Micron annuncia gli SSD serie 5100, fino a 8TB

06 Dicembre 2016 11

Micron ha presentato una nuova linea di SSD pensati per il settore dei datacenter e dei server che cercano di contenere i costi; si tratta della serie 5100, una linea di prodotti che sarà disponibile a breve in tre versioni: ECO, PRO e MAX.

Basati tutti su memorie NAND 3D TLC, questi SSD hanno in comune un valore I/O di 93000 IOPS in lettura casuale 4K, con invece altre sostanziali differenze in base al modello e capacità.

La linea ECO è disponibile in form-factor da 2,5" e capacità fino a 8TB, o in alternativa con formato M.2 e un massimo di 2TB. I valori di transfer-rate sono pari a 540-520 MB/s (lettura-scrittura), mentre le prestazioni I/O in scrittura sono piuttosto basse: 9000 IOPS per il modello da 8TB, arrivando ai 31000 IOPS per quello da 480GB. Tutti i drive supportano poi TCG Opal e la crittografia AES.

Passando alla linea Pro, abbiamo più o meno gli stessi tagli, eccezion fatta per le varianti SATA 2,5" che giungono con una capacità massima di 4TB. Le prestazioni in lettura-scrittura cambiano molto in base ai modelli, con i più veloci accreditati di un picco di 540 MB/s; nettamente migliori le performance I/O in scrittura che vanno da 26000 a 43000 IOPS.

Come facilmente potete intuire, la linea 5100 MAX è la più veloce, tuttavia spicca soprattutto per il supporto alla crittografia FIPS 140-2. Micron vende questi SSD solo con form-factor da 2,5 pollici e capacità massima di 2TB; i valori di transfer-rate sono simili alla linea Pro, mentre nettamente superiori quelli I/O con un picco di 74000 IOPS in scrittura offerti dal modello 5100 MAX da 2TB.

Al momento mancano dettagli precisi sui prezzi, tuttavia viste le specifiche dovremmo essere di fronte a drive non particolarmente costosi, rapportati ai parametri della categoria. Specifiche complete a questo link.

L'iPhone più classico di sempre? Apple iPhone 6s è in offerta oggi su a 335 euro oppure da Amazon a 550 euro.

11

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
DIXON

Hai ragione, mi é capitato anche di parlare con qualcuno che la pensava esattamente cosi...

c0s87

0.60€ x gb..... prezzo di offerta del distributore italiano.....

Leon

a quanti reni?

Manuel Bianchi

Non credo che l'assenza di SSD nei tagli mediobassi sia determinata da una volontà di tenere basso il prezzo (alla fine un 128 Gb non costa un rene...), quanto di tenere staccate artificialmente la fasce media- mediobassa (che per il 90% abbondante sarebbe più che sufficiente) da quella alta e spingere l'utenza verso quest'ultima redditizia fascia.
imho

a'ndre 'ci

prodotto assolutamente sbagliato, direi.

in ogni caso, ti ricordo che un disco meccanico costerà 20$ al produttore, un ssd ne costa 40$.
in più aggiungici che il 90% della base utente vede solo il "500GB"; se gli dai un modello con "250GB SSD" capisce solo che è peggio perchè c'è un numero inferiore.

Antsm90

Oddio è vero, sono per i datacenter, quando ho letto TLC ho dato immediatamente per scontato che fossero per la fascia consumer

c0s87

Non confrontare questi con i consumer, questi costano e durano molto di piu..... In azienda come prezzo medio ( offerta da parte del distributore ita) siamo sui 0.60€ x gb fai il calcolo....

Leox91

Si

wiggaz

Beh in queste ultime settimane con 100-120€ riesci a portare a casa un SSD da ~500GB. Non sono pochi ma nemmeno tanti come una volta.

Blacksyrium

Ma sugli ultimi ssd serve ancora fare l'overprovisioning?

Antsm90

Come performance non sembrano un granchè visti gli IOPS, ma se i tagli da 500GB dovessero costare poco forse è la volta buona che assisteremo all'abbandono degli HDD nei portatili di fascia media-mediobassa

Recensione Surface Pro Core i5 e Core i7: fanless è meglio

Recensione Acer Aspire VX 15: gaming economico e competitivo

Surface Laptop, Studio e tutta la gamma Surface alla MS House | Video

Recensione HP Spectre x360 13: il convertibile migliore