Acer Switch Alpha 12: test della penna Active Stylus

21 Dicembre 2016 52

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

Acer Switch Alpha 12 è stato il primo (ed è ancora l'unico) portatile ad integrare processori Intel Core i3 o i5 in un design fanless, senza ventole. Ai tempi della recensione scoprimmo che la soluzione LiquidLoop dell'azienda taiwanese, a metà tra il raffreddamento a liquido e quello passivo di certi smartphone, riusciva ad evitare il throttling termico con prestazioni valide e costanti. Registrammo temperature media vicine ai 40°C sul retro macchina, ma era la fine di luglio e di certo, adesso, la situazione sarebbe diversa.

Acer Switch Alpha 12 ci piacque parecchio per la sua costruzione, la dotazione di porte, la flessibilità della kickstand, il supporto Linux e la tastiera cover, molto simile a quella di Surface Pro 4. Di recente, lo abbiamo inserito tra i migliori pc portatili del 2016 anche per premiare il suo prezzo di vendita italiano: online si parte da 650 euro e si riesce ad avere la versione Core i5 a poco più di 730 euro (entrambe con tastiera inclusa).

Recensione Acer Switch Alpha 12 (luglio 2016)

Anche l'autonomia si confermò nella media considerando l'uso di CPU Core da 15 watt e la batteria da 37 Wh: 6 ore di navigazione web in Wi-Fi, 4 ore di uso più intenso. Quel che non riuscimmo a provare fu il supporto penna. Acer usa la tecnologia Elan (256 livelli di pressione e riconoscimento del palmo) in questo modello ed abbina una stylus dedicata con tasti personalizzabili e pila interna. Stylus che è adesso in vendita, pronta per l'acquisto, con il codice prodotto ASA610 (NP.STY1A.006) e nome Acer Active Sylus. Costa circa 43 euro su Amazon Italia.

Quello che segue è il resoconto di qualche giornata di test passata dal nostro autore/fumettista Fabrizio Spinelli con uno Switch 12 Core i5 abbinato alla Active Stylus. È un'integrazione alla recensione già online e un modo per capire a chi si rivolge un digitalizzatore di questa fascia. Considerando i progressi di Microsoft con la tecnologia N-Trig, la distribuzione delle soluzioni Wacom AES, come si posizionano le alternative Elan/Synaptic? Continuate a leggere.

La penna e le configurazioni

Acer Switch Alpha 12 è stato già recensito in modalità “2-in-1” da Riccardo ma all’epoca non aveva ancora a disposizione l’accessorio che dovrebbe fare la differenza, ovvero la penna. Quindi, per quello che mi riguarda, mi limiterò a parlare di quest’ultima senza soffermarmi sulle qualità del dispositivo.

Acer Active Stylus è di tipo attivo, quindi per funzionare ha bisogno di una batteria (tipo AAAA, consigliato l'acquisto online). Non posso stimare l’autonomia in quanto l’ho tenuta per troppo poco tempo, ma il manuale dice che va in stand by dopo 5 minuti e si spegne dopo circa 10. Per attivarla bisogna premere il tasto multifunzione. Rispetto al concorrente più ovvio (Surface 4 Pro con tecnologia N-Trig), la penna Acer ha solo 256 livelli di pressione, ma questo non è necessariamente un difetto.


La penna è ben bilanciata, forse un filino troppo leggera per i miei gusti; per essere una penna che deve alloggiare una batteria è discretamente poco spessa. Il grip è buono, anche se la parte anteriore gommosa offre meno grip di altre provate in precedenza. Il tasto programmabile, però, si trova esattamente dove la maggior parte di noi fa presa su una matita, così che diventa molto facile, nella fretta, premerlo per sbaglio e attivare la funzione gomma. Il fatto che poi sia praticamente a filo col corpo della penna di certo non aiuta.

Nota di merito per Acer, l’aver integrato nella tastiera un comodo quanto semplice porta penna in tessuto: gli ultimi Surface hanno l’aggancio magnetico che comunque non garantisce che la penna rimanga nella sua sede durante il trasporto e l’iPad Pro addirittura non lo prevede affatto nei suoi (costosissimi) accessori originali.



Fin qui la disamina meramente tecnica della stylus. Il software Acer Hover Access consente di personalizzare i pulsanti sulla stilo per lanciare e accedere a diverse applicazioni (compatibili con la penna) tra cui OneNote, Windows Journal e lo strumento di cattura dello schermo.

L'esperienza di utilizzo

Da possessore di un Surface Pro di prima generazione sono anni che spero in un 2-in-1 che possa definitivamente dare filo da torcere alle Cintiq di Wacom. Il primo Surface, pur lontano dai risultati della casa giapponese, sembrava orientato sulla buona strada con un digitalizzatore Wacom - seppur di qualità inferiore. Surface 3 Pro, con il passaggio alla tecnologia N-Trig, perdeva qualcosa ma garantiva i margini di miglioramento di una tecnologia integrata nella penna, con display quasi indipendente.

Il digitalizzatore Elan si è rivelato discreto per prendere appunti, dove il display e la punta della penna restituiscono una buona frizione nonostante il vetro. C’è un po’ di delay, ma non è fastidioso.

I problemi arrivano quando ho provato ad usare la penna per disegnare. Se è tollerabile un po’ di imprecisione nella sensibilità alla pressione, è più complicato gestire il ritardo durante dei semplici schizzi. Ho provato diversi programmi: Adobe Photoshop CC 2015, Autodesk Sketchbook (versione dello Store di Microsoft) e Medibang (ottimo software gratuito). In ognuno di essi ho riscontrato gli stessi problemi.

C'è un variabile ritardo nel seguire la punta della penna (in particolare in Photoshop utilizzando pennelli di forme non convenzionali) e imprecisione nel seguire il tratto quando si fanno degli schizzi a matita dove tipicamente si eseguono tratti brevi e veloci.

Una ri-calibratura della penna non aiuta, ma la situazione migliora zoomando e disegnando in piccole aree ravvicinate. Potrebbe essere un problema della penna che abbiamo in prova? Difficile, anche se cercando in rete si trovano test concentrati sul prendere note piuttosto che sul disegno puro. Probabile che sia un limite intrinseco della tecnologia Elan. Per disegnare delle linee abbastanza dritte ed omogenee sarete costretti a muovervi molto velocemente così da attenuare il difetto: in caso contrario sembrerà che a tracciarle sia stata una mano davvero poco ferma.

Livelli di pressione e tratto. La precisione aumenta con la velocità di esecuzione.

Per il resto, ho trovato lo stesso difetto che notai sul Surface 4 Pro, ovvero qualche imperfezione nella gestione del palm-reject che può creare degli “sbaffi” fastidiosi nei disegni. Il digitalizzatore è progettato per "staccare" la sua parte capacitiva quando la punta della penna è ad una certa distanza, ma un avvicinamento troppo veloce può creare dei ritardi nel riconoscimento.

Fonte: acer.custhelp.com FAQ

Per quella che è stata la mia esperienza, il digitizer Elan offre una tecnologia ancora acerba. Forse sarebbe stato meglio affidarsi ad una soluzione già rodata (che poi è una sola, quella di Wacom, a meno che Microsoft non conceda license per la N-Trig) o continuare a supportare Synaptic come su altri prodotti della linea Acer.

Considerazioni finali

In conclusione: Wacom regna ancora sovrana. iPad Pro e Surface la tallonano, ma non ancora davvero da vicino. Arriverà forse un momento in cui Microsoft riuscirà ad avvicinarsi; o uno in cui qualcuno comprerà Wacom e magari riuscirà a portarla verso prezzi più abordabili tanto da consentirne una diffusione più consumer. Ma questo è il presente e per oggi, a malincuore, il mercato dice altro.

Proprio come scritto nel confronto tra Surface Pro 4 e iPad Pro (anche se quest’ultimo ha ricevuto miglioramenti recenti), se cercate una alternativa ad una Wacom Cintiq, rassegnatevi. Non lo sono.

Di contro, se avete bisogno di un’alternativa fanless più potente di un Surface, e siete orientati verso l'utilizzo aziendale/scolastico (e quindi vi basta avere una penna decente da usare One Note), direi che potete farci davvero un pensierino: il design è forse meno particolare del prodotto Microsoft ma, ad esempio, ho trovato la staffa posteriore più solida e affidabile quando inclinate il tablet; la gomma che la riveste vi consentirà di tenerlo davvero saldo su ogni superficie.

Autore: Fabrizio Spinelli

Poca spesa per massima resa? Meizu m3, compralo al miglior prezzo da Amazon Marketplace a 162 euro.

52

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
sommesepino

Salve, ma c'è un modo per ussare la penna per lo "scrolling Delle pagine web?

massimo

"SUPPORTO LINUX"?
Non è vero niente!
La stessa Acer, da me contattata, me ne sconsiglia l'utilizzo......
Inoltre il dual boot, su questo dispositivo, non funziona!

Domenico Belfiore

la non è colpa di acer ma dei driver di elan e Microsoft

dmb

Ah sì anche se i driver elan con w10 vanno in conflitto col sistema e c'è da diventare matti..stendiamo un velo pietoso

Desmond Hume

nel frattempo oltreoceano :D
https://uploads.disquscdn.com/...

Tiwi

ottima pubblicità..aspetto di vederla in tv

mauro morichetta

Per disegnare ad un livello avanzato, ci vuole la tavoletta grafica, per gli appunti, cosa per cui questi dispositivi sono stati pensati è ottimale, il software One Note è un software eccezionale che diviene fondamentale tramite l'uso della penna.

Leonardo Chiappalupi

Ho premesso che ha prezzi alti, ma scusa: il Surface Pro 4 con i5, 8Gb RAM e 256Gb di SSD sta, di listino, a 1499€. Senza cover (il Toshiba ha una tastiera/base vera, che regge su il tablet, inclusa), con la batteria che dura la metà, con una dotazione di porte molto più scarsa, con un digitalizzatore molto peggiore, e con la metà dello storage. Inoltre il Toshiba è completamente fanless, il Surface ha le ventole. Certo, il Surface ha un i5 (ma non credere che ci sia questa differenza tra un i5 U e un m5, specie con Skylake... forse giusto qualcosa lato GPU, ma parliamo comunque di Intel HD) e uno schermo migliore in termini di risoluzione (ma su queste diagonali... e il Toshiba ha una finitura opaca, fatta molto bene, che per scrivere è ottima e che annulla quasi completamente i riflessi). Ah, se servisse il Toshiba ha anche un modem 4G integrato, con microSim. E una penna di riserva nel tablet se ti dovessi perdere quella standard.

Calcola che io lo uso per programmare (ci ho fatto il progetto di laurea, per dire, ma anche roba con Unity) e anche con suite grafiche (Illustrator, Photoshop, perfino 3DSMax e Blender) senza alcun problema, e nel silenzio più assoluto. Non mi sembra, insomma, nemmeno un prezzo così fuori dal mondo. Considera anche che parliamo di una macchina business, quindi con Intel vPro e tante altre caratteristiche specificatamente implementate per questo tipo di utenza.

Diamond Lover

Ideapad Miix 700 Business Edition, ha win 10 pro

Michele M.

1600 euro per un Core M con 8GB di Ram? Capisco la tecnologia Wacom, capisco i 512GB di SSD ma è pur sempre un 12.5" FHD con un Core M..

Gark121

io del dell ho il modello vecchio (venue 11 pro), che ha penna diversa (synaptic e non wacom. sbagliavo a indicare la tastiera più economica tra le opzioni, perchè la penna è inclusa solo con la tastiera migliore). faccio un breve cenno alle cose hai elencato tu tra le tue priorità:

portabilità: il dell è 10.8" e solo tablet pesa qualche grammo in meno.

schermo ottimo per tutti e due, leggermente migliore per il surface, ma con una densità di ppi veramente alta che dà problemi con un sacco di applicativi. il dell è meno definito (FHD, su quella diagonale basta e avanza) e in certi casi è già troppo così. il surface di veramente furbo ha il form factor, obiettivamente i 3:2 sono molto più sfruttabili dei 16:9

penna accenno solo quello che so per certo: è wacom, ha una batteria interna che si carica quando la metti nella tastiera (e da proprietario di una "vecchia" penna con aaaa da rimpiazzare ogni volta come quella del surface, è una roba che vorrei davvero molto, dato che le aaaa ricaricabili non esistono, e quelle usa e getta si comprano solo online e a prezzi veramente alti per delle pile del genere).

tastiera è più rigida, fornisce appoggio come un normale notebook (non ha lo stand, occhio, è un tipo di 2in1 diverso), e contiene 28Wh aggiuntivi (l'autonomia senza tastiera è di circa 6-7 ore di uso vero, paragonabile al surface. con la tastiera supera le 11, sempre di uso reale e non assurdo tipo navigare con una scheda del browser e roba del genere). ovviamente pesa di più (parecchio di più). quella "tipo surface" non contiene la penna e non la ricarica, pertanto mi verrebbe da escluderla a meno che tu non voglia prendere la penna con le aaaa direttamente da wacom (ne vendono di compatibili) e avere una configurazione del tutto simile.

funzionamento fluido e senza impuntamenti sul mio lo ho facendo qualunque cosa escluso il cad 3d. e ho un modello più vecchio e di fascia più bassa. il disco è sostituibile (rarità su un 2in1), il retro si apre con 4 viti, e anche la batteria si sostituisce con 2 viti (altra rarità).

anche la dotazione di porte mi sembra più sensata e future proof: usb 3.0 type A, micro hdmi (al posto della display port del surface, e questo è un downgrade), ma hai una type C 3.1 invece della porta magnetica proprietaria, sicuramente più versatile. ovviamente oltre ai pin della tastiera e alla porta per la dock. presente la microsd e volendo pure il 4g.
aggiungo che la usb è alimentata anche a pc spento, per ricaricare il cellulare, e l'alimentatore prevede anche una uscita 2A/5V per caricare un qualunque prodotto mobile senza stare a portarti due caricatori in giro.

naturalmente, dove perdi lo sai già: l'ssd è di fascia diversa (sata e non pci-e), la scocca in plastica e non in metallo, form factor e schermo, e ovviamente hai un core m5 e non un i5u.
secondo me, posto che il surface non lo puoi avere per le ragioni di cui sopra, è un prodotto da valutare attentamente.

tutto ciò, ovviamente, sono mie esperienze/idee/consigli, poi ovviamente né ci guadagno a dire ciò che dico né altro. buona serata e buona fortuna col tuo acquisto.

mytom

Grazie per il chiarimento. Non cerco le prestazioni pure, ma 1) portabilità [a parità di prestazioni, preferire addirittura un 10, max 11"]; 2) schermo decente; 3) penna e tastiera di qualità; 4) funzionamento fluido, senza impuntamenti, con browsing, office, acrobat pro, semplice grafica bidimensionale. In tutto questo, un disco lento la metà rispetto a quello del surface pro4 può dire la sua, in negativo.
Ho valutato il dell un mese fa circa. Ricordavo altri prezzi, oppure l'avevo bocciato per via di qualche caratteristica che mi fece storcere il naso, ma che non ricordo.
Lo prenderò nuovamente in considerazione.
Grazie.

mytom

Grazie per il chiarimento. Non cerco le prestazioni pure, ma 1) portabilità; 2) schermo decente; 3) penna e tastiera di qualità; 4) funzionamento fluido, senza impuntamenti, con browsing, office, acrobat pro, grafica bidimensionale. In tutto questo, un disco lento la metà rispetto al surface pro4
Ho valutato il dell

Domenico Belfiore

Pensa che su un modello di più di 7 anni fa usava elan oramai ci ho fatto l'abitudine e mi ci trovo bene

Domenico Belfiore

Si lo so ma già la tecnologia elan Acer la utilizza su tutto dai digitalizzatore ai touchpad

Gark121

Non c'è nessuna polemica, semplicemente se lo scopo sono le performance pure, tutti i questi prodotti, dal primo all'ultimo, sono una scelta non solo sbagliata, l'opposto di quel serve. Da qui il mio sorriso. Sono prodotti in cui le performance pure vengono dopo portabilità, schermo, versatilità e teoricamente pure la batteria.
L'unica eccezione a questa "regola" sarebbe il vaio canvas z, ma in Italia non esiste e quindi il discorso si chiude.

Il Dell comunque si trova tranquillamente a quella cifra. Dal sito Dell una configurazione m5/8/256 costa 1089€ (modello con disco Opal con crittografia, altrimenti 999), 215 la tastiera più costosa con batteria aggiuntiva (l'altra dovrebbe stare sui 150), sei esattamente nel budget indicato.

dmb

Il mio notebook acer di un anno fa ha touchpad elan..

gxaybzo

Sisi ma sono d'accordissimo con quello che dici, la penna del Portegè è la migliore (o tra le migliori) in assoluto nel mondo consumer, anche per il supporto ufficiale da parte di Wacom come dici tu.
Ci tenevo solo a puntualizzare che i Cintiq rimangono sempre una categoria a parte, anche per volere di Wacom che ovviamente vuole sempre lasciare qualche chicca ai suoi prodotti.
Ho sempre ritenuto il Portegè interessantissimo. Purtroppo Toshiba è latitante in europa e penso sia questo il motivo per cui non lo recensiranno mai qua.

mytom

Francamente, non sapendo cosa ci devo fare su una macchina del genere, sorridere mi sembra fuori luogo... senza polemica.
Dell e X1 sono decisamente validi, infatti li sto considerando, però costano parecchio. Io volevo rimanere nei 1200/1300 più IVA, cioè quello che si spende con offerte varie per un surface 4 i5, 8 gb, 256 gb ssd, tastiera compresa.

Gark121

Francamente, considerare le prestazioni pure su una macchina del genere mi fa abbastanza sorridere, comunque esiste pure il miix 510 ma ha un i5. Volendo sicuramente serie professionale c'è l'x1 Tablet, oppure Dell offre i Tablet Latitude in vari formati. Sui Dell perdi la stand, ma con la tastiera puoi aggiungerla, oppure aggiungere molta batteria.

StriderWhite

Per ora sì, ma confido nel 2017!

Alex........

A questo punto provate anche quella per il tab pro s di Samsung

mytom

:-)

Sheldon!

Aaaaaaaaaaaah allora è un altro discorso, pensavo che nonostante lo potessi comprare con i tuoi soldi non volevano fartelo prendere

Grilloz

Per qualche minuto in un negozio e non sono un disegnatore, ma l'ho trovata discreta e abbastanza reattiva, ho provato anche movimenti veloci e non ho notato ritardi.

mytom

Per aggiornare Win 8.1 a Win 10 Pro però devo aggiungere quel centone...
Comunque grazie per l'info.

mytom

Credo sia un prodotto consumer (infatti mi sa che non c'è con win 10 pro), e nelle varie comparative perde sempre contro tutti, in fatto di prestazioni pure.
Devo verificare, comunque.

mytom

Col cavolo. Sono soldi dell'azienda e il tablet è per uso aziendale. Non caccio un euro, io...

Riccardo P

Questo modello, come vedi nella tabella ufficiale Acer, usa un digitalizzatore Elan.

Gark121

Miix 700? Fanless, penna Wacom (ok, non ha i driver Wacom, ma è comunque meglio di così), stand, e non dovrebbe essere considerato "top".

Gark121

Peccato che la batteria faccia ridere, sembra un buon prodotto alla fine, per quanto piuttosto particolare.

Gark121

Dell latitude 11 ad esempio fa 38+25 wh, penna Wacom attiva (ma senza aaaa, si carica quando lo inserisci nella tastiera). Gli mancano le porte del tuo. Esiste anche l' X1 yoga che ha una Wacom passiva.

Gark121

Da quanto mi pare di ricordare si, di fanless c'è già il miix 700. E non credere che cambi qualcosa da un i5 ad un core m5...

antonio

qualcuno ha provato la penna per l'asus zenpad?

Danilo

Sul Miix 510 penso di Si.. il Miix 520 sembra che sia invece fanless

Leonardo Chiappalupi

E' la serie B (cioè z20t-B), visto che ha Broadwell, quindi la serie vecchia (che sta scendendo di prezzo). I prodotti attuali sono gli z20t-C, che hanno i core M serie 6. Io l'ho aggiornato a W10 senza nessun tipo di problema... considera che quelli della serie vecchia non hanno TypeC e scaldano un po' di più di quelli nuovi, che rimangono sempre gelidi (mio fratello ha preso uno di quelli nuovi). Si scaldano comunque sul tablet, non sulla tastiera, quindi non ci fai tanto caso. Controlla che la tastiera sia italiana, se la cosa ti interessa.

Ah, non penso esistano 2-in-1 (ma manco portatili), che abbiano una batteria così longeva come durata. Forse gli XPS... forse. 76Wh non si vedono tutti i giorni.

Sheldon!

Ma prenditi quello che vuoi, alla fine sono soldi tuoi no?

Leonardo Chiappalupi

Il digitalizzatore è lo stesso, ma l'articolo parlava di 2-in-1. Inoltre il Book monta degli atom, ed è molto più piccolo. E non ha il digitalizzatore sullo schermo, ma sulla parte dove sarebbe la tastiera. Come tecnologia però si, è la stessa (cioè la migiore disponibile).

Leonardo Chiappalupi

Vabeh certo, la penna delle Cintiq ha delle features in più (ad esempio la gestione del tilt che menzioni), ma qui si parlava di 2-in-1 che potessero rivaleggiare con quelle tavolette e l'unico esempio è il Portégé (il note non è certo di dimensioni tali da disegnarci).

Per il 90% di quello che serve, un display Wacom EMR è più che sufficiente, e ti assicuro che la qualità è tale da non sentire chissà quanto la mancanza del tilt. Ha pure il display con una finitura opaca, così - esattamente come sulle cintiq - ti sembra di disegnare su carta...

mytom

Inserendo "Toshiba Portégé z20t" su google, mi viene proposto tra i sponsorizzati a popo più di 1000€ in versione con ram 8GB, 256 SSD, Intel Core M-5Y51.
Peccato abbia installato windows 8.1, altrimenti mi sembra un ottimo prezzo. O c'è la fregatura?

mytom

Peccato davvero per la penna. Se non fosse per questa, avrei seriamente preso in considerazione la soluzione Acer.
Purtroppo il Surface 4 Pro, pur avendo budget per poterlo acquistare, in azienda è improponibile proprio per via della sua fama: è considerato un prodotto "top", da dirigente. Quindi, non posso considerarlo come dotazione mobile per il sottoscritto (IT Manager, ma a livello impiegatizio...).

Domenico Belfiore

Sottolineo che tutti gli Acer hanno la tecnologia synaptic anche sui touchpad persino i notebook da 260€ in poi sottolineo xke avete detto su tanti prodotti

StriderWhite

[semi ot]: grandissimo lo schizzo de "La Cosa" dei Fantastici 4! :D

M_90®

tra i 2in1 windows si, nel mercato globale pure.

M_90®

il surface domina e come, se per te non è così è un'altra questione. OGGETTIVAMENTE tutti i più grandi professionisti scelgono surface, le favole sono altre.

gxaybzo

Non basta che sia Wacom EMR per essere alla pari delle Cintiq. Pure il samsung galaxy note ha quella tecnologia, ma non è come un Cintiq.
Sicuramente è la tecnologia migliore, seguita di poco da quella attiva sempre di Wacom, ma sui Cintiq ha sempre quel qualcosa in più (ad esempio la gestione del tilt) rispetto alle implementazioni di altri.

Joykiller

Ma per quanto riguarda il digitalizzatore non è lo stesso di lenovo yoga-book?Sarei intenzionato ad acquistare quest'ultimo dato che in mobile non mi interessa ne potenza ne altro.Sbaglio?(sul digitalizzatore)

Desmond Hume

A me l'alimentazione con presa proprietaria mi fa storcere il naso non poco.
Sul lenovo miix510 sono presente le ventole? Non mi sembra.

Leonardo Chiappalupi

Un 2-in-1 che dia filo da torcere alle Cintiq esiste già, è l'unico a montare un digitalizzatore Wacom EMR (quindi a risonanza, penna senza pila, precisissimo e a 2048 livelli!) ma costa un bel po'. E' il Toshiba Portégé z20t, che io ho in versione B (Broadwell) ma che di recente è stato aggiornato alla versione C (Skylake). Monta cpu Core-M serie 5 o 7 a seconda della configurazione, ed ha 2 batterie (una nel tablet e una nella tastiera) che in totale fanno 76Wh (c.a. 15-16h di utilizzo anche intenso). Usa SSD veri, tastiera retroilluminata, schermo fullHD, ed ha una dotazione di porte infinita (perfino USB Type-C e LAN, oltre che VGA, 2 USB normali, microSD, microSIM,ecc.). Prezzi italiani altissimi (sui 1.500€ è grasso che cola), all'estero si trova anche a meno.

Comunque, mai pentito dell'acquisto. Give it a try, redazione! Ne avete parlato quando fu presentato ma poi ve lo siete dimenticato, credo...

Vive

No, per me il Surface è sovrapprezzato.

Questo sarebbe davvero un best-buy, peccato per la scarsa autonomia.

Recensione Acer Aspire VX 15: gaming economico e competitivo

Surface Laptop, Studio e tutta la gamma Surface alla MS House | Video

Recensione HP Spectre x360 13: il convertibile migliore

NAS Drobo 5N2: recensione by HDBlog.it