Acer Swift 5: potente, bello e a buon prezzo | Recensione

30 Dicembre 2016 174

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

Il mercato PC è sempre traballante, ma torna a crescere l'interesse su notebook classici e 2-in-1, lo sa bene Acer che non ha mai smesso di innovare e presentato nei mesi scorsi una bella line-up con le serie Spin e Swift. Quest'ultima è quella più classica, portatili volti alla produttività e con un chiaro posizionamento: pensiamo a Swift 7 (la nostra recensione) con un design ultrasottile, o Swift 5, altrettanto aggressivo ma con maggiore potenza a disposizione.

E proprio Swift 5 (codice SF514-51) è il protagonista di questa recensione, lo sto provando da un paio di settimane ed era stato il mio preferito nel corso dell'anteprima fatta dall'IFA di Berlino 2016. Il motivo? SI tratta di una macchina concreta, con pochi compromessi se non sul fronte materiali, questo terminale è di fatto il più potente della serie e non costa un occhio della testa.

DESIGN CONVINCENTE, UN 14 POLLICI CHE SI CREDE PIU' PICCOLO

Acer ha fatto tesoro delle belle linee viste nelle precedenti generazioni e realizzato uno Swift 5 sottile, ben assemblato e con linee aggressive. A prima occhiata risulta è spigoloso ma gli angoli sono ben smussati e questo conferisce nel complesso un immagine più dolce: solo 14,58 mm di spessore per circa 1.3 kg di peso, pochi se pensiamo che siamo davanti ad un 14 pollici con CPU dual-core della serie-U (e ventolina a corredo, non è un fanless).

Lo spazio è ben gestito, i poggiapolsi sono ampi e trattengono spesso aloni e ditate in questa colorazione black, una texture diversa forse lo avrebbe evitato. Ma il telaio è quasi interamente realizzato in plastica, unico limite se cercate un terminale più esclusivo, una scelta tuttavia giustificata da un costo finale contenuto e un'ottima dotazione hardware. Ma torniamo sul design: ampio anche il touchpad, preciso e scorrevole, con tasti facili da raggiungere e click ben distanziati, sulle ultime macchine Windows di fascia medio-alta è ormai difficile trovarne di cattivi.

Cornici estremamente sottili attorno al display IPS LCD Full HD da 14 pollici, piuttosto luminoso ma non opaco, fattore che personalmente non amo visto l'uso continuo che faccio dei notebook in esterna. L'impressione è di avere un 13.3 pollici davanti, il telaio contenuto lo suggerisce, l'ottimizzazione degli spazi fatta da Acer premia questo Swift 5 che, nonostante tutto, riesce a trovare spazio per posizionare la webcam HD sulla parte centrale della cornice superiore.

Ciliegina sulla torta il coperchio del display con trama a righe, sembra quasi in tessuto ma in realtà è plastica, anche se Acer parla di 'back cover' metallica per alcuni mercati, non credo proprio il nostro. Comoda la tastiera, retroilluminata e con tasti ben spaziati. La corsa non è molto ampia, il feedback è un po' duro a mio avviso e per questo è richiesta una pressione decisa, questione di abitudine, dopo qualche ora mi sono allineato e la sto anche apprezzando molto vista la precisione e stabilità. Si può regolare la luminosità su due livelli e ci sono tutti i tasti funzione del caso: non mi piace il tasto 'Delete' piccolo, ma ho una tastiera americana, speriamo che quella italiana abbia un 'Canc' più grande.

HARDWARE SENZA COMPROMESSI E TANTE PORTE

A far girare tutto un performante chip Intel Core i5-7200U dual-core a 2.5GHz, quindi ultima generazione 'Kaby Lake' e con tutte le ottimizzazioni del caso. Clock che all'occorrenza sale fino ai 3.1GHz e vanta una capacità di calcolo certamente maggiore rispetto a tutta la concorrenza rimasta (in alcuni casi) ferma a Skylake. Non è solo una questione di potenza pura, la vera differenza vien fuori nella gestione del multitasking e nella riproduzione di video ad altissima definizione.

Piccolezze che fanno la differenza in ottica multimediale e per la massima produttività su un ultraportatile da 1.3 kg, seppur abbia solo 4GB di memoria RAM a disposizione in questo modello demo fornito da Acer. Variante che fortunatamente non vedo a listino, si parte infatti da questa configurazione (CPU, 256GB SSD) con la sola differenza degli 8GB di RAM LPDDR3. Proprio per questo motivo, per il modello leggermente castrato che ho in possesso, ho limitato la diffusione di benchmark.


L'ho definito bilanciato anche perchè, apparentemente, non sembra mancare nulla: la dotazione porte prevede due USB 3.0, una per lato, una USB Type-C e una HDMI sulla destra, uno slot per le SD card e il jack audio sulla sinistra. Peccato solo per il connettore proprietario usato per la ricarica, sarebbe ora che tutti i principali produttori comincino a sfruttare la USB-C anche per questa funzione e unificare gli alimentatori come su mobile. Ringrazierebbe anche l'ambiente.

KABY LAKE E' LA MARCIA IN PIU'

Il passo in avanti di quest'ultima generazione Intel è stato infatti ancor più deciso sul fronte grafico, la scheda integrata HD Grapichs 620 riesce infatti a supportare il mio lavoro con più decisione, senza alcuna sbavatura (cosa che non posso dire del mio XPS 13 Skylake). Vi faccio un paio di esempi pratici: con Swift 5 posso riprodurre video 4K su YouTube senza alcuno scatto (connessione permettendo), posso visualizzare l'anteprima del video su cui sto lavorando in Sony Vegas Pro 13 al massimo del dettaglio e posso riprodurre contenuti Ultra HD H.265 in libertà.

Migliori risultati in ottica multimediali associati a consumi minori nella riproduzione video. Anche l'audio è ben curato, i due speaker sono posti lateralmente sulla base e riescono ad offrire un suono corposo, eccellentemente distribuito quando poggiamo Swift su una superficie più dura. In aiuto le tecnologie Acer TrueHarmony e Dolby Audio che qui fanno davvero la differenza.

Autonomia nella media, Acer parla di ben 13 ore grazie alla batteria da 4670 mAh da 45WH ma la mia esperienza reale è come al solito differente, seppur positiva: 6 ore e 40 minuti circa di utilizzo continuativo con utilizzo medio/medio-alto, quindi luminosità al 75%, Wi-Fi sempre attivo, almeno 10 tab Chrome sempre aperti, navigazione web continua, scrittura di contenuti online, Skype e Spotify in riproduzione.

Se chiediamo qualcosa in più, come nell'editing video che ho fatto per questa stessa video recensione, allora le ore scendono a circa 5, comunque buone. Quando esigiamo più del normale dal notebook la ventolina attacca all'istante, non è silenziosissima, ma non rimane attiva per più di qualche minuto (escludendo le fasi di rendering video). Servono circa 2h per una ricarica completa.

CONCLUSIONI E CONFIGURAZIONI

A rendere ancora più interessante questo Swift 5 i prezzi e le configurazioni: la versione con questo Core i5, 8GB di RAM e 256GB su SSD la troviamo sul listino ufficiale Acer Italia a 999€, ma cercando bene online negli store online principali ho trovato il modello top con Core i7-7500U, 8GB di RAM e ben 512GB di SSD a soli 1070€. Non sono pochissimi ma si tratta comunque di un (quasi) terminale top della serie con l'ultima piattaforma hardware disponibile e ottime prestazioni.

Se pensate in ottica portabilità e produttività si tratta a mio avviso di una buona scelta, tra le più appetibili in rapporto qualità/prezzo. La pecca, come già evidenziato, è la mancanza di materiali raffinati e una costruzione più ricercata, ma per quello c'è Swift 7, qui si va dritti al sodo e con un design apprezzabile e moderno. Mi spiace solo che non possa portarlo con me al CES 2017 di Las Vegas dei prossimi giorni, mi avrebbe fatto comodo un display più ampio e maggiore capacità di elaborazione grafica.

Due fotocamere sono meglio di una, meglio Plus? Huawei P9 Plus, in offerta oggi da Amazon Marketplace a 392 euro oppure da Amazon a 449 euro.

174

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Francesco Intrieri

Si sono anche piu orientato sul 3, soprattuto per materiali e prezzo. Gli unici dubbi che mi affliggono sono sullo schermo, da alcuni definito poco luminoso, e lo spessore un tantino piu spesso rispetto ad ad altri ultrabook.

Mauro Corti (Sbabba)

Allora considera che lo swift 5 è in realtà l'Aspire S13 rimarchiato e con piccolissime modifiche. Sostanzialmente le differenze fra i due sono i materiali (plastica/magnesio nell's13, alluminio nello swift3), la batteria (maggiore nell's13), il sensore di impronta (solo swift3) e lo schermo, che pur essendo ips opaco in entrambi non è lo stesso pannello.

Io francamente ti consiglierei lo swift3 perché dà veramente la sensazione di un bel prodotto, ma di fatto le differenze non sono colossali.

Francesco Intrieri

Avevo intenzione di prendere lo swift 3, in versione 8 gb ram 256 ssd e i5 kaby lake. Non ho capito bene se ci sono differeze rispetto allo swift 5, a parte le dimensione piu contenute del 5 e i materiali un tantino piu pregiati del 3. Tu pensi che lo swift 3 sia la soluzione migliore?

Mauro Corti (Sbabba)

Venduto e spedito da Amazon nella settimana precedente il blackfriday. Il prezzo in realtà non era in offerta, nel senso che è rimasto tale per qualche giorno sia prima che dopo il mio acquisto. Ora viene 773, ma immagino che seguendolo tu possa trovare dei giorni in cui scenda un po'. Ti consiglio di installare Keepa, estensione di Chrome che monitora il prezzo e ti avvisa quando scende sotto una soglia da te impostata, e ti permette anche di osservare l'andamento passato del prezzo nel tempo. Molto utile!

Wit3

Dove lo hai preso a quel prezzo?

Leon

in realtà non è la forza che la cerniera fa sulla plastica che porta alla sua rottura, è colpa dei bulloni che vengono stretti troppo in fabbrica.. quindi le cerniere risultano dure durante l'apertura e la chiusura e questo porta problemi.

anto

Attendevo questa recensione. E' un acquisto che vorrei fare (se scende un po' il prezzo).
L'unico dubbio è quanto si dice della qualità dei prodotti Acer (anche nei commenti qui sotto).
Però ho notato che tutte le alternative proposte sono 13 pollici e non 14 come questo.
Qualche suggerimento per un 14 pollici non troppo costoso (come per esempio il Lenovo X1 Carbon) ?

skelektron

Difatti le cerniere all'interno sono di metallo, la scocca esterna in plastica, e la resistenza che la cerniera fa sulla plastica porta col tempo alla sua rottura e spesso ad intaccare il cavo del monitor che ci passa dentro...

Sistox

C'è da dire che dove presente si può staccare e sostituire con un secondo o terzo hdd/ssd

Sistox

La cpu è il processore, la gpu è la scheda video. I processori moderni hanno al loro interno anche una scheda video che viene utilizzata solo per azioni leggere, sono infatti poco potenti e consumano poco. Per compiti pesanti entra in gioco una seconda scheda video di norma moto più potente, ammesso che sia presente. Ormai però queste schede video dette "integrate" sono abbastanza potenti da fare tutto (tranne gioco e compiti che richiedono tanta potenza). La serie 7 intel permette quasi di giocare ai titoli moderni ( a risoluzioni ed effetti impostati su basso) ed elaborazioni 3d abbastanza leggere.
In questa analisi risulta che le integrate intel riescono a far vedere senza scatti video in 4k. Questo però è tutto dovuto a questioni abbastanza complesse, diciamo che è stata fatta apposta per andare bene con risoluzioni 4k nel caso di video. Altri utenti sostengono però che tali processori riescono anche a svolgere compiti abbastanza complessi come montaggio video, che da sempre risulta essere esoso di risorse.

marco

anche il base da 1250

marco

grazie, però non so cosa significhi cpu e gpu

gioboni

HD620: 24EU senza eDRAM... dai, per piacere, se sei tu a non sapere di cosa parli evita di commentare.
Oggi come oggi è molto più bilanciato e appetibile un ultrabook con i7-6560/6567/6650/6660u rispetto al 7500.

Mauro Corti (Sbabba)

Ho preso un acer swift 3 per la mia ragazza a metà dicembre: 630 euro per un 14" full hd IPS opaco con telaio interamente in alluminio, i5, 8 gb di ram (saldati), 256 gb di ssd (sostituibile), lettore di impronte molto reattivo (touch, non a scorrimento), 2 porte USB 3, 1 type-C, una HDMI (full, non mini), lettore di SD, 1.4 kg di peso e tra le 4 e le 6 ore di autonomia a seconda dell'uso (anche di più in modalità saving aggressiva).

Lo schermo ha un'unica cerniera molto larga stile macbook pro, e, sempre citando il macbook, l'estetica lo ricorda in molti aspetti, per cui l'impatto è quello di un prodotto premium. Il trackpad è in metallo, con tasti nascosti, ed è scorrevole e piacevole nell'uso. La tastiera, retroilluminata, ha una buona corsa e dà un bel feeling durante la digitazione. Le casse non sono il massimo, nel senso che il volume massimo è altissimo ma qualitativamente c'è sicuramente di meglio (Asus, per esempio), però non sono nemmeno malvagie.

IPER soddisfatto: per la cifra spesa è un portatile favoloso e alternative paragonabili come l'UX303UB di Asus costano almeno 200-250 euro di più. Veramente un ottimo acquisto!

Kevin Campora Costa

Fortunatamente sì. I supporti ottici sono il male assoluto, un incubo. Per fortuna sono quasi scomparsi, ma per gli amanti del vintage c'è sempre il buon vecchio lettore usb.

Kevin Campora Costa

A qualità prezzo ci siamo, ok. Il problema è il solito: Acer. Da quello che ho potuto vedere (da vicino, avendo un laboratorio di riparazioni) la musica è cambiata poco. Prodotti esteticamente carini, realizzati con materiali scadenti, internamente assemblati davvero male, sia come disposizione dei componenti che come cablaggi... Per poi avere tra le mani il solito i7 ULV...

Questi notebook non li concepisco. Troppo poco per lavorare o giocare, troppo per fare operazioni da tutti i giorni. Tanto vale un i3 con un SSD.

nuovodna

meglio un Toshiba Chromebook 2015 a 200 euro

Giammy

Sì ma infatti ormai i supporti ottici si usano molto raramente (quasi mai a meno di non masterizzare o leggere film dvd), anche tanta gente non chiede più il lettore sui pc fissi.
Poi un lettore usb esterno lo puoi usare per tutti i pc che vuoi, all'evenienza.

cipo

Seppur ormai organizzato e commerciale questo rimane un Blog dove l'anima sono gli utenti (credo).
Io ho criticato solamente alcuni termini e modi che ho trovato eccessivi e all'interno di una recensione fatta da un professionista.
Credo di non aver trollato per nulla, o offeso nessuno. Come puoi vedere ho pure risposto a mia volta al Sig, Gabriele ringraziandolo per la sua precisazione ad un mio commento apprezzando tale gesto proprio nello spirito di un Blog.

ale

Benvenuto nel 2017... vorresti anche il floppy ?

Mala

La porta usb c supporta la tecnologia thunderbolt?

Sistox

Si sono abbastanza ripresi, qualitativamente sembrano allineati agli altri produttori

Sistox

Lato CPU la differenza è minima, lato gpu è abbastanza marcata

Antonio Guacci

Normalissimo: di 2-in-1 o ultrabook con lettore/masterizzatore quasi non ce n'è, per contenere il peso.

O si va di lettore esterno USB (20-30 € e via), o si va di notebook classico e completo, che a pari prezzo offre h/w superiore, ma il peso aumenta e diminuisce la portabilità.

Dennis

Cercavo lo stesso gioco ? Wow

Dennis

Una virgola piu potenti e consumano una virgola in meno, se nn erro nulla di sorprendente

Fabio

1000€ senza il lettore CD/DVD? É normale?

Sterium

Dimentichi la dissipazione passiva

marco

grazie. ma allora cosa devo comprare? devo spendere 1200 euro per il dell? non c'è scelta piu economica?

marco

#gabrielearestivo, xke hai trolls rispondi, invece io che faccio domande tecniche no?
vorrei capire la differenza trac i processori intel di 6° e 7° generazione.

Massimo Cranchi

A me si spense definitivamente senza motivo apparente un notebook Acer di circa 2 anni di utilizzo da allora ho chiuso per sempre.

Orophen

Non te lo so dire con esattezza, ma è abbastanza sottile da non poter contenere un lettore dvd!
È un 15", sì

sardanus

non credo stia nello stesso spessore di sto asus
Considera che più portabile è l'aggeggio, più il costo aumenta a parità di hw, quindi è normale che a parità di costo la tua bestia sia superiore, ma quanto è portabile rispetto all'asus da me indicato? Pur non sapendo il modello, a giudicare dalle specifiche direi non tantissimo visto che di sicuro è un 15"

sardanus

angoli di visuale non ottimali e luminosità non eccellente.. specie il primo difetto è molto evidente, bisogna regolare molto bene il display sennò i colori virano parecchio

Giulk since 71'

Come se fosse cosi indispensabile andare a 2000 mb/s, Windows 10 con quel disco si avvia in cinque secondi o anche meno, e compie tutte le operazioni in maniera istantanea o quasi

Per la cronaca preferivo che di base Apple dava la possibilità di scegliere un hd meno performante ma più capiente ( cosa per me ben più utile ) a un prezzo più basso, di tutto quel trasfer rate non me ne faccio proprio nulla nell'uso quotidiano

matteventu

MacBook Pro.

marco

xke il display? che problema ha?

acitre

Quello che hai preso tu non è un ultrabook sottilissimo, leggero e la batteria probabilmente non dura un cavolo.

acitre

Sono il primo a pensarlo avendo sempre apprezzato i Lumia ma il feeling e l'estetica dell'alluminio non si discute.

Vincent Ammattatelli

Lo trovo palesemente copiato dal mio Sony Vaio Pro 13.

stiga holmen

#esticazzi

Marcobarat

Non l'ho visto ma presumo sia ultrabook

Marcobarat

La penso come te.. Ho avuto un Acer dal 2009 dopo un anno e qualcosa sono saltate le cerniere.. Mai più.

Luca Gnocchi

ma perché la gente parla senza sapere le cose ? il processore Intel i7 7500u ha la gpu integrata 620 hd ergo la tua fantastica IRIS più nuova che ci sia, non fatevi ingannare da nomi strategici iris ecc! che poi parte l'ignoranza ! la hd 620 é la grafica integrata non la iris ahah

Luca Gnocchi

ragazzi ma il computer indipendentemente da per cosa lo si usa é un investimento, se si prende un PC da €400 tempo due anni probabilmente é da buttare se ne si prende uno da €1200 che sono tanti soldi, però lo tieni minimo 6 anni, ripeto minimo, io ho ancora un alienware pagato €1300 da 6 anni, unico upgrade ssd e va meglio di 6 anni fa tranne per il gaming. poi la gente si lamenta che i macbook costano però resistono nel tempo, provate a spendere qualcosina in più e vedrete che la qualità e resistenza c'è anche con Microsoft.

Luca Gnocchi

sicuramente ad occhio e al tatto l'alluminio sembra un materiale più raffinato, ma guardate che tra lavorare una plastica e lavorare in alluminio mica cé tanta differenza, smettiamola di dire che l'alluminio é un materiale nobile quando lo si usa tutti i giorni in cucina !

deepdark

Non posso che consigliartelo, sempre se lo trovi a 639 euro. Certo, se asus si decidesse a mettere in giro anche in italia il suo ux410uq, beh.....

Orophen

In cosa ho sbagliato?

acitre

Ma hai presente quello zenbook? Immagino di no se fai questo paragone senza senso.

Marco Fantin

Fino a qualche anno fa Acer era sintomo di macchine dal prezzo vantaggioso, con una qualità che faceva pena (chiaramente ad esclusione delle macchine top di gamma o macchine particolari, il cui costo era pari se non superiore agli altri). È cambiata la situazione? Ultimamente si vedono molti test e recensioni dei prodotti Acer, ma diffido sempre.. visto che sono in procinto di cambiare il mio portatile Asus dopo 9 anni di onorata carriera, vorrei capire se tenere in considerazione i prodotti Acer o meno....

Asus VivoBook Flip 14: eccolo nella nostra anteprima video da IFA

Asus ZenBook Flip 14 e 15: la nostra video anteprima da IFA 2017

Recensione Surface Pro Core i5 e Core i7: fanless è meglio

Recensione Acer Aspire VX 15: gaming economico e competitivo