Recensione LoFree DOT: una adorabile, scomoda, tastiera meccanica

21 Giugno 2017 120

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

Voglio rendere le cose semplici ed iniziare la recensione alla tastiera meccanica LoFree DOT così: non la sto usando per scrivere questo testo. Sono sul Macbook Pro. Non la sto usando perché è scomoda e perché non ho tempo, adesso, per imparare un layout fuori standard. Giuro che ci ho provato. Ho insistito. Ho accettato un rallentamento di produttiva per farci la mano. Ma niente. Esiste un'introduzione peggiore per una tastiera meccanica indirizzata a chi deve scrivere, per mestiere o piacere, parecchie ore al giorno?

Intendiamoci. LoFree Dot non è pessima, ma chi l'ha progettata ha pensato prima all'estetica e poi all'ergonomia (o, meglio, al design, che se buono dovrebbe integrare anche la praticità d'uso). Vi elenco i quattro difetti più importanti.

Il layout strambo: c'è una linea di tasti sfalsata (la seconda, dall'alto) per chissà quale motivo con il risultato di lasciare il tasto 1 dove mi aspetto di trovare il 2.

I tasti goffi: ci sono key caps tondi carini-quanto-volete ma così larghi e appiccicati da rendere impossibile non schiacciarne due ogni tanto - a meno che scriviate con un dito alla volta in un vero tributo al modo di dire "battere a macchina" con sigaro da una parte e whiskey dall'altra. Inoltre la resistenza di certi tasti/switch non è omogenea; ad esempio se inserisco la barra celeste al posto della nera, la sento più dura. Manca precisione.

Il layout di LoFree Dot è fuori dal comune. Le lettere scure su tasti neri sono poco visibili con illuminazione spenta.

La visibilità delle lettere: non c'è una verniciatura o una serigrafia o una qualsiasi stampa a contrasto sui tasti neri per evidenziare le lettere. C'è la parte vuota, non verniciata così da far spiccare i caratteri quando la retroilluminazione è attiva, ma questo significa che senza LED si vede poco o nulla. È quasi come avere una tastiera stealth, del tutto nera. I key caps celesti migliorano le cose ma non le risolvono. Inoltre la retroilluminazione è talmente forte da mettere in risalto lo spessore ridicolo dei key caps, con un effetto sbavato per niente bello.

L'inclinazione è fissa: certo, anche su molte altre tastiere è bloccata (una a caso: Apple Keyboard) ma di solito chi si permette questo vezzo offre tasti bassi e una certa scorrevolezza tra il piano di appoggio e gli stessi; non richiede movimenti del polso. LoFree è inclinata di 6° (1 cm di differenza tra avanti e dietro) ma ha tasti alti e nessun poggiapolsi quindi ci porta a scrivere con i polsi piegati (non salutare per gli stessi) o con le mani sollevate (non salutare per le scapole). Ha un approccio da tastiera piatta pur montando key caps da 2 cm. Ed è un'altra forzatura estetica.


LoFree Dot ha un'inclinazione fissa di 6°. Non è sempre l'ideale.

Eppure qualcosa di buono c'è, che poi sono i motivi che mi hanno convinto a comprarne una finanziando la campagna crowdfunding Indiegogo con circa 80 euro.

LoFree assicura una tastiera meccanica e Bluetooth, utilizzabile anche con cavo microUSB, retroilluminata a 3 livelli e compatibile con tutto: Android, Windows, macOS, Linux - e derivate. È costruita bene ed è solida (800 grammi), ha un paio di LED di segnalazione e, sopratutto, riesce a gestire 3 dispositivi alla volta passando da uno all'altro con una combinazione di tasti. Usa switch Gateron Blue, simili ai più famosi Cherry MX per rumore generato e rimbalzo (55 cN contro 50 cN) con LED bianco sotto ogni tasto.

La tastiera può memorizzare 3 profili Bluetooth e passare da uno all'altro con una combinazione di tasti.

Ora, anche se le mie ultime preferenze sono verso gli switch Red o al massimo Brown, già la immaginavo sulla scrivania a gestire il MacPro, il mini pc muletto con Ubuntu e il portatile Windows di turno. Non ci sarebbe stato nulla di strano in questo. Ed in effetti così è stato, almeno per qualche ora. LoFree permette di passare da un dispositivo all’altro con la combinazione Fn+1, Fn+2, Fn+3, e cambia la sua mappatura (Android / Windows oppure macOS / iOS) con il tasto laterale. Quando è sotto carica, si fa usare con cavo. Non ho avuto problemi di pairing. Tutto semplice e, lasciatemelo dire, tutto molto carino e stiloso una volta messo su una scrivania moderna. Molto hypster, certo, ma per demerito dei primi non certo della tastiera.

Tra l’altro i key caps in confezione fanno pure personalizzare i colori. Tra l’altro, ancora, i key caps Gateron sono compatibili/cloni dei Cherry MX quindi si può rivoluzionare tutto - con la giusta spesa.

LoFree DOT ha una batteria interna da 1000 mAh. Lo si nota dalle immagini del PCB appena assemblato arrivate direttamente dalla fabbrica di assemblaggio. L’azienda dichiara una autonomia che va da 7 giorni a 6 mesi a seconda del collegamento wireless o via cavo, a seconda delle ore di utilizzo e del livello di illuminazione. Effettivamente con 78 LED da tenere alla massima potenza (ed è una bella intensità) l’autonomia potrebbe essere ancora più ridotta. Visto la necessità di tenere l’illuminazione attiva per vedere qualcosa, credo che due settimane in Bluetooth siano una durata credibile. Che poi è un po’ meno di quanto ho fatto io in questo mese blando e forzato di utilizzo. Quando manca il cavo, la tastiera va in sospensione (Auto Sleep) dopo pochi secondi, ma basta un click qualsiasi per riattivarla.

Considerazioni finali

In sintesi LoFree DOT fa un bell'effetto, fa un bel suono ed è pure flessibile nel software. Se la mettete in negozio o in un ufficio state certi che attirerete le attenzioni di chiunque passi di là. Può essere un elemento d'arredo, e può stare - non scherzo - in vetrina per essere schiacciata di tanto in tanto. Ma è troppo scomoda per essere presa in considerazione da chi deve lavorare sul serio. Ci sono tante tastiere meccaniche valide in commercio: se dovete fare più di un utilizzo occasionale, prendete una di quelle e lasciate stare la LoFree.

LoFree Dot: pregi e difetti

Fa la sua figura ed è assemblata bene.Funziona con tutto e gestisce il cambio dispositivo internamente.Prezzo onesto e disponibilità veloce - per un prodotto crowdfunding.Auto-sleep e risveglio veloce, buona autonomia.
Layout scomodo e tasti con ergonomia limitata.Scritte sui tasti scure, difficili da vedere senza retroilluminazione.Non è tutto omogeneo: alcuni switch rispondono in modo appena differente.L'inclinazione fissa è una forzatura non necessaria.
L'iPhone più classico di sempre? Apple iPhone 6s, in offerta oggi da Tiger Shop a 384 euro oppure da ePrice a 551 euro.

120

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Massimo

ma che razza di recensione ^__^

Garrett

Classico esempio di come la Forma non segue la Funzione. Incredibile come si possa progettare un arnese simile, con una tale improvvisazione.

Daniel Ocean

Colgo l'occasione per chiedervi se avete da consigliare una tastiera meccanica a buon prezzo

Tiwi

che schifezza, ne ho viste di migliori, a molto mene

McCons

"La Repùblica Dominicana, la casa del Merengue, la casa de la bachata"
Naa na na na

FabrizioSilveri

Dillo, Riccà, l'hai comprata solo per il gusto di poterla recensire!

Panophobia

Oltre alla già citata Drevo Calibur (che ho provato e consiglio), ci sarebbe anche la Anne Pro ma è reperibile solo da BangGood o simili. Se non hai problemi di budget c'è anche la Varmilo VA87M.

k87

si infatti, per aggiornarlo vado a prendere qualche pezzo all'isola ecologica del comune oppure faccio qualche asta ebay e faccio tutto con quattro soldi..tanto case e alimentatore ce li ho, ho un buon Delta nell'armadio e pure un evga

SL7Z4

Eh la vedo mooolto dura allora... xD

k87

proprio a quello punto infatti, e lo collego alla tv così su un hdd ci carico i film della mia collezione..solo che dovrei aggiornarlo, se tutto va bene avrà su un MMX come processore :D e devo prendere una scheda video anche, economica, perchè la mia tv ha solo le HDMI

SL7Z4

Facci un NAS!

Oliver Cervera

Quando le apri in due sì.

franco

molto carina tastiera ma solo come soprammobile

k87

si me la ricordo, ma è sempre bellissima :D ieri sono salito in campagna con mio padre e nel magazzino ho trovato il mio vecchio pc..quasi quasi ora lo porto giù, lo smonto, vado in discarica a cercare qualche pezzo per sistemarlo e lo collego alla tv :)

Gupi

....che avrà pure tanti problemi, ma di sicuro non quello del ritmo..

Danny "Wolf" Godhouse

Giusto. Molto meglio questa tastiera! :)

SL7Z4

Te l'hai già vista... era sull'articolo del P4...

SL7Z4

Si ma almeno quando decidi di smettere, smette.

k87

Sembra la tastiera dei vecchi registratori di cassa che si vedono nei vecchi film americani degli anni 50, quelli con la manovella per aprire il cassetto

k87

La nuova Microsoft Modern Keyboard presentata qualche giorno fa, come dice il buon Danny..ha il sensore integrato nel tasto Windows

k87

E non si lamenta se la lanci dalla finestra

k87

Il segreto è smontarle e immergere i tasti e la scocca in una bacinella d'acqua con detersivo per piatti è un goccio di candeggina..lasci tutto una notte a mollo e dopo sciaqui

k87

Su quella tastiera il caro vecchio sapone liquido per piatti è sempre imbattibile

k87

Bellissima

k87

"ha stati i zinghiri!"

Danny "Wolf" Godhouse

Però questa tastiera fa più rumore della ragazza mentre parla.

SL7Z4

A me è rimasta solo questa, le altre sono andate perse nell' alluvione nel 2003...

Matteo

Io ci scrivo codice tra le 6 e le 10 ore al giorno e non ho i problemi di tendini infiammati che avevo con la tastiera del MBP. Trovo l'inclinazione ottima (ma dipende dalla regolazione di scrivania e poltrona ma effettivamente il layout è controintuitivo, specialmente i tasti cursore a destra attaccati allo shift. Ci si abitua comunque eh.

Il bello è poter ridisporre i tasti in layout Colemak (ma lo fa qualsiasi tastiera meccanica)!

Danny "Wolf" Godhouse

IBM Model M.

Danny "Wolf" Godhouse

La nuova tastiera di Microsoft.

Diamond Lover

Cerca su Youtube "IBM Model M Keyboard: Cleaning & Restoration"

Diamond Lover

Diamine ne avevo 5 o 6 qualche anno fa.. sono andato a cercarle in soffitta ma mio padre le ha buttate ò__ò

Diamond Lover

Sì anche io sono d'accordo, è bello avere i video relativi all'articolo, ma anche una lista di alternative "stampata" (per chi come me usa Pocket) farebbe comodo... anche senza link.

LaVeraVerità

CLACK! CLACK! CLACK!

Diamond Lover

Sì per il test di durata in aria: fallito dopo solo 5 secondi...

Diamond Lover

Riccardo, la musica mi ha risollevato la giornata!!! :D :D :D

u

Io ho ancora un paio di tastiere per il PC IBM (quello con l'8088), avevano il telaio in metallo, pesano come un notebook attuale.... :)

GS

Secondo me hai inquadrato ottimamente questa tastiera, carina... particolare... ma non può essere utilizzata realmente da un blogger, un giornalista o un appassionato di scrittura... il suo posto è in una vetrina o sul bancone di un negozio, magari di informatica

gamem

Esatto, su questo blog l'unica cosa da fare è utilizzare le "estenzioni magiche"

Ratchet

Di godimento.

Bestmark01

Impara l'italiano prima di commentare

SL7Z4

Fortunatamente una tastiera non ti rovina la vita e non ti mangia mezzo stipendio in alimenti se va male... una martellata e ne comperi una nuova.

SL7Z4

Ha stato lu articholo.

XD

matteventu

Fanno così le ragazze?

Oliver Cervera

CRACK, quando si spaccano...

Domenico Belfiore

Meglio quella dei suface nei Mac le novità son pari a 0 solito os solito refresh delle cpu passate da skylake a kabilake nnt di che

Oppure non lo leggi, perché ti sei affrettato a prendere l'ULTIMA offerta di Sky :P
Su Edge si blocca la pagina di hdblog per una trentina di secondi, a meno che non lavori con estensioni che eliminano le parti inutili

SL7Z4

liberissimo di non crederci.

marcookie

Ma con tutte le ottime tastiere meccaniche che ci sono in circolazione, proprio sta caxxata dovevate recensire? (sto scrivendo da una KBParadice V80 con Matias Quiet Click, per esempio)

ellios76

dai non ci credo, non è giallognola, ma cosa ancora più strana, le lettere sui tasti non si sono cancellati

Asus VivoBook Flip 14: eccolo nella nostra anteprima video da IFA

Asus ZenBook Flip 14 e 15: la nostra video anteprima da IFA 2017

Recensione Surface Pro Core i5 e Core i7: fanless è meglio

Recensione Acer Aspire VX 15: gaming economico e competitivo