Recensione: Sapphire HD6850 Toxic Edition

13 Dicembre 2010 7


In attesa del debutto ufficiale delle nuove schede video AMD serie HD6900 vi proponiamo la recensione della Sapphire HD6850 Toxic Edition, prodotto caratterizzato da un sistema di dissipazione proprietario e da frequenze più elevate rispetto al modello reference.

Sapphire, produttore leader nella produzione di schede video e partner storico di AMD, amplia cosi il suo catalogo VGA che prevede tra l'altro anche la HD6850 "standard". Veniamo subito alle specifiche tecniche della Sapphire HD6850 Toxic Edition:


Ricordiamo, qualora ce ne fosse ancora bisogno, che le schede video serie HD6800 mantengono (o per meglio dire migliorano) la Tecnologia EyeFinity per la gestione di configurazioni Multi-Monitor, oltre alla nuova HD3D per il 3D Stereoscopico e alle già collaudate CrossFireX e AVIVO HD.

Descrizione - Parte 1

Passiamo ora alla descrizione della scheda che, come tutti i prodotti Sapphire Toxic, presenta un overclock di base per GPU e Memorie oltre che a un impiego di componenti di elevata qualità.


La Sapphire HD6850 Toxic è caratterizzata da una cover che ricopre tutto il dissipatore e  il PCB, quest'ultimo risulta inoltre poco più lungo della versione reference (circa 1 cm).



Il raffreddamento è affidato a una ventola ad alte prestazioni posta nella "coda" della VGA:


Descrizione - Parte 2

Tra le novità introdotte in questa scheda video salta all'occhio il doppio connettore di alimentazione PCI-E a 6Pin, singolo sul modello reference, necessario per stabilizzare l'alimentazione della scheda quando si pratica overclock e overvolt.


Resta invariato il supporto CrossFireX per configurazione Dual-GPU:


L'Output video prevede, grazie alla tecnologia EyeFinity, ben 5 uscite: 2 DVI, 2 mini-DP e 1 HDMI.


Concludiamo questa breve descrizione con il bundle fornito da Sapphire con la HD6850 Toxic e che prevede: 1 Cavo HDMI, 1 adattatore mini-DP/DP, 1 adattatore DVI/VGA, 2 connettori di alimentazione Molex/PCI-E, manualistica e CD Driver.


Piattaforma di Test

Per i test sulla Sapphire HD6850 Toxic abbiamo adoperato la seguente configurazione hardware:


I software adoperati per misurare le performance sono:

3DMark 2005, 3DMark 2006, 3DMark Vantage, 3DMark 11, Aliens VS Predator, Unigine Heaven 2.0, Lost Planet 2, Crysis, Devil May Cry 4, Far Cry 2, Resident Evil 5, GPU-z, MSI Kombustor, Sapphire Trixx.

Durante tutti i test sopracitati la scheda video è stata mantenuta a frequenze di Deafult (820/4400 MHz).


Prestazioni - Parte 1

Iniziamo i nostri test con i benchmark della Futuremark che prevedono l'inserimento del nuovo 3DMark 11; la versione da noi adoperata è quella Basic che non permette di cambiare le impostazioni di sistema.


Come si può notare facilmente il nuovo test risulta davvero pesante, specialmente se lo si confronta con il 3DMark Vantage.

Seguono alcuni dei benchmark più diffusi che sfruttano le DirectX 10, e dove i risultati sono di facile interpretazione:





Prestazioni - Parte 2

La seconda parte di test inizia con Crysis dove abbiamo un ottimo riscontro, infatti con setting Very High la scheda Sapphire riesce a mantenere un frame rate di 25 FPS:


Gli ultimi 3 test si riferiscono esclusivamente alle performance in DirectX 11:




Overclock e Temperature

L'overclock (e in particolare l'overvolt) delle ultime schede video Sapphire risulta molto più agevole con l'utility proprietaria Trixx. Nella nostra prova non siamo intervenuti sul voltaggio della GPU, tuttavia l'incremento è stato abbastanza marcato e la HD6850 Toxic è risultata molto stabile anche a 1GHz di Frequenza:


Nella tabella che segue invece riportiamo il comportamento della scheda con diverse impostazioni di frequenza e regime rotativo della ventola; i valori di Default corrispondono a quelli base 820/4400 MHz, quelli in overclock alle frequenze 930/4800 MHz.


Conclusioni

Dopo la Sapphire HD6870 anche la nuova HD6850 Toxic dimostra potenzialità non indifferenti; AMD da parte sua  dimostra un'ottimizzazione molto riuscita del Chip Barts Pro che non fa sentire troppo il minor numero di Stream Processor a disposizione. La versione proposta da Sapphire è come di consueto molto propensa all'overclock anche con voltaggi Stock, risultando equilibrata sotto il rapporto MHz/°C.

Le temperature anche in overclock non rappresenteranno mai un poblema viste anche le prestazioni della fan, che riprendendo però le caratteristiche della versione reference AMD è molto rumorosa a pieno regime.

E' risaputo che la serie Toxic di Sapphire presenta (per le caratteristiche che abbiamo visto) un prezzo più elevato del modello reference, questo trend viene confermato anche in questa occasione con un costo di 170 Euro.





Il Samsung più equilibrato? Samsung Galaxy A52 5G, in offerta oggi da Tech Jungle a 255 euro oppure da Amazon a 415 euro.

7

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Jayhawk

If not for your wrntiig this topic could be very convoluted and oblique.

crash

forse anche meglio ahahahahah

Romano

Su ragazzi...non diciamo a tutti che tra poco arriverà anche la recensione della HD 6950! :D :D

crash

Grazie Gigi, vedremo come va la 6950 :-D

crash

si si sulla carta e anche un pò sui bench.
Ma coi nuovi driver nei giochi non è che senti tutta sta differenza.

jazzman

Ottimo lavoro Crash, come sempre, mi sembra ottimo il rapporto prestazioni/prezzo, e vedo bene un CrossFireX sia sotto l'aspetto economico e prestazionale

LeChuck

È una mia impressione o le 5870 sono migliori delle 6870?

Recensione AMD Ryzen 7 6800U, la iGPU ora convince

Recensione AMD Ryzen 7 5800X3D: la V-Cache 3D funziona alla perfezione

Recensione NVIDIA GeForce RTX 3090 Ti: l'ultimo grido di Ampere

Mac Studio e Studio Display ufficiali: il Mac mini cresce ed è potentissimo | Prezzi