Qualcomm presenta i chip 802.11ax per un WiFi efficiente e veloce anche in aree affollate

13 Febbraio 2017 20

Dal 1999 ad oggi la rete WiFi ha subìto un’evoluzione “silenziosa” che ha radicalmente modificato il modo in cui gli utenti finali accedono alla rete. Diciotto anni fa veniva infatti lanciato sul mercato lo standard 802.11b, seguito negli anni successivi dagli standard sempre più evoluti 802.11g, 802.11n e dall’ultimo 802.11ac.

Oggi Qualcomm Technologies ha presentato i chip SoC IPQ8074 e QCA6290, compatibili con il nuovo standard 802.11ax. Si tratta di prodotti particolarmente interessanti, destinati ad infrastrutture di rete come router e punti di accesso (il primo) e ai dispositivi WiFi (il secondo) e progettati per rendere la connessione più veloce (fino a quattro volte) e più efficiente anche all’interno di aree particolarmente affollate grazie ad un impiego più ampio dello spettro WiFi. In più, la maggior efficienza consente ai dispositivi mobili di incrementare l’autonomia delle batterie.

Qualcomm è la prima azienda che presenta soluzioni end-to-end in grado di supportare il nuovo standard, progettato dunque per venire incontro alle esigenze della clientela che, come la tecnologia, sono soggette ad evoluzioni e cambiamenti nel tempo. Per soddisfare la domanda, le soluzioni sviluppate da Qualcomm supportano 12 flussi - otto sotto 5GHz, quattro sotto 2.4GHz - 8x8 MU-MIMO e i canali a 80MHz. Non mancano poi le ottimizzazioni per massimizzare l’efficienza del segnale e l’allocazione delle risorse, come il traffic scheduling e l’Ortogonal Frequency Division Multiple Access.

Pur trattandosi di uno standard retrocompatibile - compatibile cioè anche con i dispositivi che non lo supportano nativamente - il WiFi 802.11ax consentirà di ottenere i migliori risultati di ottimizzazione delle prestazioni e dei consumi prevalentemente sui prodotti progettati espressamente per sfruttare al meglio il nuovo standard.

“La capacità - non la velocità di punta - è diventata la misura più importante dell’abilità di una rete di supportare la domanda sempre più crescente proveniente dal diverso mix di applicazioni e servizi del giorno d’oggi”, ha spiegato Rahul Patel, SVP e GM di Qualcomm Technologies Inc per la connettività. “Siamo i primi a commercializzare le soluzioni per la capacità basate sull’utilizzo, come MU-MIMO, WiFi SON e 802.11ad, e siamo ora all’avanguardia per l’innovazione 11ax che porterà l’industria WiFi nella prossima fase delle reti “high capacity”, “high efficiency”. Le caratteristiche di trasformazione delle nostre soluzioni 802.11ax sono progettate per permettere ai nostri clienti di incontrare queste domande, garantendo un’ampia capacità WiFi per le più ricche esperienze di connessione”.

Di seguito riportiamo le principali caratteristiche tecniche delle due soluzioni implementate da Qualcomm:

IPQ8074

  • SoC compatibile con lo standard 802.11ax destinato al mondo business, specie infrastrutture di rete come router e punti di accesso
  • x4 in termini di capacità
  • configurazione 12x12
  • Uplink e downlink MU-MIMO
  • supporto di otto flussi da 80MHz
  • Fino a 4.8Gbps
  • Qualcomm WiFi Self-Organizing Network (SON)
  • riduzione delle interferenze in aree ad alta densità
  • CUP quad-core a 64-bit A53
  • dual-core network accelerator
  • design a 14nm

QCA6290

  • SoC compatibile con lo standard 802.11ax destinato al settore consumer e business (casa, ufficio, automotive)
  • x4 in termini di capacità nelle aree ad alta densità
  • supporto a 2x2 MU-MIMO
  • fino a 1.8Gbps tramite Dual Band Simultaneous (DBS) combinando le bande da 2.4 e 5GHz
  • Riduzione dei consumi della batteria di 2/3
  • Adatto al video streaming in 4K Ultra HD, condivisione dei contenuti, video-conferenze, trasferimento di file, Gigabit in-car WiFi hotspot, sistemi di infotainment, screen mirroring e video streaming multipli.

Entrambi i processori presentati saranno disponibili entro la prima metà dell’anno, mentre i primi dispositivi compatibili con il nuovo standard arriveranno sul mercato entro la fine del 2017.

Il best seller rinnovato in chiave 2016? Motorola Moto G4, compralo al miglior prezzo da Amazon a 176 euro.

20

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
TommyPhantom

Se abbassi la frequenza la velocità di connessione si abbassa, secondo me dovrebbero fare uno standard di cui la banda si avvicina a 3.5-4 ghz

Dartagnan92

è utile anche nel trasferimento veloce di file tra un dispositivo della rete a un altro

lorenzo1222

Utile solo per connessioni in fibra. Per quanto riguarda il wifi se hai la fibra devi avere almeno un router wifi AC.

camillo777

E device wireless sul comodino? Ormai ne abbiamo dovunque.

Ratchet

Più radiazioni per tutti

Giardiniere Willy

Appunto. Abbassiamo la frequenza

Alessandro

E' una limitazione dovuta alla frequenza. Si potrebbe risolvere solamente aumentando la potenza, ma se non vuoi essere nella stessa stanza con un microonde...

Giardiniere Willy

Sarebbe bello che ne facessero invece qualcuno a frequenza più bassa. Il 5ghz è inutile se non stai nella stessa stanza del modem, dovrebbero ampliare il raggio

Aster

Ricapitolando leggendo la notizia non si legge di quali dispositivi casa ufficio automotive

Aster

Mi sembra ovvio che nel mondo ci sono che altri che fanno periferiche wifi,quindi non e detto,hai mai visto un portatile con scheda WiFi mediatek fin'ora?

Aster

Il livello della potenza e regolata con legge di solito anche quelli mega router da marketing con molte antenne hanno potenza ridicola su 20-22 dbm,in USA si arriva anche un po di più,un buon router può arrivare a 29-30-32 dbm che non sempre e sintomo di qualità del segnale sia chiaro,quindi in poche parole se tuo vicino mette nazione USA e fuori "legge" ma non credo danneggia molto la tua salute casomai qualche interferenza

Oliver Cervera

lol

Fabri Fina

si e poi dopo due muri già non prende più

Oliver Cervera

Quello è stato già presentato, sarebbe interessante capire quanta distanza può coprire l'AX.

Tx888

e lo standard ad ?

Ske_ma

Per quanto ne so, (non sono un esperto ma ho letto qualcosa sull'argomento) in europa tutti i dispositivi wireless (casalinghi) non possono andare oltre una certa soglia di db.. Oltretutto il livello di "radiazioni" che assorbiamo dal wifi casalingo è molto basso. L'esempio riportava come 20 minuti di telefonata al cellulare corrispondono allo stesso valore di radiazioni che si assorbirebbe dormendo tutta la notte col router wireless sul comodino...

Fabrizio La Daga

Domanda da nubbio: un qualsiasi router wireless deve sottostare a delle precise norme in materia di emissioni di radiazioni elettromagnetiche (un pó come i valori SAR per i cellulari)
Tali limiti tengono conto che oltre al mio router sono circondato dai routers dei miei vicini?

RiccardoC

leggi bene l'articolo, si parla di due chip, uno per i router ed uno per i dispositivi; e mi sembra anche ovvio, che te ne fai di presentare un nuovo formato per i router se non fai anche i chip per i client?

Aster

;)purtroppo e per router

Vinx

ad apple vendeteglielo a 80$+40$ per ogni smartphone venduto...

Recensione Acer Aspire VX 15: gaming economico e competitivo

Surface Laptop, Studio e tutta la gamma Surface alla MS House | Video

Recensione HP Spectre x360 13: il convertibile migliore

NAS Drobo 5N2: recensione by HDBlog.it