Recensione: OZONE Strato EVO, Headset 5.1 per Gamers

15 Marzo 2011 2


Quando parliamo di OZONE non possiamo che pensare subito al Gaming, settore nel quale l'azienda è leader per periferiche e accessori. Sfogliando il catalogo del produttore notiamo che è diviso in 4 categorie principali, tutte ricche di prodotti che già molto successo hanno riscosso sul mercato:

Gaming Mouse, Gaming Mousepad, Gaming Headset e Gaming Accessories


Nella recensione odierna ci occuperemo di un prodotto della serie Gaming Headset, l'Ozone Strato Evo, un kit cuffie 5.1 Surround e Microfono con interfaccia USB.

Scheda Tecnica e Galleria Fotografica

Ecco le specifiche tecniche del prodotto proposto da Ozone:


Il prodotto si presenta davvero bene sia a livello estetico che costruttivo; la confezione, cosi come il kit audio, riprendono i colori del logo del produttore rosso e nero:



In dotazione troveremo oltre al manuale e al CD Driver anche due copri-padiglioni di riserva:


Quello che ci è piaciuto, oltre all'estetica e alla funzionalità, è senza dubbio l'ergonomicità del kit che può essere regolato a piacimento dell'utente e in base a diverse esigenze "fisiche". Leggerezza e cura dei rivestimenti del padiglione e dell'archetto (rivestito in pelle nera) completano il quadro tecnico dell'Ozone Strato Evo 5.1.

Come per la maggior parte degli headset 5.1 in circolazione anche il prodotto Ozone è equipaggiato con un controller per gestire il micronofono e i volumi dei vari canali.


A seguire vi proponiamo un'ulteriore carrellata di immagini del prodotto:

Software

Il software per l'Ozone Strato Evo può essere installato tramite CD ma è disponibile anche sul sito del produttore. Il pacchetto è relativamente piccolo (circa 6 MB) e in pratica è un driver classico per schede audio multicanale che permetterà di settare la periferica in dettaglio:





Prova di ascolto

Una volta installato l'Ozone Strato Evo abbiamo proceduto a qualche prova d'ascolto per verificare il reale comportamento del kit, non solo in ambito game ma anche con film e musica.

La prima prova è stata effettuata con tre video giochi: Crysis DX10, Far Cry 2 DX10 e Lost Planet 2 DX11:


In questo caso il comportamento del kit è stato buono anche se  dobbiamo segnalare che le impostazioni di Default, una volta installato il software, non rendono bene i bassi e vanno appositamente settati dal pannello.

Il medesimo comportamento lo abbiamo rilevato con il Bluray del film 2012 dove l'effetto multi-canale è  stato decisamente buono.


In conclusione la prova musicale che ha mostrato un pò i limiti dello Strato Evo; sicuramente per un ascolto (e un ascoltatore) "normale" lo Strato Evo può andare più che bene anche per la musica, ma chi ha l'orecchio "fino" potrebbe non essere pienamente soddisfatto. Ovviamente va ribadito che non siamo in presenza di cuffie nate per l'ascolto di musica a livello professionale.

Il nostro ascolto è caduto su alcuni brani dei Queen (tipo Bohemian Rapsody) e su due composizioni di Mozart, il Concerto per Arpa e Flauto e la Sinfonia Jupiter. Nel primo caso non abbiamo riscontrato particolari lacune ma nella musica classica, specialmente nel concerto per Arpa, alcuni suoni (specialmente acuti) non erano proprio cristallini. Siamo certi che questo però va un pò fuori dal quadro generale e dalle caratteristiche del prodotto che però, una volta acquistato verrà sicuramente usato anche per scopi diversi dal gaming.


Conclusioni

Al termine di questa panoramica sull'Ozone Strato Evo 5.1 possiamo affermare di trovarci di fronte a un prodotto valido, esteticamente gradevole, ergonomico e con buone qualità audio. In quest'ultimo contesto il kit ci ha convinti con i Game  (meno nella musica) e più in generale riesce a rirpodurre suoni di buona qualità e con una buona resa del surround. L'utente, che possiede una certa sensibilità a livello audio, dovrà solo porre attenzione e settare il kit a dovere dal pannello di controllo, questo per avere il massimo della resa. L'Ozone Strato Evo 5.1 può essere acquistato online a circa 65 Euro.



2

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Salvatore Gallo

hai letto male, DX 11 è scritto dopo Lost Planet 2 che è DX 11

Andrea Contardi

i giochi da voi usati per il test non sono in DX 11......

Recensione MateBook 14: è il migliore tra i notebook Huawei

Apple annuncia i processori proprietari per Mac basati su architettura ARM

PlayStation 5 ufficiale: due versioni, design grintoso e futuristico | Caratteristiche

Recensione Honor MagicBook, al pari di MateBook D14 ma costa meno!