Recensione: Arctic Freezer 11 LP CPU Cooler, ideale per HTPC

19 Aprile 2011 0


Alcuni dei nostri lettori ci hanno segnalato che non tutti sono in possesso di configurazioni o computer high-end, e che molto spesso si trovano a dover assemblare macchine con budget molto ridotti e a basso profilo. Prendendo "al volo" questa considerazione abbiamo pensato di provare (iniziando magari un nuovo filone di recensioni) un prodotto pensato proprio per la fascia entry-level, più precisamente il dissipatore per CPU Arctic Freezer 11 LP.

Questo cooler è sicuramente uno di quei prodotti che più si addice alla tipologia di utenti citata, non è un caso sia caratterizzato dalla sigla LP (Low Profile).


Scheda tecnica - Package

Iniziamo la descrizione con la tabella tecnica del prodotto (a questo link per la compatibilità):


Come tutti i dissipatori Arctic anche il Freezer 11 LP viene distribuito in un blister trasparente che lo protegge da eventuali urti durante il trasporto; potremmo dire una confezione low-profile per un dissipatore low-profile. Sul lato inferiore della scatola troviamo tutte le informazioni sul Cooler.



Come abbiamo visto nella tabella tecnica, l'Arctic Freezer 11 LP è pensato per processori con socket LGA 775 e LGA 1156 con un TDP pari a 90W; ovviamente, come ribadito in altre occasioni, con la compatibilità LGA1156 viene assicurata anche quella LGA1155 delle CPU SandyBridge.


In bundle troveremo, oltre al manuale cartaceo, il kit di ritenzione completo e un adesivo; la pasta termica è stata applicata dal produttore direttamente sulla base del dissipatore per il primo uso. Ecco invece come appare l'Arctic Freezer 11 LP, che ricordiamo è un cooler di tipo orizzontale:


Descrizione Cooler

Nell'immagine seguente possiamo vedere come l'altezza del cooler sia molto ridotta (soli 53 mm):


La struttura del dissipatore è molto semplice, il corpo (o blocco) lamellare è attraversato da due heapipes a U in rame inclinate rispetto alla base sottostante; quest'ultima è costruita sempre in rame ma viste le potenze da dissipare presenta dimensioni molto ridotte.




La ventola a 11 pale è fissata al cooler tramite una cornice in plastica, in classico stile Arcitc; ricordiamo che sarà possibile sfruttare la tecnologia PWM per il controllo automatico della velocità. La rumorosità



Performance

Per testare le qualità dell'Arctic abbiamo adoperato un processore Intel Core i7 2600K che di default ha un TDP pari a 95W, insomma adatto a mettere alla corda il Freezer 11 LP. Ovviamente non abbiamo esagerato nell'aumentare frequenze e voltaggi. La CPU è stata stressata col software Prime 95, la ventola è stata settata su Performance; ecco i risultati:



Conclusioni

Al termine di questa prova dell'Arcitc Freezer 11 LP abbiamo avuto modo di notare come, in alcuni casi, anche un dissipatore low-profile può gestire una CPU high-end, anche se senza particolari pretese. Nel nostro caso il Freezer 11 LP può essere considerato un ottimo sostituto del dissipatore Stock per silenziosità ed efficienza; ovviamente non aspettiamoci miracoli, infatti a titolo informativo ricordiamo che il 2600K a 1,05 volt dissipa meno di 70 watt e con il nostro "overclock" arriviamo al TDP nominale del processore (90W circa).

D'altro canto il dissipatore Arctic trova ampio uso anche (e soprattutto) nei sistemi HTPC con processori a basso consumo e configurazioni dove lo spazio è un elemento prezioso. Freezer 11 LP può essere acquistato sugli shop online italiani a circa 10 Euro, una cifra davvero irrisoria.


Condividi


0

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...

Surface Pro 3: la recensione di HDblog.it

Creative svela il DAC USB Sound Blaster E5

Toshiba pronta con il Chromebook CB30-007 da 13,3"

ASUS X99 ROG Rampage V Extreme: ecco la nuova regina delle schede madri