Recensione: Epicgear Meduza Gaming Mouse

23 Gennaio 2012


Epicgear è un brand creato da Geil Memory, azienda che tutti conosciamo per le Memorie ad alte prestazioni, appositamente per il mercato delle periferiche da gioco. La giovane azienda proprio in questo periodo sta muovendo i primi passi sul mercato dove si propone con un prodotto molto originale e innovativo, parliamo del Gaming Mouse Meduza.


Meduza è un mouse destinato agli utenti più esigenti, ai gamers che cercano una periferica scattante ma allo stesso tempo ergonomica ed esteticamente accattivante. La caratteristica principale dell'Epicgear Meduza risiede però nella tecnologia HDST, ossia la possibilità di combinare due sensori, uno laser e uno ottico; in questo modo quindi l'utente potrà scegliere tre modalità di utilizzo: Laser, Ottico e HDST.

Va vediamo subito la scheda tecnica di questo nuovo Mouse Gaming:


Le caratteristiche di un mouse di fascia alta ci sono tutte, dall'elevata risoluzione fino a 6000 dpi, alla possibilità di personalizzare al massimo le funzioni della periferica con creazioni di profili e macro attraverso il software in dotazione.

Package

Prima di passare ad esaminare il Meduza vediamo brevemente come viene proposto dal produttore. La confezione è abbastanza curata e prevede una scatola in cartone che sul top lascia intravedere il mouse, protetto da un robusto blister trasparente.



Molto in evidenza le specifiche del prodotto, soprattuto la tecnologia proprietaria HDST; per questo motivo sull'altro lato della confezione troviamo un ulteriore spazio che mostra proprio la parte inferiore del mouse con il doppio sensore:


In bundle con la periferica troveremo il CD con Driver e Software:


Ed ecco il Meduza spogliato delle sue protezioni:


Il Meduza è un mouse con interfaccia USB 2.0 quindi compatibile con tutti i PC in commercio; il cavo in dotazione è lungo 2 metri ed è rivestito da una cordura intrecciata anti-groviglio. Vicino al connettore USB placcato in oro notiamo il generoso filtro emi, utile per evitare distrurbi sul segnale.


Ergonomia e caratteristiche

L'Epicgear è un mouse per destrorsi, non esagerato nelle dimensioni e costruito con buoni materiali; le dimensioni sono di 130 x 65 x 30 mm per un peso di 170g. Oltre alle caratteristiche hardware e software, il produttore ha lavorato molto sull'ergonomia ottimizzando il design per sfruttare al meglio la tecnologia HDST e allo stesso tempo per garantire comodità nelle lunghe sessioni di gioco.


Questa caratteristica è ben visibile nella realizzazione della scocca in corrispondenza del posizionamento di pollice, anulare e mignolo.

La scocca è costruita in materiale plastico leggero ma robusto che permette una buona aderenza alla mano, inoltre per rendere l'estetica più accattivande troviamo degli inserti lucidi e la base in contrasto colorata in arancio acceso. L'Epicgear Meduza è dotato di 7 tasti, assicurati dal produttore per 10 milioni di click; segnaliamo però che durante l'uso non sono proprio silenziosissimi.

Sul topo troviamo i due tasti classici, la rotella scroll rivestita in gomma zigrinata e il pulsante per switchare i dpi; sulla parte destra, in corrispondenza del pollice altri tre pulsanti.



All'interno sono posizionati i pulsanti pag up/down e il pulsante per selezionare i profili, un pò troppo distante a nostro avviso se in fase di gioco si dovesse cambiare velocemente profilo.

Passando alla parte inferiore spicca subito il doppio sensore ottico/laser e sulle estremità i due inserti in plastica nera che permettono al mouse di scivolare nel migliore dei modi. Posizionato sotto i due sensori troviamo lo switch che offre all'utente la possibilità di scegliere tra le tre modalità operative: Laser, Ottico o HDST.



Epicgear Hybridpad

Per provare il Meduza, Epicgear ci ha fornito anche il nuovo Hybrid Pad, ottimizzato proprio per poter sfruttare al meglio la funzionalità proprietaria HDST. Hybrid Pad è distribuito in una piccola confezione che richiama ai colori adoperati anche per il Meduza:


Questo mousepad è disponibile in tre formati: Small, Medium e Large; la versione a noi giunta è la small che misura 292x208x3 mm e che forse è troppo contenuta per sfruttare a pieno le potenzialità del Meduza.



Il top del tappetino è costituito da un particolare tessuto che permette al mouse di scivolare al meglio ma allo stesso di offrire la massima precisione. Lo spessore è di soli 3 mm e il comfort è assicurato da un corpo in morbida gomma che alla base presenta una particolare trama, ideata per aderire a qualsiasi superficie.




Software

Una volta visto l'Epicgear Meduza nelle sue forme abbiamo dato anche un' occhiata al software in dotazione. Dopo una semplice e veloce installazione abbiamo potuto sfruttare la periferica in tutte le sue funzionalità. L'utility fornita dal produttore si può definire completa ma allo stesso tempo abbastanza semplice da usare.


Una volta lanciata l'applicazione ci appare un'interfaccia interattiva a tutto schermo divisa in quattro sezioni principali. In Main Control potremo configurare i tasti, gestire la modalità del sensore con relativa risoluzione, creare e salvare i 5 profili di gioco.


Quando andremo a personalizzare i vari pulsanti ci apparirà la parte del mouse in cui è posizionato:


La sezione Performance, come facilmente si può intuire, permette di gestire le prestazioni: velocità del click, accelerazione, rotella scroll, USB report e anche l'opzione di risparmio energetico (con gestione del LED).


Le ultime due sezioni, Macro e Support infine ci permettono di creare ed editare Macro e di gestire l'upgrade del software o del firmware.



Impressioni di uilizzo e Conclusioni

Le nostre impressioni di utilizzo sull'Epicgear Meduza sono molto positive in primis per quanto riguarda l'ergonomia; la periferica permette di effettuare lunghe sessioni di gioco senza affaticare particolarmente le dita esterne, inoltre le dimensioni sono "equilibrate" e non risultano esagerate. Questo aspetto è sicuramente legato anche alla mancanza di pesi regolabili, esclusi per ovvi motivi di progettazione (vedi la presenza del doppio sensore).

Le performance in game con questo mouse non saranno certo un problema e in tutte e tre le modalità (ottico, laser, HDST) siamo rimasti piacevolmente soddisfatti. Ribadiamo ulteriormente che per sfruttare a pieno le potenzialità del Meduza avremo bisogno di un ottimo mousepad; l'Hybrid Pad di Epicgear si dimostra una valida scelta ma a patto di optare per la versione large.

In conclusione promuoviamo Epicgear che senza dubbio si presenta nel mondo delle periferiche gaming con un prodotto di qualità, curato nei dettagli e con ottime prestazioni. Online l'Epicgear Meduza si trova a 79,99 dollari (circa 60 Euro), un prezzo non proprio bassissimo ma a nostro avviso in linea con la qualità del prodotto.


Condividi


Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.

Computer in Plastica Flessibili, una realtà sempre più vicina

ASUS presenta la scheda video GTX 760 Striker Platinum 4GB (Gallery)

Silverstone Nightjar NJ520: Alimentatore senza Ventola 80Plus Platinum

Memorie DDR3 Kingston HyperX Predator 2133 MHz 16GB: Recensione da HDBlog