Recensione Lenovo Yoga Book: impossibile ignorarlo

24 Ottobre 2016 458

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

Devo volervi bene. E parecchio. Perchè altrimenti non si spiega per quale motivo mi sto ostinando a scrivere questa recensione con la tastiera vibrante di Yoga Book. Non dà riferimenti, ti costringe a lavorare con i polsi paralleli al tavolo, ha un touchpad misero che deve essere attivato ogni volta e pure il tasto Fn all'angolo basso, al posto del Ctrl. È la precarietà fatta portatile!

Eppure c'è qualcosa in questo strano dispositivo che ti spinge ad usarla, a provarci ancora una volta. È talmente figo che ti senti quasi obbligato a sbatterci la testa fino all'esaurimento perché capisci che se riesci a domarlo finisci con l'avere tra le mani un purosangue della mobilità. Una sorta di Pinto in edizione informatica. La riprova di quanto appena scritto la ho adesso tra le mani, a due paragrafi e una mezz'ora di vibrazioni e tap sul vetro, perché già riesco a prendere le misure. Resta da capire quanto durerà, ma intanto andiamo avanti.

Tutte le stranezze di Yoga Book

Lenovo Yoga Book è un portatilino da 10 pollici e 690 grammi gestito da Windows 10 o da Android. Costa 599 o 499 euro a seconda della versione. Per forma e dimensioni, ricorda un foglio A4 piegato a metà dove la prima parte è occupata dal display e la seconda da una superficie configurabile in due modi: 1) come tastiera touchscreen 2) come blocco per disegni e appunti a mano libera. Eccolo qua.



La tastiera Halo stile Tron è la sua attrazione principale. È croce e delizia di Yoga Book. Croce, per quanto scritto sopra, per una sensibilità spesso elevata e una barra spaziatrice troppo vicina al touchpad. Lenovo ha cercato di rimediare disabilitando il touchpad quando si preme uno dei suoi tasti, ma questo ha creato una noia più frequente: dover toccare quel puntino centrale per riattivarlo. Inoltre, senza punti di appoggio, vi sfido ad usarla sul tavolino tremolante di un treno o, peggio ancora, in tram.

Ma anche delizia, prima di tutto perché è davvero figa e poi per l'ingombro minimo che garantisce a tutta la macchina. Uno Yoga Book aperto in modalità laptop è un blocco di alluminio e magnesio spesso 5 mm, sempre freddo da toccare perché parliamo di vetro e di metallo, con una cerniera Yoga qui perfetta, dura il giusto, e finiture opache anti righi e anti scivolo. È una sciccheria a cui non mi sono ancora abituato. L'impatto in borsa o nello zaino è minimo perché si ha una sensazione di robustezza tale da farti pensare - ok, lo butto dentro e via, senza custodia. Non è una cattiva idea in fin dei conti perché la chiusura magnetica non lo farà aprire.

Pollici Dimensioni mm Batteria Peso
Lenovo Yoga Book 10.1 256 x 171 x 9.6 33 Wh 690 gr
Acer Swift 7 13.3 325 x 230 x 9.98 41.6 Wh 1090 gr
HP Spectre 13 13.3 325 x 229 x 10.4 38 Wh 1110 gr
Surface Pro 4 12.3 292 x 201 x 13 38 Wh 1078 gr
Dell XPS 13 13.3 304 x 200 x 15 57 Wh 1200 gr
Asus Zenbook 3 12.5 296 x 191 x 12 40 Wh 910 gr
Macbook 12 285 x 196 x 13 41.4 Wh 920 gr

Però un difetto nell'ergonomia c'è: Yoga Book scivola. Non ha piedini in gomma sul fondo e non ha peso a sufficienza per stare fermo. Su un tavolo in legno, in vetro, in plastica o quel che è (va bene il metallo per il discorso sui magneti fatto prima) vi capiterà di vederlo andare di qua e di là. Avrebbe fatto comodo un inserto gommato.

A Yoga Book bisogna prendere le misure. La tastiera richiede un periodo di rodaggio.

Ho una precisazione sulla tastiera: i tasti vibrano alla pressione e possono anche fare click dalle casse. Windows e Android la vedono come una virtuale, ma purtroppo non potete cambiare forma e contenuti (può essere un'idea per la prossima generazione?). Quel che potete fare è farla scomparire. Si preme l'icona a forma di penna ed è fatta. In modalità disegno si sfrutta il digitalizzatore Wacom EMR e la penna abbinata. La penna è passiva, senza pile, e si può cambiare punta sfilandola. La confezione ne comprende tre di scorta, ed attenzione perché sono punte con inchiostro, da usare per scrivere su carta e digitalizzare sul display.

Digitalizzare tutto, nel modo più veloce

E questa è la vera forza di Yoga Book. Lenovo ha giocato con la funzionalità di hovering, ovvero con la ricezione della penna senza toccare il vetro. Questa Wacom "legge e trasmette" i movimenti al digitalizzatore fino a 1.5 cm di altezza, ed è per questo motivo che sono riuscito a calcare Zagor. Lenovo vende un blocco specifico per forma e dimensioni chiamato BookPad, con aggancio magnetico e possibilità di sostituire i fogli interni Non sono un esperto di carta (ma vorrei esserlo: avevo un professore di matematica fissato con queste cose; un giorno ci portò a vedere la lavorazione della cellulosa per la produzione di qualità top, roba bellissima che ai tempi ovviamente ignorai) ma è di certo sopra la media.

In soldoni potete usare il block notes che preferite per scrivere e digitalizzare su, esempio, OneNote, ma è meglio se restate sotto 1 cm di spessore; più vi alzate e più il tratto diventa spesso e incerto. Inutile dirvi che prendere appunti su vera carta e con questo metodo è un'esperienza superiore alle altre digitali. Ma anche usare la punta senza inchiostro e tracciare direttamente sul vetro lo è perché Lenovo l'ha trattato in modo particolare, anti-scivolo e un po' ruvido. E questo è un bene quando dovete appuntare un PDF magari tenendo Yoga Book in verticale a mo' di cartellina rigida.

A differenza della tastiera qua non serve rodaggio. Dovete fare un po' l'occhio con la replica dei vostri movimenti sullo schermo, capire dove è il cursore, ma non è un problema perché potete anche appoggiare il polso senza creare noie al tratto. Se mettete OneNote a schermo intero, ad esempio, avete pressappoco le stesse dimensioni del display riportate sul digitalizzatore. C'è qualche millimetro di margine, ma ci sta. Vi consiglio di usarlo in modalità libro, in verticale, perché si muove più velocemente in cursore.

Il digitalizzatore Wacom EMR riconosce il tratto a 1.2 cm di altezza dal piano, e questo permette di scrivere su blocchi di carta o copiare fumetti.

Solo una precisazione: il digitalizzatore che sta sotto lo schermo da 10.1 pollici non è Wacom, è un normale capacitivo con tecnologia AnyPen (potete attivarlo con qualsiasi oggetto, anche una forchetta). Lì sopra non avete pressione, riconoscimento del polso, hovering e tutte le altre belle cose del primo. Inserire due Wacom avrebbe fatto salire parecchio il prezzo di vendita.

Lenovo Yoga Book: analisi hardware

Poi c'è tutta la parte hardware, la piattaforma Cherry Trail e la durata della batteria. Con un telaio tutto in metallo come questo diventa anche interessante valutare la qualità della banda passante in Wi-Fi ac. Guardate la tabella benchmark a seguire. Nel confronto ho inserito tre modelli secondo me paragonabili per scopo di utilizzo, anche se i 599 euro di listino della versione Windows lo portano nella fascia dei 2-in-1 Core m già in vendita. Ma avrebbe avuto senso confrontare uno Skylake da 280 dollari ad un Atom da 27? Meglio restare in famiglia per valutare l'implementazione di Lenovo.

Yoga Book
x5-z8550/4/128
Asus T100HA
x5-z8500/4/64
Surface 3
x5-z8700/4/128
Galaxy TabPro S
m3-6y30/4/128
recensione recensione recensione
GeekBench 3 976/3114 907/2971 961/3168 2395/4568
Cinebench R15 13.52/107 12.43/115 14.61/110 26.99/183
GFX Bench 4 Man 706/792
​TRex 1643/1983
Man 1726/1062
TRex 2492/1987
Man 1008/1246
TRex 1766/-
Man 843/1340
TRex 2344/3512
3DMark SkyDiver -
​CloudGate 2170
SkyDiver 1044
CloudGate 1953
SkyDiver 943
CloudGate 2045
SkyDiver 2097
CloudGate 3561
PCMark 8 Home 1577 1597 1682 2272
Handbrake* 61s 43s 71s 42s
Render Vegas* 3m 42s 3m 48s 3m 55s 2m 21s
CrystalDisk Mark Seq 126/44
​4K 14/13
Seq 147/105
4K 13/21
Seq: 170/32
4K: 25/10
Seq: 538/181
4K: 12/57
Temp Max* CPU 85 °C
​Esterna 32 °C
CPU 84 °C
Esterna 35 °C
CPU: 85 °C
Esterna: 42 °C
CPU: 70 °C
Esterna: 43 °C
Autonomia 8h 55m 11h 42m 8h 49m 11h 33m

*Autonomia: navigazione web in WiFi, schermo 50%, no risparmio energetico. HandBrake: conversione .MTS 1080P di 30 secondi con impostazioni standard. Vegas: rendering 30s 1080P H264 VBR 10-4K. I valori con * sono migliori se più bassi.

È stato fatto un buon lavoro. Temperature, consumi, capacità di restare alla frequenza massima di 2.4 GHz per diverso tempo senza andare in throttling termico. Alcuni valori dei benchmark risentono del pannello 1080p (tra l'altro calibrato bene e molto luminoso: vivo bene in interna con la regolazione al 40%) e della memoria eMMC dozzinale. Nell'uso di tutti i giorni non ci sono ritardi evidenti e si ha la sensazione di un sistema in stallo solo con un multitasking spinto. Resta una piattaforma per contesti basilari, per la produttività in movimento ottenuta al minor costo possibile (parlo della spesa CPU), ma sarà un peccato vederla pian piano sparire da questa categoria. Guardate l'efficienza energetica nei grafici sotto.

Consumi, frequenze e temperature

Tra l'altro Cherry Trail riproduce H.265 e VP9 con decodifica hardware e questo significa riproduzione Youtube HD su Chrome, streaming ed il supporto ai codec multimediali moderni con un basso impatto sulla CPU. In realtà i grafici dimostrano che un certo carico resta, ma tanto sarà difficile su uno schermo di queste dimensioni fare altro mentre si guarda un video, no? Un impianto audio solido e lo snodo possibile con questa cerniera fanno di Yoga Book un buon attrezzo per guardare video, film e ascoltare musica. A patto che lo facciate dallo stesso dispositivo, perché l'uscita microHDMI ha un difetto: una compressione e una qualità per niente decenti. Potrebbe dipendere dal mio sample di pre-produzione. Cercherò di indagare.

Anche perché, e qui vedete che tutto torna, la batteria da 33 Wh vi regge per 9 ore e 10 minuti con l'app di Netflix HD, schermo al 50% e audio al 50%. Nel test hdblog di navigazione web leggera su Firefox arriva a 8 ore e 55 minuti. Salendo col carico si scende a 7 ore e 40 minuti circa. L'autonomia è simile perché sono tutti contesti simili. Il sistema non consuma più di quei watt e una volta regolato lo schermo e attivata o meno la rete wireless siamo lì. Ho ritenuto inutili calcoli in situazioni di forte stress (esempio: giochi) perché la GPU Intel HD 400, sul display FHD, non ne permette molti. Ok quelli del Windows Store, magari usati in modalità tablet, ma non lo considero l'obiettivo di questo 10 pollici. Voi?

La versione Android di Yoga Book

Ho provato la variante Windows perché credo che un digitalizzatore Wacom di questo livello si meriti un approccio soprattutto produttivo, ma c'è anche la configurazione Android. Da quel che leggo in rete, male non va. Lenovo ha personalizzato la UI di MarshMallow con una gestione finestre simile a Remix OS. Non è Android Nougat, ma si avvicina parecchio all'idea di tablet con tastiera cercata anche da Google. Anche visti i limiti dell'usabilità su Windows descritti in questa recensione, Yoga Book in versione Android è un'idea da valutare. Costa 100 euro in meno ed ha la stessa scheda tecnica.

C'è dell'altro da dire. Yoga Book ha due fotocamere: una frontale sul bordo superiore e una... frontale su quello inferiore. Lenovo l'ha inserita sotto la cerniera, vicino al tasto icona per attivare o meno la tastiera Halo. È una 8 megapixel da usare in modalità tablet o in modalità cavalletto. Non è una cattiva idea perché un form factor così flessibile si presta parecchio ad usi strani, ma resta una posizione inusuale. Entrambe le camera hanno HDR, stabilizzatore digitale, registrazione 1080p a 30 fps e una regolazione automatica della luce che le rende decenti al buio. Non sono camere top; servono a catturare una lavagna, una slide, nulla di più.

Considerazioni finali

Yoga Book si può migliorare in diversi modi. La stylus potrebbe essere integrata nel telaio, il tasto di accensione dovrebbe essere sotto la cerniera perché sul lato si preme per sbaglio, si potrebbe inserire un lettore di impronte stile Transformer 3 per Windows Hello, servirebbe una USB-C per garantire modernità - e magari anche la possibilità di usare la tastiera in fase di boot (adesso si può attivare solo dall'OS). Assaggiato il mercato, Lenovo potrebbe fare di Yoga Book un 11 pollici non tanto per garantire uno schermo più grande ma per inserire un touchpad migliore e una vera dotazione di porte. Potrebbe farne un laptop.

Così - vedi i dettagli sul sito Lenovo - resta un oggetto meritevole di attenzioni per chi cerca un digitalizzatore di qualità, un dispositivo da disegno o da appunti, ma anche un tablet con tastiera assemblato nel miglior modo possibile. La tastiera Halo non è roba per scrivere parecchio, ma basta per email, revisioni e testi di 1000 parole. Se vi trovate e siete troppo legati alla mobilità per passare oltre, non potete far finta di nulla: provatelo. Sarete sempre in tempo a restituirlo ma almeno vi sarete fatti un'idea di quella che sarà l'evoluzione del settore 2-in-1.

Modularità è la vostra meta? LG G5 è in offerta oggi su a 284 euro oppure da ePRICE a 454 euro.

458

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Simone

Non ne ho idea, mi spiace!

Gio

Io sono riuscito ad averlo con W 10 pro da media word a sole 545 euro.
Ma ho visto che l offerta e gia finita e ora costa 700.

Pugliese Enrico

il mio con android riconosce pen drive a mezzo di adattatore un mini usb, ma ovviamente per la mancanza di otg non riconosce hard disk.

Simone

Io ho la versione Windows e lo consiglio, proprio un bel giocattolo! Lo possiedo da pochi giorni, quindi il mio non può che essere un parere sommario, però è costruito benissimo, ha un bel display, un buon audio, un'autonomia top e il digitalizzatore Wacom funziona alla grande: con l'app Nebo, gratis fino a fine mese, riesco a trasformare qualsiasi cosa scriva in corsivo in testo editabile su Office. Solo la tastiera mi lascia perplesso, non credo che con il tempo riuscirò mai ad abituarmi, quella fisica è un'altra cosa, ma non si può avere tutto, è un prodotto che per forza di cose necessita di qualche compromesso.

Simone

Scaricati Nebo, gratis fino a fine febbraio, fa ciò che chiedi e lo fa in maniera spettacolare, ho una grafia pessima e non mi capacitavo del fatto che riuscisse a capirmi,

Simone

Scusa, se ci collego un adattatore micro usb - usb non funziona? Ne ho preso uno convinto che andasse, deve arrivarmi...
Ho la versione Windows.

mauro morichetta

ero interessato alla versione Android per via del fatto che un prodotto tanto particolare sarebbe stata vittima di driver poco ottimizzati. Lo stavo per comprare poi ho visto Asus transformer mini e me ne sono innamorato. Dopo vedo testato a lungo posso diredi aver fatto la scelta giusta.

Pugliese Enrico

Mi e' stata regalata la versione Android. Per l'uso che ne faccio, mi sembra velocissimo. Anche la digitazione non e' male. Ma la sua funzione multipurpose ne fa un prodotto unico. Peccato per la mancanza della USB C E OTG. Solo per sottolineare che a volte poche cose possono portare alla perfezione. Non sono d'accordo con chi lo paragona a un Tablet Sony di 2-3 anni fa. Per me in termini di paragone e di prestazione e' più' assimilabile a un Google pixel C, ma con molte doti in più'. La real Pen da veramente la sensazione di scrivere con una normale penna. La navigazione web e' fluidissima cosi' come il multitasking pensato appositamente per questo environment.

Marco22

Spero che il prossimo anno migliorino questo prodotto. Display da 13 pollici, processore x7 o snap 835, 8 gb di ram e windows 10 e android sullo stesso tablet

Alessandra Merlo

Ciao a tutti! Grazie per la recensione! molto utile! Sono però ancora indecisa: da fotografa vorrei usarlo soprattutto per integrare le fotografie con dei disegni grafici. Qualcuno sa dirmi se sia possibile utilizzare photoshop (senza pretendere di fare grandi elaborazioni) con immagini da almeno 20MP (su versione w10)? Potrebbe essere quindi un buon strumento per professionisti che lavorano nel mondo della grafica e della fotografia (non come dispositivo principale ma come supporto secondario)? Grazie tante per il vostro aiuto!

Gianluca89

Grazie mille.

Nhio

Io l'ho comprato usato da un acquisto su amazon.

Fernando Bonacci

Vorrei cercare di usarlo come quaderno per appunti a scuola e per mettere ebook. Preferisco android invece di ios per facilità d'uso

Fernando Bonacci

Purtroppo no ma alla fine cambia che hai 50gb di spazio per conservare gli appunti insieme alla memoria del tablet e il digitalizzatore ha cover per ogni tablet fino a 9.7 pollici

Gianluca89

Ti ringrazio per la risposta. Appena ci sarà qualche offerta proverò la versione con Win 10.
Te dove l'hai comprata?
Comunque non mi aspettavo simili problemi e bug su un prodotto Lenovo, anche l'informatica del negozio dove l'ho preso non hanno saputo dare spiegazioni perché non era mai capitata una cosa simile. Alla fine, dopo il secondo modello difettoso, ho fatto richiesta di rimborso. Che peccato.

Nhio

Potrebbe essere una valida alternativa...però a fronte di un acquisto simile (dove il prezzo si avvicinerebe comunque allo yogabook) io vorrei avere almeno la garanzia che possa funzionare.... hai cercato/trovato qualcuno che ha provato a fare una cosa simile?

Nhio

Cavolo mi spiace per i problemi che hai avuto. Io ho la versione windows e ti assicuro che non è laggoso e regge molto bene. Io ho lavorato una settimana per 9 ore al giorno ininterrotte con le seguenti applicazioni aperte e pesantemente utilizzate: Teamviewer (con condivisione desktop sul secondo monitor.....quindi ho fatto lavorare la scheda video su due monitor fullHD); tre connessioni RDP; una presentazione powerpoint con animazioni e filmati; diverse pagine Chrome aperte; applicazione SCRIBE. Passavo spesso dall'uso della tastiera alla penna. Non ho avuto alcun rallentamento o problema.

Fernando Bonacci

Sto pensando in alternativa un Samsung s2 tab con digitalizzatore a parte wacom

Nhio

cavolo a questo proprio non so risponderti mi spiace....dipende da te! Io non avrei grandi problemi...ci si abitua in fretta...ma è molto soggettiva la cosa... e sopratutto valuta anche la rivendibilità.... in futuro volessi venderlo difficilmente un italiano si accontenterà!

Fernando Bonacci

Si ma la versione francese costa 580€(LTE e W10) ed il risparmio è di 120€. Sto imparando ad usare la tastiera francese sul cell....

Gianluca89

Da Unieuro mi hanno confermato che la disponibilità è per fine Gennaio.

Fernando Bonacci

Dipende... finora ho trovato solo una versione di importazione francese con tastiera AZERTY e non puoi modificare esteticamente il layout grafico. Se ne vale la pena di prendere questo, lo compro altrimenti mi tocca aspettare ancora un pò

Gianluca89

Il fatto è che nessuno ha avanzato un simile problema prima. Io anche volevo optare per Windows, ma poi ho temuto che il processore montato potrebbe avere delle difficoltà con Win 10 Pro.
Se lo acquisti mo faresti sapere le tue impressioni? Grazie mille.

Fernando Bonacci

Magari sono problemi dovuti ad android. Infatti sono propenso ad acquistare il W10 perchè mantiene una certa "stabilità"

Gianluca89

Ciao a tutti. Qualcuno ha avuto problemi con la versione Android? Quella Windows com'è? È fluida? Qualcuno lamenta che sia laggosa se stressato troppo, dove per troppo si intende anche solo diversi Tab di Chrome aperti in contemporanea.

Gianluca89

Ciao, io ieri ho acquistato il modello Android e oggi l'ho riportato in negozio perché difettoso, me lo hanno sostituito ma purtroppo anche il secondo ha avuto lo stesso problema l'ora alla fine ho chiesto il rimborso. Sarò stato sfortunato io?
comunque, il problema consiste nel fatto che dopo qualche normale accensione e spegnimento poi non riesce più a caricare io firmware e si riavvia in continuazione senza possibilità di risolvere il problema.

Fernando Bonacci

Grazie... chiedo perchè ho trovato uno yoga book di importazione francese con LTE e windows a 580€ e la tastiera olografica è prestampata con schema AZERTY. Sto provando col cell ad adattarmi. Secondo te ne vale la pena?

Nhio

lo yoga tab 3 pro è un altro prodotto. Non ha la penna attiva come surface o la serie note di samsung o lo yogatab. Dipende da quanto per te è importante disegnare/scrivere sul tablet. Per darti un'idea... io scrivo in corsivo come se scrivessi su un foglio di carta...nessuna differenza te lo assicuro. Nessun'altro dispositivo mi da lo stesso feedback. Se per te la scrittura non è elemento discriminante allora si apre uno scenario di decine di altri prodotti anche migliori!

Fernando Bonacci

Surface però è in una fascia di prezzo sui 1000€. Facendo un confronto con Lenovo yoga tab 3 pro, quale è meglio?

Nhio

1) windows...paradossalmente sembra giri meglio di android, oltre all'indiscutibile compatibilità con le applicazioni office
2) nessuno....forse surface ma come precisione del pennino nessuno.

Nhio

Io te lo straconsiglio. Su cosa accadrà tra 2 anni è praticamente impossibile dirlo...ma al momento io ne ho provati diversi e ti assicuro che è il migliore (al momento)

Fernando Bonacci

Salve. Sarei interessato all'acquisto di questo dispositivo. Volevo sapere: in base al mio uso, che include frequente uso di word ppt e simili(so che con android basta installare le rispettive app per farli ma non so se lo sia)
1)Meglio versione android o windows?
2)Modelli da confrontare con questo? Fascia di prezzo qualsiasi. Grazie

Simone Orlando

Mi ispira molto soprattutto considerando che mi serve principalmente per navigazione streaming e studiare. Me lo consigliate? Quali valide alternative ci sono? Anche in termini di obsolescenza non vorrei trovarmi tra due anni con un prodotto che non va.. grazie!

valerio

Infatti auspico uno yoga book con soluzioni simili ma processore piu potente anche un core m andrebbe alla grande, l'idea in se è ottimane spero non finisca con questo discreto esperimento

rexandrex

forse devi ancora capire che è un tablet e non un notebook

Sagitt

Ho avuto per breve tempo un surface pro

rexandrex

che commento intelligente...comprati lo x2 allora,mica te lo vieta nessuno.
guarda che pure l'x2 se finisce per terra si scassa.

rexandrex

ma lo hai per parlare? ho un collega col surface, non cambierei per nessun motivo lo yoga con quello

rexandrex

volevo prendere la versione android pa poi ho optato per w10, per lavorare è meglio. asus 3s lo avevo preso in considerazione così come huawei m2 10 ma avere un tablet con una vera tastiera full size leggerissimo da portare ovunque e con un digitalizzatore spettacolare mi ha fatto preferire lenovo

rexandrex

dipende cosa ti aspetti : il target di utenza di questa macchina è ben preciso. la scelta del processore è dettata dal fatto di mantenere i consumi al minimo. chi vuole una macchina prestante non lo compra

rexandrex

io ho preso il top di gamma ,w10 pro LTE da euronics a 699. per lavorare in giro è perfetto, la tastiera funziona benissimo, riesco a scrivere come quella del notebook, al touchpad bisogna fare un po l'abitudine. il digitalizzatore è spettacolare,la batteria dura tantissimo e lo schermo è ottimo. in conclusione pienamente soddifatto

Amministrazione Condominiale

Ciao io pure sarei interessato, dove lo hai preso? Ed è vero che Lenovo offre solo 1 anno di garanzia? Grazie!

fonzyd

Ciao scusa se ti disturbo, sarei interessato alla versione Windows di questo terminale, ma tu dove lo hai acquistato? Sul sito Lenovo non lo danno disponibile, mentre da amazon ci stanno le versioni francesi e tedesche (con holo keyboard in formati azerty)... Grazie in anticipo per la risposta

Nhio

Lo sto usando già da qualche giorno (versione Windows) e sono straordinariamente soddisfatto. Molte delle critiche che ho letto sono del tutto infondate. Le prestazioni sono di tutto rispetto. Uso office e guardo mkv h265. Avevo un surface 3 (non pro) che sulla carta ha un processore migliore e vi assicuro che lo stesso film che il surface faceva fatica a riprodurre, il lenovo va via liscio.

Francesco

Grazie mille...

Nhio

1) assolutamente sì. Ho avuto surface pro con pennino e vari samsung note... questo è un altro pianeta.
2) windows

Jump73

nella versione android e' possibile scaricare la tastiera swiftkey nella funzione halo?

Francesco

Salve, avevo due domanda semplici.
1)io possiedo un surface pro 2, vale la pena cambiarlo con questo prodotto per uso didattico? È un prodotto valido e comodo per sostituire carta e penna? A scuola?
2)meglio lenovo con android o windows per uso didattico?(note, programmazione, es applicazioni come geogebra...)

Pugliese Enrico

lenovo come asus inizia a vedere lontano facendo investimenti nel breve termine. Puo' sembrare un dispositivo innovativo ma poco maturo e con qualche difetto di iniziazione ma sicuramente e' un'innovazione che sollecita l'interesse delle persone in un mercato ormai saturo di netbook, notebook, ultrabook ormai clonati nelle diverse sfaccettature

Nhio

Ma a cosa ti riferisci? Lo yoga book recensito ha il display FHD!

Recensione Dell XPS 13 2-in-1

Recensione AMD Ryzen 7 1800X, 1700X e 1700

Recensione Nintendo Switch

Presa Diretta S2 EP6: Teclast Tbook 16 Power | REPLAY