Acer Aspire S3 VS Asus Zenbook UX31E: I primi Ultrabook Intel a confronto

24 Dicembre 2011 38


Il termine Ultrabook è ormai entrato a far parte del lessico degli appassionati di tecnologia e, secondo le stime, nel corso del prossimo anno è destinato a raggiungere la massa, in modo analogo a smartphone e tablet. Questo è quello che prevede e auspica Intel, ideatore e promotore di questa nuova tipologia di dispositivi, o se vogliamo essere più precisi di questa nuova visione del Computing Mobile.

In termini pratici, o per meglio dire semplicistici, l' Ultrabook (marchio registrato da Intel) è una nuova generazione di computer portatili che però ha delle ben precise caratteristiche; gli esperti Intel sono arrivati a "varare" queste specifiche dopo attenti studi di mercato e in particolare sulle aspettative dei consumatori. L'utente più attento desidera infatti un device che lo aiuti a migliorare la propria produttività, a esprimere la creatività senza limitazioni e con strumenti validi, sicuri e ad elevate prestazioni.

Il colosso di Santa Clara ha investito molte risorse (economiche e non) per lo sviluppo di questo progetto, tra tutti ricordiamo l'Ultrabook Fund di 300 Milioni di Dollari che prevede di investire in aziende sparse su tutto il globo che si occupano di sviluppo hardware e software e di nuove tecnologie.

In questo articolo "natalizio" vi proponiamo uno sguardo a quelle che sono le caratteristiche e le performance di un Ultrabook, anzi per essere più precisi vedremo in dettaglio due prodotti: l'Acer Aspire S3 e l'ASUS Zenbook UX31E.

Il nostro non vuole essere, anche se sarà difficile evitarlo, un confronto corpo a corpo tra i due prodotti, ma più che altro una panoramica sulle scelte dei due produttori e in generale sul nuovo concept Intel.


Anatomia di un Ultrabook

Come detto in precedenza, un Ultrabook deve avere delle caratteristiche ben precise, cercando di migliorare o di diventare l'anello di congiunzione tra il tablet e il notebook. In passato non sono certo mancate le proposte, con molti prodotti (vedi i netbook) che riuscivano a colmare questo divario, ma mai in maniera soddisfaciente. Puntualmente infatti questi dispositivi peccavano di volta in volta su una componente, le performance, l'affidabilità, l'autonomia.

Intel quindi ha stabilito dei requisti ben precisi che permetteranno di identificare l'Ultrabook, pur lasciando ai partner una certa scelta sulle componenti interne e sul design.

Ecco le caratteristiche che deve avere un Ultrabook:

  • Spessore inferiore a 21mm
  • Autonomia della Batteria da 5 a 8 Ore o Superiore in Standby
  • Avvio Veloce con implementazione di Tecnologie terze e Proprietarie (vedi Intel Rapid Start) e utilizzo di SSD
  • Sicurezza dei Dati con implementazione di Tecnologie Hardware (Intel Anti-Theft e Intel Identity Protection)
  • Utilizzo di Processori Intel Core
  • Peso pari o inferiore a 1,4 Kg
  • Prezzo sotto i 1000 Dollari per i modelli base

I piani di Intel prevedono tre fasi ben distinte da qui al 2013, ciascuna delle quali aggiungerà novità e funzionalità a questa piattaforma.

La fase uno è iniziata proprio in questi giorni e prevede la distribuzione dei primi modelli con processori CULV Sandy Bridge (Core i5-2467M a 1.6 GHz, Core i5-2557M a 1.7 GHz, Core i7-2637M a 1.7 GHz, Core i7-2677M a 1.8 GHz) e grafica Intel HD 3000.

La fase due arriverà in primavera con il debutto dei primi modelli con CPU Ivy Bridge a 22 nm che integreranno anche USB 3.0 e PCI-E 3.0; questo porterà anche a un boost del 30% sulla componente grafica e del 20% sul processore.

La fase tre infine è attesa per il 2013 con le CPU Haswell che apporteranno stravolgimenti sul piano dei consumi, con una diminuzione di circa 20 volte i chip attuali.


Viste le caratteristiche generali facciamo momentaneamente un salto in avanti (come se avessimo già parlato dei due prodotti in oggetto e delle relative performance), per parlavi delle nostre impressioni d'uso. In questi giorni pre-festivi abbiamo avuto modo di provare approfonditamente i due Ultrabook e non solo con i classici benchmark; li abbiamo usati in mobilità, per diverse tipologie di applicazioni e soprattutto verificandone l'autonomia "sul campo".

Il risultato è che finalmente, per la prima volta, abbiamo avuto a disposizione un dispositivo che ci permette di avere elevate prestazioni senza la preoccupazione dell'autonomia della batteria; fin'ora alcuni netbook ci permettevano un' autonomia di 5-6 ore ma solo a patto di lasciarli in standby.

Con l'Ultrabook invece possiamo optare per un utilizzo misto, o magari ad elevata intensità (con applicazioni multi-thread) riuscendo tranquillamente a superare le 5 ore di autonomia, come vedremo a breve. Insomma, nonostante Intel preveda di migliorare marcatamente il progetto nei prossimi mesi, l'esperienza utente con i primi Ultrabook è già rivoluzionata e cambia il concetto di Computer Portatile.

Acer Aspire S3

Passiamo ora a vedere più in dettaglio i due Ultrabook, iniziamo con le specifiche delll'Acer Aspire S3:


Da una prima analisi della tabella tecnica rileviamo che l'Aspire S3 rispetta tutti i requisiti citati in precedenza; lo spessore di 17,5 mm è calcolato con i piedini e scende a circa 13mm considerando solo lo chassis. Onboard Acer ha optato per il processore Core i7 2637M con frequenza base di 1,7 GHz e fino a 2,8 GHz in Turbo Mode.

L'altra caratteristica che non sarà certamente sfuggita al lettore è senza dubbio l'SSD Crucial Read SSD C400, unità con interfaccia a 6 Gbps che già molto successo ha riscontrato sul mercato. Da non dimenticare infine il dato relativo alla batteria che però aspettiamo al banco di prova per verificare se i 3260 mAh permetteranno di avere un'autonomia vicino ai valori prestabiliti.

L'Aspire S3 viene proposto in una confezione compatta e viene distribuito con in bundle la manualistica e l'alimentatore.



L'Ultrabook Acer presenta un design lineare e piacevole con bordi arrotondati e un rivestimento in lega di alluminio e magnesio spazzolato.


Sempre a proposito di design spicca subito lo spessore davvero contenuto ma che conferisce "al tatto" anche un senso quasi di fragilità.


Le connessioni, tranne l'output per le cuffie e il lettore di memory card, sono poste sulla parte posteriore dello chassis cosi come lo sfogo per l'aria proveniente dalla ventolina interna.



Lo schermo in dotazione è retro-illuminato a led con una diagonale da 13,3 pollici; ha un buon contrasto anche se per esempio con molta luce (all'aperto) non si vede proprio benissimo in alcune situazioni.


La tastiera presenta tasti distanziati e una buona silenziosità tranne che per la barra spaziatrice che è abbastanza udibile quando viene azionata. Abbiamo trovato veramente ottimo il Touchpad, preciso e di buona qualità costruttiva.


Segnaliamo infine (scelta alquanto singolare) l'integrazione del pulsante Power e dei led di stato in corrispondenza della cerniera di chiusura del coperchio:


A seguire trovate altre immagini dell'Aspire S3:

ASUS Zenbook UX31E

Passiamo ora all'ASUS Zenbook iniziando anche in questo caso dalla tabella delle specifiche:


Se da un lato ASUS è al "limite" con il peso notiamo subito che ha previsto in alcuni casi caratteristiche superiori rispetto all'Acer Aspire S3. Il processore è un Core i7 2677M con frequenza di 1,8 GHz e massimo 2,9 GHz con l'opzione Turbo; la memoria è sempre DDR3 1333 MHz con quantità da 4GB ma configurata in Dual-Channel a 128 bit.

Lo schermo ha risoluzione 1600x900 con possibilità di collegare il sistema sia a monitor HDMI che VGA (via adattatore in bundle). Anche in questo caso l'SSD ha una capacità di 240GB con interfaccia SATA 6 Gbps, più precisamente troviamo un SanDisk U100. Rileviamo infine la presenta di una porta USB 3.0 e una batteria a 6 Celle da ben 6540 mAh.

Confezione "seriosa" per lo Zenbook ASUS che però allo stesso tempo offre un bundle più corposo:



Il desing esterno è simile a quello dell'Aspire S3 anche se leggermente più elaborato e con superficie in alluminio spazzolato. Lo spessore dichiarato nelle specifiche è stato calcolato con i piedini, solo lo chassis ha un'altezza variabile da 9 a 3 mm.



Un'altra differenza con l'Aspire S3 consiste nel posizionamento delle porte I/O sui lati dello chassis; come detto precedentemente la casa taiwanese ha voluto integrare anche una porta USB 3.0, senz'altro molto gradita.


Ma non è tutto, vista la necessità di risparmiare spazio anche le porte sono "ridotte"; infatti sul lato sinistro notiamo la presenza di una mini-HDMI e una mini-VGA da usare con l'adattatore in bundle. L'espandibilità dello Zenbook però va oltre e permette di sfruttare anche la connettività LAN con un ulteriore adattatore USB/RJ-45.


Passando al monitor l'elevata risoluzione si nota subito e insieme all'elevato contrasto permette un'ottima visione di contenuti HD; come per l'Aspire S3 però anche lo Zenbook all'aperto (e con molta luce) non permette una visualizzazione ottimale.


La tastiera è a tasti distanziati e molto silenziosa, il touchpad risulta preciso ma (almeno il sample da noi provato) flette leggermente sugli angoli posteriori.


Ultima chicca gli speakers IcePower targati Bang & Olufsen, un netto punto a favore per l'Ultrabook ASUS.


Le piccole casse sono posizionate sopra la tastiera proprio per la particolare conformazione dello chassis che, visto lo spessore, non ne permette l'installazione sulla parte anteriore.


Eccovi altre visuali dell'ASUS Zenbook:

Ultrabook a Confronto

Prima di vedere le prestazioni dei due prodotti eccovi ulteriori dettagli sull'hardware installato con gli screenshots di diverse utility che permettono di evidenziarne meglio le caratteritiche.







(ingrandisci)

Un ultimo confronto "fisico" tra i due prodotti prima dei benchmark; si nota subito che lo Zenbook ha una maggiore profondità ma (sempre considerando lo chassis) guadagna senza dubbio sullo spessore.




Prestazioni

Ed eccoci giunti finalmente al confronto sulle performance tra i due Ultrabook. Iniziamo con il reparto CPU/Memoria dove dai grafici a seguire il lettore può facilmente dedurre come i 100 MHz in più e la configurazione Dual-Channel sulla memoria favoriscano l'ASUS rispetto all'Acer.

La dove il risultato è espresso in secondi ovviamente a punteggi inferiori equivalgono performance superiori, mentre dove si indica lo score è preferibile un punteggio più elevato.








Per completezza riportiamo anche un test sulla larghezza di banda della Memoria RAM:


SSD - Boot - Schermo - Audio

La seconda parte inizia con il test relativo alle prestazioni dell'SSD dove notiamo performance abbastanza omogenee:


A seguire invece il grafico con la tempistica di accensione e spegnimento:


Come detto in precedenza gli schermi hanno entrambi un'ottimo livello di contrasto anche se con molta luce non abbiamo una visualizzazione ottimale; l'angolo di visione è accettabile, migliore quello orizzantale rispetto a quello verticale. Abbiamo eseguito un veloce test della calibrazione dove lo Zenbook risulta leggermente più equilibrato:


L'audio sull'Acer ha un'ottima resa per quanto riguarda i canali ma la qualità generale del suono non è cosi elevata; l'Asus invece con il sistema Bang & Olufsen ha un'ottima qualità anche se la potenza è troppo elevata e a pieno volume abbiamo rilevato delle piccole distorsioni degli altoparlanti.

Autonomia Batteria - Consumi - Temperature

Veniamo ora a una delle componenti più importanti, la batteria. I risultati, anche se i prodotti hanno capacità diverse, sono a dir poco ottimi e rispettano in pieno le specifiche dichiarate dai produttori, oltre a quelle indicate da Intel.

Il nostro grafico riporta i valori di autonomia con sistema in IDLE, successivamente con un utilizzo misto e per concludere in loop con riproduzione di filmati MPEG-4. Per essere più precisi, l'utilizzo misto nel nostro caso consiste in una simulazione di quello che potrebbe essere il comportamento di un utente medio in una giornata.

Abbiamo articolato 3 tipologie di utilizzo ripetute nel tempo fino all'esaurimento completo della batteria; questo lo schema usato:

Navigazione 20 minuti - Pausa 15 minuti - Youtube 20 minuti - Pausa 15 Minuti - Office (Adobe, Word, Editing Immagini).


Ecco invece i consumi in watt rilevati a monte degli ultrabook:


In conclusione le temperature massime del processore rilevate con sistema in full-load:


Conclusioni

Dopo questa panoramica sulla prima generazione di Ultrabook Intel, possiamo tranquillamente affermare che l'obiettivo (almeno per i due prodotti da noi provati) è stato raggiunto in pieno. Come già accennato nel corso della recensione, gli Ultrabook permettono all'utente di avere elevate prestazioni unite a un design ultra-slim, ma soprattutto un'autonomia davvero elevata. Durante le prove abbiamo anche apprezzato l'elevata velocità di boot e l'estrema reattività dei sistemi che, come da specifica, permettono di passare dallo stato Sleep a quello di attività praticamente in maniera quasi istantanea.

Il lettore più attento avrà notato che non ci siamo occupati delle performance grafiche in quanto il chip Intel HD 3000 è già stato trattato in diverse occasioni; come Intel stessa ha dichiarato, le performance grafiche avranno un sostanziale incremento con le prossime CPU IvyBridge a 22nm e di conseguenza con la seconda generazione di Ultrabook. Attualmente quindi un gamer non può essere attratto da questo dispositivo, anche se per logica non si possono avere (almeno per adesso) prestazioni grafiche elevate senza rinunciare all'autonomia della batteria.

I test condotti sull'Aspire S3 e sullo Zenbook UX31E hanno ovviamente sottolineato le differenze tra i due prodotti; in linea di massima se dobbiamo essere obiettivi lo Zenbook UX31E è risultato superiore in diversi aspetti rispetto all'Acer Aspire S3, il quale però è senza dubbio un buon prodotto.

Attualmente l'ASUS Zenbook UX31E ha un prezzo medio di 1250 Euro, mentre Acer presenta ai suoi utenti l'Aspire S3 in 4 versioni da 799 a 1399 Euro; 1399 Euro è il costo del modello da noi testato con SSD da 240GB e processore Core i7.

Ringraziamo Intel Italia per averci fornito i sample per questa recensione.

Condividi


38

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
AlexxMac

Apple ha il 90% del mercato degli AIO, e di tutti i PC del mondo sopra i 1000$. E il 90% del mercato dei Notebook sopra i 1000$. Chiediti come mai.

AlexxMac

Spero proprio che gli amministratori mi carichino la PIC ah ah ah.

AlexxMac

Perdere tempo con questi è inutile fratello. XD

Fab985

Il toshiba z830 non sembra male, nella versione base a 799 monta un i3, però è dotato di lettore di impronte e tastiera retroilluminata impermebile, oltre allo schermo opaco antiriflesso.

Sono molto indeciso al momento

lore_rock

non esageriamo... senza il sole non ci sarebbe vita XD. semplicemente dei processori per computer intel è in assoluto il più forte, e un mac senza un processore intel ora come ora non sarebbe così valido.

Francesco

L' asus e' nettamente migliore

Rashy221

ma veramente no,il top gamma air costa 1'500 contro i 1'300 dell'asus (vero,me lo ricordavo più caro...mi pareva avesse i prezzi del serie nove samsung),non mi va di confrontare i modelli meno top di gamma,ma la differenza vale la thunderbolt,l'os differente (che paghi,ovviamente) e la mela?(tanto si parla di moda per sti prodotti)Per me nì,non compro una cosa per il design,nè per porte che per ora non userei,ma imho la differenza doveva essere più marcata.
Io gli ultrabook li prenderò in considerazione solo con windows 8 e quando avranno funzioni loro dedicate,per ora in queto mercato,che non mi interessa,mi pare sia superiore apple (ricordo che l'air ha un anno alle spalle,questi sì e no gli son pari)

Rashy221

letto,l'altro commento...sì,va malino,ha perso il suo più grande acquirente...ma non vedo cosa c'entri che processore ha il mac,veramente lo si sta confrontando a due pc :asd:
poi scusa,col tuo raggionamento:senza l'elettricità l'intel è un quadratino di silicio,enel è più importante di apple? veramente non vedo cosa centri,intel vuole vendere più chip con la scheda integrada,così preme per far nascere questo mercato...ma non toglie che il mercato sia nato dopo l'air.

Juancarlos1972

Giusto lo uso ancora :-)

moodymors

Ma voi l'avete provato un Macbook Air prima di parlare!? È semplicemente il futuro dei portatili (finché i tablet non avranno preso il sopravvento)! Non è che perché le grandi aziende produttrici collegate a Windows vi hanno inculcato l'idea che più GHz e più RAM hai meglio è, allora deve essere così per sempre! E la Apple ce lo sta dimostrando con quel capolavoro di design e prestazioni che è l'ultimo Macbook Air! 
Ricordate questo: +SSD -GHz

alexleon

apple ha il 50% del prezzo gonfiato in premium price....

etc_init_d

veramente per avere un air con le caratteristiche hardware di uno zenbook si spendono la bellezza di 1700 euro...

lore_rock

infatti amd ultimamente sta andando tanto forte

Matteo

Vpcz21 sottle quanto un air ma con caratteristiche op...costa il doppio é vero ma ha anche una video estrrna

Mark

ma quindi sei qui solo per sentito dire?

Mark

nei mac non compri solo i vari i7 da 332434234 ghz o i 3234289728 gb di ram.. 

Panzo

Usa semplicemente un viewer di documenti autocad...... Può insegnare anche fisica quantistica ma credimi è inadattabile autocad tant'è che nn gira bene neanche sui macbook pro 2011 da 13''....

Giorgio Zaffonato

Scusatemi il francesismo ma è una cagata pazzesca comprando un laptop normale e montandogli un ssd si ottiene una cosa molto simile a questa solo con il peso diverso :D e con molti meno soldi un core i7 migliore e 8 gb di ram :D inoltre sta apple mi fa schifo, prodotti a millemila euro e poi un pc windows 7 gestito bene con componenti di buona qualità si ottiene lo stesso. xD

Clear95

Ehm, tu per caso nelle caratteristiche vedi che devono per forza essere di alluminio?! Se li  vedevi di plastica non erano ultrabook?! 

Se sai leggere bene, un ultra book non è un computer mobile sottile, dal design minimal e in alluminio ma:

Spessore inferiore a 21mmAutonomia della Batteria da 5 a 8 Ore o Superiore in StandbyAvvio Veloce con implementazione di Tecnologie terze e Proprietarie (vedi Intel Rapid Start) e utilizzo di SSDSicurezza dei Dati con implementazione di Tecnologie Hardware (Intel Anti-Theft e Intel Identity Protection)Utilizzo di Processori Intel CorePeso pari o inferiore a 1,4 KgPrezzo sotto i 1000 Dollari per i modelli base

Clear95

Ehm, anche fra 20 anni i portatili saranno il triplo più sottili dell'air, ciò non toglie che ora sia il più sottile... Dunque anche il serie z ai suoi tempi era sottile.... Ora no, prima si!

Rashy221

non so che dirti,l'avrà modificato...

Rashy221

mi lascia perplesso il tuo commento...intendi dire che apple dipende da intel?mah,è andata di amd tanto a lungo....

Daniele Lattuada

guarda io non lo posseggo ma ho un paio di miei compagni di ingegneria edile che quando hanno scoperto che autocad 2010 (che mi sembra sia la prima versione per mac) non gli funzionava volevano lanciarlo fuori dall'aula

lore_rock

ah una cosa, l'air ha il superdrive, con questi ultrabook per leggere i cd/dvd va bene un masterizzatore esterno?

lore_rock

io fossi intel aggiungerei una caratteristica aggiuntiva: nessun meccanismo interno, quindi via anche la ventola ( una bella sfida ma certamente non impossibile)

lore_rock

ma l'air senza intel è una scatola vuota.

lore_rock

wow!!!!!!! non sapevo che l'air montasse un APPLE i7 o un APPLE i5 con tanto di scheda grafica APPLE3000!

Rashy221

tanto per dirne una sono passati un po' di annetti...confrontiamo questi asus ai pc che usciranno tra 3 anni.
il mio prof di intelligenza artificiale ha un suddetto air secolare,non chiedermi come,ma autocad ce lo fa girare divinamente,con l'uscita su un proettore e lo schermo normale.

Daniele Lattuada

qualcuno forse non sa che il fantastico macbook air di prima generazione non era altro che una specie di tablet, visto che col processore che si ritrova non fa partire nessun programma che rchiede un minimo di prestazioni, tanto per fare esempio autocad manco si installa!!!

Rashy221

il serie z proprio no,è un modello stra top,ma non è certo come un air.i vaio non mi risulta siano mai stati supersottili con ssd e procio di nuova generazione lw,felice di sbagliarmi,ma sicuramente non è il z (che pensai di prendermi con una borsa di studio,per questo mi documentai abbastanza).

Rashy221

intel l'ha introdotta nei pc,perchè apple l'ha introdotto nei mac. Stavolta son stati loro ad essere un passo avanti,poco da fare,il mac book air è il primo ultrabook (rientra nella descrizione da ben due anni...procio intel lw,ssd,sottile,sotto i mille dollari (e qua sta la parte comica,un mac che costa meno di un pc) e in materiali leggeri come l'alluminio).
Sì,c'era qualcosa di ''ultra sottile'',ma certo non era paragonabile all'air,vuoi per lo spessore,per la batteria o per il processore,non esistevano ultrabook prima dell'air.

Diamond Lover

In realtà il primo notebook ultrasottile era della Sony, il Vaio serie Z se non sbaglio.

Salvatore Gallo

beh Intel ha introdotto l'ultrabook che ha determinate caratteristiche

Salvatore Gallo

l'ho aggiunto cosi che non ci siano incomprensioni

Stefano Tornelli

si, questo l'ho appena letto, però l'idea di computer super sottili ecc... no l'ha introdotta intel

cinghia1992

si va be oramai tutto è un imitazione di ciò che crea la apple.....siamo apposto ;)

etc_init_d

la frase è corretta perchè intel ha registrato il marchio ultrabook ;)

Stefano Tornelli

"Intel, ideatore e promotore di questa nuova tipologia di dispositivi, o se vogliamo essere più precisi di questa nuova visione del Computing Mobile."
No,no,no scusate un attimo... 
se per nuova tipologia di dispositivi si intende dei computer super sottili, dal design minimal e in alluminio, allora mi dispiace proprio ma ci ha pensato prima apple con il macbook air, di cui gli ultrabook mi sembrano palesemente l'imitazione...

Monitor ASUS ROG Swift PG278Q con G-Sync | Recensione di HDblog

Surface Pro 3: la recensione di HDblog.it

Creative svela il DAC USB Sound Blaster E5

Toshiba pronta con il Chromebook CB30-007 da 13,3"