Recensione Hard Disk Western Digital VelociRaptor 1TB

07 Settembre 2012 9


Il 2012 è stato sicuramente l'anno in cui si sono sentiti di più gli effetti della crisi del mercato degli hard disk, una crisi che, come molti ricorderanno, è scaturita dalle alluvioni che colpirono la Thailandia nel 2011, innescando un serie di eventi a catena che hanno portato a un importante incremento dei prezzi. Senza analizzare ulteriormente la situazione, già discussa in diverse occasioni, possiamo dire che questa fine di estate sta mostrando segnali di netta ripresa o, per meglio dire, un ritorno graduale alla normalità.

Restando in tema, nella recensione odierna ci occuperemo proprio di un hard disk, in particolare del Western Digital VelociRaptor 1TB. VelociRaptor è un marchio WD presente sul mercato da diversi anni, identificando hard disk rotativi ad alte prestazioni pensati per piattaforma desktop ma con caratteristiche da sistema server. I VelociRaptor furono infatti i primi dischi "consumer" a 10000 RPM, con prestazioni davvero entusiasmanti, sia per l'access time che per il transfer rate.

I primi esemplari avevano una capacità alquanto ridotta ma il progresso tecnologico, nonchè la naturale evoluzione del mercato, ha portato Western Digital a "rinfrescare" la linea VelociRaptor con l'interfaccia SATA 6 Gbps e una capacità del tutto ragionevole.


Specifiche

Vediamo subito le specifiche tecniche dell'unità, disponibile in tagli da 250, 500 e 1000 GB:


(ingrandisci)

Il "nuovo" Western Digital VelociRaptor viene proposto dall'azienda nel classico formato da 3.5", anche per la variante da 250 GB; ricordiamo che in passato era previsto una versione da 2,5 pollici, ma parliamo di un prodotto con caratteristiche leggermente diverse.




Tutti i modelli hanno un peso di 500 grammi, sono equipaggiati con 64 MB di cache, connettori SATA DATA/Power e vantano ben 5 anni di garanzia.


Piattaforma di Test & Performance

Prima di passare ai risultati dei benchmark effettuati sul VelociRaptor 1TB, vediamo in dettaglio la configurazione hardware adoperata nei nostri Test:


Per la prova abbiamo confrontato il nuovo disco Western Digital con il suo predecessore a 3 Gbps e con l'SSD Corsair GS 240. Quest'ultimo ha prestazioni superiori a qualsiasi disco rotativo, tuttavia ci sembrava utile avere anche un confronto diretto tra HDD e SSD.

I software utilizzati per misurare le performance sono: HD Tune, Crystal Disk Mark e Atto Disk Benchmark.

A seguire trovate i grafici delle prestazioni che mostrano un netto miglioramento delle prestazioni del nuovo VelociRaptor 6 GBps rispetto al suo "antenato" con interfaccia 3 Gbps; in molti pensavano che l'interfaccia SATA 3 non avrebbe portato particolari miglioramenti, i risultati però dicono tutto il contrario, soprattutto per il transfer-rate. Identici invece i valori di access time.




Conclusioni

Il Western Digital VelociRaptor 1TB si è dimostrato un buon prodotto, nettamente superiore in performance al suo predecessore con interfaccia SATA 2. Oltre alle prestazioni, dobbiamo segnalare un netto miglioramento della rumorosità (comunque sempre accentuato visto che il disco opera a 10000 RPM) e delle temperature di esercizio, inferiori anche di 5-6 °C.

Sicuramente il paragone con un SSD a 6 Gbps non è proponibile, tuttavia la capacità così elevata di questa unità lo rende davvero appetibile se consideriamo infine l'access time davvero ridotto.

Il VelociRaptor 1TB attualmente ha un costo medio di 240 Euro, una cifra non proprio accessibile a tutti vista la capacità, e considerando che un disco "comune" costa circa un terzo, anche se con performance nettamente inferiori.


La più grande esperienza Apple? Apple iPhone 6 Plus, in offerta oggi da Vikishop a 579 euro oppure da Euronics a 779 euro.

9

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Maurizio

E gia.. I miei 2 in raid 0 per dati e montaggio video ancora rullano che è un piacere!

Salvatore80

come ho scritto c'era il 2,5" (da 300GB) che era una bomba, peccato che a quanto sembra non lo producono più

Claudio Mariani

grazie! ho letto una recensione su TH, ora vedo se sono compatibili!

lucaa

240 euro compri un samsung 830 da 256 e sempre un 830 da 64..
hai 1/4 dello spazio.. ma 10 volte la velocità massima e infinite volte l'i/o

e non mi si può dire che 256 son pochi.. 64 per il sistema operativo bastano e avanzano.. gli altri 256 per giochi (per chi gioca)
e un vecchio hdd da pochi soldi come storage, anche un hdd esterno usb da pochi euro.. eeeh
tanto lo storage é storage!

wphantom

Da poco WD ha messo sul mercato la serie RED, appositamente creata per l'uso in abbinamento ai Nas.
Anche io sto pensando seriamente all'acquisto di un Nas in configurazione raid.

Claudio Mariani

vorrei un consiglio:
mi sto per comprare un nas (synology ds212+) e sto cercando una coppia di HD da mettere! il nas resterà acceso 24/7, quindi cerco un hd da server che sia davvero buono!
anche io come Alex Andrei Dabija ho perso tutti i dati grazie ad un hd della WD!!!

XtremeAlex

guarda io monto un ssd, ma c ho messo, solo il sistema, anche se ho altro spazio disponibile, mi fa un po di timore, il pensiero di perdere tutti i documeti, foto dati.... stessa impressione di questi nuovi VelociRaptor 1TB.... se si opta per questa soluzione, e non si vuoel avere il cuore in gola , si deve fare x forza un raid 1, io la penso in questo modo , dopo aver perso i dati a causa di un VelociRaptor guasto !!

nforceraid

Forse dovrebbero fare una versione da 2,5" per i portatili, ma dubito che il calore prodotto dai 10000rpm possa essere smaltito efficacemente .

ciao :)

Paolo Di Sano

insomma, ultimamente i velociraptor sono diventati inutili visti gli ssd... e x lo storage vanno bene dischi comuni anche "economici" a mio avviso...

Apple Macbook 2016: la nostra recensione

Acer Switch Alpha 12: CPU Core fanless, kickstand e penna | Video Anteprima HDblog

Acer Aspire S13: ultraportatile da 799 euro | Anteprima video HDblog

Raspberry Pi 3: la recensione di HDblog.it