Recensione Acer Predator 17 G9-793

12 Dicembre 2016 249

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

L’aggiornamento annuale per Acer Predator 17 (codice G9-793) svecchia il design e aggiorna i componenti hardware interessati ai giochi. Il nuovo modello ha grosse griglie rosse sul retro in corrispondenza delle due ventole interne, e monta le GPU Nvidia di nuova generazione, le GeForce Serie 10. C’è anche un nuovo alimentatore da 230 watt, per caricare la batteria quando a pieno carico, e un display IPS Full HD o 4K con G-Sync integrato - non solo su monitor esterno.

Nei negozi online, Acer Predator 17 G9-793 parte da circa 1600 euro per la configurazione Full HD con Core i7, 8 GB di RAM, 256 GB SSD PCI-E e GTX-1060, ed arriva attorno ai 2000 euro se si raddoppia la RAM e si passa alla GTX-1070. Sono buoni prezzi, più bassi della concorrenza, per un laptop da gaming corazzato nel modo giusto, facile da potenziare e ottimo per il multimedia evoluto. Per i listini ufficiali fate riferimento allo shop di Acer Italia.

Negli ultimi 10 giorni ho provato la versione 4K con GeForce GTX-1070. Il mio modello ha le specifiche tecniche a seguire, ed è più stabile e solido dell’edizione 792 recensita in estate. Parlo soprattutto del centro tastiera e della risposta costante dei tasti alti 2 mm.

Ci sono quattro zone di illuminazione RGB regolabili da Predator Sense, tasti macro configurabili, pulsante per disattivare il touchpad e un tastierino numerico a dimensione reale - non così scontato nella categoria. Un 17 pollici è per natura comodone, e questo Acer non si fa mancare nulla. Bene il pad direzionale staccato dal resto, buono il touchpad preciso, delimitato, con tasti fisici stabili. Azzeccata anche la posizione dei LED di stato: sono sulla cornice e restano visibili anche a notebook chiuso.

Scheda tecnica Acer Predator 17 G9-793

  • Schermo 17.3 pollici 16:9 IPS, 3840x2160 pixel 255 PPI, AU Optronics B173ZAN01.0, G-Sync, opaco
  • CPU Intel Core i7-6700HQ Quad Core 2.6 - 3.5 GHz
  • GPU NVIDIA GeForce GTX 1070 8192 MB GDDR5, Core: 1443 MHz, Memoria: 4000 MHz, ForceWare 368.49
  • Memoria RAM 32768 MB, 2x 16 GB DDR4-2400, Dual-Channel, 2 slot occupati, max. 64 GB
  • Scheda madre Intel HM170 (Skylake PCH-H)
  • Connettività Wi-Fi ac Killer, Gigabit LAN, Bluetooth 4.1
  • Porte: 4x USB 3.0, USB 3.1 tipo Thunderbolt 3, HDMI, DisplayPort, SD, jack 3.5 mm
  • Archiviazione Toshiba NVMe THNSN5256GPU7 SSD da 256 GB + 1 TB HDD @ 7200 rpm. Slot: 1x m.2 2280 e 1x 2.5 pollici
  • Batteria 90 Wh
  • Peso 4.23 kg, Alimentatore da 230 watt e 930 grammi

Ho due appunti progettuali da fare: le dimensioni di Acer Predator 17 793 sono superiori ai nuovi top di gamma rivali. Vero che qui si punta al sodo con un prezzo più basso, ma la categoria sta andando verso la mobilità e un restyling completo delle linee è diventato necessario. Se nessuno si aspetta di portare a spasso una macchina da 4.23 kg, tutti cercano il design più moderno quando spendono 2000 euro per un portatile.

E poi il sistema di illuminazione, il vero e proprio impianto che accende tastiera, touchpad, linee rosse sul coperchio, pulsante on/off e tasti macro. Non c’è modo di spegnere tutti i LED, qualcosa resta sempre acceso, ed è noioso se dovete guardarvi un film al buio. È un 17.3 pollici potentissimo e 4K, con 4 uscite audio e 2 sub-woofer: ci sono motivi di credere che verrà usato anche per l’intrattenimento multimediale, no?



Anche perché con la GTX-1070 da 8 GB (edizione notebook) non avete vincoli e non avete limiti. Solo la top GTX-1080 le è superiore. Rispetto alla GeForce 980M del Predator 17 G9-792, avete prestazioni migliori del 30-50% in tutti i contesti grafici, una spinta extra con i programmi di grafica che usano i suoi 2048 core CUDA e, in generale, il passaggio da giochi Full HD a giochi 4K e all'esperienza VR.

La sensazione è che la nuova GPU aumenti le prestazioni di tutta la macchina anche a parità di CPU, RAM e modulo SSD. Guardate la tabella dei benchmark per farvi un’idea, e confrontate i valori con quelli del top di gamma MSI GT73VR Titan Pro gestito da CPU i7-6820HQ, GTX-1080 e RAID 0. I 3 secondi guadagnati nella conversione Handbrake e il risultato di PCMark Home 8 danno l'idea di quel che voglio dire.

Predator 17-793
i7-6700HQ/GTX-1070
MSI GT73VR
i7-6820HK/GTX-1080
Predator 17-792
i7-6700HQ/GTX-980M
XPS 15 4K
i7-6700HQ/GTX-960M
GeekBench 3 3716/13147 4301/16577 3405/12830 3315/11507
Cinebench R15 95.92/669 112.19/817 61.42/624 76.70/591
GFX Bench 4 Car: 3547/16048
Man: 3720/24184
TRex: 3361/78679
Car: 3546/20150
Man: 3721/29382
TRex: -/89649
Car: 3538/6905
Man: 3706/14716
TRex: 3353/37488
Car: 1137/4665
Man: 1631/7545
TRex: 3345/17423
HandBrake 0m 12s 0m 11s 0m 15s 0m 14s
CDisk Mark SSD Seq: 2529/1131
4K: 35/150
Seq: 3138/1393
4K: 49/138
Seq: 2181/1599
4K: 52/169
Seq: 1737/590
4K: 42/158
Test Autonomia 2h 26m 1h 56m 3h 10m 4h 55m
Temp Max CPU: 86 °C
Esterna: 50 °C
CPU: 86 °C
Esterna: 48 °C
CPU: 99 °C
Esterna: 55 °C
CPU: 87 °C
Esterna: 50 °C
3DMark Time Spy: 5024
FireStrike Ultra: 3886
SkyDiver: 25119
Time Spy: 6492
FireStrike Ultra: 5058
SkyDiver: 31541
FireStrike: 8177
SkyDiver: 20554
FireStrike: 3961
SkyDriver: 12717
PCMark 8 Home: 4541 Home: 4417 Home: 3854 Home: 2924
IPerf v2 Wi-Fi: 78/52
Eth: 740/914
Wi-Fi: 203/122
Eth: 912/745
Wi-Fi: 101/170
Eth: 699/521
Wi-Fi: 108/89

Autonomia: navigazione web in WiFi, schermo 50%, no risparmio energetico. HandBrake: conversione MTS 30 secondi in MP4 con impostazioni default. Temperature esterne registrate con camera termica.

C’è dell’altro in questi numeri. In positivo, la velocità della SSD PCI-Express Toshiba NVMe da 256 GB. Tra l'altro è una memoria sostituibile che può formare un RAID quando abbinata ad una equivalente inserita nello slot M.2 2280 libero. Il disco HDD è dozzinale, nulla di rilevante, ma anche qui si può cambiare alla pima buona offerta con un SSD SATA 3 da 2.5 pollici. Io investirei nella creazione di un RAID, ma è chiaro che la seconda è più economica. C'è flessibilità. Discorsi simili si possono fare sui 4 slot di memoria RAM DDR4-2400 a disposizione; 2 sono occupati di serie sulla faccia nascosta della scheda madre, gli altri 2 sono sotto lo sportello.


Tornando alla tabella benchmark, ancora in positivo, ci sono le temperature della CPU e del telaio esterno. Questa edizione di Predator 17 è parecchio più fredda della vecchia. Il setup interno è differente e la dissipazione evidentemente più efficiente. Nell'uso stress reale, senza lanciare pericolose combinazioni come Prime95+FurMark ma restando comunque nello stress test di 3DMark Fire Strike, ho toccato 86°C sulla CPU, 65°C sulla GTX-1070 e 50°C nelle griglie di uscita posteriori. La zona tastiera non ha mai superato i 40°C, ed è davvero poco per questo hardware.

Vero che le due ventole sono sempre attive, ed è vero anche che la prova di Predator 17-792 era stato fatta in agosto anziché a dicembre, ma sono fattori che non cambiano la resa. Il frusciare è morbido e mai in rattling (quella sensazione di movimento rotatorio poco fluido). Consiglio di staccare il modulo Frostcore se non si ha bisogno di massima affidabilità, perché il guadagno nelle temperature è di soli 2-3°C mentre il rumore ambientale ne risente.

Viste queste temperature, non ho mai attivato il tasto macro per portare le ventole a piene regime (sopra i 4300 rpm). Acer ha usato un'impostazione poco conservativa con le ventole di sistema proprio per evitare ogni noia alla GTX-1070. Credo di aver sentito partire random anche la modalità DustDefender per sputare fuori la polvere raccolta sulle pale delle ventole.



Una precisazione: le temperature dei laptop da gaming così esagerati vengono misurate con alimentatore collegato mentre quelle degli ultraportatili si calcolano a batteria. Con i primi è necessario per garantire il massimo delle prestazioni; con i secondi serve a simulare il funzionamento in mobilità. Questo per dire che ha poco senso confrontare le due tipologie di prodotti da questo punto di vista.

L'hardware di Acer Predator 17 G9-793 richiede spesso più di 220 watt al suo alimentatore da 230 watt. E' un contesto che riesce a scaricare la batteria in 40 minuti se non ci sono impostazioni conservative attivate (ad esempio, la luminosità ridotta). Nel test di navigazione web di HDblog sono arrivato a 2 ore e 26 minuti con dispay al 50% e connettività Wi-Fi, ma sarà difficile arrivare a 2 ore con altri programmi in background e con l'interazione dell'utente.

Uno dei limiti di questa macchina è il dover utilizzare sempre e comunque la GPU Nvidia. Acer ha disattivato la Intel HD530 integrata nella piattaforma Skylake e non ha quindi usato la tecnologia Nvidia Optimus per la gestione automatica delle schede. Sfruttare la GTX-1070 per la navigazione internet o per il lavoro d'uffficio offline è uno spreco di risorse e una mazzata per l'autonomia. La batteria da 90 Wh non è male, ma non è messa nelle condizioni di dare il meglio. Nei grafici a seguire trovate molti dati per approfondire. Fate caso alla stabilità delle frequenze di CPU e GPU: non c'è mai traccia di throttling.



A difesa dell'azienda bisogna ammettere che macchine come questa non sono pensate per l'uso in mobilità, e che le prestazioni senza alimentatore subiscono una tale riduzione (sopratutto la parte grafica) da rendere poco credibile un approccio attento ai consumi. Chi gioca su un hardware così, non vuole compromessi.

Probabilmente l'unico vero aspetto poco convincente dell'hardware di Predator 17 è la velocità della scheda wireless 1535 Killer. Ha il software DoubleShot per lavorare in accoppiata con la Gigabit Ethernet, è configurabile in modo da garantire più banda a certi software a discapito di altri, ma nel test di iperf v2 ha risultati più bassi del previsto. In rete si trovano altri casi di ricezione non al top. L'importanza di questo risultato cambia in base al contesto di utilizzo; probabilmente a casa userete il laptop con connettività cablata e, comunque, anche una wireless 78/52 Mbps dovrebbe bastarvi! Ma il tutto può voler significare un qualche problema nel design delle antenne perché una scheda top come la Killer dovrebbe garantire prestazioni migliori.

Pregi e difetti

Display, costruzione e personalizzazione di livelloTemperature e prestazioni sotto controlloSi può aggiornare e migliorare nel tempoCosta meno dei rivali senza vere rinunce
Il pannello ha un leggero blending inferioreIl telaio è più grande e più pesante dei migliori rivaliSenza Nvidia Optimus, usa la GTX-1070 anche quando potrebbe farne a meno

Considerazioni finali

Acer Predator 17 G9-793 è un portatile equilibrato. Ha un display IPS G-Sync contrastato e appagante, una costruzione solida e una generale prontezza in tutto quel che fa. È un 17 pollici con tutte le comodità del caso, senza vincoli termici e con una componentistica adatta al gaming 4K così come al multimediale evoluto. Il suo impianto audio 4.2 e la possibilità di collegare periferiche VR sul lato preferito (le porte USB sono distribuite bene) fanno parte del pacchetto di bilanciamento che regola tutta la macchina.

Considerato il prezzo di vendita più basso dei rivali, le diverse configurazioni in vendita (si parte da 1600 euro) e le possibilità di espansione facilitate, è un laptop da gaming e un desktop replacement completo e concreto. Il prossimo passo dovrà affinare lo stile e portare mobilità anche in questa versione da 17 pollici.

Una scelta vincente sotto i 200€? Wiko Fever, compralo al miglior prezzo da Amazon a 159 euro.

249

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Roy

10%

GeneralZod

Che incubo.

GeneralZod

Il nuovo 13 può montare anche display OLED! Bel giocattolino anche se come macchina tuttofare che sostituisca il desktop mi orienterei più sul 15.

GeneralZod

Che offerta c'era?

Aster

spero in una recensione di un portatile gigabyte

Federico Mengoli

Dipende cosa intendi per portatile, per fare le cose in mobilitá basta un tablet, per me portatile vuol dire poter giocare dove voglio in casa e poterlo mettere in zaino e andare a giocare da amici... Pe ril resto basta una macchina da 400 euro

tulipanonero1990

Esatto, hanno reso grande l'Italia e li si sono fermati. Perchè se i nostri imprenditori sono, dati alla mano, quelli che, anche quando l'economia lo avrebbe concesso, hanno investito meno, con meno capacità di fare tessuto cooperativo, le conseguenze le vediamo tutti. I nostri mezzi di produzione sono mediamente vecchi di 12 anni, dati Confindustria, un'era geologica nel mondo dell'industria. Basterebbe volgere lo sguardo non dico oltre oceano, ma al di la delle Alpi, i francesi hanno tanti difetti, ma hanno dimostrato negli anni di saper creare una rete di imprese che, negli ultimi anni sta facendo la scarpetta a tutte le nostre imprese ed imprenditori, essendo capaci di una così grande coordinazione da permettere loro di attaccare Mediaset, Mediobanca e Generali nello stesso momento, formando cordate tra loro diverse ma con uno scopo comune. L'artigianato va bene in una economia emergente, ma in un paese che pretende di essere l'ottava economia mondiale tocca puntare sui servizi, ricerca, tecnologia, software. Senza questo, continueremo a comprare beni prodotti altrove. Comunque non c'è molto da discutere, il tempo sta dando ragione a chi la pensa come me e, purtroppo per chi vive in Italia (non io, sia chiaro), il declino è solo all'inizio.

conte

Caro il mio giovanotto, sono un piccolo imprenditore nel settore di costruzioni meccaniche, hai presente tornio fresa saldatrici retrifiche stozzatrici trapani? Hai idea di cosa sifnifica l'artigianato italiano? Quello che manda avanti il paese e che ha contraddistinto il made in Italy negli anni passati ad oggi? Cosa hai da dire su tutta la classe operaia, mestieri come muratori o carpentieri o qualsivoglia mansione che richieda esperienza e manualità nel settore, e i pittori, gli scultori, gli enologi gli zootecnici i mastri birriai ai quali basta sentire il profumo o toccare con mano i prodotti per accorgersi della genuinità?? Povera italia è ciò che pensi tu caro mio, spavaldo e sprovveduto come molti. Buonanotte

tulipanonero1990

Fabbro??? Ma dove li vedi i fabbri??? Forse alle fiere dei paesini di montagna... Io ho mezza famiglia che ha aziende che profucono profilati di alluminio e acciaio e si lavora solo con macchinari remoti impostando parametri via software. Il contadino se vogliamo restare vivi con l'agroalimentare deve sparire, in molti paesi sviluppati i braccianti sono stati sostituiti in parte da sistemi automatizzati, fatti un giro a vedere cosa propongono le aziende del settore, macchinari che raccolgono e separano già il raccolto mentre sono in movimento, il tutto senza bisogno di autisti. Meccanico, mi sa che non vai spesso in officina, io che ho la passione per moto so bene che senza lettori di centraline ed altri sistemi di diagnostica avanzata lavorare diventa impossibile. Arrotino e fruttivendolo.....se questi so i mestieri a cui pensi...povera Italia! Caro conte le cose sono tre, o sei estremamente giovane, e quindi ci sta che non conosci minimanente il mondo del lavoro nel 2016, o sei estremamente grande, ed anche qui, ci sta non tenersi aggiornati, oppure vivi su un eremo isolato dal mondo.

conte

il 90% dei lavori??? quindi mi stai dicendo che mestieri come fabbro, idraulico, spazzino, elettricista, meccanico, tornitore, falegname, arrotino, macellaio, contadino, fruttivendolo, pescivendolo eccettera eccetera eccetera godranno dell'ausilio di un pc?? mmm certo che vedere un fabbro usare un notebook come un incudine non è mica una brutta pensata, bravo

Xadren

Esattamente, l'errore di chi valuta questi computer, secondo me, è di farlo secondo parametri errati: non ha senso confrontare queste macchine con gli XPS 13, i ThinkPad X1 o gli Spectre 360 (giusto per dirne tre), perché il contesto di utilizzo è diverso. Quelli sono portatili perché si usano in mobilità, su un banco dell'università (dove gli studenti cambiano in continuazione aula) o da un professionista che deve fare una presentazione a dei clienti mentre è in trasferta; questo, invece, è più un "trasportabile", che si attacca nell'ufficio la mattina per staccarlo la sera (come hai detto tu) oppure si attacca nella casa in affitto dell'universitario (che se lo porta via quando torna a fare visita a casa sua) o nella camera dell'albergo dell'uomo che viaggia molto e ha bisogno di molta potenza di calcolo.
Anzi, sono sorpreso che in telai così contenuti si possa avere una resa così consistente.

tulipanonero1990

Male, avranno sempre una produttività ridotta! Il fatto che NOI non abbiamo interesse è un chiaro sintomo del perché stiamo come stiamo. Fosse per me, visto che il 90% dei lavori del futuro prevederanno un rapporto stretto col pc o derivati, un bel corso di dattilografia e scrittura cieca sarebbe necessario. Almeno la finiamo di metterci 30 minuti per scrivere una denuncia in commissariato (storia vera, con tanto di utilizzo di soli indici e lingua che faceva capolino tra le labbra a riprova dell'intenso stress provato per quell'impresa).

ca600lg

un sacco di gente lavora col pc. impiegati delle poste, medici, avvocati, studenti che fanno la tesi, ma non tutti hanno interesse a imparare a scrivere senza guardare la tastiera

tulipanonero1990

dipende, io vi ho rinunciato anni fa, ormai chi lavora col pc non la dovrebbe neanche più guardare la tastiera.

tulipanonero1990

Anche tutti quei liberi professionisti che con un unico dispositivo si fanno una macchina da portarsi al lavoro in ufficio la mattina e a cui, collegando monitor esterno tastiera e mouse, farsi una bella postazione da gioco a casa.

mauro morichetta

Credo tu abbia ragione in tutto, mi permetto solo una riflessione che ho fatto haimè tempo fa, ormai il successo di un sistema operativo, lo fa il market, non il sistema stesso, al punto in cui siamo e della consapevolezza che si usa di un terminale, quindi nulla nella maggior parte dei casi, ho scegli IOS con tutte le rinunci del caso, o scegli Android con 700 core e 400GB di ram sennò ha dei rallentamenti. Premetto che sono un vero appassionato e che vorrei un mercato in cui si valutano le possibilità che il sistema stesso ti offre quanto dura la batteria, quanti task aperti posso avere e per task aperti dico aperti e non congelati. In ultimo penso che ormai non vi sia assolutamente spazio per altri sistemi operativi, mi dispiace ancora vedere BB10 messo in naftalina, Windows phone sotto terra, di Symbian non mi importa è un bene che sia stato abbandonato....hahahahaha l'ultima parte scherzavo ovviamente.

mauro morichetta

Ben venuto nel club dei timorosi hahahahaha

istin

Tranquillo, anche io ahahah

M_90®

mi sembrava strano hahaha

Desmond Hume

lo hanno messo online a partire da oggi, preeeeeso :D

Desmond Hume

non principalmente per quello. Secondo me. Scaldava abbastanza anche durante il banale utilizzo del browser e a lungo andare non è salutare per la batteria. Lo schermo era molto carino e la risoluzione ottima, so già che me ne pentirò avendo avuto l'asus t100HA con con quella risoluzione medievale.

M_90®

solo per la grandezza lo dai via?

Desmond Hume

Beh era un buon prezzo. Durante il Black Friday stava a 225€ sul sito hp ma ho voluto provare il fratellone da 12".

M_90®

già è finito?????? O_O

Desmond Hume

L hanno finito ovunque. Peccato perché ho dato via il 12" e volevo il 10".
Sinceramente pensavo scaldasse meno il coreM3

Roy

io da pirla me li son fatti sfuggire al black friday

Roy

Qualcuno ha in mano un MSI gs63 da poco? L'ho avuto per una settimana e le temperature eran folli quando esportavo un video. Ora ne sento parlare bene fra vari blog e vorrei capire se hanno "aggiustato" qualcosa.

Anche perchè con certe cifre, un pc così tanto ingombrante non lo vedo sensato. Asus ed MSI han fatto ben di meglio, per non parlare di Dell.

MA il vero problema è il mercato italiano... MOLTISSIMI portatili da noi non arrivano proprio! Anche le configurazioni sono solo 1 e di solito la base...

sardanus

quello è molto spesso perché i driver sono fatti coi piedi e vanno in conflitto tra loro

Oliver Cervera

Capisco che intendi. Lenovo permette di bloccare la carica al 50%. Non so gli altri, ma spesso arrivi al 99-100 % e poi si ferma... lol

Hallvaldur

Per ragioni di spazio avevo bisogno di un pc portatile da (almeno 17" per lavorare comodamente quanto tastiera e monitor) su cui potessi mettere le mani facilmente senza impazzire con colla e incastri cheap, con due slot per HDD, con un bel processore, robusto, silenzioso (il lato gaming mi interessava ma marginalmente visto che gioco principalmente su console). Inoltre devo segnalare la bontà dell'assistenza Dell: a inizio 2015 si è rotta la ventola della GPU e grazie al "case" spazioso e areato riusciva a gestire diablo 3 (con tutto al max) solo con un pò di throttling mentre nell'utilizzo office tutto ok, nessun problema. Me ne sono accorto un venerdì, ho chiamato il servizio di assistenza dicendo che la ventola della GPU era bloccata (faceva tipo un decimo di giro per poi tornare indietro) e l'operatore mi ha fatto fare tutti i test e le prove (notebook aperto alla mano) arrivando alla conclusione che servisse l'intervento tecnico. Il lunedì mattina è arrivato il tecnico Dell con la GPU nuova (sostituita preventivamente per essere sicuri che non avesse subito danni termici) ventola e dissipatore. Ha sostituito tutto, ha provato qualche titolo (skyrim e diablo) per "stressare" la 860M e ad oggi tutto ok... confermerò assolutamente Dell e Alienware per il mio prossimo notebook

il Gorilla con gli Occhiali

Ma cosa centra, ogni tanto bisogna ripulire il PC.

il Gorilla con gli Occhiali

È stato ucciso da se stesso perchè fa schifo.

il Gorilla con gli Occhiali

Sbagliato perchè ora il tuo PC avrà molta meno potenza.

look47

Purtroppo il budget che mi ha dato è quello, vedo se trovo qualcosa di meglio magari in offerta

look47

Magari potessi decidere io, comunque grazie.

look47

Lo so, sono assolutamente d'accordo con te, purtroppo non è per me e quindi non posso decidere il budget

Fabri Fina

Si ma il monitor può girare tranquillamente a 60 hz nell'utilizzo normale. Ovviamente poi è normale che con certi programmi di editing video e giochi switchi sulla gtx

ciccio35

Ormai quasi tutti i portatili hanno una gestione software ottima della batteria. Da quando sono diventati sempre di più quelli con la batteria "non sostituibile" la batteria viene bypassata se la percentuale di carica è sopra un certo valore. Lo si può vedere nella task bar quando si legge "connesso e non in carica"

Adriano

No ma infatti a 1300 credo sia una scelta obbligata!

Davide

eh, al limite puoi trovare qualcosa sui 300€ e metterci tu un SSD da 256GB che ormai si trova sui 70€. Avresti performance nettamente migliori in tutto ma arriveresti a spendere tra il 20 e il 25% in più.

gp

solo questi portatili ti permettono di giocare senza problemi, e poi una scheda video così mica la trovi su tutti i pc.

LordRed

Ce l'ho già quello :)
Ottimo a sapersi, appena ci rigioco setto tutto al massimo :)

gp

R1ccard0 a quando la recensione del predator 21x?

SteveMcQueer

sì ma giocarlo a 4k con una 1070 è fattibile, mentre invece un battlefield o altri fps ti costringerebbe a troppi compromessi con il numero di frame... il che non va troppo a braccetto con uno sparatutto online... per non parlare della connessione wifi che farebe aumentare troppo il ping...

Felk

È un SOC... Se non è possibile usare la RAM integrata nel sistema, usi quella integrata nel SOC (che penso sarà di almeno 6gb, dubito che verrà affiancato un 835 ad un quantitativo inferiore).
Tanto per guardare le email, scrivere su word, vedere una puntata di Netflix, non c'è bisogno di 16-32-64gb di ram. Ecco, l'unica cosa è vedere se è possibile far comunicare il processore ARM con i dischi SSD/HDD/M.2, ma penso che sia abbastanza fattibile.

Ovviamente c'è da lavorarci sopra, ma se secondo me, è la strada da percorrere.
Potremmo avere dei notebook che arrivano a 6-7h di utilizzo e di ultrabook che ne fanno 15, ad esempio.

Per me è una buonissima idea, un po'difficile da realizzare, ma sono riusciti a far girare Windows su ARM, penso che questo sia molto più fattibile.

milae93

piccolo ot: ho contattato hp in merito allo spectre x360 con kaby lake, dopo un mese mi hanno dato una risposta. Il nuovo spectre arriverà ufficialmente in Italia a Febbraio 2017

istin

Maaaaaa gli Alienware nuovi? il 13 è molto interessante tra l'altro...

Oliver Cervera

Ha senso toglierla se il portatile viene sempre utilizzato alla scrivania, questa è la mia opinione. Non c'è un fondamento scientifico, ma le batterie dei portatili degradano nel tempo come tutte le batterie. Allora perché non usarla solo quando è necessaria?

Roy

Ho avuto anche un rog il 502 -42 e qualcosa. Quello con 1070 e aveva un problema di schermo. Son sfigato con sti pc. Comunque confermo che asus ha fatto un ottimo lavoro. Con un test analogo a quello fatto su MSI avevo 70 gradi su gpu e un 85 su core. Certo è che il pc è dimensionalmente il doppio!

Roy

Oddio non son così tanto malvagi alla fine. Comunque trovi anche con 6700 e dimensioni ridottissime

Recensione Dell XPS 13 2-in-1

Recensione AMD Ryzen 7 1800X, 1700X e 1700: benchmark e overclock

Recensione Nintendo Switch

Presa Diretta S2 EP6: Teclast Tbook 16 Power | REPLAY