Recensione: SSD Samsung 840 250 GB e 840 Pro 256 GB

03 Aprile 2013 32


In un periodo in cui gli SSD stanno conquistando quote di mercato sempre più considerevoli, grazie soprattutto a un continuo calo dei prezzi, sono molte le aziende che cercano spazio in un segmento che nei prossimi anni promette numeri non indifferenti. Samsung, da sempre al primo posto quando si parla di periferiche di memorizzazione, è ovviamente in prima linea grazie soprattutto a prodotti che utilizzano, al contrario di altri brand, tecnologie proprietarie frutto di anni di esperienza nel settore.

Nella recensione di oggi abbiamo provato proprio due prodotti che appartengono a questa categoria, in particolare si tratta degli SSD Serie 840 ed 840 Pro. Come facilmente si evince dalla sigla, i due prodotti sono destinati a utenze leggermente diverse, con la versione Pro pensata ovviamente per chi non vuole nessun compromesso in fatto di performance.

Vedremo nei nostri test il divario tra le due unità Samsung, confrontate poi con altri prodotti proposti dai competitor.


Caratteristiche e Galleria Fotografica

Gli SSD Samsung 840 sono unità disco con form-factor da 2.5 pollici caratterizzati da uno spessore inferiore ai 7 millimetri ed equipaggiate con features di ultima generazione che assicurano performance, efficienza energetica e allo stesso tempo affidabilità nel tempo.

Iniziamo a vedere in dettaglio le specifiche tecniche dei due prodotti che già sulla carta sono molto promettenti:


Come facilmente si evince dalla tabella sopra riportata, entrambe le unità sono equipaggiate con contoller Samsung MDX 3-core che unito ai 512MB di Cache SDRAM LP-DDR2 riesce a restituire elevati valori IOPS, valore che tocca i 100000 (in lettura casuale) nel modello 840 Pro. Dai dati dichiarati dall'azienda si nota subito che quest'ultimo troverà i favori di un'utenza più esigente, raggiungendo anche i 520 MB/s in scrittura, con la versione "liscia" 840 che si ferma invece alla metà.

Samsung distribuisce i due dischi in tagli diversi, la versione 840 è disponibile con capacità di 120, 250 e 500 GB, l' 840 Pro invece viene venduto in modelli da 128, 256 e 512 GB.

Gli SSD vengono presentati con una confezione compatta che prevede manualistica e software proprietario Samsung Magician, utility che facilita la migrazione dei dati, permettendo inoltre di effettuare l'update del firmware e controllare lo stato dell'unità. Ricordiamo inoltre che per il Samsung 840 è disponibile una seconda variante con adattatore 2,5-3,5 pollici.

Prima di passare ai test eccovi una carrellata di immagini dei due prodotti giunti in redazione:


Piattaforma di Test

Proveremo i due SSD Samsung serie 840 e 840 Pro sulla seguente configurazione hardware:


I benchmark utilizzati per i test invece sono:

HD Tune Pro, Crystal Disk Mark, ATTO Disk Benchmark, AS SSD Benchmark, Sandra 2013

Oltre a toccare con mano la differenza di prestazione dei due prodotti Samsung, li mettermo a confronto con altri tre SSD SATA 6 Gbps; in dettaglio si tratta dei modelli: Kingston HyperX 3K 240GB, Corsair Performance Pro 256GB Intel 335 240 GB.



Performance - Parte 1

In questa prima parte di test analizziamo il comportamento degli SSD con il famoso Tool HDTune Pro. Se a livello di trasfer-rate i valori sono molto vicini (tranne che in fase di lettura dove l' 840 250 GB è nettamente inferiore), quando passiamo al test IOPS gli SSD Samsung fanno la differenza; solo il Corsair Performance Pro riesce a tenere testa ai prodotti del brand coreano.






Questo trend è mantenuto anche nel test relativo agli IOPS medi nel benchmark sulle periferiche flash integrato in Sandra 2013. Il Samsung 840 Pro è in testa mentre la versione "liscia" fa registrare i valori più bassi:


Performance - Parte 2

Iniziamo questa seconda parte di test con Crystal Disk Mark eseguito in modalità Compressible (all 0 fill). Come facilmente si evince dai due grafici a seguire, la situazione non cambia e vede in testa sempre il veloce Samsung 840 Pro seguito dal Corsair Performance Pro.



Passando invece ad Atto Disk Benchmark cambiano leggermente i valori in campo; se in lettura dominano i Samsung, in scrittura il Kingston HyperX 3K è un degno antagonista dell'840 Pro.



Concludiamo la nostra recensione con AS SSD Benchmark che suggella in qualche modo questa sessione di test, dominata dal Samsung 840 Pro 256 GB. In particolare notiamo come entrambi gli SSD Samsung riescano ad avvicinarsi molto ai valori IOPS dichiarati dal produttore con il modello di punta che nel bench si avvicina a quota 90000 IOPS.



Conclusioni

Gli SSD Samung serie 840 si sono rivelati unità disco performanti e che rispecchiano esattamente i dati dichiarati dal produttore. Come più volte ribadito durante questo nostro articolo, e come facilmente emerge dai benchmark, l'azienda coreana offre all'utente finale due prodotti ben distinti, entrambi veloci ma con una netta differenza in fase di scrittura.

Chi si "accontenta" di avere un transfer-rate piuttosto limitato in scrittura, e mira a risparmiare sul prezzo finale, opterà per il modello 840 standard; chi non cerca compromessi e non ha problemi di budget ovviamente sceglierà l'840 Pro.

La differenza tra le due soluzioni non è poca, e a parte la capacità che potrebbe essere trascurabile (256 vs 250 GB), è di almeno 40 Euro; va ribadito che degli SSD inclusi nella prova il Samsung 840 Pro è risultato il più veloce con valori IOPS nettamente superiori agli altri.
Per avere un'idea dei prezzi ricordiamo che online l'840 Pro 256 GB si può trovare a circa 190 Euro, mentre l'840 250GB a 150 Euro; per completezza aggiungiamo che il Kingston HyperX 3K 240 GB costa ora 180 Euro, il Corsair Performance Pro 256 GB circa 300 Euro e l'Intel 335 240GB 170 Euro. Se volete commentare la recensione nel nostro forum potete seguire questo link.


Meglio Moto G4 ma Plus nel 2016? Motorola Moto G4 Plus, compralo al miglior prezzo da Amazon a 199 euro.

32

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
SaggiomeN

Ho rifatto da poco il pc e posso dire che con l ssd (che prima non ho ma avuto,)
adesso vola! Ho preso un Samsung 840 pro da 128 gb. Ho caricato sopra solo l os (w 7 ultimate 64 bit) i vari driver e i programmi essenziali.
Ho più di 60 gb liberi. Il resto (steam ecc) li ho sul hhd normale.
Per chi non vuole spendere troppo consiglio anche questa soluzione. Cmq ottimo prodotto

Daniele Scarpa

Quindi io che ho comprato un 840 a 150€ tra tre anni circa devo prenderlo e buttarlo? Potresti chiarire un attimino che mi sto preoccupando? :D

Magin

Io ho appena ordinato un 840pro da 256gb per velocizzare il mio S.O. (ho atteso 3 anni per questo upgrade, un disco del mio raid0 mi sta salutando quindi meglio spendere su un ssd)

Lucaaa

Ti sei documentato ma non così bene! Come funziona un ssd?
Ci sono tanti array di memoria, ad ogni array ci si abbina un LBA, un indirizzo della partizione, e questi son MESCOLATI!
Non ti spigo tutto, perché sarebbe troppo lunga, però, l'ssd ragiona per array e non per LBA, e quindi, senza trim lui non sa quali LBA corrispondono a spazio vuoto, sa solo che ci sono un tot di LBA corrispondenti ad un tot di array, e che ci sono gli array senza LBA per l'overprovisoning..

Quando cancelli un file, o lo modifichi, se non hai il trim, l'ssd non sa quale altro LBA é libero, e quindi, irrimediabilmente, per non rischiare di cancellare un array buono, tende a riscriverci sopra!
E così mangi cicli di EREASE quando potevi roscriverlo in un settore libero..

la logica di un ssd sarebbe questa.. array con LBA dinamici.. modifichi un file.. l'ssd disabilita gli array corrispondendi agli LBA del file, scrive il nuovo file modificato in overprovisoning (spazio vuoto non allocato) e ci assegna gli LBA precedenti.. quindi.. per il sistema operativo si é avvenuta una riscrittura degli stessi lba, per l'ssd, c'é stato uno spostamento di array!!

Nella fase idle, quando la banda non é in uso, l'ssd fa pulizia, e riorganizza le cose, svuotando gli array da svuotare, tutto sempre tenendo conto del wear leveling, ovvero, preferirà sempre scrivere in un array usato meno..

Quando non hai il trim, l'ssd non sa quali sono le porzioni di memoria vuota, per lui tutti gli lba son pieni e quindi, gli tocca passare sempre per l'overprovisoning.. questo può creare una situazione in cui non c'é spazio, e si cancella l'array per riscriverci sopra

In realtà é molto più complessa, perché si possono scrivere 4kbit per volta, ma cancellare MINIMO 512kbit.. quindi negli unload, quqlcosa dei 512kbit lo dovrai spostare

Ecco perché in samsung consigliano di abilitare trim + lasciare un 9-10% di spazio non partizionato.. lo consiglia il software magician!

Sperp che tu abbia lasciato quel 10% di spazio libero, perché, no trim no overprovisoning = pirla!! :P

Poi non lamentatevi se si brucierà presto, gli strozzate i sistemi che impediscono il write amplofocation!

Lucaaa

Trim dovrebbe essere una funzione del kernel.. non ti so dire come abilitarlo..
Googla in inglese

Matteo Cazzoli

secondo me qualità prezzo l'830 samsung è ottimo... altrimenti l'840 pro che ovviamente è migliore ma costa anche di piu...
entrambi consigliati sia per prestazioni, ma soprattutto perchè hanno una durata ottima
ps se leggi sotto forse per il mac è piu indicato l'840 pro

Luca Sembroni

Quasi quasi il 256 mi attira tanto per il mio mac book pro... Ma secondo voi il
Miglior SSD qual è???

magic

Ma nessuno con Linux ?
Sono un felice possessore di un 840 liscio ma non ho capito se il trim lo posso abilitare anche dopo installazione della mia distro.

GiovyPa83

C'è un'esattezza su quanto scritto,la garanzia non è per entrambi 3 anni.Sono 3 anni per Samsung 840 e 5 anni per l'840 PRO.Cambia anche il tipo di memoria per l'840 Samsung ha usato memoria TLC (3 bit per cella) mentre nell'SSD 840 Pro troviamo memoria MLC (2 bit per cella).
Felice possessore da un 3 mesi di un 840 pro da 256 GB ottima unità confermo la recensione........

al404

mi sono un po' perso, attivandolo ora cosa succede per i cicli passati e file eliminati prima del trim?

Lucaaa

il garbage collector è una features che permette all'ssd di non andare in write amplification..
l'unico chip che ha un gc "decente", o comunque, che si arrangia è il sandforce, ma a me piace poco, perchè ha una gestione pessima.

il trim è da abilitare sempre perchè dice all'ssd quali sono i settori che sono stati spenti, e quindi, l'ssd sa che quei settori sono liberi, anche se son pieni, e quindi può ottimizzare il tutto rescrivendoli il meno possibile

questo per impedire il write amplification..

senza il trim l'ssd non saprà mai quali sono gli array in uso e quali no, perchè, quando cancelli un file, l'ssd non cancella l'array, ma semplicemente lo "spegne".. l'informazione rimane la..

capisci anche te che se non sa quali son stati spenti, può tranquillamente scriverci sopra all'infinito.. e quindi, mangi cicli e si abbassa il wear leveling

da attivare sempre il trim!

sasà

con i samsung conviene abilitare il trim...anche io ho cercato ovunque ed infine ho compreso che con questo tipo di ssd si deve abilitare ;)

Juancarlos1972

Tra l'800 e l'800 Pro c'e' un'abisso in prestazioni ;)

Magin

L'840 pro da 256 è in arrivo nel mio case...

losteagle17

Uso l'840 Pro da 256GB da Dicembre e confermo la review , eccellente SSD !! Consigliatissimo !

claudio

Ovviamente prendo l'840 pro!

al404

non ricordo su che forum avevo chiesto ma mi avevano detto che il trim su os x andava abilitato solo per quelli senza Garbage Collector, che spesso da problemi con SSD differenti da quelli Apple

Lucaaa

Pessima idea... Io ho un 830 da 128gb in un mac mini 2011, e ti posso dire che l'830, non avendo un controller sandforce, ha una gestione write amplification diversa, ed é sempre meglio abilitare trim..
Usa l'app trim enabler

P.s. meglio il controller samsung del sandforce

al404

io ne ho uno samsung sul mio macbook, avevo fatto una ricerca 1 anno fa e molti SSD di altre marche avevano il problema di una vita particolarmente breve (circa 1 anno). Quelli più affidabili erano i samsung e gli intel. Per chi ha un mac se ha un case esterno da 2,5 può fare una copia del disco con CCC o simile, dopo di che basta sostituire il disco e si ha il sistema come prima. Un altro punto è il trim o GC, anche qui dopo una ricerca ho optato per non abilitare il trim di os x ma di lasciar fare al GC. Oltretutto nel mio se non erro era presente una copia di norton ghost per PC e mi pare che i samsumg fossero venduti in versione PC o notebook in base alla versione avevano degli accessori differenti per montarlo.

Salvatore80

si mi era sfuggito di scriverlo; sono 3000 vs 1000 cicli P/E

Andrea Ci

non è che nn ha quel limite, è che dura 5 al posto che 3 ;)

Andrea Ci

cambia la durata nel tempo..

Guest

Lo monti, e lo formatti con il tool di osx per il partizionamento.

Guest

Quoto, in fase di boot ci mette pochissimo a caricare l'os.

nforceraid

In altre recensioni oltre ai test hanno detto che il 840 liscio ha una durata stimata di circa 3 anni con un'utilizzo medio di letture scritture, non mi ricordo dove l'ho letto, prova a cercare sul web, il 840 pro non ha questo limite, e costa ovviamente di più :)

Salvatore80

quasi non te ne accorgi nel daily use; cioè io prenderi il PRO. Dipende appunto dalla moneta che hai a disposizione

Carmine De Maria

per mac poi dev'essere formattato? o basta solo montarlo?

Yuri Giordano

secondo voi lo step di velocità tra l'840 e l'840 pro vale quei 40 euro di differenza?

Claudio Mariani

ho installato un 840 da 250 gb al portatile del mio capo! praticamente ha un nuovo pc! la suite di adobe prima andava un po a rilento, ora è una scheggia!

Uazu

Un ssd nel pc ti cambia la vita!!

gablib83

Forse questo prodotto ha un buon compromesso tra prestazioni e prezzo ma per il resto ci sono prodotti in giro a prezzi astronomici, ma chi li compra?

Paolo Di Sano

insomma a 150 euro un samsung 840 basic è davvero un best buy per un upgrade del pc! :)

Cube Mix Plus è il tablet Windows 10 che non ti aspetti: Core M3-7Y30 a 280€

Da Macbook Pro a XPS 15 9560: live Q&A oggi | Replay

Tutte, ma proprio tutte, le novità di Windows 10 Creators Update

Recensione Dell XPS 13 2-in-1