memoria eMMC da 16 GB e connettività WiFi ac + Bluetooth 4.0. L'impianto audio è di qualità: esce dalla tastiera ed è curato da Skullcandy. È una dotazione standard per i Chromebook, la stessa di altri Bay Trail simili. Ci sono 2 USB - una 3.0, l'uscita video HDMI, il lettore SD e il jack cuffia da 3.5 mm. Conclude il tutto una webcam da 1.3 megapixel con 2 microfonini in array stereo per la riduzione del rumore. È una buona camera per Hangout.

4 GB di RAM su Chrome OS sono più che sufficienti. Mentre scrivo questo testo, con Gmail, Feedly, l'admin di HDblog e questo tab di zenpen.io, ho 900 MB di memoria occupata e oltre 3 GB libera. Posso lanciare un video Youtube, aprire il File Manager e lanciare Google Drive per farmi un backup di quel che sto scrivendo, restando ancora con poco meno di 2 GB inutilizzati. In breve, sarà più probabile terminare le risorse della CPU piuttosto che la RAM.


CPU che basta a domare Chrome OS e i siti web più complessi, a patto di non esagerare con il multitasking. Conosciamo bene la piattaforma Bay Trail e sappiamo quanto sia adatta a contesti simili e ad un po' di multimedialità (video Full HD compresi). Tuttavia qui c'è da gestire un display 1080p, non una sciocchezza per questo hardware, e di fatti cercando online si è discusso abbastanza in rete sulle prestazioni e sulla reattività di questo Toshiba Chromebook 2.

Prestazioni ed esperienza su display Full HD

I più critici lamentano cali di prestazioni, i meno esigenti fanno notare come siano tutto sommati tollerabili. La mia posizione è a metà. Da una parte è vero: rispetto ad un Chromebook identico nell'hardware ma abbinato ad un comune schermo 1366 x 768 pixel, si nota una UI meno reattiva, meno scattante quando sotto stress, e anche uno scrolling tentennato delle pagine più pesanti quando ce ne sono diverse aperte. Ma è altrettanto vero che non c'è un rallentamento così forte da rovinare l'esperienza utente, non sono noie che si fanno troppo sentire.

Siamo sempre nell'ambito delle macchine economiche, e questo Chromebook 2, con 4 GB di RAM, con memoria eMMC, con Chrome OS stra-ottimizzato per tutto quel che è html5 e javascript, si difende benissimo nonostante lo schermo Full HD. Sì, se avete 7/8 tab e ne lanciate un altro con Pixl Editor per ritoccare una foto, finirete per vedere che quel 9° tab non sarà reattivo come il primo, ma se non siete pronti ad accettar questo compromesso non è una questione di marca o modello: è che vi serve un portatile di categoria differente.

Chrome OS si avvia in 10 secondi. Si comporta bene nella riproduzione locale di 1080p (mp4 soprattutto, anche qualche mkv dal bitrate non elevato) ma non è certo una macchina per il multimediale evoluto. Il supporto limitato ai formati video e ai codec audio (per questioni di licenza) è uno dei limiti della piattaforma.

Proprio come il non poter fare configurazioni avanzate di rete e il non poter stampare collegando uno stampante USB (solo WiFi, bisogna passare da Google Print - e qui vorrei dire che su un portatile non l'ho mai trovata una mancanza davvero importante, perché questo prodotto non è pensato per essere l'unico pc di casa). Bene, invece, il supporto al mount MTP, introdotto di recente nel ramo stable di Chrome OS e il supporto allo script Linux Crouton. Ma stiamo perdendo la rotta; su Chrome OS torneremo con un approfondimento dedicato, adesso meglio buttarci sul nostro Chromebook e sul suo magnifico schermo.


E qui bisogna dire che, più del influire nelle prestazioni, il display Full HD finisce per rendere piccola l'interfaccia di sistema, i caratteri delle pagine web non ancora responsive, problema comune a tutti i portatili con pannello ad alta risoluzione. Ma rende anche tutto più nitido, le immagini più pulite, tutte le operazioni più piacevoli.

Abbinato ad un pannello IPS come questo, annulla la distorsione ai lati dello schermo, ha angoli di visuale che coprono ogni possibile inclinazione della cerniera, un bel contrasto e bianchi splendenti quando si alza la luminosità. Copre il 98.5% dello spettro RGB contro il 50-70% dei comuni pannelli TN. Se la considerazione che si sente spesso fare sui display Retina è che "il web non è ancora pronto" su un Full HD non si può dire nulla di simile. Averlo su un portatile 13.3 pollici è un piacere.

Su Toshiba Chromebook 2, si riescono ad avere 3 finestre su schermo sfruttando tutto lo spazio a disposizione per la produttività. Spesso mi trovo con Twitter a destra, il tab sul quale lavoro al centro e uno di appoggio sotto o a sinistra. Ci stanno diverse cose, e può essere comodissimo. È un display molto luminoso, quasi sprecato da tenere al massimo. Le specifiche tecniche dicono 339 nits, molto oltre la media del settore Chromebook e in linea con gli ultraportatili di fascia alta. Peccato solo che sia lucido e non opaco, con riflessi e rifrazioni che riescono a darmi fastidio mentre scrivo questa review in aeroporto (...e intanto sono da un pezzo ad Atene, va tutto ok).


E dopo aver chiarito la questione prestazioni e rassicurato (ma non serviva) sulla resa dello schermo IPS, ecco gli aspetti che mi hanno sorpreso di questo portatile Toshiba. Parto con l'autonomia.

Autonomia della batteria e temperature

Con una 44 Wh e un pannello 13.3 pollici 1080p, avere un'autonomia sotto tono è più di una possibilità. Vanno bene i consumi ridicoli del SoC Bay Trail, va bene una componentistica scelta appositamente e va bene un sistema operativo con apps progettate per focalizzarsi il più possibile, ma il rischio resta, ed è concreto. Per fortuna Toshiba Chromebook 2 si tiene alla larga da questi discorsi.

Qui, riesco a superare le 7 ore di lavoro continuo con schermo sopra il 60%, posso caricarlo ogni 3 giorni se l'uso è saltuario, e soprattutto posso uscire di casa senza caricabatterie per andare con un FrecciaRossa a Milano e tornare a Roma con un po' di carica sfruttando quelle 6 ore di viaggio per fare qualcosa di utile. Toshiba dichiara 9 ore per questa versione Full HD (la standard fa 11.5 ore) ed è una stima possibile riducendo il numero di tab aperti e abbassando un poco la luminosità. Credo si possano superare le 10 ore con WiFi disattivato.

È un risultato ottimo considerato il display Full HD, ma è più basso di modelli come Asus C200 (N2820) o Acer Chromebook 13 (Tegra K1), dove si superano sempre le 10 ore - a prescindere da tutto. Anche un Eeebook X205TA, se proprio vogliamo sconfinare, dovrebbe fare qualcosa in più in termini di autonomia - soprattutto grazie al SoC Atom usato.


L'autonomia mi ha sorpreso perché ero davvero pronto ad accettare compromessi pur di avere questa qualità costruttiva e questo display, e invece il compromesso non c'è. Bene le temperature, mai meritevoli di attenzioni (non ho con me il termometrino ad infrarossi quindi non posso fare una misurazione) tanto che mi chiedo da dove diavolo riesca a far uscire il calore generato: su altri fanless ci sono almeno delle via di fuga, magari nascoste sotto la cerniera. Qui no, e davvero non capisco come ci riesca. Ma andiamo avanti con l'altra sorpresa: la costruzione.

Costruzione, telaio e una magnifica tastiera

Che 4 GB di RAM e uno schermo Full HD siano componenti in grado di cambiare l'esperienza utente di un prodotto, anche economico, è scontato è banale. Meno normale trovare sullo stesso una certa cura nella realizzazione, nella costruzione. Mi riferisco al telaio di Toshiba Chromebook 2, ai materiali utilizzati, alla finitura anti-impronte di tutto l'interno e alla 3D esterna, allo spessore delle plastiche e alla comodità di tastiera e touchpad. E anche all'impianto audio Skullcandy. Mai vista una qualità così su un prodotto da 329 dollari.

Toshiba CB35 pesa 1340 grammi ed è più piccolo dei Chromebook 13 pollici simili di Acer ed Asus. Per dirvi, entra comodamente nella mia custodia Asus per 11 pollici (in effetti larga di suo) dove invece proprio un Asus C300 non mi permette di chiudere la cerniera. È fanless, senza ventole e anche senza prese d'aria visto che l'impianto audio "esce" dai tasti della tastiera.

Tastiera dalla corsa bassa (1.2 mm), molto silenziosa, qualche mm sotto il livello del poggiapolsi (vedi foto in penombra), dal layout e dal feedback molto simile a quello dei portatili Apple. Toshiba si è chiaramente inspirata ad un MacBook Air per questo suo nuovo 13 pollici e se non altro è riuscita a mettere insieme un prodotto da consigliare a chi deve scrivere tutto il giorno. Nulla da dire anche sul touchpad: è largo e posizionato proprio dove ci si aspetta che sia, con appena 1 cm di distanza tra barra spaziatrice e l'inizio della sua superficie e, infine, con un rivestimento più ruvido del resto per migliorare la sua precisione. È un touchpad che permette di lasciare a casa il mouse e questo è sicuramente il miglior complimento che posso fare.

È uno spartiacque per il settore laptop

Toshiba Chromebook 2 non è il portatile Chrome OS più potente e longevo sul mercato. Ci sono modelli migliori per prestazioni grafiche (Tegra K1) e autonomia (Asus C200), ma nessuno degli altri riesce ad essere così equilibrato. Anche senza citare il vantaggio tecnico dato dello schermo IPS Full HD e la configurazione con 4 GB di RAM, è ben assemblato, è rifinito al pari di modelli più costosi, ottimo nella componentistica di input con tastiera e touchpad di livello e buono anche in quella di rete con una WiFi ac Dual Band che non perde un colpo. In breve, è senza veri difetti, ed è il Chromebook che consiglio sia a chi si avvicina adesso al settore sia a chi vuole migliorare il Chrome OS che possiede già.

Mentre scrivo, non è certa la distribuzione italiana di Toshiba Chromebook 2. Sappiamo che in Europa lo vedremo a febbraio, ma d'altro canto è lecito aspettarsi qualcosa di differente per quel periodo, nuovi modelli e nuovi prodotti. Questo sminuisce il suo valore? No.


Il fatto è che questo modello arriva proprio al momento giusto. I Chromebook della scorsa primavera, i modelli con CPU Haswell venduti sottocosto per far salire la loro quota di utilizzo, sono stati man mano sostituiti da roba economica. Gli attuali Bay Trail, più equilibrati ed economici, con autonomia di almeno 8 ore e telai fanless, hanno avvicinato le masse, ma hanno anche appiattito la categoria, l'hanno resa statica e monotona.

Vedere Toshiba lanciare da un giorno all'altro, senza troppi clamori, un prodotto come CB35, capace di portare su un altro livello tutto il settore - e non solo la categoria, è stata un'improvvisata che lascerà il segno. Ci saranno ancora persone interessate ad avvicinarsi a prodotti low-cost con display TN venduti a poco meno - o a poco più? Difficile da dire. Ma di certo gli altri produttori Chromebook dovranno fare di meglio per rendere ancora appetibili i loro prodotti. E questo è probabilmente il miglior traguardo a cui un dispositivo può ambire.

Tre fotocamere per il massimo divertimento e un hardware eccellente? Huawei Mate 20 Pro, in offerta oggi da Clicksmart a 699 euro oppure da ePrice a 791 euro.

321

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Nicola Cursi

per preservare al meglio la batteria cosa devo fare quando sono in casa? collegare il chromebook alla corrente o utilizzare cicli di carica scarica?

Nicola Cursi

vorrei sapere se è possibile collegare il chromebook ad un lettore/masterizzatore dvd esterno

dgero83

Il caricatore è type c?

dgero83

Con tastiera azerty?

Treffi

amazon francese preso come nuovo a 212 euro

mat

Da nessuna parte. Sono 2 settimane che lo cerco in Europa e proprio non si trova...nemmeno in UK e Germania.

Comi

Dove posso trovare questo Chroomebook? Su Amazon non lo trovo.

Mirko Rinelli

Buongiorno rugrats, per caso qualcuno ptrebbbe darmi una mano nel settare chrome os per un FHD? Ho comprato questo Chromebook recentemente, versione 2015, ma non sono riuscito a trovare su Chrome Dev come settare il displey.. Qualcuno può aiutarmi?

Massimo S

Salve, anche io sono intenzionato all'acquisto, per chi lo ha comprato dall'America ha avuto problemi con l'alimentatore ? Tempi di consegna ? Grazie
Massi

Daniele Leopardi

Ciao Giovanni, sto pensando di prendere questo dispositivo.
Ti va di scrivere un po' le tue impressioni su questo Toshiba, e magari più in generale sull'OS? Premetto che non ho mai avuto modo di provare un Chromebook, quindi non so proprio come va.
Per esempio, a parità di hardware, rispetto a Windows 8 ci sono differenze marcate? La navigazione è parecchio piacevole? O con l'eebook Asus hai le medesime prestazioni?
Grazie in anticipo :)

gianluca

ma in europa ancora non è uscito?

891

Ho mandato una email a toshiba e nemmeno loro sanno la data di uscita italiana.. una domanda però: ma il CB30-B-104 e il CB35-B3340 sono lo stesso prodotto cioè questo appena recensito?
Grazie

Federico Ferrari

ciao a tutti , secondo voi è migliore il toshiba chromebook 2 o l'acer cb5 ( 4gb FHD). lo uso solamente per navigare ma apro molte pagine contemporaneamente. Poi probabilmente in futuro ci metterei ubuntu per open office, che ne dite :) ? consigli ?

reflektor

e' gia' uscito in italia?

theprov

Appunto perchè è di fascia alta, con componenti di un certo livello, una costruzione accurata e soprattutto con un prezzo altrettanto elevato, non è accettabile che abbia a corredo uno schermo non IPS.

zooner!

@RiccardoP secondo te vale la pena aspettare questo a febbraio o buttarsi sul acer CB5-311 (che apparte la scheda grafica mi sembra abbia specifiche peggiori)?

Giuseppe Di Lalla

secondo me sono ancora più inutili i tuoi commenti :D

Giuseppe Di Lalla

Anche a me interessa, vorrei prenderne uno.. ha senso aspettare Febbraio o si può ordinare anche in America? Grazie!

Gio

non si ovvia...

Gio

questi prodotti sono ottimi per navigazione web e google document...fine, il problema è che visto il costo non so se valga la pena prendere questo o un pc note classico o ancora un ipad air2.

Gio

credo sia bloccato il bootloader....cmq a livello hw sono compatibili per distro linux.

Imparziale

Perdonate l'ignoranza, ma ho seguito poco questo settore chromebook.
So che è una domanda che sarà stata posta centinai di volte, ma su uno di questi chromebook con quest'architettura ci si può installare una distro linux ? E se si, la compatibilità è buona ?

Marina

Buongiorno a tutti. Ho da qualche giorno un nuovo asus n751 (ho scelto un 17 pollici perchè la sua destinazione è fissa, sulla scrivania, con eventuali brevi migrazioni in altre stanze) per l'uso quotidiano. Mi piacerebbe accompagnarlo con una macchina da destinare alla mobilità, cioè da portarmi a scuola (sono insegnante) per gestione registro elettronico, lezioni con LIM ecc. Domande: è possibile e facile e rapida la connessione con una lavagna multimediale (presentazioni, video...)? Rispetto a un notebook con sistema operativo tradizionale, cosa ci perdo? Giochi, Skype e stampa usb non mi interessano.

Francesco Ranieri

Ma per excel e le sue macro su chromebook come si ovvia al problema?

Vraaden

Poi nello score octane in realtà superava tutti i nuovi lowcost windows (hp stream, asus x205, acer e11).
Comunque non sono un grande estimatore degli atom n2xxx (chiamati chissà perchè celeron), e questo toshiba, per quanto abbia caratteristiche davvero di pregio, quando/se arriverà in Italia avrà un prezzo mooolto diverso dai suddetti netbook. 329 dollari per un prodotto che non vedrà sconti, saranno facilmente 360€, a meno di affidarsi a qwerz o azerty di sorta.
Comunque restano sempre le limitazioni dell'SO, che non permette di stampare da USB (cosa fondamentale, nel 2009), di giocare ad COD ai massimi dettagli, niente photoshop o autocad; ma con un x205 sicuramente riuscirete a soddisfare queste esigenze.

dongongo

Certo, su chiavetta funziona e funziona bene. Avevo addirittura installato flash player e viasulizzatore PDF che di default chromium non ha. Io volevo proprio provare ad installarlo su harddisk! :)

Coso

Basta sf0ttere Chrome OS povca tvoia! Dove lo trovi un portatile con quel display fantastico, la ottima cura nell'impianto audio e nella qualità costruttiva? Da nessuna parte, se guardi solo i laptop Windows oppure un tablet android. Ok ce ne sono tipo lo Shield Tablet, ma quello è un tablet 8 pollici, questo è un portatile. Chrome OS poi non è pensato per le persone che stralavorano, ma a chi serve qualcosa per andare in Internet e fare qualche file Office semplice a prezzi non esorbitanti senza rinunciare a batteria e cose varie. Poi voi che parlate male di Chrome OS, in America, dove i Chromebook di vendono e di brutto, sono tutti scemi che ne comprano uno?

Coso

Non so. Di solito non compro su eBay ma per questo potrei fare un'eccezione ;)

Coso

Ah ok, grazie!

Fabio Lanzoni

sicuramente, non so di quanto, la maggior parte (se non tutte) delle distribuzioni linux hanno un carente supporto per il risparmio energetico.. è una lacuna tipica..

poi se la distro X ha implementato qualcosa di specifico non saprei.

se vuoi ottimizzare tocca farlo a mano o usare qualche applicazione che fa le stesse cose in modo più rapido

magari senza fare nulla l'autonomia resta cmq soddisfacente, l'unica è sperimentare

Fabio Lanzoni

dipende se è un oggetto esclusivo per gli US, altrimenti qualsiasi account va bene oltre alle spese di spedizione e alla dogana.

Fabio Lanzoni

metti il layout italiano ma ti devi ricordare la posizione delle lettere altrimenti ci appiccichi sopra qualcosa fatto con l'etichettatrice se la possiedi o simili

Emanuele

per gli altri sistemi? si... come piace dire a te.. 95% del mercato..

Rick Deckard

la realtà è che i passi avanti ci sono stati, ma rispetto agli altri sistemi, rimane comunque tanta, tantissima strada da fare

Giuseppe Nicolò

Concordo! Hai idea di che canale abbia utilizzato per vendere il c300?

Coso

Magari lo vendesse ora! Penso che lo rivenderà se tra CES/MWC 2015 uscirà un Chromebook che gli potrebbe garbargli mucho. Io lo spero vivamente perché prevedo che il prezzo di listino europeo sarà rapportato 1:1 a quello americano (essendo quindi il dollaro più basso dell'euro,che questo l'ha preso nel black friday e che sarà di 2a mano comprare sto CB35 di Rick sarà un affarone di quelli eccezziunali veramente)

Emanuele

no vuole solo dire che te sei rimasto a xp.. e sei un utente medio abb ign0rante.

Rick Deckard

non ho mai detto due giorni...
solo che con ios o ubuntu non devi MAI formattare.. anche se lo tieni per 6-7 anni.. 1 anno non è indicativo e vuole solo fire che sei un utente attento..

Emanuele

più di un anno.. evidentemente quello che volevi far passare, ovvero che Windows dopo 2 giorni si rallenta, sono palle... ciao rick! è stato un piacere umiliarti ancora una volta :P

Rick Deckard

già che prendi 1 anno come parametro di riferimento equivalente " a un lungo periodo di tempo" la dice lunga... lunghissima
ciawa

Emanuele

no.. io in 10 secondi riavvio e riapro teamspeak.. e non formatto da più di un anno.. ergo altra valanga di str0nzate made in rickDeckard

Rick Deckard

ma ci mette comunque quasi il doppio del tempo rispetto a alle tue affermazioni... sempre che sia fresco d'installazione

Emanuele

ovviamente tutti qua parlano con ssd sei l'unico che non c'era arrivato..

Rick Deckard

infatti mi sto chiedendo se pensi davvero di essere credibile... neanche con ssd si accende in meno di 12 secondi
senza sd si va sulla 30ina

Emanuele

non sai nemmeno di cosa stai parlando..

Emanuele

ho due pc e si avvia in meno di 8 secondi anche l'e8500 dual core del 2008 con 4 gb di ram.. fatti 2 domande..
e se vuoi ti uppo un video di quanto ci mette ad aprirsi lo store..

Rick Deckard

beh devi avere una bella macchina... perchè io (senza aver usato il cronometro non noto da differenze da w7).. in compenso ci metteva 8 secondi ad aprire il windowstore

Rick Deckard

anche l'unico dove le vulnerabilità rimangono tali per 20 anni

fire_RS

ma uno qualsiasi dei nuovi notebook che montano windows with bing (si trovano sui 200€ anche) non e mille volte meglio di sto coso ? Di buono secondo me ha solo il design (copiato da apple ma vabbe´), trovo l´ os davvero scadente, se non voglio la completezza di un vero pc mi prendo un tablet android e ci attacco una tastiera...

Emanuele

è l'unico utilizzato sai com'è...

Recensione Lenovo Yoga Book C930: il ritorno del convertibile 4 in 1

Devolo Magic 2: Powerline a 2400 Mbps e Wi-Fi Mesh | Video

Xiaomi Notebook Pro e MacOS: binomio possibile? Video

Alienware Area-51m è un mostruoso "portatile" con CPU desktop | Video