Recensione Acer Predator Z1: monitor gaming con Tobii EyeTracking

09 Maggio 2017 29

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

Parto dalle cose semplici. Acer Predator Z1 è un monitor curvo dal look tamarro specifico per il gaming e disponibile in più versioni. Io ho provato il 27 pollici Full HD, l’offerta base, resa unica dalla barra EyeTracking di Tobii. Questa tecnologia per il monitoraggio oculare serve nei giochi, per spostare il campo visivo, inquadrare un oggetto, attivare il binocolo, oppure con il sistema operativo per muovere il cursore e fare il login. Acer, MSI e Dell la montano su portatili, monitor e notebook, ma è possibile acquistarla a parte metterla altrove.

Tobii EyeTracking è in circolazione da diversi anni ed ha supporto a diversi titoli, anche recenti. Dà il meglio di sé in contesti diversi dal computer gaming, ed è un sistema di input IR complementare a tastiera e mouse. Ma io non vi posso fare considerazioni perché non sono riuscito a provarlo su Predator Z1; ci sono state sfortune di cui non intendo parlare, e una problematica venuta fuori con l’unico PC da gaming di casa. Tobii è stato inutile sul mio Predator Z1, non ho fatto test e non so dirvi niente di più. I pochi minuti passati alle fiere con le sue implementazioni (l'ultima pochi giorni fa a NY) mi fanno comunque consigliare un test, magari meglio se su monitor più grandi di questo. Se avete una passione per gli FPS e cercate un pannello UltraWide, beh, fateci un pensiero.


La barra Tobii EyeTracking si collega al PC attraverso la USB Type-A (cavo in dotazione).

Dicevo, questo è un monitor da gaming - e ci sono diversi motivi per scriverlo. Usa un pannello Samsung VA con leggera finitura opaca (niente grani) e supporto G-Sync a 30-144 Hz sulla DisplayPort 1.2a. Ha un tempo di risposta pari a 4 ms con funzioni OverDrive e curvatura parecchio pronunciata: 1800R. 1000R è il campo visivo umano; se affiancate tanti Z1 in modo da chiudere un cerchio ne ottenete uno con raggio di 1800 mm, ovvero 1.8 metri. I dettagli dei monitor sono davvero importanti, quindi ecco la sua scheda completa.

Scheda tecnica Acer Predator Z1 (Z271T)

  • Dimensioni: 27 pollici (68.6 cm) / Rapporto 16:9 / Curvatura 1800R
  • Pannello: Samsung SVA LTM270HP02 / Visuale 178° / Light AG coating / Retroilluminazione W-LED
  • Risoluzione: 1920 x 1080 pixel / Pixel Pitch: 0.3113 mm / Risposta: 4 ms G2G
  • Frequenza massima: 144 Hz / G-Sync: 30-144 Hz su DP / Contrasto: 3000:1
  • Interfacce ingresso: DisplayPort 1.2a, HDMI, 4 USB 3.0 (2 con ricarica)
  • Impianto audio: 2x 7 watt DTS, jack cuffia 3.5 mm 
  • Ergonomia: altezza massima 120 mm, rotazione 30°, inclinazione -5° +25° / Supporto VESA 100
  • Accessori in dotazione: alimentatore 19V, cavo DisplayPort, cavo USB Type-A
  • Telaio: base metallo / Peso: 7.6 Kg / Dimensioni: 619 x 519 x 268.5 mm

Colorimetro alla mano, viene fuori un’analisi prevedibile visto il tipo di pannello montato. Neri profondissimi (o, meglio, neri ottenuti staccando la retroilluminazione) e luminosità massima di 368 nit. Significa contrasto elevato, sopra i 3000:1 con il preset “Standard” e la sua luminosità all’80%, e contrasto costante anche quando si lavora con i 120 nit tipici del comfort al chiuso. Acer prepara 6 modalità di utilizzo, tutto equilibrate e senza estremismi. La “Standard” di cui sopra ha questi risultati su Calman, e sono buoni già così, tra l’altro migliorabili viste tutte le regolazioni disponibili nel menù OSD - RGB compresi.



Copertura sRGB con preset "Standard":

  • Gamma: 2.12 / Contrasto: 3100:1
  • Luminosità massima: 310 cd/m2 / Luminosità minima: 0.10 cd/m2
  • Delta E medio: 3.8 / Delta E massimo: 9.5
  • Copertura Gamut: 94.4% / Punto di bianco: 6606K

Con Delta E medio sotto i 4, quel contrasto, la gamma a 2.12 e la copertura 94.4% del gamut sRGB (Acer dichiara il 100% ma con strumenti diversi dai miei. È comunque un discorso complicato perché la resa cambia da pannello a pannello; io non sono arrivato al 100% sRGB anche dopo la calibratura), non c’è veramente bisogno di un colorimetro per usare Acer Predator Z1 Z271T: l’impostazione di fabbrica è decente. E anche il punto di bianco non è lontano dai 6500K di obiettivo. Tutto, ripeto, migliorabile dal menù. Magari consiglio di abbassare la luminosità attorno al 25%, il livello dei 120 nit. Attenzione alle modifiche, perché non andranno a modificare il preset registrato ma finiranno per spostarvi in quello “Utente”.


Acer Predator Z1 Z271T: analisi pannello con profilo "Standard". Colorimetro X-Rite i1 Display Pro.

Meno costante l’uniformità del pannello. Tra i lati ed il centro c’è un Delta superiore al 10% e una visibile variazione della luminosità. Manca, per fortuna, il bleeding a schermo nero (anche perché i neri, come scritto sopra, non sono ottenuti con la riduzione della retroilluminazione ma con un netto spegnimento) e non c’è traccia della variazione cromatica agli estremi della visuale tipica degli IPS. Per tipologia, il pannello Samsung VA ha pregi e difetti, ma in ambito gaming resta davvero adatto.

Resta entro i limiti dichiarati da Acer anche il consumo in watt su presa. Sopra i 30 watt quando la luminosità è massima e sotto i 30 watt impostazioni standard. La barra Tobii aggiunge qualcosa ma si resta pressapoco lì. Anche l’alimentatore 19V rientra nella definizione di compatto. In standby si consuma pochissimo: meno di 1 watt - parte finale del grafico sotto.


Acer Predator Z1 Z271T: uniformità display con luminosità massima e profilo "Standard". A destra: consumo su presa con profilo "Standard". Il picco è l'aumento di luminosità.

In tutto il resto Acer Predator Z1 conferma l’esperienza dell’azienda nella personalizzazione dei prodotti per questo specifico settore. La generazione Predator ha un look estremo, ed è certo che può piacere o non piacere. Io lo sto apprezzando nel tempo. Scattargli foto da mettere in questa recensione mi ha fatto notare dettagli e precisioni, una cura per la costruzione da ammirare. Mi restano dei dubbi su quel pennacchio sporgente (che finirete per maledire se avete il monitor a bordo scrivania) ma la qualità costruttiva non si discute. La configurazione senza EyeTracking Tobii ha una striscia di LED colorati proprio in quella zona, per una effetto personalizzabile e contestuale alla riproduzione sullo schermo simile a Philips AmbiLight.

La rotazione della base in metallo, il suo piede con gommini quasi adesivi, il sistema per il passaggio dei cavi, lo sportello a copertura delle porte, le piastre per l’attacco VESA 100 a muro inclusi nella confezione: sono tutte zone curate e funzionali. Acer Predator Z1 Z271T è un monitor riuscito per ergonomia e flessibilità pratica. Tra l’altro è anche quello che scricchiola meno una volta sul tavolo, caratteristica comune ai modelli curvi con base striminzita e pannello sopra i 27 pollici.

Avrei voluto più opzioni per l’uso in ufficio (PiP, PbP - o almeno la gestione di più sorgenti), magari il Bluetooth per accedere al sistema audio senza cavo. Avrei preferito una risoluzione WQHD di base come la configurazione 2017 appena lanciata a New York ma, sopratutto, l’avrei visto bene con un prezzo più aggressivo. Tobii a parte, circa 500 euro per un FHD da 27 pollici sono una spesa più alta della concorrenza. I motivi per preferire un Acer Predator Z1 ai modelli rivali non mancano (pannello VA, solidità costruttiva, G-Sync costante e opzioni OSD) sopratutto quando la vostra postazione da gaming è fatta per il 1080P. A 144 Hz, non è affatto poco.

Acer Predator Z1 Z271T: pregi e difetti

Contrasto elevato, luminosità alta, tempi di risposta decenti per un VA.Si inclina, ruota, si alza e si abbassa senza perdere stabilità.La tecnologia Tobii vi può stupire se avete il gene per gli FPS.Frequenza operativa variabile con G-Sync.Si riesce a calibrare bene per via delle opzioni dedicate.Hub USB 3.0 comodo con porte che possono caricare cose a monitor spento.
Non supporta FreeSync.Pixel pitch e densità sono grandi per l’uso fuori dal gaming. “Si vedono i pixel“.Prezzo alto in rapporto a dimensione e risoluzione.Nessuna opzione software per la riduzione del blur.

Bordi Edge e potenza ma con risparmio garantito? Samsung Galaxy S6 edge è in offerta oggi su a 265 euro oppure da Amazon a 399 euro.

29

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Garrett

Probabile che l'abbiano chiamato "Predator" per i soldi che riescono a scucirti.....

John

Sono alla ricerca di un monitor gaming con queste caretteristiche (ammesso che esista):
27"
IPS
1080p
Risposta 1 ms
G-Sync
144hz
HDMI, DPORT e USB 2.0/3.0 (Meglio)

Consigli?

sardanus

windows 10 supporta il 4k ma i programmi win32 vengono per forza di cose "allargati" sgranando. Nessunissimo problema con lo scaling dopo CU e le UWP vanno che è una bellezza

Antsm90

Molto meglio 4ms ma VA che 1ms ma TN...

Antsm90

4ms van benissimo per il gaming (questo è un pannello VA, non uno schifo di TN), per la risoluzione invece è vero, troppo bassa per il tipo di monitor

Volpe

Perché eccita i bimbi nutellosi

saviomaximo

Quando l'HP Omen 35???????!!!!!!!!!!

Ciskje

se solo windows 10 supportasse i 4k, in ogni caso preferisco qualità che risoluzione, certo non a quel prezzo.

Stefano

Full HD su 27 pollici ! Scaffale

MagoDiHoz

4ms, gaming...... fullhd su un 27" e niente, fa già ridere così.

ZioThor#Captivo

Ma perchè la roba da gaming deve essere sempre così grezza, sembra sempre roba da fast and furious

John

Mi piace che si punti ancora sul full hd, il 4k è solo marketing e metodo per spillare soldi. Mi delude solo il fatto che abbia una risposta di 4ms. Direte "ma che ti frega, mica li vedi a occhio nudo", vero ma in certi casi (vedi picchiaduro molto tecnici o altri giochi di precisione) la differenza si avverte e poi diciamocela tutta; 500 euro per un 4ms? Ok togliamo quei 200 euro di troppo per la scritta G-Sync.... sono del parere che tutti i monitor da gaming debbano avere almeno 1ms di risposta come standard ai giorni nostri. Sono d'accordo anch'io che gioco in full hd (oltre ho provato e non mi interessa proprio) che quei prezzi per una risoluzione ormai non più premium sia ingiustificata. Pagai 250 un monitor da 27" 1080p della Samsung 5 anni fa. Non scherziamo

Ngamer

difetto piu grosso di questo monitor ( oltre al prezzo :P ) è che è solo fullhd un 2k su un 27" ci stava tutto . è evidente anche dal video della recensione che ha una densità di pixel troppo bassa poi costa tanto anche perchè è un g-sync . secondo me monitor piu grandi di 24" devono avere tutti una risoluzione piu alta del fullhd . ora datemi un 21:9 da 34" a un prezzo umano con prestazioni decenti. :P

Felk

Sei limitato dall'aggiornamento del server... Tu effettivamente puoi vedere 144 frame ogni secondo, ma sui quei 144, solo 60 saranno effettivamente validi per il server (ad esempio su bf1) e magari non sempre saranno sincronizzati.
Il resto degli fps ha anche tickrate più bassi, per cui il "problema" è ancora più lampante.

Dei giochi che conosco, solo bf4 ha i server a 144hz...

ghost

gamig = +100/200 euro dal vero prezzo del prodotto.

riccardik

più che altro corrisponde ad un design tamarro e ROSSOOOO ovunque

Odraode

in che senso "non danno vantaggio in online?"
Un mio amico ha il pg279q e la differenza a 144 hz si nota eccome, tutto molto fluido da meno noia alla vista e cogli i minimi dettagli

Raw

Non mi aspettavo diversamente... un Quad HD con quelle caratteristiche costa circa 800€

Zetec

1080p 500€? AHAHAHAH! Se ho 500€ da spendere per un monitor ho sicuramente anche il modo di sfruttare 144hz anche su un 1440p con uno sli di 1080. Il 1080p è meglio che lo mettano da un'altra parte.

Porco Zio

SExy or seXY?

Pdor, figlio di Kmer

??

Se x = y, è vero anche che y = x, no?

Porco Zio

sei fuori? semmai è l' esatto opposto

Pdor, figlio di Kmer

Gaming = design brutto, ormai è appurato

Diobrando_21

Si certo che è fine a se stesso... Qual'è il problema? È uno spettacolo per gli occhi, anche più riposante per la vista.

Felk

E che ci fai? Online ti darebbe un effettivo vantaggio rispetto a chi usa monitor a 60hz, mentre in singolo lo vedo molto fine a se stesso.

Diobrando_21

Vabbè mica si gioca solo online. In single i 144hz te li godi tutti.

random

ma perché quasi nessuno inserisce le usb-c?:-/

Felk

500€ per un monitor del genere, a parer mio, sono tanti, troppi.
Poi ci sarebbe tutto un discorso da fare sull'utilità dei 144hz (che vengono limitati dalla frequenza dei server nei giochi online), ma quella è un'altra storia.

Poi vabbè, la funzione più "interessante" non l'hai potuta provare e quindi niente...

Patatoso_Morbidoso!!

Mitico Ricky un giorno ci spiegherai il tuo mitico segreto.. Il segreto per sfornare sempre più mitiche e dettagliate recensioni!! Hip Hip Hurrà a te e a tutta la crew di HDblog!!

Recensione Surface Pro Core i5 e Core i7: fanless è meglio

Recensione Acer Aspire VX 15: gaming economico e competitivo

Surface Laptop, Studio e tutta la gamma Surface alla MS House | Video

Recensione HP Spectre x360 13: il convertibile migliore