Recensione: Antec Kuhler h2o 620, Liquido per la nostra CPU

01 Giugno 2011 2


Antec è sicuramente una delle aziende più conosiute e apprezzata a livello globale per la realizzazione di case, alimentatori, sistemi di raffreddamento e accessori. L'ampio catalogo del produttore Americano gli ha permesso negli ultimini anni di diventare un vero punto di riferimento nel segmento del PC fai da te (DIY), questo perchè riesce a soddisfare i diversi segmenti di utenza con prodotti adeguati anche dal punto di vista del budget.

Nell'ultimo anno in particolare abbiamo notato un particolare interesse di Antec al mercato audio, dove si sta facendo conoscere con il brand SoundScience, e un impegno ancora più marcato nel settore del CPU Liquid Cooling. In quest'ultimo, grazie alla collaborazione con Asetek, molto interesse hanno riscosso i sistemi a liquido All-In-One Kuhler h2o 620 e 920.

Proprio il Kuhler h2o 620 sarà al centro della nostra prova odierna.


Caratteristiche Tecniche - Package

Passiamo subito alla scheda tecnica del Kuhler h2o 620:


Come tutti i kit a liquido All-In-One, anche il prodotto proposto da Antec è a circuito chiuso e quindi non avrà bisogno di alcuna manutenzione una volta installato sul nostro sistema; il produttore garantisce una durata minima di 50000 ore e copre il prodotto con garanzia AQ3 di tre anni.

Dalla tabella si evince anche che il Kuhler h2o è compatibile con tutti i socket AMD e Intel recentemente apparsi sul mercato, supportando anche il prossimo AM3+.

Il prodotto viene presentato in una confezione curata e con un occhio di riguardo all'ambiente:



Ovviamente insieme all'impianto sono forniti in bundle i kit di ritenzione per i vari socket e tutto il necessario per un'installazione rapida e semplice, manuale cartaceo incluso.


Ed ecco come si presenta l'Antec Kuhler h2o 620, design compatto e particolare attenzione all'assemblaggio nonchè ai materiali utilizzati. E' abbastanza palese che l'ingombro nel case sarà minimo visto che il radiatore troverà posto sul pannello posteriore del case  dove di solito è posizionata la fan che espelle l'aria.


Basterà installare la ventola sul radiatore e fissare quest'ultima sullo chassis con le viti forniti in bundle:


L'alimentazione della ventola e della pompa è garantita dai due connettori a 3 pin:


Kuhler h2o 620 in dettaglio

I tubi, costruiti in flessibile materiale plastico, sono sigillati ermeticamente sia sul radiatore che sul blocco pompa-waterblock:



Antec ha adoperato su questo sistema una pompa a basso profilo che consente tra l'atro di abbattere il rumore prodotto senza inficiare le prestazioni. Questa è praticamente "incastonata" sul waterblock (unica soluzione possibile) creando un univo blocco da 2,7 cm di altezza:



La "dentatura" in plastica che notate sul bordo della pompa è necessaria per fissare il blocco al kit di ritenzione. In conclusione ecco una delle componenti più importanti, la base in rame che assicura lo scambio termico con il processore:



Dalla foto sopra riportata si notano subito due elementi: l'ampia superficie di contatto e la massima cura nella lavorazione della base che risulta perfettamente piatta anche se non lappata a specchio. Antec inoltre fornisce  sulla base uno strato pre-applicato di pasta termoconduttiva.

Installazione - Piattaforma di test

Prima di passare alla descrizione della piattaforma hardware adoperata nei test, segnaliamo che nonostante la semplicità di installazione del kit (pari a un comune dissipatore ad aria), Antec fornisce (link) una chiaro e utile schema per il montaggio, utile a quegli utenti meno esperti che magari non si sono mai cimentati in questo tipo di operazione.




Nel nostro test sul Kuhler h2o 620 abbiamo adoperato la seguente piattaforma hardware:


Come si può facilmente intuire abbiamo deciso di verificare il comportamente dell'Antec Kuhler h2o 620 con due CPU differenti, una Quad-Core e un Esa-Core.

Attraverso il software Prime95 abbiamo messo sotto carico (al 100%) le due CPU rispettivamente con 8 e 12 Thread. Le temperature sono state rilevate con Core Temp, utility che legge direttamente i valori dei singoli Core.

Durante i test la temperatura ambiente si è mantenuta sui 19/20 °C.

Performance

I grafici che seguono riportano le temperature sia a default che in overclock; iniziamo con il Core i7 950:



Poi è la volta del 990X, sicuramente una delle CPU più esigenti in termini di dissipazione:



Conclusioni

Al termine di questa panoramica sul Kuhler h2o 620 non possiamo che ritenerci soddisfatti; il kit proposto da Antec è risultato molto curato sotto il profilo dell'assemblaggio e dei materiali con una efficienza notevole, visibile a tutti nei test condotti su due tipologie di processori.

Una delle caratteristiche che più ci ha convinto (forse una delle più importanti in un sistema a liquido) è senza dubbio la pompa, silenziosa ma al tempo stesso performante e dimensionata senza dubbio ai tubi adoperati per il collegamento al radiatore. La ventola da 120mm non è da meno anche se a pieno regime è abbastanza udibile, caratteristica comune alla maggior parte delle ventole in commercio con un regime di 2000 RPM.

A nostro avviso il kit Antec può trovare molti "sbocchi" sul mercato del cooling, dall'utente che mira ad un impianto a liquido semplice da installare e che non necessita di manutenzione, all'amante del silenzio, per arrivare a quella utenza che pratica overclock sia per diletto che per necessità.

Ciliegina sulla torta il prezzo, infatti Antec propone il Kuhler h2o 620 a circa 50/55 Euro, una cifra molto competitiva inferiore anche a molti dissipatori ad aria.


Condividi


2

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Salvatore Gallo

Grazie Alfonso :-)
Si è abbastanza notevole :-D

Alfonso Conte

Ottima recensione Salvatore, come sempre!
Prodotto davvero interessante soprattutto per il prezzo: è una soluzione da valutare quando ci si accinge ad acquistare un dissipatore ad aria su quel prezzo!

Computex 2014 | L'era degli ibridi è arrivata: immagini e considerazioni conclusive

Computex 2014 | Dell presenta due nuovi convertibili Windows

HDblog a Cannes: viaggio con HP dietro le quinte del Festival

HP Pavilion 13-P100EL X2: Convertibile 2-in-1 con Windows 8.1 | Recensione da HDBlog